Urbanistica a Milano

URBANISTICA. A SETTEMBRE L’INAUGURAZIONE DI UNA NUOVA PIAZZA, IN PARTENZA LAVORI IN DIVERSI LUOGHI DELLA CITTÀ

Aprirà durante la Green Week l’area pubblica di 13mila mq realizzata nell’ambito del progetto Symbiosis. Da Vinci e Monumentale i prossimi interventi. Maran: “Passa dalle piazze la strategia del Comune per valorizzare lo spazio pubblico”

Un nuovo spazio pubblico ampio, verde e fruibile al centro del quartiere Ripamonti. Ha già una data di inaugurazione la nuova piazza realizzata da Beni Stabili nell’ambito del progetto per il nuovo distretto smart Symbiosis. Il 27 settembre, durante la Green Week – l’evento dell’Amministrazione dedicato al verde in città previsto dal 27 al 30 settembre – l’area di 13mila mq che affianca la Fondazione Prada sarà aperta e intitolata, candidandosi a diventare nuovo punto di ritrovo e socialità per i cittadini della zona.

La piazza sarà pedonale e sarà dotata di 46 alberi (Prunus padus), vasche d’acqua, una parte di area a bosco, un giardino ruderale con erbacee e vegetazione spontanea. Saranno inoltre presenti panche, postazioni per lo smart working e il wifi. L’intervento si colloca nell’ambito delle trasformazioni in corso in un’area della città destinata a diventare la più smart di Milano attraverso il progetto europeo Sharing Cities e che oltre all’insediamento della Fondazione Prada vedrà nascere a poca distanza il nuovo Campus della Boccioni.

Spostandosi a nord est della città, partirà in agosto la riqualificazione per la seconda parte di piazza Leonardo Da Vinci, lato viale Romagna, che andrà a completare il grande intervento che nel 2016 ha trasformato l’area di fronte al Politecnico da parcheggio a nuovo luogo di socialità per studenti e residenti di Città Studi.

I lavori, che saranno realizzati a scomputo oneri nell’ambito del progetto NòvAmpère, prevedono la ripavimentazione dei marciapiedi di fronte la scuola, la realizzazione di una nuova area giochi, la posa di panchine, un nuovo impianto di illuminazione, la modifica dell’impianto della fontana dello scultore Andrea Cascella, la sistemazione dell’area verde esistente con la piantumazione di alcune essenze, la posa di alcuni dissuasori di sosta all’ingresso del Politecnico. L’obiettivo è concludere l’intervento entro novembre.

Da nord est a nord ovest, in zona Cimitero Monumentale sono prossimi a partire i lavori per la realizzazione della piazza di circa 8mila mq di cui 5.988 ad uso pubblico nell’ambito del progetto di Immobiliare Porta Volta S.r.l, per la futura sede dell’Associazione per il Disegno Industriale (ADI) e della sua Fondazione, che ha in dotazione la storica collezione del Compasso d’Oro. La piazza, accessibile da piazzale Cimitero Monumentale, da via Ceresio e da via Bramante, prevede che l’area antistante l’edificio liberty abbia la funzione di punto di ristoro, con panchine, aiuole e una grande fontana. Nell’area che si allunga verso Piazzale Cimitero Monumentale, invece, sarà realizzato un terrapieno a verde con la posa di alberature.

“La fruibilità delle piazze sta diventando un indicatore sempre più importante della qualità dello spazio pubblico e della vita in città – dichiara l’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran -. Lo abbiamo visto questa settimana in Piazza Liberty, con la nuova scalinata di Apple già diventata un nuovo punto di ritrovo e ristoro, e lo vediamo nelle piazze che abbiamo riqualificato di recente e che hanno migliorato la vivibilità dei nostri quartieri, da Rimembranze di Lambrate a piazzale Negrelli, da Gae Aulenti a Tre Torri e Piazza Beccaria. Quella dell’Amministrazione è una strategia precisa, che ha un’ottica da qui al 2030, e che prevede un lato con un piano capillare intervento di riqualificazione delle piazze esistenti, dall’altro una pianificazione attraverso il PGT mirata alla valorizzazione delle piazze lungo la 90/91”.

