Fashion Film a Villa Litta

Fashionfilm2
Fashionfilm2

Il lusso e lo sfarzo rivivono a Villa Litta a Lainate (MI). Grazie a un Fashion Film.
Non manca di sorprenderci, incantare e coinvolgere. Negli ultimi mesi la cinquecentesca Villa ha saputo mostrare più che mai la sua versatilità, scelta per una campagna di sostenibilità ambientale nazionale che ha avuto protagonista Maria Grazia Cucinotta, per 4 puntate della la goliardica trasmissione Paperissima Sprint, per set fotografici di grandi marche dell’arredamento e per docufilm solo per citarne alcune.

In piena estate, nei giorni scorsi la dimora di delizia a pochi chilometri da Milano è stata scelta ancora una volta come location da una casa di produzione – Kinedimorae – impegnata a girare un Fashion Film in costumi d’epoca per pubblicizzare la casa italiana di profumi di lusso Casamorati. Una casa nota e presente nelle più gradi boutique internazionali, dal magazzini Harrod’s di Londra ai centri di Dubai e Mosca.

Attori, cineoperatori, truccatori e tecnici hanno voluto trasformare le sale del Ninfeo e i giochi d’acqua nel set cinematografico che ha fatto da sfondo al lancio della linea Xerjoff luxury perfume.

“Ora il film è in postproduzione – ci spiegano dalla regia – e girerà i più importanti festival internazionali del settore. Sarà online su tutti i canali Kinedimorae e Xerjoff. Il nostro cliente lo utilizzerà sul web e nei suoi store in tutto il mondo, e non esclude la possibilità di mandarlo negli schermi e monitor di tutti gli aereoporti principali del mondo”.

Produttore esecutivo: Claudia Di Lascia
Regista: Michele Bizzi Direttore della fotografia: Marco Sirignano.

Il cast degli attori e modelli era tutto internazionale: Luiza Munteanu, Raja Cojoceanu, Matteo Marasciulo, Aurelio Trombetta. L’operatore steadycam Giovanni Gebbia è un nome noto nel settore (è l’operatore di Paolo Sorrentino e tanti altri registi italiani).

Il reparto trucco e Parrucco è stato affidato alle Make-up artist premiate nel cinema italiano: Elisabetta Flotta e Ida Coppola. Lo stylist e i costumi sono a cura di Paola Daverio.

i Babylonia tra i protagonisti della XIII edizione del Synthetic Snow Festival 2015 di Mosca

Babylonia_Multidimensional (cover)

Sabato 12 dicembre i Babylonia saranno tra i protagonisti della 13^ edizione Synthetic Snow Festival 2015 di Mosca (Russia), uno tra i più famosi eventi di musica elettronica in Russia: si esibiranno sul palco del Theatr Club e presenteranno il nuovo album (il quarto), dal titolo “Multidimensional” uscito pochi giorni fa per Smilax/Universal Music.

Dopo il fortunato album “Motel La Solitude”, i cui singoli “By My Side”, “Myself Into Myself” e “Ethereal Connection” sono stati programmati da diversi network radiofonici e televisivi su territorio nazionale, i BABYLONIA, progetto musicale di Max Giunta e Robbie Rox, tornano con il nuovo album dal titolo “MULTIDIMENSIONAL” (uscito 30 ottobre, con distribuzione Universal Music), una perfetta sintesi tra musica elettronica, dance e sperimentazione in 13 brani che soddisferanno non solo i cultori del genere ma anche gli amanti della buona musica pop.

Vibrante, energetico, intenso: “MULTIDIMENSIONAL” è un vero e proprio viaggio nelle emozioni dell’essere umano alle prese con il più grande mistero che accompagna la vita: il disco nasce infatti a seguito della prematura scomparsa di Robbie Rox al quale il disco è dedicato.

 La scelta del titolo MULTIDIMENSIONAL viene così commentata da Max: “Come i precedenti lavori, anche questo album è stato scritto da me e da Robbie, pur trovandoci attualmente in due dimensioni diverse. Da qui anche l’idea della copertina e del titolo del disco che rappresentano infatti il contatto tra mondi lontani ma vicini al tempo stesso”.

.

