Trenord: dal 18/5 offerta ferroviaria potenziata

treno trenord
treno trenord

Saranno 1540 i treni di Trenord che circoleranno in Lombardia da lunedì 18 maggio: per la ripresa delle attività economiche e sociali prevista nel secondo step della “Fase 2” il servizio sarà integrato fino a offrire il 75% dei posti previsti dall’orario invernale.

Progressivamente, l’offerta raggiungerà quella precedente l’emergenza sanitaria.
Sulle linee a maggiore carico di passeggeri – le grandi direttrici suburbane e i principali collegamenti regionali – è già garantito il 100% del servizio nelle ore di punta.

Per favorire il distanziamento a bordo, su tutte le linee a maggiore frequentazione le composizioni saranno rinforzate dove non sono già al massimo della capacità.

Per il prolungarsi della riduzione del traffico aeroportuale, il collegamento Malpensa Express sarà svolto con 35 corse giornaliere che partiranno e arriveranno a Milano Centrale, passando per Porta Garibaldi e Bovisa-Politecnico.

Pur prevedendo anche dal 18 maggio frequentazioni ridotte – nella “Fase 2” viaggia il 10% dei passeggeri pre-Covid 19, con picchi del 30% solo su alcune corse nell’orario di punta del mattino – saranno mantenuti i presenziamenti sul territorio avviati dal 4 maggio nelle 35 principali stazioni da oltre 120 operatori di security, vendita, assistenza, controlleria, che forniscono informazioni ai viaggiatori e ne gestiscono e valutano i flussi.

Per sensibilizzare i passeggeri al rispetto delle disposizioni per la salvaguardia della salute pubblica, Trenord ha attivato sui propri treni e canali informativi una campagna di comunicazione che ricorda le norme da adottare per viaggiare in modo responsabile. Le informazioni sono disponibili alla pagina web dedicata www.trenord.it/viaggiasicuro.

Italo: tutte le iniziative per la sicurezza

Italo
Italo

Tutte le iniziative di Italo per la sicurezza
Sanificazione costante a bordo treno per la tutela dei viaggiatori e dei dipendenti, disposizione di posti alternati e biglietti nominativi. Supporto a Protezione Civile e Croce Rossa Italiana per fronteggiare l’emergenza

Roma, 4 maggio 2020. La sicurezza dei viaggiatori e dei suoi dipendenti per Italo è da sempre un punto fondamentale della propria strategia.

Ancor più in un momento storico come quello attuale, segnato dall’emergenza Covid-19, Italo sta mettendo in campo tutte le misure volte a tutelare il benessere della comunità. Garantendo i più alti standard igienico-sanitari, in linea con le indicazioni fornite dal Ministero della Salute, Italo prevede regolari interventi di pulizia a bordo treno con specifici prodotti antibatterici e disinfettanti: viene effettuata un’accurata attività di sanificazione prima della partenza (comprendente anche sedili, tavolini, ecc.), durante il viaggio le superfici con maggior contatto (maniglie, pulsanti di apertura porte, ecc.) vengono igienizzate dal personale di pulizia presente in treno e i filtri dell’aria condizionata vengono sostituiti frequentemente.
Sono stati fra l’altro installati all’ingresso di ogni carrozza i dispenser di gel disinfettante, così come nelle toilette è stato introdotto apposito sapone disinfettante per le mani, e per mantenere il distanziamento di sicurezza i sedili non utilizzabili sono appositamente contrassegnati e non potranno essere prenotati in fase di acquisto grazie ad una nuova disposizione dei posti che prevede un assetto a scacchiera per garantire la giusta distanza fra i passeggeri, che dovranno munirsi di mascherine per accedere a bordo treno. I biglietti devono essere nominativi e possono essere acquistati dal sito web italotreno.it, dall’app Italo Treno, dal contact center di Italo allo 060708 e dalle biglietterie automatiche presenti in stazione, frequentemente igienizzate e sanificate. Le biglietterie in stazione saranno riaperte a breve ed in un secondo momento è prevista la riapertura delle lounge Italo Club.
Il personale Italo, che al momento non erogherà il servizio di welcome drink e catering a bordo per limitare le possibilità di contatto e salvaguardare il benessere di tutti, è comunque pronto ad assistere il viaggiatore in ogni fase del tragitto, è istruito sulla gestione delle emergenze e dotato di tutti i dispositivi di protezione individuale. Proprio a favore del suo personale Italo ad inizio emergenza ha deciso di destinare una copertura sanitaria ad hoc, in caso di contagio da coronavirus, per assistere il dipendente non solo durante il ricovero ma supportandolo anche nel post, fornendo un aiuto pratico con servizi a supporto delle attività quotidiane (baby sitter, pet sitter, consegna spesa a domicilio, ecc.).
Italo, che attualmente effettua 2 soli servizi giornalieri fra Roma e Venezia, nella settimana fra il 18 ed il 24 maggio, nel caso in cui le disposizioni governative aboliranno il vincolo di spostamenti fra regioni differenti, inizierà a reinserire progressivamente le corse e le tratte in funzione della domanda di trasporto.
Ma Italo vuole essere vicino a tutti coloro che stanno fronteggiando in prima linea questa situazione e quindi, dopo aver garantito ai volontari della Croce Rossa la possibilità di spostarsi gratuitamente sui nostri treni, anche per il mese di maggio, per consegnare beni di prima necessità, ha deciso di aiutare anche la Protezione Civile. I nostri treni saranno infatti a disposizione della Protezione Civile, garantendo ai suoi medici ed operatori sanitari volontari la possibilità di spostarsi gratuitamente per prestare supporto.

