“Yes I Know… Pino Daniele” edito da Hoepli

Cover Libro_b
Cover Libro_b

Hoepli

Dal 28 febbraio il libreria

Yes I Know… Pino Daniele

Tra pazzia e blues: storia di un Masaniello newpolitano

di Carmine Aymone

Venerdì 28 febbraio esce in tutte le librerie “Yes I Know… Pino Daniele” (Hoepli) di Carmine Aymone con la prefazione di Maurizio de Giovanni, la postfazione di Peppe Lanzetta e a cura di Ezio Guaitamacchi, direttore della fortunata collana di musica a marchio Hoepli.

In prossimità di un’importante ricorrenza, il 19 marzo 2020 – 5 anni dalla scomparsa e 65 anni dalla nascita – esce uno dei volumi più esaustivi sulla vita dell’artista napoletano più influente della musica italiana con testimonianze inedite e più di sessanta interviste al jet set italiano e internazionale. Camine Aymone ha intervistato e raccolto, in 30 anni di giornalismo “on the road” i contributi di: Chick Corea, Al Di Meola, Peter Erskine, Jim Kerr (Simple Mind), Phil Manzanera, Pat Metheny, Marcus Miller, Phil Palmer, Gino Vannelli, Edoardo Bennato, Roberto Vecchioni, Gino Paoli, Lucio Dalla, Negrita, Giuliano Sangiorgi, Niccolò Fabi…e di tutti gli eroi del neapolitan power.

Il libro si avvale della preziosa collaborazione di Alex Daniele e della “Pino Daniele Trust ONLUS” per aver condiviso, con l’autore, ricordi e aneddoti legati alla vita del “mascalzone latino”.

Pino Daniele è uno dei principali rappresentanti della canzone d’autore italiana, tra i primi ad aprirsi a collaborazioni con artisti internazionali. Il libro racconta la storia di un “suonautore”, cresciuto nel cuore del centro storico di una città fatta di sole e mare, di tufo e musica, nata dal canto della sirena Partenope. Un luogo dove una storia millenaria si mescola a miti e leggende, in ultimo proprio alla sua, a quella di un bluesman scugnizzo, di un lazzaro felice che, chitarra in spalla e con un cuore malato, ha saputo conquistare con le sue note forse non IL mondo, ma UN mondo: quello dei suoi tanti fan.

Autore dell’ultimo grande classico partenopeo “Napule è”, fin dal 1977 col suo primo album “Terra mia”, Pino Daniele ha riscritto le coordinate della canzone napoletana e d’autore, immergendola, col suo slang angloamericano-italiano-partenopeo, nei colori della fusion e della world music. Dall’infanzia nei vicoli di Napoli, ai suoi dischi, dalla super band, alle collaborazioni col gotha della musica mondiale, dalla sua amicizia con Massimo Troisi, alle sue chitarre, fino all’ultimo abbraccio della sua città in piazza del Plebiscito, davanti a centocinquantamila neri a metà col viso solcato dalle lacrime…questo è un racconto che si snoda attraverso scritti ad hoc e interviste realizzate dall’autore allo stesso Pino Daniele (dal 1989 al 2014), ai suoi familiari, amici e colleghi (circa 70), fatte in trent’anni di giornalismo, per quotidiani, mensili specializzati in musica e non, tv e radio.

Carmine Aymone – Napoletano, classe 1970. Giornalista professionista, critico musicale, scrittore, autore, press agent, musicista, storyteller, organizzatore di eventi, dj, speaker radiofonico. In trent’anni di giornalismo, ha lavorato per numerosi quotidiani locali e nazionali, mensili, agenzie di stampa, radio, tv, siti web. Scrive per il Corriere del mezzogiorno/Corriere della Sera e per il bimestrale PROG Italia. Ha all’attivo una ventina di pubblicazioni in cui ha narrato la storia del sound di Napoli, di James Senese, degli Osanna, del primo nero a metà Mario Musella (Showmen), del maestro Roberto De Simone, de Il Giardino dei semplici e degli Alunni del sole, di un altro scugnizzo napoletano Gigi D’Alessio, del genio di Paul McCartney, delle morti tragiche e misteriose di John Lennon, Elvis Presley, Jimi Hendrix, Michael Jackson, Whitney Houston, Nico (Velvet Underground), John Belushi, Dalida, Judy Garland, Fred Buscaglione, Luigi Tenco, Mia Martini… È co-ideatore e co-direttore della mostra internazionale ROCK! (Palazzo delle Arti di Napoli – PAN). Dal 2000 tiene corsi sulla Storia del Rock, del Jazz e sulla musica della sua città.

