Giulia Molino: “Va tutto bene”

Giulia Molino
Giulia Molino

Da oggi, venerdì 20 marzo, è disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming “VA TUTTO BENE” (Isola degli Artisti/Artist First), il primo album della giovanissima e poliedrica cantautrice GIULIA MOLINO, attualmente impegnata nella fase serale di Amici 19

L’album prende il nome dall’omonimo brano “Va tutto bene”, presentato all’interno del programma Amici 19, che è riuscito a conquistare tutto il pubblico a casa, esordendo direttamente al primo posto della classifica di iTunes.

Oltre a questo, l’album contiene altre 6 tracce, tra cui due scritte interamente dalla stessa Giulia, che mostra appieno il suo raffinato talento nella scrittura: l’intima e personale “Nietzsche”, in cui grazie a un personalissimo flow e utilizzando sonorità che mischiano l’urban e l’hip hop, racconta la sua storia nella quale ha dovuto lottare durante l’adolescenza contro un mostro invisibile e letale, l’anoressia, e la malinconica “Solo questo mi è rimasto”, brano sulla fine di una relazione e di tutto quello che rimane quando il sentimento ormai non è più abbastanza.

Questa la tracklist di “Va tutto bene”: “Le domeniche di maggio”, “Va tutto bene”, “Nietzsche”, “Amore a lieto fine”, “Solo questo mi è rimasto”, “Non sentire più niente”, “Briciole”.

«Questo ultimo anno ha portato con sé tantissime esperienze ed emozioni.
Stiamo vivendo un tempo difficile che ci mette alla prova… ma stiamo resistendo e dando dimostrazione di tutta la forza che il nostro paese e ognuno di noi ha dentro di sé.
In tutto questo la musica può aiutarci a sentirci vicini ed alleviare quelle che ora sono le nostre preoccupazioni… Con la speranza che presto ognuno di noi possa dire “Va tutto bene”», così Giulia ha commentato il suo progetto discografico sul profilo Instagram.

“Battaglia Navale” – nuovo singolo di Lorenzo Fragola

orenzo Fragola (ph Chiara Mirelli)
orenzo Fragola (ph Chiara Mirelli)

È Battaglia Navale il brano che anticipa il nuovo lavoro di inediti di Lorenzo Fragola, in uscita per Sony Music. BATTAGLIA NAVALE è in rotazione radiofonica e disponibile in digital download e sulle piattaforme streaming da venerdì 30 marzo.

Scritto da Lorenzo Fragola e prodotto insieme a MACE, BATTAGLIA NAVALE è la prima fotografia del viaggio di crescita interiore e artistica iniziato oltre un anno e mezzo fa.

Una vera e propria sfida che Lorenzo ha affrontato con scelte coraggiose, in totale autonomia, che l’hanno portato alla costruzione di un progetto in cui il perno è sempre e solo lui, dalla stesura dei pezzi alla scelta dei collaboratori e alla supervisione totale del lavoro.

È guerra la prima parola di BATTAGLIA NAVALE, la stessa guerra che nasce dalla rabbia dando vita ad un viaggio ricco di difficoltà, turbamenti ma anche di rinascite. La rabbia che fa da sottofondo al brano che “parla della solitudine e della paura nell’affrontare le scelte, in cui mi interrogavo su quale sarebbe stato il mio futuro”.

Per Lorenzo BATTAGLIA NAVALE è la prima tappa di un percorso più maturo che l’artista ha raccontato nei testi delle canzoni che comporranno la tracklist di questo suo nuovo progetto discografico.

Anche il beat scelto per questo brano rimanda ad un altalenarsi di emozioni, che dà vita a una costruzione sonora “a onda”, un continuo saliscendi che non si interrompe e in cui le chitarre, suonate in studio da Lorenzo, si fondono con la parte elettronica.

BATTAGLIA NAVALE anticipa il nuovo album di inediti di Lorenzo Fragola che arriva ad aprile a due anni di distanza dal grande successo di Zero Gravity e dopo la fortunata collaborazione con Takagi & Ketra in L’Esercito del Selfie, hit che ha dominato le classifiche della scorsa estate.

