Estate in Valchiavenna

24-06-2020_pacchetti-valchiavenna
24-06-2020_pacchetti-valchiavenna

Estate in Valchiavenna tra trekking, gusto e natura
Abbracciata dalle Alpi lombarde, la Valchiavenna è pronta ad accogliere i turisti con esperienze uniche adatte a ogni passione

Dopo il lungo periodo di lockdown, la voglia di concedersi qualche giorno di relax, magari immersi nella natura e lontano dai classici circuiti turistici, si fa sentire sempre di più. Nonostante alcune frontiere siano ancore chiuse e permanga la paura di un possibile ritorno di contagio, gli italiani sembrano intenzionati a non rinunciare alle tante desiderate ferie estive. A confermarlo è la ricerca condotta da Quorum/You Trend per Wonderful Italy dove si afferma che una persona su due ha già deciso di andare in ferie, mentre un altro 25% ci sta riflettendo proprio in questi giorni.

Circondata da una natura rigogliosa, con vedute panoramiche e piccoli borghi che raccontano la storia della valle, la Valchiavenna, all’ombra delle Alpi lombarde, è pronta a ripartire e accogliere i turisti in totale sicurezza.
Per proporre ai suoi ospiti la possibilità di scoprire gli scorci migliori di questa valle e la sua offerta a 360°, la Valchiavenna ha elaborato quattro pacchetti che permettono di vivere esperienze uniche e toccare con mano tutto ciò che di meglio ha, dall’enogastronomia ai percorsi pensati per le famiglie fino a lunghe passeggiate tra gli antichi borghi valchiavennaschi.

1) A spasso tra i borghi

“A spasso tra i borghi” è un vero e proprio invito a concedersi una vacanza slow, a ritmo con la natura circondati solamente da pace e storia. Il pacchetto propone un percorso ad anello adatto a tutti i tipi di passi, dove i turisti potranno vivere una autentica full immersion nella natura e nei borghi tipici della valle, come Pianazzola, Savogno e Uschione.

Il pacchetto prevede:

– 3 pernottamenti in camera doppia, con colazione, nelle località di Pianazzola/Savogno/Uschione
– 3 Packet Lunch forniti dalle strutture ospitanti
– Documentazione specifica (carta trekking e informazioni utili)
– Ingresso a: Mulino di Bottonera o Parco botanico Paradiso, Palazzo Vertemate Franchi

Prezzo per persona: € 240,00

2) Estate a colori in Valchiavenna

Montagna e divertimento sono il binomio perfetto per tutte quelle famiglie che desiderano trascorrere momenti spensierati circondati dal fascino della natura. Con il pacchetto “Estate a colori in Valchiavenna”, genitori e ragazzi avranno l’occasione di scoprire la Valchiavenna a ritmo slow, senza però rinunciare al divertimento e all’attività: dal MUVIS al noleggio delle city bike fino ai giardini sul fiume Mera con piscina panoramica, gioia e relax vanno di pari passo in Valchiavenna.

Il pacchetto prevede:

• 2 pernottamenti in hotel*** a Campodolcino
con trattamento di mezza pensione (bevande escluse)
• Packet lunch per il giorno successivo
• Ingresso e Kit gioco Mandala presso museo MUVIS, Campodolcino

2 pernottamenti in hotel ***a Piuro
con trattamento di mezza pensione (bevande escluse)
• accesso al Giardino sul fiume Mera con piscina panoramica e zona solarium incluso
noleggio biciclette CityBike muscolari (incluso, su disponibilità)
(Spa e noleggio bici elettriche extra, a pagamento).
• Packet lunch per il giorno successivo
• Ingresso a Palazzo Vertemate Franchi, Piuro

Prezzo per persona: a partire da € 300,00
Proposta valida nei mesi di luglio, agosto, inizio settembre 2020

3) Via Spluga con gusto

La Valchiavenna è una valle in grado di rispondere alle diverse passioni dei suoi ospiti, perfetta per gli amanti delle attività sportive, del relax ma non solo. Grazie al pacchetto “Via Spluga con gusto” i turisti scopriranno come, in questa valle, trekking faccia rima con gusto e potranno addentrarsi nella magia della Via Spluga tra crotti, ristoranti tipici e piatti della tradizione valchiavennasca.

