“In questa casa” – Carl Anthony Lorenz

CARL
CARL

È onlineil videoclip di“In questa casa, il nuovo singolo- attualmente in rotazione radiofonica e disponibile in digitale – di Carl Anthony Lorenz, pseudonimo del cantautore e polistrumentista vicentino Lorenzo Carlana.

Il cantautore vicentino racconta così la sua nuova canzone (scritta dallo stesso Carl, prodotta artisticamente da Alessandro Alosi- Il Pan del Diavolo, Alosi -e registrataDowntown studio di Pavia: “‘In questa casa’ parte dalla domanda ‘ma cos’è davvero casa?’ Una volta tornato da Tokyo questa domanda mi balenava in testa ed è stata questa l’origine di tutto. Una domanda però che è seguita subito da un’altra: ‘ma questa è ancora casa se lei non c’è?’. Il brano è stato ultimato con Alessandro Alosi alla produzione che ha aggiunto al brano una potenza tipicamente rock con riferimenti sonori ispirati a gruppi come Arctic Monkeys, Black Keys e Stereophonics.”

Carl Anthony Lorenz (voce e chitarra) è stato accompagnato daLuca di Blasi (chitarra solista), Andrea Merlo (basso), Filippo La Marca (tastiere e Synth) eEmanuele Alosi (batteria).

Fellow: “Fire”

Fellow - foto
Fellow – foto

Con il brano “Fire”, Fellow, pseudonimo del giovane cantautore astigiano Federico Castello, conquista la finale della 63esima edizione del Festival di Castrocaro che si terrà giovedì 27 agosto – in onda in prima serata su Rai 2 e in contemporanea su Rai Radio 2 – al Padiglione delle Feste di Castrocaro Terme e Terra del Sole. Il percorso degli 8 finalisti in gara sarà determinato da una giuria composta da 4 artisti della musica italiana.

“Questa canzone scritta da me è nata circa due anni fa durante un periodo abbastanza buio della mia vita, in cui una serie di situazioni minacciavano di portarmi via una persona importante – racconta Fellow -. Ho scritto ‘Fire’ perché ne avevo bisogno, dovevo trovare un modo semplice di spiegare a me stesso cosa stesse succedendo e allo stesso tempo urlare al mondo ciò che avevo dentro. Racconta semplicemente di quella fiamma che nasce dentro, lentamente: un’energia che silenziosamente si sviluppa nella tua anima e inizia poi a fare rumore, un rumore fortissimo, e non puoi più contenerla. Diventa in qualche modo più grande di te, devi lasciarla andare e si libera in un urlo disperato di tristezza, richiesta di aiuto e speranza.”