Presentazione del libro “Luca Ronconi. Prove di autobiografia” – lunedì 25 febbraio, ore 18.30

Luca-Ronconi
Luca-Ronconi

 

Lunedì 25 febbraio, alle ore 18.30, al Piccolo Teatro Grassi, viene presentato il volume, edito da Feltrinelli, Luca Ronconi. Prove di autobiografia, a cura di Giovanni Agosti e basato sugli appunti della giornalista e critica teatrale Maria Grazia Gregori.
Saranno presenti all’incontro, con il direttore del Piccolo Teatro Sergio Escobar, Giovanni Agosti, Roberta Carlotto, Maria Grazia Gregori e Margherita Palli.

Ingresso gratuito fino a esaurimento posti. Prenotazione obbligatoria su www.piccoloteatro.org.

“In cerca d’autore”

Luca Ronconi
Luca Ronconi

Dal 3 al 21 maggio al Teatro Studio Melato

In cerca d';autore

Studio sui "Sei personaggi" di Luigi Pirandello

regia di Luca Ronconi

Giovedì 4 maggio incontro con la compagnia

Nell’ambito delle iniziative per i 70 anni del Piccolo

25.500 giorni di Teatro

Un lavoro appassionato di un regista con un gruppo di allievi. Un autore che

tutti credono di conoscere ma che pochi hanno letto veramente con occhi attenti,

curiosi e indagatori.

Luca Ronconi ha consegnato al pubblico e alla storia del teatro una lettura inedita e

sorprendente del classico pirandelliano. Lo spettacolo ha inoltre fatto conoscere

talenti tra i più apprezzati delle giovani generazioni. Nato dal percorso laboratoriale

che per tre anni consecutivi Ronconi ha condotto alla Scuola del Centro Teatrale

Santacristina con un gruppo di allievi diplomati all’Accademia Nazionale d’Arte

Drammatica “Silvio D’Amico”, lo spettacolo, coprodotto con il Piccolo Teatro, è

andato in scena a Milano, al Teatro Studio, a Roma e a Firenze, dopo il debutto nel

giugno 2012 al Festival dei 2Mondi di Spoleto.

Sarebbe sbagliato parlare di una semplice ripresa: è la riaffermazione del lavoro di

Ronconi nel condividere con i giovani attori una lettura dei classici nata dalla ricerca

e dalla curiosità nei confronti di testi ritenuti “bloccati” nella loro più ovvia

interpretazione. Ronconi ha trasferito il “dramma” dei sei personaggi «in uno spazio

vuoto e claustrofobico, una stanza della mente, dove questi personaggi vivono nella

mente di chi li ha creati, sono figure immaginate da un autore e quindi non possono

avere nessun tipo di concretezza».

L’incontro

Giovedì 4 maggio, ore 17, al Chiostro ‘Nina Vinchi’ (via Rovello 2), la compagnia

dello spettacolo incontra il pubblico. Ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti

disponibili. Prenotazione online sul sito www.piccoloteatro.org

Piccolo Teatro Studio Melato (Via Rivoli, 6 – M2 Lanza), dal 3 al 21 maggio 2017

In cerca d’autore. Studio sui “Sei personaggi” di Luigi Pirandello

regia Luca Ronconi

ripresa a cura di Luca Bargagna

con Fabrizio Falco (Figlio), Davide Gagliardini (Capocomico), Lucrezia Guidone (Figliastra),

Luca Mascolo (Padre e Terzo attore), Massimo Odierna (Padre e Terzo attore),

Alice Pagotto (Madama Pace), Sara Putignano (Madre)

e con gli attori diplomati all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”

nell’anno accademico 2015/2016: Luca Carbone (Suggeritore), Gloria Carovana (Prima attrice),

Matteo Cecchi (Giovinetto), Cosimo Frascella (Macchinista), Stefano Guerrieri (Secondo attore),

Marina Occhionero (Bambina), Luca Tanganelli (Primo attore), Zoe Zolferino (Seconda attrice)

Coproduzione Centro Teatrale Santacristina e Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa

in collaborazione con Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”

Orari: martedì, giovedì e sabato, 19.30; mercoledì e venerdì, 20.30; domenica, 16. Lunedì riposo.