La notizia dello stanziamento di circa 1 milione di euro per la riqualificazione di piazzale Archinto di settimana scorsa è solo l’ultimo di una serie di provvedimenti dell’Amministrazione che di qui al 2021 porteranno al restyling di molte piazze della città. Sant’Agostino, Ortica, Lavater, San Luigi, Luigi di Savoia , IV Novembre, Freud hanno già un piano di riqualificazione che le renderà più fruibili, ordinate, verdi e pedonali. Nasceranno poi una nuova piazza in via Sarfatti/Sraffa, nell’ambito dell’intervento dell’Università Bocconi, in via Schievano, a Cascina Merlata e a Città Studi, contestualmente all’ampliamento del Campus Polimi.

La valorizzazione delle piazze è anche uno degli obiettivi della proposta di aggiornamento del PGT in fase di discussione, che a partire da questa vuole rafforzare l’identità degli 88 quartieri di Milano. In particolare, sono 6 le piazze al centro di questa strategia: da luoghi caotici e incompleti Loreto, Trento, Lotto, Maciachini, Romolo, Corvetto diventeranno nuove porte di accesso alla città a vocazione pedonale in grado di attrarre investimenti e di portare benefici in termini di qualità della vita sui quartieri che le circondano.

Lazzaretto di Bergamo: Lenny Zakatek

ALAN-250
ALAN-250

Nella splendida cornice del Lazzaretto di Bergamo, giovedì 21 Giugno, si rivivranno le indimenticabili musiche dei leggendari Alan Parsons Project.

Per l’occasione è stata creata una line up davvero eccezionale. Lenny Zakatek, la voce solista originale degli Alan Parsons Project, Skeye band di 8 elementi formata da LENNY ZAKATEK voce – MASSIMO NUMA voce, chitarra (Ian Paice, Morris Albert) – PAOLO FILIPPI chitarra, cori (Mario Biondi, Dave Liebman) – SERGIO PESCARA batteria (PFM, Finardi) – STEFANO CISOTTO tastiere, cori (Vecchioni, Dolce nera) – DARIO TOMA basso, cori – ROBERTO ACCIUFFI tastiere – PASQUALE BROLIS sax, cori.

A loro si aggiungono 37 musicisti dell’orchestra sinfonica Gianandrea Gavazzeni e un coro lirico di 12 voci per un totale di 57 artisti totali sul palco.

L’ambizioso progetto vede la rielaborazione a livello sonoro di musiche di THE ALAN PARSONS PROJECT, attivo dal 1976 al 1990.
Massimo Numa incontra Lenny Zakatek per la prima volta nell’autunno del 2016. Da li a poco, Massimo Numa, Paolo Filippi (responsabile della produzione audio) e Francesco Ferrua (autore del libro “L’occhio nel cielo”) si incontrano in un salotto riservato di un albergo a sud di Londra.

Lenny ascolta in cuffia il lavoro svolto fino a quel momento in studio di registrazione ed esclama “Meraviglioso!“

Si toglie le cuffie e dice “Ok, io ci sono. Sono più di 25 anni che aspetto una situazione come questa riguardo a The Alan Parsons Project, ma finora avevo rifiutato tutte le offerte per ovvie ragioni, ovvero la difficoltà nel riprodurre in studio e/o dal vivo una qualità di produzione così elevata”.

Due settimane dopo Lenny inizia le registrazioni al Solid Groove recording studio di Bergamo e vengono gettate le basi per la preparazione del concerto, una fedele riproduzione dal vivo dei classici di TAPP così come sono stati registrati.

Arrangiamenti curatissimi grazie ad una maniacale ricostruzione nelle partiture per orchestra sinfonica e coro lirico si aggiungono alle parti eseguite dalla band “Skeye”.

Tre anni di lavoro per portare sul palco una band di 8 elementi (incluso Lenny Zakatek) 37 orchestrali e 12 componenti il coro lirico.
Oltre alla fedele sonorità la band esegue brani mai riprodotti negli anni di attività live di Parsons (dal 1995 ad oggi).

Ci saranno classici come Sirius, Eye in the sky, Games people play, I wouldn’t want to be like you, Mammagamma, ma anche Ammonia Avenue, Freudiana, In the lap of the gods, Some other time, e tanti altri successi.
Un appuntamento unico all’insegna della qualità che porta dal vivo una band indimenticabile, come nessuno ha mai potuto sentirla.