Giovanni Allevi “Equilibrium Tour”, al Teatro Verdi di Firenze

Giovanni Allevi -Max Valerio pic
Giovanni Allevi -Max Valerio pic

“Equilibrium è un inno al presente e alla follia, un volo sul mondo a partire dalla tradizione classica, un invito a perdere l’equilibrio e le certezze per intraprendere nuove strade. Forse è vero che il presente, con tutte le sue ombre, è migliore del passato”.

Giovanni Allevi approda domenica 25 marzo al Teatro Verdi di Firenze (ore 21 – biglietti posti numerati da 40/32/25 euro euro – prevendite www.teatroverdionline.it – www.boxofficetoscana.it – www.ticketone.it – info tel 055.667566 – 055.212320 – www.bitconcerti.it) a pochi mesi dall’uscita del suo ultimo progetto discografico “Equilibrium”.

L’artista sarà sul palco al pianoforte, accompagnato da 13 selezionati archi dell’Orchestra Sinfonica Italiana. Una inedita e intima formazione che darà vita alle magiche note dell’ultimo album di studio di Allevi oltre ai successi collezionati nei primi venti anni di una straordinaria carriera.

“Per titolo ho scelto ‘Equilibrium’’, ma non pensate a niente di New Age anni ’80 – ha spiegato Allevi in una intervista all’agenzia Ansa – Il meglio di me nella vita l’ho dato proprio quando ho perso l’equilibrio, quando mi sono sbilanciato.

Un album che è un po’ una follia, perché è il risultato di un periodo di isolamento su un’isola nell’Atlantico e poi dell’operazione agli occhi a giugno scorso. Due momenti diversi, ma in realtà simili: sull’isola ero andato per cercare il silenzio, fare esercizi, disintossicarmi dal web. Insomma per trovare un equilibrio, anche fisico, che però non è arrivato. Ma ho iniziato a scrivere la mia musica.

”Il mio periodo al buio – ricorda l’artista – ho dovuto affidarmi ad altre facoltà come il tatto l’udito, l’olfatto, l’intuito in generale. L’equilibrio è un ideale cui dobbiamo tendere. La nostra esistenza si barcamena fra mille forze contrastanti che ci tirano da una parte all’altra e arriviamo la sera esausti. Per me è questo l’equilibrio, riuscire comunque a rimanere in piedi, sul surf tra le onde della vita”.

Allevi, in equilibrio perfetto nella sua musica tra “compositore, pianista e direttore d’orchestra”, durante il concerto assumerà col carisma e la leggerezza che lo contraddistinguono, tutti i diversi ruoli, attraverso una scaletta che vedrà alternare le atmosfere seducenti delle nuove composizioni e i brani più celebri della sua ventennale carriera.

”Equilibrium” è idealmente e fisicamente diviso in due parti: il Cd1 con 10 tracce, introspettive e intense, di cui 5 eseguite da Allevi al pianoforte solo e 5 accompagnato dagli Archi dell’Orchestra Sinfonica Italiana; e il Cd2, totalmente diverso, con il Concerto per Pianoforte e Orchestra n.1, in tre movimenti, per la prima volta scritto per un altro pianista, il virtuoso americano Jeffrey Biegel, che lo esegue sotto la sua direzione.

Sanremo: Ron vince il Premio della critica “Mia Martini” sez. Campioni

ron-premio
ron-premio

Con il brano inedito di Lucio Dalla, “ALMENO PENSAMI”, RON si aggiudica il Premio della Critica, intitolato a “MIA MARTINI”, per la Sezione Campioni del 68° Festival di Sanremo.

«Credo che Lucio Dalla abbia messo d’accordo tutti con questa canzone e sia riuscito veramente, come ha fatto tante volte, a entrare nel cuore della gente – dichiara RON – Io mi sono messo al servizio di questa canzone perché era impensabile che una canzone così bella potesse essere dimenticata, visto che era inedita. Ringrazio tutta la critica per questo grande riconoscimento. Davvero GRAZIE!»

