Sanremo Musical – al Teatro Nuovo

sanremo-musical
sanremo-musical

Dal 18 al 27 maggio sarà in scena al Teatro Nuovo di Milano SANREMO IL MUSICAL, il primo musical dedicato alla storia del Festival più famoso al Mondo.
Lo spettacolo ripercorre i successi più grandi della musica italiana dagli anni 50 ad oggi, da “Papaveri e papere”, passando per “Almeno tu nell’universo”, fino a giungere ai giorni nostri con “Non mi avete fatto niente”, scritto da Isabella Biffi che cura anche la regia e Simone De Pasquale.

“Sanremo musical“ ripercorre anche la storia e le evoluzioni del costume italiano negli ultimi settant’anni, attraverso il racconto dei sogni, delle incertezze, delle paure di otto giovani artisti che amano il festival, perché è stato la colonna sonora dei loro genitori e dei loro nonni, e forse un giorno li vedrà protagonisti su quello stesso palco dove si sono esibiti i più grandi interpreti della musica italiana e internazionale.

Gli otto giovani aspiranti cantanti e attori, quattro uomini e quattro donne, provenienti da varie parti d’ Italia, si ritrovano al teatro Ariston di Sanremo per sostenere un provino per entrare a far parte del cast di un musical sul Festival della canzone italiana.

Li accomuna il grande amore per il festival di Sanremo e il suo passato, di cui sono informatissimi, e il forte desiderio di diventare, un giorno, dei veri protagonisti dello spettacolo. I giovani artisti, in un’atmosfera surreale, si ritrovano apparentemente soli in teatro e diventa naturale confrontarsi, per ripercorrere, singolarmente e insieme, la storia musicale della manifestazione .

In realtà sono controllati, studiati e giudicati, in una sorta di “grande fratello “ , da due personaggi, gli stessi che hanno ideato e fortemente voluto il festival di Sanremo a partire dalla prima edizione.

Alla fine, il loro sogno si avvera: saranno scelti quali protagonisti del musical. Il finale sarà il loro inizio artistico.

Il musical, attraverso l’intreccio tra le più belle canzoni e aneddoti sulla storia del Festival, le immagini dell’Italia che cambia e le storie degli otto ragazzi protagonisti dello spettacolo, oltre a proiezioni, fotografie e video storici, colori e costumi, trasporterà lo spettatore in un viaggio splendido tra gli anni più belli dell’Italia che evolve e si trasforma, sino ad arrivare ai giorni nostri.

Le Vibrazioni in tour

ph Chiara Mirelli
ph Chiara Mirelli

Dopo la partecipazione al 68° Festival della Canzone Italiana di Sanremo con il brano Così sbagliato, che è subito balzato in vetta alle classifiche radiofoniche, e la pubblicazione lo scorso 9 febbraio del quinto album di inediti “V” (distribuito da Artist First), Le Vibrazioni tornano ad esibirsi dal vivo con una nuova avventura live nei più importanti club di tutta Italia al via il 16 marzo dal New Age Club di Roncade (TV).

Gli altri appuntamenti della rock band milanese saranno:
il 23 marzo al Vox Club di Nonantola (MO),
il 3 aprile al Teatro Quirinetta di Roma,
il 5 aprile alla Casa della Musica di Napoli, il 6 aprile al Demodè Club di Bari,
il 12 aprile al Teatro Vittorio Emanuele di Messina,
il 13 aprile al Teatro Golden di Palermo,
il 14 aprile al Land di Catania, il 19 aprile all’Auditorium Flog di Firenze,
il 20 aprile al Phenomenon di Novara,
il 24 aprile al Live Club di Trezzo sull’Adda (MI).

Sul palco, la band multiplatino salirà nella sua formazione originale: Francesco Sarcina alla voce e alla chitarra, Stefano Verderi alla chitarra e alla tastiera, Marco Castellani al basso e Alessandro Deidda alla batteria.

I nuovi concerti saranno l’occasione per ascoltare Così Sbagliato e gli altri brani estratti da “V”, oltre ai grandi successi che hanno scalato le classifiche e fatto la storia del gruppo.

I biglietti per le date sono disponibili online su Ticketone (www.ticketone.it) e in tutti i punti vendita autorizzati.

