Tumori gastrointestinali: Ricerca italiana promettente

Enrico Ruggeri
Enrico Ruggeri

Il premio scientifico “Open Innovation Award” a due realtà italiane nelle categorie “Ricerca” e “Community”
Ricerca italiana promettente per i tumori gastrointestinali
“Supportare la ricerca fa parte della mission della nostra Azienda e vogliamo continuare su questa strada” sottolinea Rita Cataldo, Amministratore Delegato di Takeda Italia

L’”Open Innovation Award” è un concorso nato con lo scopo di premiare l’innovazione e l’originalità di progetti rivolti all’area terapeutica della gastroenterologia che hanno come obiettivo il miglioramento della gestione delle patologie e della qualità di vita del paziente.

UN PREMIO ALL’INNOVAZIONE E ALL’ORIGINALITA’ – L’azienda giapponese presente in oltre 80 Paesi concentra la sua attività su Oncologia, Malattie Gastrointestinali, Neuroscienze, Malattie Rare, Terapie Derivate dal Plasma e Vaccini; in Italia opera anche in ambito cardiovascolare e diabetologico. Il premio promosso da Takeda si rivolge a due categorie: “Ricerca”, destinato alle strutture ospedaliere e alle società scientifiche, e “Community”, rivolto alle associazioni di pazienti e agli enti no profit. Il riconoscimento ammonta a 35mila euro per la categoria Ricerca e 15mila euro per la categoria Community.

L’IMPEGNO DI TAKEDA NELLA RICERCA – “Siamo da sempre orientati in progetti che mirino a migliorare la qualità della vita non solo del paziente ma anche del caregiver – sottolinea Rita Cataldo, Amministratore Delegato di Takeda Italia. – Ci è sembrata una logica conseguenza di questa nostra filosofia sostenere un progetto di innovazione come questo. Supportare la ricerca fa parte della mission della nostra azienda. Infatti investiamo a livello mondiale 4,5 miliardi di dollari in R&D e ed è nostra intenzione continuare su questa strada”.

CHI SONO I VINCITORI DELLA CATEGORIA “RICERCA” – Per la categoria “Ricerca” la giuria ha assegnato il premio al progetto “Modello integrato di matrice extracellulare-organoidi derivati dal paziente per predire la risposta chemioterapica nei pazienti affetti da metastasi epatica da cancro colo-rettale”, presentato dall’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza, Padova. Obiettivo del progetto vincitore è sviluppare un modello tumorale 3D in vitro, da poter studiare in laboratorio, per migliorare le terapie e, di conseguenza, la qualità di vita del paziente.
“La chemioterapia di prima linea dà una risposta solo nel 64% dei casi – spiega Marco Agostini, ricercatore autore del progetto. – Il restante 36% deve sottoporsi a un nuovo ciclo di cure, con efficienza molto più bassa. Per studiare un modello cellulare più completo è necessario realizzare una terza dimensione che prenda in considerazione il microambiente del paziente stesso. Per questa operazione abbiamo prelevato il tessuto tumorale dal paziente e ne abbiamo mantenuto solo la struttura, su cui va riprodotta la risposta al farmaco somministrato. In altri termini, simuliamo in laboratorio il trattamento. Se riuscissimo ad arrivare a una correlazione tra il modello in vitro in laboratorio e il modello umano, potremmo conoscere in anticipo gli effetti del trattamento e valutare la miglior combinazione possibile di farmaci. L’innovazione del modello 3D permetterà di scegliere la miglior combinazione di farmaci, offrendo al paziente una migliore qualitàà di vita, situazione di cui si potrà giovare anche il SSN”.

