“Finchè I-Phone non ci separi” – Zelig Cabaret

Katia Follesa e Angelo Pisani
Katia Follesa e Angelo Pisani

L’impertinente ironia del duo vincente formato da Katia Follesa e Angelo Pisani ritorna il 23 e 24 marzo (ore 21) a Zelig Cabaret per presentare in anteprima il loro nuovo spettacolo “Finchè I-Phone non ci separi”, scritto e interpretato dagli stessi.

Cosa succede quando una coppia di fatto è anche coppia nella vita?
Cosa accade quando le dinamiche uomo donna dalla vita privata finiscono sul palco?
Queste e tante altre sono le domande a cui Angelo Pisani e Katia Follesa, coppia anche nella vita, cercheranno di dare una risposta.

E se non dovessero riuscirci, per farlo approfitteranno del pubblico e dei loro I-Phone!
Non è escluso che vi si chieda anche il numero di una brava babysitter per la loro figlia Agata….

INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO – INIZIO SPETTACOLO ore 21.00
ZELIG CABARET – Viale Monza 140 – 20125 Milano – www.areazelig.it – Ingresso consentito ai maggiori di anni 14
I prezzi indicati si intendono senza consumazione ed eventuale prevendita

Infoline e prenotazioni tel. 02.255.1774 (dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 – nelle sere di spettacolo anche dalle 18 alle 20.00 – sabato e domenica dalle 18.00 alle 20.00). Acquisti online su www.ticketone.it

Teatro Biblioteca Quarticciolo: “Potente e Fragile”

Celestini_Musso
Celestini_Musso

Ascanio Celestini e Giuliana Musso per la prima volta insieme con Potente e Fragile, spettacolo appositamente concepito per il Teatro Biblioteca Quarticciolo. 3 marzo ore 21.00 e 4 marzo ore 18.00.

Potente e Fragile è un intreccio di memorie si sforzano di raccontare la Storia. Ascanio Celestini e Giuliana Musso mettono in luce storie che zoppicano, tentativi di ricostruire le Verità. Un lavoro in corso, uno studio, un’improvvisazione, un incontro, uno spettacolo sbagliato.

“Quello che ricordo io, che ricordo ancora adesso di Giuseppe, perché per me non è mai morto, è ancora vivo, io lo vedo in tutti gli angoli della mia casa, della mia vita, della mia presenza”.
Sono le parole di Lucia, la sorella di Giuseppe Uva, morto dopo una notte passata in questura.

“Le sue medaglie non le tengo più fuori, tanto non mi interessano. Mio nonno aveva preso anche lui delle medaglie, con la firma di… non il Duce, quell’altro… come si chiama quell’altra persona importante?”
Sono parole della madre di un militare italiano morto in Afghanistan.

Rimettere in fila le parole è un lavoro semplice. Basta registrare e trascrivere. Ma le parole di chi cerca di ricostruire la vita di qualcun altro sono pietre sbilenche che stanno in piedi a fatica. Scricchiolano. Dondolano.

Teatro Biblioteca Quarticciolo
Via Ostuni 8

Info e prenotazioni
tel 06 69426222 – 0669426277
promozione@teatrobibliotecaquarticciolo.it

Botteghino
feriali ore 18-21.30, festivi ore 16-18.30

Biglietti
Intero 10 euro; Ridotto 8 euro (over 65, under 24, possessori Bibliocard)

Acquisto on line
http://www.biglietto.it/newacquisto/titoli.asp?ide=1802

www.teatrobibliotecaquarticciolo.it – www.teatriincomune.roma.it

Transformes – L’ultimo Cavaliere

locandina Transformers
locandina Transformers

La trama si divide in due linee narrative: da un lato c’è Cade Yeager (Mark Whalberg), accompagnato dai Dinobots e da un gruppo di Autobots che afrronta una nuova minaccia per la Terra. Dall’altra parte invece il protagonista è Optimus Prime: la macchina parte alla ricerca dei creatori della sua razza, i Quintessons, e in questa parte della storia viene coinvolto anche Unicorn.

Un film di Michael Bay.  Con Mark Wahlberg, Anthony Hopkins, Laura Haddock, John Turturro, Stanley Tucci, Josh Duhamel, Isabela Moner, Tyrese Gibson.

Uscita giovedì 22 giugno – Genere: Azione

Il primo album di Emanuele Fasano

MANUELE_FASANO_phPaoloDeFrancesco
MANUELE_FASANO_phPaoloDeFrancesco

Esce venerdì 7 aprile 2017 “La Mia Ragazza è il Piano”, il primo album di Emanuele Fasano, il giovane “pianista delle stazioni” che recentemente si è esibito anche sul palco di Sanremo come ospite durante la serata finale.

