Febbraio al Teatro Giuditta Pasta

Brothers
Brothers

Benvenuto febbraio! Un mese ricco di spettacoli, eventi e appuntamenti particolari, molti dei quali sono già sold-out.

Un incredibile Febbraio al Teatro Giuditta Pasta

Pur essendo in pieno inverno il mese entrante sarà particolarmente “caldo” per il Teatro Giuditta Pasta di Saronno. 15 alzate di sipario, 11 titoli che spaziano dalla prosa al circo, dal varietà alla danza acrobatica, dalla musica al teatro ragazzi passando per il teatro civile e l’evento speciale di San Valentino, con una media di occupancy della sala dell’80%.

Tanti spettacoli diversi per genere e appartenenza che testimoniano la pluralità dei linguaggi teatrali e l’ampia offerta che il teatro di Saronno riesce a garantire al suo pubblico, incontrando i gusti e le esigenze di numerosi spettatori.

Dopo il grande successo dei Miserabili, capolavoro di Victor Hugo con l’immenso Franco Branciaroli si cambia completamente registro con i The Black Blues Brothers (6 febbraio, ore 21.00). Un concentrato di ritmo e adrenalina: cinque bravissimi acrobati che si esibiscono sulle travolgenti note del leggendario film. Dopo essersi esibiti di fronte a Papa Francesco e al Principe Alberto di Monaco, hanno partecipato a Tu si que vales e ora arrivano a Saronno per incantare il pubblico con piramidi umane, limbo infuocato e salti acrobatici di ogni tipo! Lasciatevi coinvolgere dalla loro energia.

Torna l’appuntamento con la musica venerdì 7 febbraio alle ore 21.00. I Queenmania presentano Rhapsody, uno spettacolare show teatrale dedicato al mito dei Queen. Una favola quella di Freddy Mercury fatta rivivere dalla penna di uno dei più prestigiosi autori italiani e dalla voce di Sonny Ensabella frontman dei Quennmania, il tributo più acclamato in Europa alla band inglese. Uno spettacolo nello spettacolo dove video, musica e favola si intrecciano in un crescendo di emozioni.

Dalla musica si passa alla comicità con il one woman show Gli Uomini Vengono da Marte, le donne da Venere, sabato 8 febbraio. Una travolgente Debora Villa porta in scena lo spettacolo tratto dal best seller di John Gray in una sorta di esilarante terapia di gruppo collettiva. Sarà per la prima volta una donna a portare in scena questo adattamento teatrale grazie al quale uomini e donne impareranno a conoscersi di nuovo “perché quando si imparano a riconoscere e apprezzare le differenze tra i due sessi, tutto diventa più facile, le incomprensioni svaniscono e i rapporti si rafforzano”. Alle ore 18.30 nel foyer del Teatro per il ciclo di appuntamenti OLTRE IL SIPARIO, sarà possibile incontrare Debora Villa e conoscere più da vicino questa strepitosa attrice.

A chiudere il fine settimana il teatro ragazzi con Cappuccetto Rosso (9 febbraio, ore 16.00) della Compagnia teatrale “La luna nel letto” di Ruvo di Puglia in collaborazione con la Compagnia di danza “Eleina D”. Della fiaba di antica tradizione popolare, narrata da Charles Perrault e dai Fratelli Grimm, è stata proposta un’interessante rivisitazione dal regista Michelangelo Campanale che ha vinto numerosi premi tra cui l’Eolo Awards 2019. Imprevedibile, innovativo e dinamico. Un secondo in scena e il Lupo ha già conquistato il pubblico. La bravura degli attori/danzatori – alcuni anche acrobati – è indubbiamente la colonna portante dello spettacolo. Tramite gli elaborati costumi e oggetti di scena, la storia, benché conosciuta da tutti, prende una svolta innovativa. Un appuntamento da non perdere. Lo spettacolo è consigliato dai 6 anni di età.

A grande richiesta dopo il successo degli scorsi anni torna l’evento speciale di San Valentino. Venerdì 14 febbraio, a partire dalle ore 20.00, Cena + spettacolo (Romeo e Giulietta) nel foyer del teatro. Una serata romantica, originale ed esclusiva solo per un numero limitato di coppie. Ancora pochi i posti disponibili! Per maggiori informazioni e dettagli e per conoscere il menu vi consigliamo di visitare il nostro sito.

Nel weekend del 15 e 16 febbraio è di scena Pesce D’aprile con Cesare Bocci e Tiziana Foschi. Il racconto di un grande amore che una malattia improvvisa ha reso ancora più forte: un’esperienza reale, toccante, intima e straordinaria di un uomo e di una donna che non si danno per vinti quando il destino sconvolge la loro esistenza.

Ancora una storia vera è la protagonista dello spettacolo di venerdì 21 febbraio L’ultimo lenzuolo bianco. Tratta dal libro autobiografico di Farhad Bitani, ex capitano dell’esercito in Afghanistan che decide di abbandonare le armi e dedicarsi al dialogo grazie all’incontro con l’Italia e il “diverso”. Oltre le differenze culturali, le religioni, oltre quello che i media hanno sempre raccontato: un viaggio per scoprire sé stessi e l’altro, nell’inferno e nel cuore dell’Afghanistan. Prima dello spettacolo dalle ore 20.15 OLTRE IL SIPARIO con la Professoressa Paola Colombo che ci darà qualche dritta e chiave di lettura per capire meglio lo spettacolo che andrà in scena subito dopo.

Elio (Delle Storie Tese) con la soprano Scilla Cristiano e un trio musicale ci fa riscoprire l’Opera Buffa (22 febbraio, ore 20.30). Spettacolo brillante e vivace, una carrellata nel repertorio più conosciuto dell’opera buffa per soprano e baritono che tocca il repertorio di capolavori quali ‘Il Flauto Magico’ e ‘Don Giovanni’ di Mozart, ‘Il Barbiere di Siviglia’ di Rossini fino ai Racconti di Hoffmann’ di Offenbach. Uno straordinario Elio, nella doppia veste di narratore e cantante.

