Canale 5. A Verissimo Paola Perego: ‘Ferita dalle accuse ingiuste di essere sessista’

Verissimo_Paola Perego
Verissimo_Paola Perego

In esclusiva, a Verissimo Paola Perego confessa di aver sofferto di attacchi di panico e rivela le difficoltà di convivere con questo male subdolo: “Ne ho sofferto per una trentina d’anni, quasi tutta la vita, tant’è che sto scrivendo un libro sull’argomento”.
Ai microfoni del talk show confida: “Il primo attacco di panico non lo scordi mai. Io avevo sedici anni, ero in macchina, mentre tornavo dal cinema e mi mancava l’aria. In generale, quando mi arrivavano le crisi scrivevo molto, così ora ho deciso di raccogliere i miei diari e di scrivere questo libro per raccontare la mia esperienza e far capire agli altri che se chiedi aiuto è molto più facile guarire.” Un “mostro” come lo chiama la conduttrice, che si tende a nascondere: “Chi ha gli attacchi di panico si sente debole, pensa che gli altri siano tutti più forti e si vergogna a dirlo”.
A Silvia Toffanin Paola Perego confessa anche la più grande delusione vissuta a livello professionale: “La cosa che più mi ha fatto male è stata quando mi hanno accusato ingiustamente di essere sessista e mi hanno chiuso il programma che conducevo. Da sempre porto avanti battaglie a favore delle donne e questa cosa mi ha ferito profondamente. Sentivo il giudizio della gente per strada e mi sono quasi ritrovata ad avere paura di uscire di casa: un’esperienza bruttissima”.
Queste esperienze, non sempre positive, hanno regalato però alla presentatrice la consapevolezza di capire quali siano le priorità della vita, una su tutte la famiglia. E proprio sul marito Lucio Presta racconta: “Ho capito che era quello giusto praticamente subito. Dopo sette mesi che stavamo insieme gli ho detto che se anche la nostra storia fosse finita lui sarebbe stato l’uomo più importante della mia vita. Abbiamo la stessa visione del mondo e la stessa onestà morale. E’ lui l’uomo che mi completa. Tra alti e bassi sono 23 anni che stiamo insieme”.
Un amore, quello per il famoso manager a volte ingombrante e che non le ha risparmiato molte critiche. A tal proposito Paola dichiara: “Mi hanno ferito quando mi dicevano che ero raccomandata e che lavoravo solo perché ero sua moglie. Ma dopo un po’ ti fai le spalle larghe e non ti interessa più quello che dicono le altre persone. Anzi, lui ha fatto cinque Festival di Sanremo e io neanche uno: devo iniziare a farmi raccomandare meglio (ride, ndr)”.

Sabato 21 settembre un appuntamento a “Verissimo”

D'Amante a Verissimo
Damante a Verissimo

Sabato 21 settembre, alle ore 16.00, su Canale 5. Andrea Damante domani a Verissimo risponde alle accuse di tradimento mosse dalla sua ex fidanzata Giulia De Lellis: “Ci siamo lasciati perché continuavamo a litigare, non solo per i tradimenti. Quando sono partito per un lavoro a Los Angeles ho lasciato il mio pc con WhatsApp collegato. Penso che Giulia abbia trovato dei messaggi scambiati con un mio amico e credo abbia intuito lì del tradimento”.
“Ho tradito Giulia solo due volte perché ho ceduto alla tentazione. Non c’era già più trasporto. Ho sbagliato! Da una parte me ne sono pentito, ma non l’avevo mai fatto prima. Ho imparato che è meglio non farlo”.
A Silvia Toffanin che le chiede se si siano vere le telefonate fatte dalla De Lellis alle presunte amanti, Damante risponde: “Questa storia è romanzata. Che lei abbia chiamato mi sa tanto di poesia. Giulia esagera, è molto emotiva. Non è la verità. Nel libro la cosa è stata un po’ ingigantita”.
E in riferimento ad alcune discusse frasi riportate in merito al regime alimentare che le avrebbe imposto, l’ex tronista precisa con durezza: “Sono frasi per far vendere il libro. Mi hanno dato molto fastidio”.
Nel raccontare la sua versione dei fatti, il dj aggiunge: “Mi sono assunto le mie colpe. Ci sono stato malissimo. Lei a quanto pare, però, ha avuto la forza di rifidanzarsi uno, due, tre volte. Io invece sono stato sempre solo, anche perché non me la sentivo di iniziare una storia, ero ancora attaccato a lei”.
Infine, alla domanda su un ipotetico ritorno di fiamma con l’influencer, Andrea confessa:
“Non penso. Ma nella vita non si sa mai. Io e lei proviamo un sentimento che proveremo per sempre. E’stata una storia bellissima”.