Uscirà venerdì 2 marzo “Lucio!”, un omaggio musicale da parte di Ron per celebrare la ricorrenza del 75esimo compleanno di Lucio Dalla e far rivivere la poetica e l’anima musicale del cantautore bolognese, attraverso l’interpretazione del suo storico collega e amico.

“Lucio!” è un progetto discografico in uscita per Sony Music composto da 12 canzoni, tra cui l’inedito sanremese “Almeno Pensami”. Nell’album si troveranno alcuni dei più grandi successi di Dalla e di Ron, che per l’occasione li ha riarrangiati e reinterpretati con il suo stile. Il disco è dedicato a Michele Mondella, grande personaggio del mondo musicale e storico amico e collaboratore di Lucio e Ron.

Questa la tracklist di “Lucio!”: “Almeno pensami”, “4/3/1943”, “Tu non mi basti mai”, “Piazza grande” (in duetto con Lucio Dalla), “Henna”, “Attenti al lupo”, “Quale allegria”, “Chissà se lo sai” (in duetto con Lucio Dalla), “Futura”, “Canzone”, “Cara” e “Come è profondo il mare”.
L’album “Lucio!” è già disponibile in pre-order e inoltre in edizione limitata per Amazon è disponibile anche il pre-order del 45 giri “Almeno Pensami”/“Chissà se lo sai”, autografato da Ron. Mentre è già disponibile in digitale il brano “Almeno Pensami”.

Il brano “ALMENO PENSAMI” gli è stato assegnato personalmente dal Direttore Artistico Claudio Baglioni attraverso Marcello Balestra e gli eredi di Lucio che lo hanno custodito in questi anni e ne hanno autorizzato la pubblicazione al Festival. “Almeno Pensami” è una canzone che risale a inizio 2011 e che Lucio non ha fatto in tempo a pubblicare nell’album di inediti a cui stava lavorando.

“Teresa canta Pino”, il nuovo disco di Teresa De Sio

Teresa De Sio_foto di Luciano Viti_
Teresa De Sio_foto di Luciano Viti_

Venerdì 13 gennaio, esce “TERESA CANTA PINO” (prodotto da Luisa Pistoia e Carlo Gavaudan per Sosia&Pistoia e da Teresa De Sio/distribuito da Universal Music), il nuovo progetto discografico di TERESA DE SIO, il suo personale “atto di devozione” a Pino Daniele.

In questo disco, il mondo musicale di Teresa De Sio si fonde con quello del cantautore napoletano, dando nuova vita ad alcuni storici brani di Pino Daniele, senza stravolgerli ma immergendoli nelle sonorità tipicamente folk-rock di Teresa.

«Per me questo è un progetto devozionale – racconta Teresa De Sio – Pino sta sulle facce della gente, sulla facciata dei palazzi, per le strade. Non possiamo salutarlo che con la musica».

“Teresa canta Pino”, con la produzione artistica di Sasà Flauto, contiene 15 brani di Pino Daniele, riletti in chiave personale da Teresa De Sio, e 1 brano inedito, “’O jammone”, ossia “il capo”, scritto dalla stessa Teresa in ricordo dell’amico e collega scomparso, da sempre visto come il più grande artista napoletano.

Al disco, hanno preso parte anche Niccolò Fabi, voce nel brano “Un angolo di cielo”, e il coro dei ragazzi dell’Istituto Melissa Bassi di Scampia, protagonista in “Napule è”.

Questa la tracklist di “Teresa canta Pino”: “’O Scarrafone”, “Bella ‘mbriana”, “Je so’ pazza (Je so’ pazzo)”, “Lazzari felici”, “Serenata a fronn’ e limone”, “Quanno chiove”, “’O Jammone”, “Notte che se ne va”, “Un angolo di cielo”, “Fatte ‘na pizza”, “Chi tiene ‘o mare”, “Ninnananinnanoè”, “Tutta n’ata storia”, “Alleria”, “Viento”, “Napule è”.