NUTRIZIONE E ASPETTATIVA DI VITA PER LA CATEGORIA “COMMUNITY” – Per la categoria Community si è aggiudicato il premio il progetto “Misurazione del fabbisogno energetico tramite calorimetria nel paziente oncologico con compromissione del tratto gastrointestinale”, presentato da Fondazione ANT Italia Onlus. Il progetto ha lo scopo di migliorare l’assistenza del servizio nutrizionale ANT con un supporto nutrizionale in pazienti oncologici con compromissione del tratto gastrointestinale seguiti dal programma di cure palliative domiciliari di Fondazione ANT Italia ONLUS.
“Il progetto prevede l’utilizzo di uno strumento idoneo a valutare il fabbisogno calorico ed energetico, diverso da un soggetto normale, nei pazienti affetti da tumore – spiega Enrico Ruggeri, responsabile del progetto – L’aspetto della nutrizione è molto importante, in quanto correlato con l’aspettativa e la qualità di vita. La malnutrizione è assai frequente, tanto che colpisce l’80% di questi pazienti, che sono spesso affetti da disfagia o da occlusione intestinale. Queste condizioni li portano a non alimentarsi a sufficienza e a dimagrire, generando in ultima istanza un peggioramento della qualità di vita e una minore aspettativa di vita”.

Humana: “Karma”, il nuovo album

HUMANA_BAND
HUMANA_BAND

Da oggi sarà disponibile in digital download e su tutte le

“KARMA”, il secondo album della band HUMANA per DML –Digital Music Label.

“KARMA” è un concept ambientato in un’epoca futuristica in cui la società è diventata la principale protagonista della vita sul pianeta terra e il genere umano si è evoluto in una versione robotica per la quale ogni essere umano vive scollegato dalle proprie emozioni in un mondo oramai basato solo sulla produzione e sul consumo.

In questo mondo, alcuni essere umani iniziano a riscoprire il contatto con se stessi, le proprie emozioni e il contatto con gli altri.
La band spiega così il nuovo lavoro:

“Lavorare sull’album Karma è stato un lavoro di introspezione molto importante, abbiamo dovuto scavare dentro noi stessi, immaginando un mondo moderno ancora più tecnologico ed estremizzato rispetto all’attuale e poi collegare tutte le sensazioni che ne uscivano fuori con la nostra musica”.

Il nuovo album è stato prodotto da LORENZO SEBASTIANI, già produttore e arrangiatore di artisti del calibro di Kelly Joyce, Dirotta su Cuba e molti altri artisti della scena nazionale.

Una delle particolarità dell’album sta nel suo aspetto grafico: a supportare il concept infatti, sono state realizzate da Umberto Stagni (Alias PastaVolante), una serie di tavolette grafiche che raccontano la storia che è impressa in musica.

All’interno dell’album fisico (per chi prende la versione in mp3 è inclusa come undicesimo brano) si trova una cartolina che permette l’accesso ad un area riservata del sito thehumana.it dove si può scaricare questa versione del brano di Enrico Ruggeri.

“Lo abbiamo scelto perché si lega bene come traccia finale” spiega il gruppo, “in cui ci il nostro eroe si è liberato da tutte le oppressioni della società modello Blade Runner e, parlando ad un ipotetico interlocutore, racconta sia di quello che accadeva prima, sia del fatto che grazie a queste oppressioni ora è una persona più forte. Almeno così ce la siamo immaginata, incastonata alla fine di questo Album”.

TRACK BY TRACK:

1 Perfezione
Perfezione parla di un mondo in cui l’omologazione e l’adottare globalmente stessi comportamenti e stessi modi pensare ha preso il sopravvento. Tutto quello che è diverso è da eliminare, o da disattivare come direbbe l’Intelligenza Artificiale. Si è deciso globalmente uno standard per la perfezione e dobbiamo attenerci ad esso.

2 Karma
Il Karma è una delle leggi più antiche nella storia dell’uomo. La riscoperta della legge causa effetto da parte dell’uomo, che vive in un ambiente apparentemente bello ma in realtà ostile. Scoprire che c’è qualcosa di più, oltre l’apparenza, è il primo segnale di risveglio della proprio coscienza.

3 Voglio Stare Qua
LA frustrazione di vivere in un ambiente che non rispetta le leggi basilari degli esseri umani si fa sentire tutta in questa canzone. Alcuni uomini riscoprono la rabbia e le prime emozioni più forti che lanciano un segnale che quel tipo di vita schematica in realtà, non va più bene.

4 Paura
Qualcuno inizia ad avere voglia di evadere, ma la paura che inizia a provare quando sente emozioni e pensieri non consentiti è grande.
Ma alla fine prevale la voglia di andare via.