Il pacchetto prevede:
– 3 pernottamenti in hotel categ. A con colazione (Montespluga/Isola/Chiavenna)
– 3 cene gourmet
– n. 1 Degustazione vini
– 2 Packet Lunch forniti dagli hotel ospitanti
– Trasporto bagagli da hotel a hotel
– Documentazione specifica (carta trekking e informazioni utili)
– Ingresso a: Museo della Via Spluga e della Val San Giacomo, Mulino di Bottonera o Parco botanico Paradiso, Palazzo Vertemate Franchi
– Gadget via Spluga

Prezzo per persona: a partire da € 360,00

4) Via Spluga Slow

In questo periodo ci siamo accorti che il nostro bel paese cela moltissimi luoghi di rara bellezza e ora più che mai è giunto il momento di concedersi qualche giorno di relax per poterli esplorare. La Via Spluga, il percorso escursionistico-culturale al confine tra Svizzera e Italia, è uno di questi luoghi: il cammino si sviluppa da Chiavenna a Thusis, in Svizzera, e attraversa boschi, laghi e vedute mozzafiato. Con il pacchetto “Via Spluga slow” i turisti potranno godersi un assaggio della Via Spluga e stupirsi di fronte ad alcuni passaggi iconici della Via come la Gola del Cardinello.

Il pacchetto prevede:
– 3 pernottamenti in camera doppia, con colazione
– 2 Packet Lunch forniti dagli hotel ospitanti
– Trasporto bagagli da hotel a hotel
– Documentazione specifica (carta trekking e informazioni utili)
– Ingresso a: Museo della Via Spluga e della Val San Giacomo, Mulino di Bottonera o Parco botanico Paradiso, Palazzo Vertemate Franchi
– Gadget via Spluga

Prezzo a persona: a partire da € 240,00

La Valchiavenna ha fin da subito affiancato la popolazione e le realtà della sua valle con “Valchiavenna, una valle sicura”, un programma lanciato durante i mesi di lockdown che intende promuovere la Valchiavenna come luogo dove la sicurezza di ogni individuo è al primo posto. Il progetto si è articolato in vari step: durante la prima fase sono stati informati e formati i cittadini e tutta la popolazione sulle nuove norme di igiene e comportamentali. Successivamente, sono state messe in sicurezza le attività economiche, sono stati sanificati gli ambienti di lavoro e sono stati formati gli operatori per permettere loro di gestire le varie situazioni in maniera ottimale. Inoltre, le diverse realtà hanno potuto certificarsi “Valchiavenna, una valle sicura” e promuoversi quindi con un marchio che ne certifica la sicurezza.
L’obiettivo finale è quello di diffondere un senso di attenzione e consapevolezza, ciò che circonda cittadini e turisti è un ambiente sicuro perché risultato di norme e regole che sono state condivise e validate.

Sicurezza: truffe agli anziani

Truffe ad anziani
Truffe ad anziani

Sicurezza, da Regione 600.000 euro ai Comuni per contrastare le truffe agli anziani

De Corato: raggiri anche collegati al Covid con finti tecnici

La Giunta regionale, su proposta dell’assessore
alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, ha
stanziato 600.000 euro per contrastare le truffe agli anziani. La delibera
stabilisce i criteri e le modalita’ per l’assegnazione dei contributi agli
enti locali.

SOMME DISPONIBILI – Per il biennio 2020-2021 e’ previsto uno stanziamento
complessivo di 600.000 euro (300.000 annui).