‘Verissimo’ Antonella Clerici: “Mi manca la tv perché mi è stata tolta in maniera ingiusta, brusca e senza motivazione”

Antonella Clerici
Antonella Clerici

“Mi manca un po’ la tv perché mi è stata tolta in maniera ingiusta, brusca e senza motivazione. Mi manca di non poter avere della progettualità, se non per cose piccole, quando ero abituata a cose più importanti”.
In esclusiva, Antonella Clerici parla per la prima volta a Verissimo del periodo delicato che sta attraversando professionalmente. Nella prima puntata del talk show racconta: “Alla fine però ho pensato che è giusto così. Mi fermo, rifletto e magari mi vengono delle idee che quando ero presa con la frenesia della vita televisiva non mi venivano. Per cui tra poco sarò pronta per nuove e grandi avventure”.
A Silvia Toffanin che le chiede se si sia chiesta perché stia succedendo questo, la conduttrice risponde: “La Rai è un’azienda che amo molto. Sono 34 anni che sono lì e negli anni si avvicendano spesso tante persone, e non puoi piacere a tutti. Arriva magari un direttore che ama di più altre persone, che cerca un po’ di metterti nell’angolo, è normale. Poi penso, perché? Non è che vedo fenomeni. La mia esperienza – prosegue – secondo me è ancora molto importante. Anche perché io non chiedevo molto. Ho chiesto solo di fare le cose che già facevo. Mi ero già tolta dal quotidiano. C’è stato tutto questo gran caos per delle banalità, per dei dispetti”.
E proprio ricordando il suo addio alla “Prova del cuoco”, dopo 18 anni, Antonella confessa:
“Se penso a Fabrizio (Frizzi ndr) quando è venuto a trovarmi il giorno del mio compleanno, il 6 dicembre, e che dopo tre mesi lui non c’era più, ecco questa cosa mi ha forse fatto scegliere, ancora più velocemente, una vita più privata, più legata alle cose importanti della vita, perché per me è stato un vero choc. Quello che è successo a lui ha accelerato delle scelte che forse avrei dovuto fare con più calma, ma io non sono così. Ho fatto quello che mi sentivo in quel momento”.
Infine, alla domanda se vede il suo futuro in Rai o altrove, Antonella dichiara: “Fino a giugno in Rai. Istintuale come sono, quando succedono queste cose io vorrei buttare tutto e andarmene. Poi però mi sono detta di non fare scelte affrettate e di pensare bene a quello che voglio fare. Quello che conta sono i progetti e adesso penso ad un progetto che sia giusto per me e andrò dove lo potrò fare”.

Verissimo: Epilogo vicenda Pamela Prati

PRATI TOFFANIN
PRATI TOFFANIN

Pamela Prati, in esclusiva a Verissimo sabato 11 maggio alle ore 16,10, risponde al fuoco di fila di domande di Silvia Toffanin sul suo discusso matrimonio, che ha occupato per mesi giornali e programmi tv.

 “Tutto ciò mi ha distrutta. Abbiamo deciso di rimandare le nozze perché mancano gioia e serenità. Era tutto confermato: location, chiesa, testimoni: uno doveva essere Pingitore. L’altra, dopo l’impossibilità di Simona Ventura, ho pensato di farla fare a Pamela (Perricciolo ndr).”

Molto dimagrita e provata la Prati racconta: “Non riesco più a parlare. Dicono che sono stata truffata, plagiata, ma da chi? Io sono una donna di 60 anni e non vado in tv a dire bugie. Volevo condividere una gioia e invece ha portato solo dolore”.

Verissimo, che doveva seguire in esclusiva con le sue telecamere il matrimonio, non ha mai ricevuto conferma esatta da parte del gruppo di Pamela Prati di una data e una località precisa.
A Silvia Toffanin, che le domanda perché, la show girl risponde: “Perché avevamo cambiato location. Ci hanno detto di no all’ultimo per tutto quello che avevano sentito. Poi abbiamo trovato un’altra location in Toscana a Prato, e doveva essere l’8 maggio”.

Sulla misteriosa identità del futuro marito, Marco Caltagirone, e sul fatto che non sia uscita nemmeno una foto perché, afferma lo sposo, c’era un contratto d’esclusiva con ‘Verissimo’ (valido solo per il matrimonio, ndr), la Prati confessa: “Lui non fa parte del mondo dello spettacolo, quindi pensava di non poter farsi vedere perché avevamo un’esclusiva del matrimonio. L’ha fatto in buona fede!

Le foto di Marco esistono, ma lui fin dall’inizio mi ha detto che non voleva apparire”. E sulla telefonata fatta dal futuro sposo al programma ‘Live-Non è la D’Urso’, Pamela dichiara: “Confermo che era lui che ha chiamato in diretta Barbara D’Urso”.

Incalzata da Silvia Toffanin, sul mostrare una foto di Caltagirone, Pamela risponde: “In camerino te la faccio vedere. Se vuole venire e apparire lo deciderà lui, non verrà certo obbligato da me. Se avessi voluto divulgare le foto prima, l’avrei fatto”.