5 Kaos
La frustrazione degli uomini viene sfogata la sera e la notte, dopo i turni di lavoro e dopo il tram-tram quotidiano andando in situazioni estremamente caotiche come locali e club in cui si riunisce tutta la popolazione, costruite a misura di umano per farli sfogare gli umani e poi tornare il giorno dopo alla loro occupazione.
Possiamo riassumere che la canzone Kaos rappresenta la celebrazione di questo momento.

6 Il Vuoto
Una delle sensazioni imperanti di questa società è il vuoto, presente praticamente dentro e attorno ogni persona. E’ talmente presente che viene data per scontato la sua naturale esistenza. Si vive nel vuoto, ma nessuno lo sa tranne poche persone.

7 Invisibile
Invisibile parla della Gabbia nella quale ogni abitante è stato chiuso che appunto è invisibile.
E’ una gabbia fatta di schemi, sensazioni, obblighi e doveri che schiaccia sempre di più. Quando qualcuno si sveglia dall’incantesimo collettivo si rende conto che fino a quel momento è solo sopravvissuto e dentro di sé può invece trovare la strada per un nuovo inizio.

8 Uccidere il passato
Davanti ad un nuovo inizio, con le emozioni che si sono nuovamente risvegliate e sono a contatto con il nostro “eroe” la paura, il trauma ed il ricordo delle recenti ferite sono a volte travolgenti. Una soluzione esiste, ed è quella di lasciare andare il proprio passato, anche “uccidendolo” come cantiamo in questa traccia.

9 Vieni via
L’amore è la condivisione della vita nella quotidianità sono tra le emozioni più importanti che un essere umano della nuova era inizia a provare.
In questa traccia cantiamo non più la semplice voglia di fuga e di evasione, ma la condivisione di questa sensazione.

10 Fine
Nulla è per sempre. Anche l’amore tra due persone può essere destinato in tanti casi a finire.
Anche con questa dura riscoperta, il “nostro eroe” deve fare i conti. Ma il sentire la sensazione della Fine di un Amore, di un Evento o di qualunque cosa emozionante è la prova comunque che siamo vivi e che dentro di noi batte ancora qualcosa.

Enrico Ruggeri, Silvio Capeccia e Fulvio Muzio: “Decibel Party”

Decibel_ph Riccardo Ambrosio_b
Decibel_ph Riccardo Ambrosio_b

È arrivato per i DECIBEL il tempo di festeggiare questo incredibile 2017!
Per l’occasione, non poteva mancare una grande festa: con il “DECIBEL PARTY”, il 24 ottobre al LE ROI di Torino e il 6 novembre al FABRIQUE di Milano, la band infatti terrà i suoi ultimi due concerti della stagione.

Saranno due party durante i quali il pubblico sarà chiamato a diventare protagonista, con varie indicazioni che Enrico Ruggeri e soci daranno al momento opportuno…Sarà un continuo alternarsi tra brani storici e canzoni del fortunato album “Noblesse Oblige”.

Sul palco, oltre a ENRICO RUGGERI, SILVIO CAPECCIA e FULVIO MUZIO ci saranno Paolo Zanetti (chitarre) Fortu Sacka (basso) e Alex Polifrone (batteria). Non mancheranno ospiti legati alla band e a un periodo storico più attuale che mai, per un concerto VERO, senza sequenze pre-registrate e suoni virtuali. Un appuntamento unico e imperdibile!

I biglietti per il 24 ottobre al Le Roi di Torino e per il 6 novembre al Fabrique di Milano

sono disponibili in prevendita su Ticketone e nelle prevendite abituali

Intanto, è in rotazione radiofonica “Universi Paralleli”, il nuovo singolo dei DECIBEL estratto da “Noblesse Oblige”, l’album uscito a marzo e che ha segnato la reunion dello storico gruppo.

“NOBLESSE OBLIGE” è arrivato a 40 anni dalla nascita dei Decibel, fondati tra i banchi di scuola del Liceo Berchet di Milano nel pieno della diffusione del punk in tutto il mondo.

L’album contiene 11 tracce inedite e 2 storici successi della band come “Contessa” appunto, nell’album nella sua versione originaria, e una versione in inglese del brano “Vivo da Re”.