DE CORATO: DENUNCIARE IMMEDIATAMENTE – “Regione Lombardia – ha sottolineato
l’assessore De Corato – da tempo destina somme ai Comuni per la
realizzazione di progetti ed iniziative finalizzate ad aumentare la
conoscenza di questi pericoli. Ed anche nel biennio 2020-2021, gli enti
locali potranno contare su delle somme aggiuntive. Contro questo tipo di
reati abbiamo inoltre realizzato degli spot televisivi finalizzati al
contrasto, invitando a denunciare alle Forze dell’ordine ogni situazione
sospetta”. “Verrebbe da dire – ha concluso De Corato
– che ai tempi del Coronavirus i criminali si sono purtroppo
evoluti: dalla truffa del tampone, ai finti tecnici che cercano di entrare
in casa con la scusa della sanificazione”.

 

Covid-19: De Corato, a Prefetti e Sindaci

De Corato
De Corato

‘assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, ha scritto ai prefetti delle 12 province lombarde, ai sindaci dei Comuni capoluogo di provincia ed a quelli più popolosi, chiedendo l’istituzione di nuclei anti assembramento misti formati da agenti di Polizia locale e Forze dell’ordine, “possibilmente h24 e di pronto intervento per impedire sul nascere ogni tipologia di assembramento e soprattutto di condotte in violazioni delle norme emanate e tutt’ora in vigore”.

“E’ già operativo – ha ricordato l’assessore – tra Regione Lombardia e gli enti locali con le realtà organizzative più strutturate di polizia locale del territorio lombardo un accordo di collaborazione denominato ‘SMART 2020 Emergenza COVID 19′ attraverso il quale finanziamo il lavoro straordinario dei vigili urbani sino a maggio 2020″. De Corato ha infine auspicato l’intervento dei prefetti affinché valutino la proposta “da approfondire nei Comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica per trovare immediate soluzioni alle problematiche”.

Italo: tutte le iniziative per la sicurezza

Italo
Italo

Tutte le iniziative di Italo per la sicurezza
Sanificazione costante a bordo treno per la tutela dei viaggiatori e dei dipendenti, disposizione di posti alternati e biglietti nominativi. Supporto a Protezione Civile e Croce Rossa Italiana per fronteggiare l’emergenza

Roma, 4 maggio 2020. La sicurezza dei viaggiatori e dei suoi dipendenti per Italo è da sempre un punto fondamentale della propria strategia.

Ancor più in un momento storico come quello attuale, segnato dall’emergenza Covid-19, Italo sta mettendo in campo tutte le misure volte a tutelare il benessere della comunità. Garantendo i più alti standard igienico-sanitari, in linea con le indicazioni fornite dal Ministero della Salute, Italo prevede regolari interventi di pulizia a bordo treno con specifici prodotti antibatterici e disinfettanti: viene effettuata un’accurata attività di sanificazione prima della partenza (comprendente anche sedili, tavolini, ecc.), durante il viaggio le superfici con maggior contatto (maniglie, pulsanti di apertura porte, ecc.) vengono igienizzate dal personale di pulizia presente in treno e i filtri dell’aria condizionata vengono sostituiti frequentemente.
Sono stati fra l’altro installati all’ingresso di ogni carrozza i dispenser di gel disinfettante, così come nelle toilette è stato introdotto apposito sapone disinfettante per le mani, e per mantenere il distanziamento di sicurezza i sedili non utilizzabili sono appositamente contrassegnati e non potranno essere prenotati in fase di acquisto grazie ad una nuova disposizione dei posti che prevede un assetto a scacchiera per garantire la giusta distanza fra i passeggeri, che dovranno munirsi di mascherine per accedere a bordo treno. I biglietti devono essere nominativi e possono essere acquistati dal sito web italotreno.it, dall’app Italo Treno, dal contact center di Italo allo 060708 e dalle biglietterie automatiche presenti in stazione, frequentemente igienizzate e sanificate. Le biglietterie in stazione saranno riaperte a breve ed in un secondo momento è prevista la riapertura delle lounge Italo Club.
Il personale Italo, che al momento non erogherà il servizio di welcome drink e catering a bordo per limitare le possibilità di contatto e salvaguardare il benessere di tutti, è comunque pronto ad assistere il viaggiatore in ogni fase del tragitto, è istruito sulla gestione delle emergenze e dotato di tutti i dispositivi di protezione individuale. Proprio a favore del suo personale Italo ad inizio emergenza ha deciso di destinare una copertura sanitaria ad hoc, in caso di contagio da coronavirus, per assistere il dipendente non solo durante il ricovero ma supportandolo anche nel post, fornendo un aiuto pratico con servizi a supporto delle attività quotidiane (baby sitter, pet sitter, consegna spesa a domicilio, ecc.).
Italo, che attualmente effettua 2 soli servizi giornalieri fra Roma e Venezia, nella settimana fra il 18 ed il 24 maggio, nel caso in cui le disposizioni governative aboliranno il vincolo di spostamenti fra regioni differenti, inizierà a reinserire progressivamente le corse e le tratte in funzione della domanda di trasporto.
Ma Italo vuole essere vicino a tutti coloro che stanno fronteggiando in prima linea questa situazione e quindi, dopo aver garantito ai volontari della Croce Rossa la possibilità di spostarsi gratuitamente sui nostri treni, anche per il mese di maggio, per consegnare beni di prima necessità, ha deciso di aiutare anche la Protezione Civile. I nostri treni saranno infatti a disposizione della Protezione Civile, garantendo ai suoi medici ed operatori sanitari volontari la possibilità di spostarsi gratuitamente per prestare supporto.

