Dal palcoscenico della Royal Opera House ai Cinema italiani: Tosca

Tosca poster
Tosca poster

Continua su oltre 1500 schermi cinematografici di tutto il mondo la stagione 2017-2018 del cartellone della Royal Opera House di Londra al cinema che include incantevoli capolavori.
Il sesto appuntamento, previsto per mercoledì 7 febbraio in diretta via satellite alle ore 20.15 sugli schermi di tutto il mondo (elenco delle sale italiane a breve su www.nexodigital.it), è con Tosca, interpretato da un cast superlativo che include Adrianne Pieczonka, Joseph Calleja e Gerald Finley e con la produzione del regista Jonathan Kent. La direzione musicale è a cura di Dan Ettinger.

In occasione della prima nel 1900 questo melodramma di Puccini fu accolto con entusiasmo dal pubblico ed è ancora una delle opere più eseguite con una trama avvincente e una splendida musica.
La produzione di Jonathan Kent per la Royal Opera ricrea il turbolento e pericoloso clima politico che vigeva a Roma nel 1800.

Scarpia, capo della polizia e uno dei cattivi più malefici del repertorio operistico, insegue e tortura spietatamente i nemici dello Stato. Per lui Giacomo Puccini ha composto una musica oscura e demoniaca, in netto contrasto con le melodie espansive dei due amanti idealisti, Tosca e Cavaradossi, che esprimono la loro passione in arie sublimi come “E lucevan le stelle” e “Vissi d’arte”.

Questa produzione di Tosca mette in evidenza la brutalità del dramma, mentre la tensione cresce fino a culminare in una fatidica conclusione. Nella partitura meticolosa e ricercata di Puccini troviamo la stessa dovizia di dettagli, come i colpi di cannone in lontananza durante il “Te Deum” del primo atto, i rintocchi delle campane di una chiesa e i colpi sparati da un plotone d’esecuzione.

Royal Opera House

Opera
Opera

DODICI TITOLI D’ECCELLENZA E UN CAST STRAORDINARIO PER LA NUOVA STAGIONE DELLA ROYAL OPERA HOUSE IN DIRETTA VIA SATELLITE AL CINEMA

Le musiche di Mozart, Puccini, Verdi, Čajkovskij, Bernstein
Con la direzione d’orchestra, le interpretazioni, le coreografie di Antonio Pappano, Anna Netrebko, Liam Scarlett, Christopher Wheeldon, Wayne McGregor…

SI PARTE IL 20 SETTEMBRE CON IL FLAUTO MAGICO DI MOZART

Dopo il successo della scorsa edizione, che ha raccolto oltre 45.000 spettatori entusiasti solo in Italia, per la stagione 2017-2018 la Royal Opera House proporrà 12 nuovi titoli d’eccellenza che arriveranno in diretta via satellite al cinema in più di 1500 sale di oltre 40 nazioni. Protagonisti di questo nuovo calendario saranno alcuni dei più amati spettacoli del repertorio classico della Royal Opera e del Royal Ballet, le stelle del balletto e dell’opera mondiale e quattro nuove produzioni sempre trasmesse in diretta via satellite da Covent Garden.

Ad inaugurare la stagione una delle più amate opere di Mozart, Il flauto magico (mercoledì 20 settembre 2017). Proposto per la prima volta nelle sale, lo spettacolo condurrà il pubblico nelle terre della Regina della Notte.
Sarà poi il momento della nuova produzione della struggente opera di Puccini, La Bohème (martedì 3 ottobre 2017) con la regia di Richard Jones e la direzione d’orchestra di Antonio Pappano. Ambientata nella seconda metà del 19° secolo, la produzione riporterà in vita il cuore più profondo della cultura parigina del tempo.

Il Rigoletto di Verdi (16 gennaio 2018) ritornerà alla Royal Opera House grazie alla produzione di David McVicar per raccontare tutta la crudeltà e la degenerazione della corte di Mantova. Prendendo spunto da temi altrettanto duri e devastanti, l’interpretazione di Jonathan Kent nell’ardente opera di Puccini, Tosca (mercoledì 7 febbraio 2018), metterà in scena i pericolosi scontri della Roma del 1800.