«”NOBLESSE OBLIGE” non nasce come operazione-nostalgia, è un album nuovo di zecca con un sound inimitabile, senza sequenze pre-registrate e senza i soliti suoni elettropop: sul palco Silvio Capeccia suona solo tastiere d’epoca, dal mellotron al minimoog fino al mitico organo Vox Continental – racconta Enrico Ruggeri – Il terzo protagonista è Fulvio Muzio, chitarrista innovativo oggi più di allora».

Enrico Ruggeri suona per la Fondazione Firenze Radioterapia Oncologica Onlus

Enrico Ruggeri
Enrico Ruggeri

Da sempre attento alle buone cause e vicino a chi soffre, Enrico Ruggeri porta la sua musica a sostegno della Fondazione Firenze Radioterapia Oncologica Onlus.

Appuntamento giovedì 13 aprile dalle ore 21 nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, gentilmente concesso dal Comune di Firenze.

Enrico Ruggeri si presenterà in versione acustica, affiancato dalla sua band, pronto a ripercorrere i capisaldi del suo repertorio, aggiungendo qualche tributo a rocker e artisti che hanno influenzato il suo stile inconfondibile. Lo spettacolo avrà toni volutamente informali e confidenziali.

Un artista d’eccezione in una cornice altrettanto straordinaria. L’obiettivo è raccogliere fondi per le attività e i pazienti del reparto di Radioterapia Oncologica dell’Ospedale di Careggi, a Firenze.

Partecipare significa donare una speranza in più a chi sta affrontando una battaglia per la vita. I tagliandi sono disponibili al di fuori dei consueti circuiti. Si possono ritirare a Firenze presso il Fishing Lab in via del Proconsolo 16r (tel. 055 240618); a Pistoia presso la Taverna Gargantuà in piazzetta Piazzetta dell’Ortaggio 11/12 (tel. 0573 23330); a Prato presso il Golf & Country Club Le Pavoniere, in via del Crocifisso (tel. 0574 620855).

Teatro Il Celebrazioni : Decibel con Enrico Ruggeri

Decibel
Decibel

Decibel, la storica band fondata da Enrico Ruggeri, si riunisce dopo 40 anni e con il suo tour farà tappa al Teatro Il Celebrazioni di Bologna mercoledì 26 aprile.

Il 10 marzo, a precedere il tour, sarà l’uscita del nuovo album dello storico gruppo, “Noblesse Oblige”, composto da 12 brani inediti e 3 grandi successi.

Siamo nel 1977. Mentre il punk prende piede in tutto il mondo, tra i banchi di scuola del Liceo Berchet di Milano, Enrico Ruggeri fonda i DECIBEL insieme agli amici Silvio Capeccia e Fulvio Muzio. Oggi, a distanza di 40 anni, i pionieri del punk in Italia si riuniscono per fare di nuovo musica insieme.

«Proviamo a scrivere delle canzoni: se riteniamo non siano all’altezza degli album pubblicati dai Decibel, che vengono ricordati ancora oggi a 40 anni di distanza, buttiamo via tutto. Questo è quello che ci siamo detti prima di cominciare a registrare. L’album uscirà: abbiamo vinto anche con il nostro passato».

PREZZI (comprensivi di prevendita): I platea 40,00 € – II platea 34,50 € – balconata e palchi 28,50 €

PREVENDITE acquistabili presso la biglietteria del TEATRO IL CELEBRAZIONI (Via Saragozza, 234, Bologna. Info: 051.4399123 – info@teatrocelebrazioni.it), aperta dal lunedì al sabato, dalle 15.00 alle 19.00, presso la biglietteria del TEATRO EUROPAUDITORIUM (Piazza Costituzione, 4, Bologna. Info: 051.372540 – info@teatroeuropa.it) aperta dal lunedì al sabato, dalle 15.00 alle 19.00, attraverso il Circuito VIVATICKET-CHARTA, i punti d’ascolto delle IperCoop e il Circuito TICKETONE, oltre alle prevendite abituali di Bologna e provincia e attraverso il sito www.teatrocelebrazioni.it.