Info su: http://www.colorsound.com/

Ospiti da Verissimo di sabato 17 febbraio

silvia toffanin
silvia toffanin

Sabato 17 febbraio, alle ore 16.10, su Canale 5 nuovo appuntamento con Verissimo.

Ospite di Silvia Toffanin Ron, l’artista che a Sanremo 2018 ha ricevuto il premio della critica Mia Martini con il suo brano “Almeno pensami”, scritto da Lucio Dalla.

A Verissimo, inoltre, l’irresistibile duo comico formato da Ficarra & Picone, l’attrice spagnola e compagna di Raoul Bova, Rocìo Muñoz Morales e Max Giusti con la sua vittima preferita in tema di imitazioni Cristiano Malgioglio.

Spazio a ‘L’Isola dei Famosi’ con l’intervista a Nadia Rinaldi, ultima naufraga eliminata dal reality.

E ancora, in studio: Adua Del Vesco, Massimiliano Morra, Raffaella Di Caprio e Francesco Ferdinandi, tra i protagonisti della fiction “Furore”, in onda da domenica 18 febbraio su Canale 5.

Infine, torna a Verissimo Gemma, la regina indiscussa del trono over di “Uomini e Donne”.

“F” in edicola: Pierfrancesco Favino racconta….

F COVER
F COVER

A pochi giorni dalla chiusura del Festival di Sanremo, dove ha vestito splendidamente i panni inediti di conduttore, Pierfrancesco Favino si racconta su F – il settimanale femminile di Cairo Editore diretto da Marisa Deimichei – in edicola domani.

L’attore romano, 48 anni, padre di due figlie, Greta e Lea avute con la compagna storica Anna Ferzetti, sul palco di Sanremo ha cantato e ballato, mostrando un aspetto inedito di sé.

Lei non si è mai sposato, pur avendo la stessa compagna da 15 anni. Perché? «La scelta è la coppia, stare insieme, creare una famiglia, sapersi rinnovare e trovare il coraggio della propria verità».

Tra voi è stato un colpo di fulmine? «Sì. Le ho pestato un piede in un locale. Credevo di conoscerla, ma lei non sapeva chi fossi. Ci siamo messi a parlare e non abbiamo più smesso».

È cresciuto in una famiglia con quattro donne, sua madre e le sue tre sorelle. Oggi vive con altre tre donne: la sua compagna e le vostre figlie. Sarà un esperto dell’universo femminile. «Macché. Mi sono sempre chiesto che cosa passasse nella mente delle donne, ma di loro non ho capito niente. Se ne fossi venuto a capo, avrei aperto un banchetto e ci avrei fatto un sacco di soldi. D’altronde, il fascino risiede anche in questo loro insondabile mistero».

Eppure nel film Moglie e marito, che abbiamo visto qualche mese fa, il suo personaggio scambiava anima e corpo con quello della moglie. Le è servito per capirci meglio? «In realtà, grazie a quel ruolo ho portato alla luce il lato femminile che ho sempre saputo di avere. Non ho mai creduto in una divisione rigida tra i due universi».

Sembra il classico family man. È davvero questo che la rende felice? «Per me la felicità è tornare a casa e sapere che risolveremo tutti insieme le grane che si presenteranno».

Il settimanale F è disponibile anche in versione iPad e iPhone, nell’edicola di iTunes Store.

Striscia la notizia – intervista ad un giornalista di Sanremo

StrisciaLaNotizia
StrisciaLaNotizia

Questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35) intervista a Dario Antonio, giornalista accreditato alla sala stampa Lucio Dalla durante il 68esimo Festival di Sanremo, che dice: «Alle 00:39, e quindi 20 minuti prima che venisse decretata la chiusura del televoto, in sala stampa era giunta notizia dal data center che il televoto era stato chiuso, in anticipo sui tempi televisivi, e che i vincitori del Festival erano Ermal Meta e Fabrizio Moro.

Ho pubblicato immediatamente la notizia sul blog Controcomunicazione.com e sul mio profilo Facebook alle 00:49 (la chiusura del televoto era stata annunciata per le 00:59 ndr). Come me, ci sono altri colleghi testimoni di quello che è accaduto in sala stampa».