www.hoepli.it

 

Bollate: In Biblioteca con Roberto Morgese

la grotta della pace
la grotta della pace

Si terrà sabato 15 febbraio alle ore 11.00, in biblioteca, l’incontro con lo scrittore Roberto Morgese che presenterà il suo libro La grotta della pace.

Il libro narra della necessità dell’amicizia fra Sunday e Monday, due ragazzi appartenenti a etnie “nemiche”, che, per difendere se stessi e i propri diritti dalla prepotenza dei militari, dovranno imparare a collaborare.

Tra inseguimenti e avventure, fughe e piani ben orchestrati, nel Sud Sudan – giovane e bella nazione africana nata soltanto nel 2011 – i due ragazzi troveranno un luogo in cui sconfiggere i soldati con le armi dell’astuzia e costruire una pace sincera.

Il libro è stato scritto in collaborazione con Paolo Merlo e con le illustrazioni di Luca Salvagno.
La presentazione è a ingresso libero.

Il guadagno della vendita del libro, così come i diritti d’autore saranno devoluti per la costruzione di una scuola-dormitorio in Uganda, in un territorio che raccoglie i profughi della guerra civile in Sudan, ad opera della Bridget Evalyne Foundation.

Attica 4 di Giacomo Keison Bevilacqua

Attica
Attica

Al 15 febbraio arriva in esclusiva nelle fumetterie italiane il quarto volume di ATTICA di GIACOMO KEISON BEVILACQUA. La serie, che sta appassionando tutti i fan del creatore di A panda piace, è ambientata in quella che è considerata la città più bella e moderna del XXI secolo, circondata da un muro eretto sopra inganni, massacri e bugie. Quello che si sente leggendo questa storia è l’urlo rabbioso di Cinque ragazzi che fanno di tutto pur di abbattere quel muro…

Nel quarto episodio, dopo aver recuperato la Guida, l’Occhio, il Marchio e il Dono si dirigono alla volta di Attica, la città impenetrabile, alla ricerca del quinto membro del loro gruppo di ribelli.

Prosegue intanto il tour di Giacomo Bevilacqua nelle fumetterie italiane: venerdì 14 febbraio sarà il turno della Comic House di Sarzana e sabato 15 del Comix Cafè di Grosseto. I dettagli sugli appuntamenti verranno pubblicati sulla pagina ufficiale degli incontri Bonelli: https://www.sergiobonelli.it/sezioni/100578/incontri-ufficiali

Bonelli Editore: Il confine

Il Confine
Il Confine

Ideato sin da principio per diventare una serie televisiva, un gioco di ruolo, un romanzo, IL CONFINE di Mauro Uzzeo e Giovanni Masi è il nuovo universo narrativo firmato da Sergio Bonelli Editore che sbarca ora in fumetteria e in libreria col suo secondo episodio intitolato SOTTO L’ARCO SPEZZATO.

I due protagonisti, Laura Denti e Antoine Jacob, sono pronti ad unire le loro forze mentre i misteri nel piccolo paese incastonato tra le Alpi aumentano a dismisura. Chi è l’uomo che si aggira pazzo nei boschi? Quali segreti nascondono i genitori dei ragazzi scomparsi e perché qualcuno non vuole che le ricerche proseguano?

Quale antico potere si scatena proprio sotto l’arco spezzato? In un piccolo villaggio al confine tra Italia e Francia, una classe di adolescenti è infatti sparita all’improvviso durante una gita scolastica. Di loro si è persa ogni traccia finché, in un luogo lontano da qualsiasi sentiero percorribile, viene ritrovato il pulmino sul quale viaggiavano.