Mercoledì 10 maggio, ore 15 (pomeridiana per le scuole) e 20.30; sabato 20 maggio, ore 15 e 19.30

Durata: 90 minuti senza intervallo

Prezzi: platea 33 euro, balconata 26 euro

Informazioni e prenotazioni 0242411889 – www.piccoloteatro.org

News, trailer, interviste ai protagonisti su www.piccoloteatro.tv

Milano, 28 aprile 2017

“Luca Ronconi, il laboratorio delle idee”

luca-ronconi teatro mostre
Luca Ronconi si spegneva a Milano il 21 febbraio 2015. A un anno dalla scomparsa il Teatro alla Scala ricorda il grande regista con “Luca Ronconi, il laboratorio delle idee”, una mostra curata da Margherita Palli con Valentina Dellavia che, nelle sue due sedi al Museo Teatrale e presso i laboratori Ansaldo, si propone di indagare lo stretto rapporto tra Ronconi e la macchina teatrale scaligera, il lavoro da cui nacquero i suoi 24 spettacoli al Piermarini.

Ripensare oggi la ricerca di Luca Ronconi non è soltanto un omaggio a un maestro che con il suo lavoro ha contribuito a disegnare l’identità stessa della Scala, ma un necessario esercizio di riflessione sulle prospettive della regia d’opera fra tradizione e futuro.

La mostra, inserita nel palinsesto “Ritorni al futuro” del Comune di Milano, sarà accompagnata dall’uscita del volume “Ronconi – Gli anni della Scala” curato da Vittoria Crespi Morbio per gli Amici della Scala e del documentario “Ronconi all’Opera” prodotto da Rai Cultura per la regia di Felice Cappa, che andrà in onda su Rai5 il 21 febbraio alle 21.15, ed è stata realizzata con la collaborazione del Piccolo Teatro di Milano, del Centro Teatrale Santa Cristina, di docenti e studenti di  NABA Nuova Accademia di Belle Arti Milano e il contributo di JTI (Japan Tobacco International), Partner Istituzionale del Museo Teatrale alla Scala.

“Luca Ronconi – Il laboratorio delle idee” sarà aperta al pubblico dal 24 febbraio al 24 maggio e proporrà un percorso in due tappe.

L’itinerario inizia ai Laboratori Scala Ansaldo di via Bergognone 34 con “Luca Ronconi dietro le quinte”, uno spettacolare allestimento su una passerella sospesa che ripercorre uno per uno i 24 allestimenti scaligeri di Ronconi con altrettanti tavoli di lavoro su cui intorno alle maquettes si riuniscono disegni, fotografie, documenti e oggetti di scena. Al termine del percorso uno spazio è dedicato a Infinities, lo spettacolo che Ronconi realizzò con il Piccolo Teatro negli spazi della Bovisa, sede storica dei laboratori scaligeri.

La mostra è un’ulteriore occasione per visitare i laboratori dell’Ansaldo, la grande officina su cui si fonda l’unicità produttiva del Teatro alla Scala, oggi uno dei pochissimi in grado di creare tutte le parti di uno spettacolo.

Presso l’Ansaldo sarà costruito anche uno spazio per conferenze per ospitare la presentazione del volume degli Amici della Scala e un ciclo di incontri.

Il percorso prosegue al Museo Teatrale alla Scala in largo Ghiringhelli 1 con “Luca Ronconi in scena”, un approfondimento sulle collaborazioni di Ronconi con scenografi come Luciano Damiani, Ezio Frigerio, Gae Aulenti, Margherita Palli e costumisti come Vera Marzot, Karl Lagerfeld e la stessa Palli. In esposizione abiti, bozzetti, figurini e oggetti di scena, mentre sugli schermi scorrerà il documentario realizzato da Rai Cultura.

Luca Ronconi alla Scala

Al Teatro alla Scala Luca Ronconi ha realizzato 24 titoli d’opera dal 1974 al 2008 con tutti i musicisti più significativi, da Claudio Abbado, Riccardo Muti e Riccardo Chailly a maestri come Prêtre, Ozawa, Sinopoli, contribuendo in maniera determinante alla formazione dell’identità stessa del Teatro. Vastissimo il repertorio, da Verdi e Rossini al Settecento di Jommelli e Rossi fino al contemporaneo Stockhausen. Nel 2004 Ronconi mise in scena L’Europa riconosciuta di Salieri per la riapertura del Teatro dopo i restauri.