INFO
Giovedì 21 Giugno 2018 – Lazzaretto di Bergamo
Apertura porte ore 19:30
Inizio concerto ore 21:00
Ingresso in prevendita 23€ +ddp con posto a sedere
Ingresso in cassa 25€
Prevendite attive qui:
http://www.mailticket.it/evento/13669
Ingresso Under18: 20€

La fratellanza

locandina- la fratellanza
locandina- la fratellanza

Da poco rilasciato dalla prigione, un uomo è obbligato dai capi della sua gang a orchestrare un grave reato sulle strade della California del sud.

Un uomo di successo tramutato in belva dal sistema carcerario.

Un film di Ric Roman Waugh.  Con Nikolaj Coster-Waldau, Lake Bell, Jon Bernthal, Jeffrey Donovan, Omari Hardwick, Holt McCallany, Jessy Schram, Benjamin Bratt.

Uscita giovedì 7 settembre 2017.
Genere: Thriller

Metal For Autism: il tour italiano di Russell Allen

Russell-Allen
Russell-Allen

Al 261 Club di Genova quinta tappa di Metal For Autism: il tour italiano di Russell Allen! Russell Allen, una delle più grandi voci del panorama hard & heavy internazionale, arriva in Italia per otto date speciali, tra rock e beneficenza: l’amatissimo frontman dei Symphony X sarà nel nostro paese fino al 25 giugno per un tour a sostegno di Heroes Temporis World Edition, la versione inglese dell’opera rock dei Magni Animi Viri, nella quale Allen è uno degli special guest.

Il ricavato delle vendite del disco è destinato alla realizzazione di un reparto ludico-diagnostico per bambini affetti da autismo nella clinica MerClin di Campagna (SA), anche il tour italiano di Allen avrà la stessa funzione benefica, poichè il ricavato sarà devoluto all’Associazione Heroes Temporis For Autistic Children ONLUS. Il biglietto d’ingresso comprende anche una copia del disco Heroes Temporis, che sarà firmato personalmente da Russell Allen.

 Martedì 21 a Genova Russell terrà la quinta delle sue otto esibizioni con meet & greet, insieme a band locali: ogni sera racconterà la sua esperienza musicale, il suo coinvolgimento nel progetto Heroes Temporis, e sarà disponibile per un firmacopie con i fans. La data al 261 Club – Visual Music Experience vedrà l’apertura da parte della band Arca Hadian.

Prossimi appuntamenti: 22 giugno Dagda Live Club (Borgo Priolo (PV) – con Overtures), 23 giugno Florentiaworld (San Benedetto del Tronto (AP) – con Neurotics e Battle Ram), 24 giugno Fabbrica degli Artisti (Cerea (VR) – con Arthemis), infine 25 giugno Fabrik Club (Cagliari – con Brian Maillard).

Russell Allen è noto in tutto il mondo per la sua esperienza di vocalist dei Symphony X, paladini del progressive-metal, ma è anche attivissimo con formazioni del calibro di Adrenaline Mob, Star One, Allen-Lande e Level 10, inoltre è uno dei cantanti del faraonico progetto Trans-Siberian Orchestra. C

ostantemente in tour o in studio di registrazione, Allen è considerato una delle più importanti e riconoscibili voci del rock internazionale. Ha partecipato a Heroes Temporis World Edition con Amanda Somerville, Clive Riche e altri ospiti. Heroes Temporis è un concept incentrato sul viaggio di conoscenza e purificazione del protagonista, un itinerario di consapevolezza della realtà come illusione, caratterizzato dal connubio tra orchestra sinfonica, rock band e grandi voci.

Il progetto benefico ha ispirato anche Over Quest, un videogame prodotto da Giancarlo Trotta Entertainment e Leaf Games & Software, un videogioco unico nel suo genere (che sarà presentato proprio durante il tour italiano di Russell), nel quale il protagonista, Max Nieddu, è un bambino guidato da cavalieri impersonati da Russell Allen, Amanda Somerville, Clive Riche e Giancarlo Trotta, che lo aiuteranno con la loro musica a sconfiggere i nemici del buio.

Forza Dino Zoff

Dino Zoff
Dino Zoff

Trai i primi ad esternare l’incoraggiamento per l’ex portiere bianconero e della nazionale, è stata la Juventus.

L’ex calciatore ed allenatore di serie A, è ricoverato da diverse settimane in una clinica a Roma e non riesce a camminare e muoversi.

La prognosi sembra essere un problema neurovegetativo.

Per Dino Zoff, ora 73enne l’augurio è di una pronto miglioramento delle sue condizioni attuali.

 

Davide Falco