Alitalia: sicurezza passeggeri

Passeggeri al check in del''Alitalia
Passeggeri al check in del”Alitalia

La sicurezza di tutti i passeggeri e dei propri dipendenti rappresenta da sempre la massima priorità di Alitalia. Per questo motivo la Compagnia informa che verrà chiesto ai passeggeri di munirsi, prima di salire in aereo, di una mascherina protettiva da indossare obbligatoriamente qualora un elevato numero di viaggiatori non permetta di rispettare la distanza interpersonale di sicurezza prevista.

La misura entra in vigore con effetto immediato ed è parte dei protocolli anti-contagio adottati da Alitalia in conformità alle disposizioni delle Autorità competenti. La Compagnia potrebbe pertanto rifiutare l’accesso a bordo dell’aereo al passeggero che si presenti all’imbarco senza un dispositivo di protezione individuale. Alitalia consiglia inoltre di indossare la mascherina anche in aeroporto e durante l’imbarco e lo sbarco dagli aerei.

Questa procedura di sicurezza si aggiunge alle altre misure straordinarie adottate da Alitalia per tutelare la salute dei viaggiatori e del proprio personale, talvolta anche mediante il ridisegno del servizio complementare di bordo. Inoltre, al fine di contenere la diffusione del COVID-19, Alitalia ha intensificato le attività di sanificazione della propria flotta, con interventi giornalieri di disinfezione e pulizia di tutte le superfici delle cabine e degli interni degli aeroplani.

Gli equipaggi di Alitalia sono addestrati per attivare, in caso di necessità, il protocollo sanitario previsto per la protezione dei viaggiatori dal rischio di contaminazione. Sugli aerei, il personale ha inoltre a disposizione un kit per rischio biologico in caso di passeggeri con sintomi sospetti, guanti di lattice per il ritiro del materiale distribuito a bordo e mascherine protettive da usare durante il servizio. Tutta la flotta di Alitalia è poi dotata di potentissimi filtri HEPA – come quelli delle sale operatorie – che assicurano una pulizia dell’aria in cabina al 99,7% ed il ricambio con aria dall’esterno trenta volte all’ora.

Anche il personale negli aeroporti può utilizzare durante il servizio mascherine protettive e guanti in lattice; inoltre la Compagnia ha stabilito un contingentamento degli accessi alle lounges con lo scopo di garantire il rispetto delle distanze di sicurezza stabilite dalle disposizioni del Governo. Alitalia ha infine adottato soluzioni di smart working per salvaguardare il più possibile anche i dipendenti di terra dal rischio di propagazione del contagio.