Bollate: CAP sanifica le Case dell’acqua

casetta-dellacqua-casa-dellacqua
casetta-dellacqua-casa-dellacqua

In  circa un mese verranno fatti tutti gli interventi nei Comuni gestiti dalla partecipata, attraverso una sanificazione dell’impianto e il successivo prelievo e analisi dell’acqua secondo quanto previsto dalla normativa.

Solo nel caso in cui le analisi daranno risultati conformi sarà possibile procedere alla riapertura delle Case secondo un crono-programma definito dalla società CAP e finalizzata alla graduale riapertura in tutti i Comuni.

Sulle case dell’Acqua sanificate verrà apposto un cartello con l’indicazione delle attività di sanificazione e analisi e con la richiesta ai cittadini di mantenere scrupolosamente la distanza di almeno un metro da altri utenti durante l’utilizzo, secondo quanto previsto dalle ordinanze regionali e governative in vigore.

Trenord: ridotto afflusso viaggiatori

trenord
trenord

Nella settimana dal 24 febbraio al 1 marzo, in seguito alle misure attuate per affrontare l’emergenza sanitaria, sui treni lombardi è stato rilevato un calo dell’affluenza del 60% – da 820mila a 350mila paseggeri in un giorno feriale – per la sospensione delle attività di atenei, scuole e diverse imprese. Rimanendo confermati tali provvedimenti, nella settimana da lunedì 2 a domenica 8 marzo viene confermata la riduzione del servizio Trenord che riguarda l’8% delle 2300 corse programmate. In Lombardia circoleranno 2100 treni.

Inoltre da lunedì 2 marzo in seguito al ripristino dei binari dell’Alta Velocità sulla linea Milano-Piacenza da parte di RFI i treni della linea S1 Saronno-Lodi avranno nuovamente origine e destinazione a Lodi e i treni della linea Milano Centrale-Brescia-Verona avranno origine e destinazione a Milano Centrale.

I dettagli sulle modifiche
Tutte le informazioni sui provvedimenti sono disponibili nelle pagine di ogni direttrice sul sito trenord.it e sull’App Trenord.

In particolare, su rete Ferrovienord sono previste le seguenti modifiche:
• le corse della linea S2 Milano Rogoredo-Passante-Mariano Comense non saranno effettuate. I viaggiatori possono utilizzare i treni della linea S4 Camnago-Cadorna e i servizi del Passante ferroviario.
• le corse della linea S12 Melegnano-Milano Bovisa non saranno effettuate. I viaggiatori possono utilizzare i treni della linea S1 Saronno-Lodi.
• il servizio della linea S3 Saronno-Milano Bovisa-Milano Cadorna sarà sospeso dalle ore 9 alle ore 22. I viaggiatori possono utilizzare i treni della linea S1 Saronno-Lodi e le linee regionali per il collegamento Saronno-Milano Cadorna.
• subiranno modifiche con la riduzione di alcune corse anche le linee S9 Saronno-Seregno-Albairate; Milano Cadorna-Novara Nord; Milano Cadorna-Varese-Laveno; Milano Cadorna-Como Lago; S4 Milano Cadorna-Camnago

Su rete RFI subiranno modifiche – con la riduzione di alcune corse –le seguenti linee: Milano-Bergamo via Treviglio; Milano-Sondrio-Tirano; Milano-Brescia-Verona; Milano-Mortara-Alessandria; S11 Milano-Como San Giovanni; Milano-Cremona via Treviglio; Cremona-Mantova; Cremona-Brescia; S5 Varese-Milano-Treviglio.

In adempimento di quanto previsto dall’ordinanza regionale, prosegue la sospensione delle fermate di Codogno, Maleo, Casalpusterlengo. I treni della linea Milano-Piacenza non effettuano fermata a Codogno e Casalpusterlengo; i treni della Mantova-Cremona-Milano non fermano a Codogno. Sulle linee Pavia-Codogno e Cremona-Codogno il servizio è parzialmente sospeso.È inoltre sospesa l’attività di biglietteria presso le stazioni di Codogno e Casalpusterlengo.

Le operazioni di sanificazione della flotta
Dando seguito alle disposizioni delle Autorità sanitarie, Trenord ha messo in atto le opportune misure precauzionali per la tutela dei passeggeri e del personale. I convogli sono sottoposti a operazioni di sanificazione, che sono svolte di notte presso gli impianti di Milano Fiorenza e Novate Milanese e di giorno, durante i tempi di sosta dei treni, presso le principali stazioni di Milano.

Tramite i propri canali di comunicazione – esterna e interna – l’azienda ha invitato i passeggeri e i dipendenti a rispettare le dieci regole di prevenzione diffuse dal Ministero della Salute.

Il ripristino dei binari AV Milano-Piacenza
Da lunedì 2 marzo in seguito al ripristino dei binari dell’Alta Velocità sulla linea Milano-Piacenza da parte di Rete Ferroviaria Italiana:
• i treni della linea S1 Saronno-Lodi torneranno ad avere origine e destinazione a Lodi – invece che a Melegnano
• i treni della linea Milano Centrale-Brescia-Verona avranno origine e destinazione a Milano Centrale – invece che a Milano Lambrate.