In quell’occasione, la sua storia personale e la sua musica – pop per pianoforte come ama definirla lui stesso – hanno catturato l’attenzione dei 9 milioni di telespettatori e del pubblico in sala. Dopo una prima uscita con 7 brani pubblicati solo in formato EP digitale, entrato nella Top 10 di Itunes, ora il suo debutto discografico esce in formato CD, su etichetta Sugar con 3 brani in più, da ora in poi disponibili anche nella versione digital download e streaming.

I 10 brani, prodotti da Mauro Malavasi, ben rappresentano l’attitudine artistica del loro compositore: il “pop per pianoforte” di Emanuele Fasano è musica emozionale, straripante dell’emotività di un ragazzo nel pieno dei suoi vent’anni, altalenante all’interno della stessa composizione, con rapidi passaggi dalla quiete intimista all’esplosione gioiosa.

Il sogno, l’amore o la sua attesa sono le ispirazioni più ricorrenti nelle composizioni. Si attraversa quindi un arcobaleno di emozioni, fra l’atmosfera intima e velata di malinconia di brani come “Il buio nell’anima”, l’incedere prima timido e poi incalzante di “Il silenzio è la risposta”, il racconto quasi visivo del mare in “On the paddleboard”, i paesaggi sognanti di “Amsterdam Sky” e “Mare Catalano”, il romanticismo di “Lost in Your Eyes” e “Disperso”, il senso di attesa che trascende nella pura gioia nella titletrack “La mia ragazza è il piano”, senza dimenticare un pizzico di virtuosismo in “Waves on The World”.

Il pezzo di apertura dell’album è “Non so come mai”, quello che probabilmente ha cambiato la vita di Emanuele, nel giorno in cui, mentre ingannava l’attesa di un treno suonando il piano alla Stazione Centrale di Milano, un altro viaggiatore di passaggio (Alberto Simone, regista di cinema e fiction) lo riprese col cellulare, rendendolo famoso sul facebook inizialmente a sua insaputa: il video di “Non So Come Mai” live in stazione  conta al momento 6 milioni di visualizzazioni, 100.000 condivisioni e 115.000 like.

Areu: 10 Lode per visita pastorale del Papa

118-areu-
118-areu-

“Ancora una volta Regione Lombardia dimostra di saper gestire con grande professionalita’ ed efficacia le situazioni di emergenza. Grazie al personale di Areu l’emergenza malori che ha coinvolto piu’ di 30 pellegrini riuniti in piazza Duomo per assistere alla visita del Papa, e’ stata gestita con immediatezza e senza compromettere lo svolgimento della manifestazione”.

Lo ha detto l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera che questa mattina, insieme con il vice presidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala si e’recato, in piazza Duomo, al presidio di Areu coordinato dal direttore Alberto Zoli.

BOLLETTINO DELLE 12 SALA OPERATIVA 112 – “Il bollettino delle 12 della Sala operativa del 112 – ha spiegato l’assessore – ha fornito i dati relativi ai soccorsi effettuati oltre che in Piazza Duomo, anche in via Salomone dove si era recato precedentemente il Santo Padre e al parco di Monza, dove lo attendono. Il numero di malori piu’ alti si e’ registrato in piazza Duomo.

Sono 35 le persone che sono state soccorse e che hanno manifestato episodi sincopali, dovuti soprattutto alle numerose ore in piedi, o alla presenza di patologie croniche come diabete o cardiopatie. Fortunatamente si e’ trattato di malori non importanti per i quali non e’ stato necessario il trasporto in ospedale.

In via Salomone si sono registrati 3 casi, per uno di questi si e’dovuto ricorrere al trasferimento in ospedale a causa di un trauma da caduta. Al parco di Monza, infine, 12 casi, sempre tutti codici verdi o gialli, soccorsi e dimessi immediatamente dal presidio mobile”.

DIRETTORE AREU ZOLI – “Tutto il dispositivo che e’ stato allestito in piazza Duomo e nelle aree adiacenti – ha affermato il direttore di Areu Alberto Zoli – ha funzionato in modo molto efficace. La disponibilita’ dei mezzi e degli uomini dispiegata ha garantito l’immediatezza dei soccorsi e i trattamenti presso il posto medico avanzato allestito allo scopo. La collaborazione con gli altri servizi di emergenza come la Protezione Civile, e la Polizia locale, anche in questo caso e’ stata ottima”.