Un giallo dietro l’altro, tanto che Silvia Toffanin rivela un dettaglio emerso durante le trattative per portare il presunto futuro marito in trasmissione. Dopo la richiesta, la risposta dell’entourage è stata che Caltagirone, essendo molto ricco, non voleva firmare nessun documento e che al massimo ci proponevano che poteva venire girato di spalle: “Questa cosa non la so e non so chi l’abbia riferita sinceramente. A me non interessa, sono i media che stanno parlando e gettando fango su di me. Non ho guadagnato niente, sono stata strumentalizzata”.

Convinta ad andare a prendere una foto e provare a chiamare al telefono Marco, Pamela Prati se ne va dallo studio, scatenando la reazione di Silvia Toffanin che afferma: “È tutto una barzelletta che non fa neanche più ridere”.

Dopo circa mezz’ora la showgirl torna sui suoi passi, rientra in studio e decide di mostrare solo alla conduttrice la foto di Marco Caltagirone: “È un uomo di 54 anni e l’unico motivo per cui non si mostra è per una questione di riservatezza. In questo momento – aggiunge – non c’è un’atmosfera delle migliori tra di noi. Io non ce la faccio più, perché scrivono delle cose non belle, ma è la loro versione”.

Una storia che ha scatenato reazioni condannabili, sia sui social che nella vita reale: “Non abbiamo ammazzato nessuno, solo perché non si fa vedere non vuol dire che non esista. Esiste eccome. Sono state dette cose orrende, solo perché siamo personaggi famosi veniamo messi alla gogna: non va bene. Bisogna stare attenti, hanno ucciso alcuni artisti in passato parlandone male in questo modo”.

E rivela un episodio scioccante: Mi hanno fatto trovare l’acido fuori dalla porta di casa con un biglietto orrendo. Ma è tutto nelle mani di chi di dovere. Si sta esagerando”. E l’agente Eliana Michelazzo, presente tra il pubblico in studio, aggiunge in lacrime: “Abbiamo paura adesso. Siamo state aggredite, con l’acido, con un biglietto di minacce con scritto ‘Al matrimonio ci arrivate a metà’”.

Nessun problema finanziario e un futuro che dovrebbe prevedere ancora delle nozze: “Non ho nessun problema economico. Dove sta il guadagno in questa storia? Adesso basta. Mi sposerò, ma lo farò in maniera privata, visto quello che è successo. E da oggi, quello che farò saranno solo fatti miei”.

Marina La Rosa, ospite in esclusiva a “Verissimo”

MARINA LA ROSA TOFFANIN
MARINA LA ROSA TOFFANIN

A Silvia Toffanin, Marina confida di aver subito delle molestie prima e dopo la partecipazione alla prima edizione di “Grande Fratello”: “Prima di partecipare al Grande Fratello sono stata vittima di molestie. Questo personaggio abbastanza orrido mi diceva che voleva creare un gruppo musicale. È accaduto tutto in modo molto spiacevole a casa di questa persona. Per anni non sono riuscita a dirlo a nessuno, non ero in grado e non avevo la lucidità di denunciare. Mi sentivo anche in colpa. Dopo il reality – prosegue – molte persone in cambio di un lavoro nel cinema, hanno provato a chiedermi altro. È una situazione veramente scorretta. Da un lato ci sono donne che realmente si prestano a queste richieste, ma ciò non vuol dire che l’uomo sia autorizzato a pretenderle. In certi momenti, è davvero difficile prendere una decisione e pensare di andare a denunciare quella persona, che magari, come nel mio caso, era molto nota e famosa”.

Ai microfoni del talk show, Marina ricorda l’amico Pietro Taricone, scomparso in un incidente, con cui ha condiviso l’esperienza al “GF”: “Pietro era davvero una persona speciale. Aveva la capacità di entrare nella vita della gente a livello empatico. Quando siamo usciti dal reality le nostre vite erano cambiate. Io attraversavo dei momenti di grande sconforto, perché dovevo abituarmi a questo cambiamento repentino e quando ne parlavo con Pietro, lui rendeva tutto più semplice. Bastava anche solo una frase, una battuta. Era un grande uomo”.

L’ex gieffina parla anche di un altro ex concorrente del reality, l’amico Rocco Casalino, ora portavoce del presidente del Consiglio dei Ministri: “So che non sarà contento che parli di lui, ma voglio molto bene a Rocco e tra noi c’è una bella amicizia. Siamo sempre in contatto, ci mandiamo spesso messaggi commentando le varie vicende, tranne l’ultima che non è commentabile! Anche quando eravamo nella casa, – chiosa – Rocco ci confidava che il suo sogno era fare politica, perché aveva molto a cuore i problemi e le difficoltà del sud Italia. È una persona molto intelligente”.

Infine, a Silvia Toffanin rivela: “Il Grande Fratello non lo rinnego, ma non potrei mai rifare quell’esperienza. ‘L’isola dei Famosi’, invece, potrebbe piacermi. Non solo per la trasmissione in sé, ma per l’esperienza di vita”.