Le pessime condizioni in cui versa, le macchie di sangue di cui è ricoperto e gli strani simboli che lo circondano non lasciano però presagire niente di buono…

Questo secondo volume, disegnato da Bruno Cannucciari e con la copertina di Lorenzo LRNZ Ceccotti, è arricchito da una postfazione che propone uno sguardo dietro le quinte della serie, tra interviste agli autori, studi, sketch, versioni alternative e traiettorie impreviste nella realizzazione de Il Confine.

Spiega Masi raccontando la genesi e lo sviluppo del lavoro su IL CONFINE: “Io e Mauro collaboriamo da molti anni, e il nostro metodo di lavoro è rodato: il soggetto generale lo scriviamo insieme, attraverso brainstorming che possono durare giorni e che ci aiutano a capire bene cosa vogliamo raccontare, poi io mi occupo della prima stesura della sceneggiatura (dove cerco di risolvere la struttura narrativa in modo che tutto fili, i personaggi siano a fuoco e, soprattutto, non ci siano eventuali buchi, che in una narrazione corale possono facilmente scappare), e gliela passo perché lui la riveda, togliendo o inserendo scene, modulando l’emotività dei personaggi, lavorando sui dialoghi, i colpi di scena… fino a ottenere una prima “riverniciatura”.” Aggiunge Uzzeo “Andiamo avanti così, rimpallandoci lo script continuando a confrontarci parossisticamente su ogni singolo aspetto, finché non raggiungiamo il giusto equilibrio narrativo. A questo punto, ci convinciamo che la sceneggiatura sia chiusa, ma siamo dei poveri illusi… Perché immancabilmente la riapriremo per limare qualche aspetto fino all’attimo prima della pubblicazione!”.

Il tour di presentazione de IL CONFINE farà tappa presso lo STAR SHOP di Perugia sabato 1 febbraio alle ore 16:30. Saranno presenti Mauro Uzzeo, Giovanni Masi e Bruno Cannucciari.

“Cielo, la mia musica!”

Copertina Lodato libro DSE def
Copertina Lodato libro DSE def

Esce giovedì 30 gennaio, in abbinamento con il quotidiano La Sicilia e poi in libreria, il libro di Leonardo Lodato “Cielo, la mia musica!”.
Il volume, inserito nella collana “Giornalismo e società”, è il primo prodotto della Domenico Sanfilippo Editore, con il logo dei 75 anni dello storico quotidiano catanese, che cadono proprio quest’anno, ed esattamente, il 15 marzo.

Il confine tra mare e cielo è lieve. Acqua e aria si confondono. Quanto influiscono la luce del sole, il suo calore, nell’essere siciliani? E, ancor più, quanto conta se si è musicisti? E il cielo, soprattutto, come lo vede chi suona, chi canta, chi compone? Per dare una risposta a queste domande (e a tante altre), Leonardo Lodato, giornalista del quotidiano di Catania “La Sicilia”, capo servizio di Cultura e Spettacolo, ha intervistato 12 musicisti siciliani.

Quasi un calendario che, mese dopo mese, artista dopo artista, scandisce il nostro cammino tra le pieghe di chi l’arte la fa.
Interviste, tutte inedite, fuori dai canoni del giornalismo di routine, quando si è chiamati, da un lato a domandare e dall’altro a rispondere, soltanto di un nuovo disco o del tour imminente.

Stavolta, Bob Salmieri, Andrea Cantieri, Caterina Anastasi (Babil On Suite), Compagnia D’Encelado Superbo, Giuseppina Torre, Lello Analfino (Tinturia), Marian Trapassi, l’ex Denovo Mario Venuti, Paolo Buonvino, i Pupi di Surfaro, Roberta Finocchiaro e Rosalba Bentivoglio si sono prestati a questo gioco, a stendersi sul lettino dello psicanalista o, addirittura, a lasciarsi andare nel segreto del confessionale. Ognuno con i propri vizi e le proprie virtù, con i propri sogni, con le proprie certezze e con i propri desideri.

La prefazione del libro è curata da un vero e proprio “extraterrestre” della musica: il tastierista dei francesi Rockets, Fabrice Quagliotti che, negli anni Ottanta, con i suoi compagni di viaggio, ha conquistato l’Italia decretando il successo dello Space Rock.