Luca Ronconi, il laboratorio delle idee: dal 24 febbraio al 24 maggio 2016

Luca Ronconi dietro le quinte

Laboratori Scala Ansaldo

Via Bergognone, 34

Visite guidate su prenotazione: Civita Cultura

servizi@civita.it tel. 02 43353542

Luca Ronconi in scena

Museo Teatrale alla Scala

Largo Ghiringhelli, 1

Tutti i giorni 9 – 12 e 13.30 – 17

“Gabbiano” dal 12 al 24 gennaio al Piccolo Teatro Studio

_Gabbiano_scena4_fotoMasiarPasquali
Carmelo Rifici porta al Piccolo Teatro di Milano – del quale da luglio dirige la Scuola intitolata a Luca Ronconi – Gabbiano di Anton Čechov, sua prima prova registica per LuganoInScena (di cui è direttore artistico da poco più di un anno). Lo spettacolo, in scena al Teatro Studio Melato, dal 12 al 24 gennaio, è una coproduzione LAC Lugano Arte e Cultura,  Piccolo Teatro e Teatro Sociale di Bellinzona.

Gabbiano è un classico di feroce e leggera attualità, un testo su un’umanità irrisolta, sulla società dello spettacolo, sulla ricchezza e sulla banalità della condizione intellettuale.

Un giovane teatrante pieno di dubbi sulla necessità del fare teatro oggi, un famoso scrittore che si interroga sulla necessità o meno di scrivere, una giovane ambiziosa che sogna il successo, una donna di successo che non sogna, un’umanità che desidera essere personaggio, personaggi che si specchiano in un lago che mostra la loro misera umanità, in un dramma di atti mancati, di gesti abbozzati, di destini incrociati, di passioni elementari e insostenibili.

Čechov consegna una storia di sogni, di autoinganni, di vite fatte di scrittura, teatro, letterature, di ordinarie vite immaginarie…

L’incontro:
Venerdì 15 gennaio, ore 17, la Compagnia dello spettacolo incontra il pubblico al Chiostro Nina Vinchi di Via Rovello 2. Introduce Franco Malcovati.
Ingresso libero con prenotazione a comunicazione@piccoloteatromilano.it

LA SCHEDA DELLO SPETTACOLO

Piccolo Teatro Studio Melato (Via Rivoli 6 – M2 Lanza), dal 12 al 24 gennaio 2016
Gabbiano
di Anton Cechov
adattamento e regia Carmelo Rifici
scene Margherita Palli, costumi Margherita Baldoni
musiche Zeno Gabaglio, luci Jean Luc Chammonat

Salvo diversa indicazione, gli orari degli spettacoli al Piccolo sono:
martedì, giovedì e sabato, 19.30; mercoledì e venerdì 20.30; domenica 16. Lunedì riposo.
Domenica 17 gennaio ore 16 e ore 20.30
Sabato 23 gennaio ore 15 e ore 19.30.
Durata: 3 ore compreso intervallo
Prezzi: platea 33 euro, balconata 26 euro

Informazioni e prenotazioni 848800304 – www.piccoloteatro.org
News, trailer, interviste ai protagonisti su www.piccoloteatro.tv
http://bit.ly/Rifici_Gabbiano
http://bit.ly/Gabbiano_trailer

Il caso della famiglia Coleman

Il caso della famiglia Coleman – Teatro Grassi, dal 17 al 22 aprile 2012

“Una vera festa teatrale e una lezione in tempo di crisi”. Così El Pais definisce Il Caso della famiglia Coleman, lo spettacolo scritto e diretto da Claudio Tolcachir, in scena al Piccolo Teatro Grassi dal 17 al 22 aprile 2012.  Insieme a Rafael Spregelburd, autore della Modestia andata in scena pochi mesi fa con la regia di Luca Ronconi, Claudio Tolcachir è un altro dei protagonisti del grande, recente fermento del teatro argentino.