Dopo l’impressionante successo di Francoforte, la Carmen di Barrie Kosky approderà alla Royal Opera House e sarà trasmessa via satellite martedì 6 marzo 2018. Quest’emozionante interpretazione rivisita la versione originale dell’opera di Bizet, rappresentando in modo nuovo i mondi dell’opera comica, del varietà e della commedia musicale a cui l’autore si era ispirato. L’ultima produzione operistica della stagione al cinema sarà il Macbeth di Verdi (mercoledì 4 aprile 2018). Al fianco del direttore d’orchestra Antonio Pappano, assumerà il ruolo della manipolatrice e subdola Lady Macbeth Anna Netrebko, per la prima volta a Covent Garden in questo dramma feroce ispirato all’opera di Shakespeare.

Anche sei produzioni del Royal Ballet verranno proiettate in diretta via satellite nei cinema durante la stagione 2017/18. Il primo balletto sarà Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie (lunedì 23 ottobre 2017) di Christopher Wheeldon. La leggiadra narrazione dell’amatissima storia di Lewis Carroll sarà una stravagante festa per gli occhi grazie a proiezioni, tip tap e costumi di scena variopinti. Dopo aver raggiunto oltre 130.000 cinefili in tutto il mondo lo scorso dicembre, il balletto più amato dalle famiglie durante il periodo delle feste, Lo Schiaccianoci (martedì 5 dicembre 2017), tornerà su grande schermo per incantare il pubblico con i suoi fiocchi di neve, la terra dei dolci e balletti sensazionali. Sarà poi il turno del balletto basato su Il racconto d’inverno di Shakespeare (mercoledì 28 febbraio 2018) in una produzione di Christopher Wheeldon che si è aggiudicato il premio Olivier: qui la tragedia famigliare sarà amplificata dalla colonna sonora emozionante e coinvolgente di Joby Talbot.

Si celebrerà poi il centenario della nascita di Leonard Bernstein con un trittico spettacolare che comprenderà due nuovi pezzi creati del coreografo residente Wayne McGregor e dell’artista associato Christopher Wheeldon, e Age of Anxiety di Liam Scarlett, danzato sulle note della Symphony No.2 di Bernstein (martedì 27 marzo 2018). Il Royal Ballet porterà poi in scena l’epica Manon (giovedì 3 maggio 2018), la storia di una giovane ragazza che paga il prezzo più alto per aver scelto il lusso e la ricchezza anziché l’amore vero. La partitura di Jules Massenet non permetterà a nessuno di lasciare il cinema senza avere occhi lucidi.

L’ultimo spettacolo della stagione sarà l’attesissima nuova messa in scena de Il lago dei cigni (martedì 12 giugno 2018) di Liam Scarlett. Basata sulla coreografia di Marius Petipa e Lev Ivanov, l’interpretazione di Liam Scarlett allieterà il pubblico, che potrà assistere a un punto di vista moderno di quello che è presumibilmente il balletto più famoso al mondo.

La stagione 2017-2018 della Royal Opera House è distribuita nei cinema italiani da Nexo Digital in collaborazione con Classica HD, MYmovies.it, Sky Arte HD, Amadeus, Danza&Danza e Danzadove, Sipario-La Rivista dello Spettacolo, British Council.

Festival della Voce a Capri dal 27 al 31 luglio

FINAZZER FLORY è GIUSEPPE VERDI  (2)
FINAZZER FLORY è GIUSEPPE VERDI (2)

“Shakespeare al pianoforte, opera lirica in Piazzetta, coro e Giuseppe Verdi in scena, un canto e una chitarra sul terrazzo per Pablo Neruda. Infine ogni giorno dal grammofono le voci scomparse di Scarpetta e Petrolini, Puccini e Toscanini.

Perché?
Il bel canto italiano è noto in tutto il mondo. E tra le arti l’opera lirica italiana è certamente uno dei punti di forza dell’immagine del nostro Paese all’estero.

Perché non parlarne allora e fare intorno al tema della voce una riflessione sulla nostra identità culturale?

E soprattutto perché non farne un evento che coinvolga insieme le categorie dello spettatore, del turista, dello straniero, dell’abitante locale?

Da qui muove a Capri di fronte a quella Napoli in cui il Teatro San Carlo è un presidio di vita civile una serie di giornate dedicate alla voce e alla lirica in relazione anche alla natura di Capri, alle voci del mare, del vento che cantano da secoli la storia dell’Isola.

Così il regista e attore Massimiliano Finazzer Flory introduce il Festival della Voce da lui stesso ideato.

Mercoledì 27 luglio – ore 19:30 – Certosa di San Giacomo

Lezione-concerto per pianoforte con Jeffrey Swann

Ispirato alle opere shakespeariane In occasione dei 400 anni dalla scomparsa di William Shakespeare

Giovedì 28 luglio – ore 19:30 – La Piazzetta

Diffusione delle più celebri voci dell’opera Lirica: Caruso, Callas, Tebaldi, Del Monaco, Freni, Pavarotti.

