Dylan Dog. Killex

cover
cover

Ci sono “cattivi” indimenticabili.
Tra loro, il dottor Christopher Killex che ritroviamo dal 2 luglio in libreria e in fumetteria nel volume DYLAN DOG. KILLEX, che raccoglie due storie di Tiziano Sclavi, disegnate rispettivamente da Giampiero Casertano e Corrado Roi. La copertina è opera di Angelo Stano.

Cos’è l’anima? Si può toccare, vedere, catturare? Questa è l’angosciosa domanda che perseguita il dottor Christopher Killex, spingendolo a cercare una risposta oltre ogni limite, fino a impazzire. Per mettere fine ai suoi efferati delitti, viene condannato all’oblio, ma la mente del folle assassino è più forte di ogni lobotomia. Risorgerà dalla morte per risplendere negli occhi del piccolo Chris. Forse non cerca vendetta, forse cerca di raccontare una verità che soltanto lui può conoscere…

Il volume è corredato dalle due interviste di Marco Nucci a Giampiero Casertano e Corrado Roi.

Sergio Bonelli Editore presenta “Mister No. Alien”

cover
cover

Pubblicata per la prima volta nel 1984, MISTER NO. ALIEN è un’inusuale e affascinante avventura del celebre personaggio ideato da Sergio Bonelli, questa volta scritta da Tiziano Sclavi, poi creatore di Dylan Dog, e disegnata da Fabio Civitelli prima che diventasse uno dei più amati disegnatori di Tex.

La nuova edizione di MISTER NO. ALIEN arriverà in libreria e in fumetteria dal 18 giugno e ci mostrerà come, colpito da un misterioso oggetto volante, Mister No precipiti con il suo Piper nella giungla, dove alcuni indigeni lo sottopongono ad arcani riti. Stanno per ucciderlo, quando viene salvato da… un astronauta sovietico atterrato nella foresta!

“Dylan Dog. Oldboy 1″

cover
cover

Nel fumetto, come in altre forme narrative, è più importante preservare le caratteristiche base di un personaggio o sperimentare formalmente? E se invece a volte, come nel caso di Dylan Dog – un personaggio destinato a cambiare incessantemente pelle, muoversi in tutte le direzioni narrative possibili e immaginabili, senza assolutamente prescindere dalle sue peculiarità e dai suoi presupposti – le due cose potessero andare di pari passo?

È a partire da questa premessa che arriva in edicola, curata da Franco Busatta e con la supervisione di Tiziano Sclavi e Roberto Recchioni, la nuova serie Dylan Dog. Oldboy, che prende il testimone dal “vecchio” Maxi Dylan Dog Old Boy rinnovandosi completamente, a partire dalla veste grafica creata da Fabrizio Verrocchi.

Un luogo in cui ritrovare il Dylan Dog che è sempre stato e che ci ha fatti innamorare, dedicato però anche a chi dell’Indagatore dell’Incubo vuole leggere ogni storia.

Nell’editoriale che introduce l’albo, Roberto Recchioni, curatore della serie regolare, spiega: “Quando con Tiziano Sclavi abbiamo deciso di dare il via al rinnovamento dylaniato, uno dei primi punti sul nostro programma era quello di dare un’identità univoca a ogni pubblicazione editoriale della grande famiglia dell’Indagatore dell’Incubo (…). Oggi il Maxi Dylan Dog non esiste più e, al suo posto, nasce il Dylan Dog: Oldboy (scritto tutto attaccato). È più snello (due storie invece che tre), esce più spesso (bimestrale invece che quadrimestrale) e continua a essere molto conveniente. Una nuova formula che vi garantirà ben dodici storie all’anno per chi di Dylan non ne ha mai abbastanza, per quelli che cercano un “numero uno” per cominciare a leggerlo, e per i lettori che vogliono ritrovare il Dylan classico, quello concepito dal Tiz nel 1986”.

Il debutto dell’albo n. 1 è fissato per il 13 giugno con due storie innovative e sorprendenti che hanno per protagonista il Dylan che esordì nel 1986. Due racconti firmati rispettivamente per i testi da Gabriella Contu e Barbara Baraldi e per i disegni da Montanari & Grassani. Le copertine sono invece opera dei Cestaro Bros.