Domenica 23 febbraio, ore 16.00, un grande family show con il musical I Tre Porcellini della Compagnia Della Rancia. Un appuntamento perfetto per tutta la famiglia. Questa nuova versione della classica fiaba è ricca di canzoni orecchiabili, rime intelligenti e fascino giocoso. Uno spettacolo che fa sorridere e diverte ma ricco di riflessioni su cosa significhi Casa e Famiglia!

Il mese di febbraio si chiude con il grande ritorno di Maria Amelia Monti a Saronno. La vedremo vestire i panni della grande detective Miss Marple (29 febbraio – 1° marzo), nata dalla penna di Agatha Christie, e con la sua consueta e irresistibile simpatia darà vita ad un personaggio contagioso e imprevedibile.

Tanti spettacoli tra cui scegliere, tanti appuntamenti da non perdere e tante occasioni per ridere e riflettere. Tutto questo a Teatro, a Saronno, al Teatro Giuditta Pasta. Da 30 anni sempre con voi.

Per informazioni e prenotazioni:
Uffici tel. 02 96701990 – biglietteria tel. 02 96702127
WhatsApp: 328 6673487
info@teatrogiudittapasta.it
www.teatrogiudittapasta.it

Love Stories – Zelig Cabaret

debora villa
debora villa

Love Stories è un talk show televisivo condotto dall’attrice comica Debora Villa che intervista con ironia, impeto e sana curiosità ospiti sull’amore (e sul sesso). Sarà registrato presso la sala di Zelig Cabaret in tre serate i mercoledì 14 – 21 – 28 marzo.

All’interno di Love Stories non mancheranno rubriche singolari e curiose che affronteranno il tema con ironia e con un punto di vista inatteso.
E naturalmente non mancherà lo sguardo comico e irriverente di Debora Villa.

INIZIO SPETTACOLO ore 21.00
ZELIG CABARET – Viale Monza 140 – 20125 Milano – www.areazelig.it – Ingresso consentito ai maggiori di anni 14
ingresso: tavolo 15 euro – tribuna 12 euro
I prezzi indicati si intendono senza consumazione ed eventuale prevendita

Infoline e prenotazioni tel. 02.255.1774 (dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 – nelle sere di spettacolo anche dalle 18 alle 20.00 – sabato e domenica dalle 18.00 alle 20.00). Acquisti online su www.ticketone.it

Oca del Re

Debora Villa

 

Primo videoclip di e con DEBORA VILLA

su YouTube la nuova STORdiva

http://www.youtube.com/watch?v=5GUk8bS5NKg

Un Re Maiale,  un esercito di oche asservite ai deliri erotici e di potere del Re (le “gn-oche”) e mille riferimenti alla nuda cronaca: tutto questo  e altre amenità raccontate per musica ed immagini nell’OCA DEL RE, la prima canzone dell’attrice comica Debora Villa (Zelig, Camera Cafe’, Glob..) il cui videoclip (regia Duccio Forzano) da giovedì 14 luglio è online su Youtube,

 Si tratta di una canzone tragicomica, visto l’argomento, ispirata un po’ alla “Fattoria degli Animali” di G. Orwell e un po’ alla cronaca rosa/politica italiana degli ultimi due anni.

Ciò rivisitato in chiave assolutamente pop, con una favolosa Debora nelle vesti dell’Oca Preferita, una sorta di “Ape regina” della Fattoria, che canta, balla e si dimena felice del  minuto di potere ottenuto grazie alle sue quote rosa coppa “C”. E’ un  “Waka-Waka” di periferia in cui si punta il faro sulla mercificazione del corpo delle donne, un modo artistico (e tragicomico appunto) di aderire ai contenuti della Manifestazione delle Donne del 13 febbraio scorso.

Claudio Guidetti (autore “d’oro”, fra gli altri, delle musiche di Eros Ramazzotti, Oxa, Zero, Morandi, Vecchioni e due volte vincitore di Sanremo) ha aderito al progetto con entusiasmo regalando alla causa un bellissimo pezzo e la produzione del disco.

Su questo pezzo Debora Villa e le sue autrici Alessandra Torre e Francesca Micardi hanno scritto il testo che ora è diventato un disco.

Duccio Forzano (regista, fra le altre cose,  di “Che tempo che fa”, “Vieni via con me” e di “Sanremo”) ha realizzato gratuitamente la regia del videoclip e ha messo  a disposizione la sua casa di produzione per riprese e montaggio.

Altri professionisti del settore quali Roberta Beolchini ai costumi, Mario Torre a scene e attrezzeria e Marco Miglia (con 16 danzatori) alle coreografie hanno messo a disposizione il loro tempo e la loro competenze per dare vita a questo progetto TOTALMENTE autoprodotto che per ora è solo un filmato su Youtube e, tra poco, un account Facebook. Per ora niente più.

La realizzazione del progetto è stata possibile anche grazie all’apporto economico (a titolo personale) di amici e artisti (alcuni di gran fama) del mondo della comicità e della tv italiana.

http://www.youtube.com/watch?v=5GUk8bS5NKg 

CREDITI – OCA DEL RE
con Debora Villa

e con Germano Lanzoni, Rafael Didoni, Giorgio Centamore
regia: Duccio Forzano – Pennylane production
Musica: Claudio Guidetti
Testo: Francesca Micardi, Alessandra Torre e Debora Villa
Coreografie: Marco Miglia
Costumi: Roberta Beolchini
Scene e attrezzeria: Mario Torre