Venerdì 29 luglio – ore 19:30 – Certosa di San Giacomo

Coro Sancarlini Teatro San Carlo di Napoli diretto dal Maestro Carlo Morelli

Spettacolo Teatrale con Massimiliano Finazzer Flory

“Verdi legge Verdi”

omaggio al più grande compositore italiano attraverso le sue lettere originali

Sabato 30 luglio – ore 22:30 – Terrazza della Funicolare

Melologo di poesie dedicate a Capri di Pablo Neruda attraverso lettura con accompagnamento alla chitarra  di Antonio Zuozo

Da giovedì 28 luglio a sabato 30 luglio – Villa Lysis

“Le voci di fuori” da grammofono l’ascolto delle voci dimenticate e inascoltate.

Da Puccini a Toscanini. Da Scarpetta a Petrolini…

TUTTI GLI INCONTRI SONO AD INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

INFO: WWW.CITTADICAPRI.IT – WWW.FINAZZERFLORY.COM

Teatro alla Scala – Aprono le vendite per “La Fanciulla del West”

Riccardo-Chailly- la fanciulla del west teatro
Sono in vendita da oggi 3 marzo 2016, dalle ore 12, i biglietti per La fanciulla del West di Giacomo Puccini diretta da Riccardo Chailly con la regia di Robert Carsen, in scena al Teatro alla Scala per otto recite, dal 3 al 28 maggio.

Il cast di questa nuova produzione scaligera vede Eva-Maria Westbroek nel ruolo di Minnie, Claudio Sgura è Jack Rance, mentre Dick Johnson è interpretato da Roberto Aronica.

Il capolavoro pucciniano mancava dal Piermarini da più di dieci anni: l’ultima messinscena è del 1995 diretta da Giuseppe Sinopoli.

Dopo il grande successo di Turandot per l’apertura di Expo 2015, Riccardo Chailly con La fanciulla del West prosegue nel suo ciclo dedicato a Puccini che si propone di presentare alla Scala nuove produzioni di tutte le opere del compositore entro il 2022.

L’intero progetto sarà registrato in audio e video proponendosi come punto di riferimento per l’interpretazione pucciniana nel nuovo secolo.

Il lavoro del M° Chailly mira soprattutto a riscoprire le partiture originali del compositore lucchese alla luce degli studi più recenti.

Nel caso della Fanciulla questo significa rifarsi al manoscritto originale, eliminando le numerose modifiche apportate da Toscanini in occasione della prima al Metropolitan di New York nel 1910.

Teatro Superga: “Tosca”

tosca_2
Opera tra le più drammatiche di Puccini, ambientata a inizio ‘800 nella Roma napoleonica, “Tosca” racconta di un amore impossibile che pur affrontando colpi di scena e sfide finisce per essere sconfitto. La prima rappresentazione si tenne a Roma, al Teatro Costanzi, il 14 gennaio 1900 e sabato 14 novembre 2015 sarà sul palcoscenico del Teatro Superga, con l’Orchestra Filarmonica del Piemonte e Coro Lirico del Piemonte.

Il libretto dio Giacosa e Illica è ispirato a “La Tosca” di Victorien Sardou, il cui successo fu legato soprattutto all’interpretazione di Sarah Bernhardt nei panni della protagonista. Nei duetti tra Tosca e Mario e nelle tre celebri romanze “Recondita armonia”, “Vissi d’arte”, “E lucevan le stelle” la vicenda vive forti sussulti emotivi.

Un’opera eterna che raccolse anche l’entusiasmo del vecchio Verdi. La direzione della “Tosca” in scena al Teatro Superga è affidata a Alfonso De Filippis, attore e danzatore prima e poi aiuto regista di Paolo Poli sin dal 1990, con il quale nel ’98  ha partecipato a “Histoire du Soldat” al Festival di Ravenna.

Biglietti: platea 27 € – galleria 21 € (sono previste riduzioni: platea ridotto 24,50 € – galleria ridotto 19 €)

Informazioni e prevendite biglietti: Teatro Superga, Via Superga 44 – Nichelino (To)
Nuovo orario di biglietteria: dal martedì al sabato dalle ore 15 alle ore19 biglietteria@teatrosuperga.it | 011.6279789
Acquisto online su www.teatrosuperga.it e prevendite abituali del Circuito Ticketone