Ne Il migliore dei mondi possibile, un vecchio Dylan, rinchiuso in prigione, ricorda il passato: una Londra smagliante e futuristica, dove tutti sono giovani, belli, perfetti. A un certo punto, però, l’Old Boy si rende conto che gli anziani sono completamente scomparsi. Ma perché tutti i londinesi indossano occhiali scuri? Cosa succederebbe se li togliessero?

La solitudine del serpente ci ricorda invece come certe vite scorrono via, fugaci come un colpo di rasoio. Lasciare un segno del proprio passaggio è un sogno per molti, ma diventa un incubo quando nelle strade di Londra si scatena la furia omicida di un killer invisibile, di cui nessun testimone sembra ricordare la faccia. Bloch coinvolge allora l’Inquilino di Craven Road in una delle sue indagini più paradossali…

Sergio Bonelli Editore:Dylan Dog 402

Tramonto rosso
Il Tramonto rosso

Arriverà in edicola il 29 febbraio per Sergio Bonelli Editore il secondo episodio del nuovo ciclo di Dylan Dog. Nel n. 402, Il TRAMONTO ROSSO, Dylan Dog e la sua prima cliente, Sybil Browning, sono alle prese con le macchinazioni del misterioso dottor Xabaras, un oscuro negromante che sembra capace di riportare in vita i morti.

Le investigazioni si sposteranno quindi da Londra alla lugubre Inverness, in Scozia, per uno scontro finale alla luce di un feroce tramonto rosso. L’albo è scritto da Roberto Recchioni e disegnato da Corrado Roi e Francesco Dossena. La copertina è firmata da Gigi Cavenago.

Old Boy
Old Boy

Nell’attesa del n. 402, i fan di Dylan Dog potranno rifugiarsi tra le pagine di MAXI DYLAN DOG – OLD BOY, il quadrimestrale che propone storie che si svolgono nell’universo classico del personaggio, quello precedente al progetto di rinnovamento. Nel numero 38, in edicola dal 26 febbraio, sono raccolti: Le stelle bruciano, con testi di Bruno Enna e disegni di Giovanni Freghieri, Grosso guaio a Limehouse, scritto da Giovanni Eccher e disegnato da Emiliano Tanzillo, e La casa che piange, scritto da Giancarlo Marzano e disegnato da Luigi Piccatto, Giulia Massaglia, Matteo Santaniello.

In queste tre storie indagheremo l’origine di un micidiale essere alieno che si materializza sulla terra assumendo l’aspetto di una celebre anchorwoman televisiva, ci interrogheremo sulle tragiche morti nella zona londinese di Limehouse e cercheremo di scoprire che legame ci sia fra la lussuosa casa della bella e arrogante Myrna, costruita secondo i dettami della bioarchitettura, e il killer armato di motosega che uccide nei terreni circostanti.

Streghe
Streghe

Inoltre, a partire dal 27 febbraio, in libreria e in fumetteria arriverà sugli scaffali DYLAN DOG. STREGHE, un’antologia di racconti a fumetti che vedono l’Indagatore dell’Incubo alle prese con le donne diaboliche per eccellenza: le Streghe.

Attraverso quattro classici della serie, a cavallo tra il macabro e il fantastico, lo splatter e il gotico, Dylan Dog esplorerà il mito delle fattucchiere in tutte le sue accezioni, in una spirale di sabba, sortilegi e oscure magie, senza mai perdere l’ironia surreale e la leggerezza malinconica che l’hanno reso celebre. A completare il volume l’introduzione di Franco Busatta e un testo di Guglielmo Maggioni.

Dylan Dog presenta Daryl Zed n. 2

Daryl Zed_2
Daryl Zed_2

Dal 13 febbraio è  in fumetteria il secondo episodio della miniserie a colori di Daryl Zed, il Cacciatore di Mostri nato dalla penna di Tiziano Sclavi.

Nella lotta senza esclusione di colpi a quelli che lui chiama “tafani”, il motto di Daryl Zed è «L’unico vampiro morto è quello ri-morto». Intanto, però, la sua mente è costretta a fare i conti col passato e con uno scrittore di fumetti, ben noto a tutti gli amanti dell’Old Boy…

I disegni di questo secondo episodio, scritto sempre da Tito Faraci, sono firmati da Nicola Mari, mentre nei prossimi volumi avremo modo di scoprire anche i disegni di Angelo Stano e Werther Dell’Edera.