Mercati di Traiano: installazioni di Sonia Andresano

Sonia Andreasani_Mercati di Traiano
Sonia Andreasani_Mercati di Traiano

LIVE MUSEUM, LIVE CHANGE
Sonia Andresano con Permesso di sosta e fermata
prosegue gli atelier artistici presso i Mercati di Traiano

Dal 21 febbraio 2020, h. 16.00 ai Mercati di Traiano, Via Quattro Novembre 94, Roma

Dopo le Voci di Dentro di Iginio De Luca, sarà l’artista Sonia Andresano a proseguire gli innovativi atelier artistici ai Mercati di Traiano per Live Museum Live Change, progetto di PAV, realizzato nell’ambito dell’Avviso Atelier Arte Bellezza Cultura della Regione Lazio (P.O.R. FESR Lazio 2014/2020 azione 3.3.1b), grazie anche alla collaborazione con Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

Sonia Andresano è trai vincitori della call indetta da Live Museum Live Change con il progetto Permesso di sosta e fermata, un invito a viaggiare nel tempo e nello spazio tra le memorie, le storie e le bellezze narrate all’interno dei Musei dei Mercati di Traiano, per comprenderne meglio le stratificazioni culturali e sociali in dialogo con il presente.

“Sostare significa fermarsi in un luogo per un tempo più o meno lungo” spiega l’artista. “La sosta, il punto di vista collettivo, l’esplorazione, l’attesa e lo spostamento sono i temi che intende raccontare questo progetto. I mercati di Traiano si popolano di presenze che provengono da luoghi intimi e domestici: poltrone, sedie o sgabelli, traslocano dalle case dei loro donatori e giungono in uno spazio aperto dove verrà data ad ogni seduta una postazione, offrendo così nuovi punti di vista dello spazio. Le sedute inviteranno a guardare lo spazio dal punto di vista dell’artista, che accompagnerà la staticità dell’installazione con un’installazione sonora diffusa nello spazio: rumori di sedie e poltrone che si spostano, che strusciano sul pavimento, che urtano come durante un trasloco e che ci conducono in una dimensione diversa, dove l’attesa precede il movimento, in un tempo sospeso in transito. L’attesa come visione interiore si oppone all’azione, alla fatica, in un dialogo fra la dimensione privata e la dimensione pubblica, in un continuo bisogno di abitare”.

“Giorgio Strehler. L’umanità del teatro”

_Arlecchino4647_Ciminaghi-PiccoloTeatroMilano
_Arlecchino4647_Ciminaghi-PiccoloTeatroMilano

Da sabato 16 dicembre fino a domenica 24 dicembre, proseguono e si concludono le iniziative di Giorgio Strehler. L’umanità del teatro.

Sabato 16 dicembre, ultimo appuntamento con le proiezioni al Chiostro di via Rovello. Questa volta sarà possibile rivedere Strehler legge ‘‘Vita di Galileo’’ (1995): trent’anni dopo una regia entrata nella storia, Strehler torna in prima persona a leggere il testo di Brecht.
La visione, della durata complessiva di 6 ore e 41 minuti, è divisa in due momenti: la prima parte alle ore 10, la seconda e la terza alle ore 15.
Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

Lunedì 18 dicembre, al Teatro Grassi (ore 19.30), verrà proiettato Strehler, il mago dei prodigi, ideazione, testi e regia Maurizio Porro, produzione RR Records e RSI Radiotelevisione svizzera.
Pensato e diretto dal critico Maurizio Porro, il documentario racconta ed esplora la vita e la carriera del grande maestro con l’ausilio di interviste ad artisti internazionali, tra cui Riccardo Muti, Peter Brook, Andrea Jonasson, Ariane Mnouchkine, Jack Lang.
Ingresso gratuito con prenotazione su www.piccoloteatro.org

Mercoledì 20 dicembre (ore 18), al Teatro Studio Melato, quella dedicata a Strehler e Goldoni è l’ultima delle quattro serate intitolate agli autori – Cechov, Shakespeare, Brecht e Goldoni — con cui Strehler intrecciò negli anni un rapporto d’amore e di profonda sintonia intellettuale.
Alter ego di tutta una vita, Goldoni è l’autore che Strehler ha riscoperto e restituito al teatro italiano. Con i Mémoires, grande progetto rimasto in sospeso, il regista intendeva raccontare il teatro e la sua vita.
Ingresso gratuito con prenotazione su www.piccoloteatro.org

Giovedì 21 dicembre, al Teatro Studio Melato (ore 19.30), va in scena MAESTRO! memorie di un guitto, scritto, diretto e interpretato da Stefano de Luca. L’attore e regista porta in scena ricordi e aneddoti dei dieci anni trascorsi a fianco del suo Maestro, colui che gli ha insegnato a offrire al teatro tutto se stesso.
Ingresso 15 euro.

Domenica 24 dicembre, a partire dalle ore 18, Palazzo Reale.
A vent’anni dalla morte di Giorgio Strehler, avvenuta la notte di Natale del 1997, il Piccolo Teatro lo ricorda con la proiezione straordinaria, sulla facciata di Palazzo Reale, del filmato Strehler legge i ‘‘Mémoires’’di Carlo Goldoni.

Sono, infine, sempre visitabili, a partire dalle ore 15, la mostra allestita al Teatro Strehler e la videoinstallazione multimediale nello spazio RovelloDue.

TRENITALIA/FESTIVAL DI RAVELLO 2012, PROMOZIONI E SCONTI

Particolari agevolazioni saranno riservate ai clienti Trenitalia in occasione del Festival di Ravello 2012, in programma dal 23 giugno all’1 settembre.

Tutti i soci Cartafreccia e i clienti Frecciarossa e Frecciargento in arrivo a Napoli e Salerno otterranno infatti una riduzione del 30% sul biglietto d’ingresso agli eventi in cartellone.

La manifestazione vedrà oltre cinquanta iniziative e ospiti di portata internazionale esibirsi nella splendida cornice di Villa Rufolo, dell’Auditorium Niemeyer, e nei giardini degli splendidi hotel di Ravello.

L’edizione 2012 che ruota intorno alle “Memorie”, tema conduttore di grande suggestione, si apre il 23 giugno con il debutto italiano della Evergreen Symphony Orchestra di Taiwan. Primo di una serie di appuntamenti che Ravello propone con compagini sinfoniche provenienti da realtà geografiche e culturali poco conosciute ma emerse per la qualità dei risultati.

Il Gruppo FS, anche in occasione del Festival di Ravello, conferma quindi il suo impegno nella promozione di  manifestazioni artistiche e nel sostegno a iniziative culturali. Del resto l’attenzione per la cultura è una vocazione naturale per un grande gruppo industriale da sempre leva decisiva per lo sviluppo economico e sociale del Paese, anche attraverso il contatto quotidiano con milioni di cittadini.

Bastano poche ma significative cifre per evidenziare quanto forte sia l’impatto che le attività del Gruppo FS hanno sul tessuto sociale del Paese: 74mila dipendenti, 600 milioni di passeggeri e 50 milioni di tonnellate di merci trasportate ogni anno su un network ferroviario di oltre 16.700 chilometri, di cui oltre 1.000 ad alta velocità.

I dettagli dell’iniziativa saranno illustrati nella sezione “Promozioni Offerte” di trenitalia.com. Informazioni anche su ravellofestival.com