Francesco Buzzurro e Francesco Cafiso: venerdì in concerto a Mosca


Il grande jazz italiano approda in Russia.
Venerdì 20 novembre il chitarrista FRANCESCO BUZZURRO e il sassofonista FRANCESCO CAFISO saranno in concerto presso la Sala Grande del Conservatorio di Mosca per uno spettacolo unico dal titolo “CLASSICA E JAZZ IN CERCA DI ARMONIA”. Nel corso dell’evento, fortemente voluto dal Metropolita di Mosca Ilarion, la loro musica incontrerà quella dello straordinario Coro Sinodale del Patriarcato.

I due musicisti siciliani, apprezzati in tutto il mondo per le loro qualità virtuosistiche e compositive, si alterneranno sul palco in momenti solistici e brani con il Coro. A iniziare, alle ore 19.00, sarà Francesco Buzzurro – definito da Ennio Morricone “tra i più grandi al mondo perché capace di far fruire a tutti la musica colta” – che proporrà alcuni brani per chitarra sola e chiuderà la performance suonando insieme al Coro la sua composizione dal titolo “Il respiro della luna”.

L’evento proseguirà con l’ambasciatore della musica jazz italiana nel mondo Francesco Cafiso, che si esibirà in duo con il pianista Mauro Schiavone e che al termine del suo intervento eseguirà con il Coro il suo brano “La banda”. Il gran finale vedrà riuniti Buzzurro, Cafiso, Schiavone e il Coro, che tutti insieme saluteranno il pubblico con un altro brano composto da Cafiso, “Sicilia”.

Francesco Buzzurro è apprezzato dalla critica per il suo approccio “orchestrale” alla chitarra e uno stile trasversale che fonde il mondo classico con il jazz e la musica popolare. Collabora con prestigiose orchestre e con mostri sacri del jazz internazionale e del pop italiano. Docente di chitarra jazz al Conservatorio di Salerno, ogni anno tiene seminari unificati di chitarra classica e jazz all’University of Southern California di Los Angeles (USA).

È risultato “miglior chitarrista jazz” in un sondaggio indetto dalla prestigiosa rivista Guitar Player Magazine. Nel 2010 al Quirinale, ha ricevuto dall’allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano un riconoscimento per “i sentimenti generati” dalle musiche scritte per il docufilm dei fratelli Muccino “Io ricordo”.

Francesco Cafiso, tra i talenti più precoci della storia del jazz, già a nove anni muove i primi passi facendo esperienze con musicisti di fama internazionale. Decisivo per la sua carriera è l’incontro, all’età di soli 13 anni, con Wynton Marsalis che, stupito dalle sue eccezionali qualità musicali, lo porta con sé nel suo tour europeo.

Da allora Cafiso ha vinto numerosi premi prestigiosi e ha suonato nei Jazz Festival, nei club e nei teatri più importanti del mondo. Il 19 gennaio del 2009 ha suonato a Washington DC durante i festeggiamenti in onore del Presidente Barack Obama e del Martin Luther King Jr. Day. Nel 2014 a New York, ha ricevuto dall’American Society of the Italian Legions of Merit il “Grand Award of Merit”. Oggi, a soli 26 anni, ha all’attivo ben 18 album da solista.

 www.facebook.com/francescobuzzurro.it

www.francescocafiso.com – www.facebook.com/FrancescoCafisoOfficial

Spazio Teatro NO’HMA Teresa Pomodoro

“Una città nella Storia: Ya Lublyu Moskvu, I love Moscow”, è il terzo appuntamento del ciclo dedicato al “confronto tra quattro città nella storia” con Milano.

Lo spettacolo che andrà in scena Mercoledì 14 e giovedì 15 marzo, alle ore 21, allo Spazio Teatro NO’HMA Teresa Pomodoro è ideato e diretto da Charlie Owens che, attraverso la sua visione romantica ed affascinante, ci trasporterà, in modo inconsueto, per le strade di Mosca.

Vivremo tutti insieme, portati per mano da Francesca Mereu, che a Mosca vive e lavora, una città antica, sempre in trasformazione, alla ricerca della sua anima.

 

Le musiche dal vivo sono di Garmonia e con I CHOCHLOMA

 

 

Spazio Teatro NO’HMA Teresa Pomodoro
Via Andrea Orcagna 2, Milano
ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti
è consigliabile prenotare tramite telefono o via mail
0245485085/ 0226688369 – nohma@nohma.it

www.nohma.it