Progetto “Povertà alimentare “

Poveri-Social-Justice-Index
Poveri-Social-Justice-Index

Arriva a Corsico il progetto “Povertà alimentare e food policy locali: percorsi di innovazione attraverso gli attori del cibo”, promosso da ActionAid, Forum Cooperazione e Tecnologia, BuonMercato,
Coordinamento Genitori Democratici Lombardia e La Speranza Onlus, grazie al sostegno di Fondazione Cariplo.

Il progetto, che sarà presentato domenica 3 giugno nel quadro delle attività
previste dall’iniziativa “Fiorisce la speranza di buon cibo per tutti”, ha
l’obiettivo di innovare la filiera dell’assistenza alimentare, attraverso
l’elaborazione di un modello che da un lato migliori la qualità del cibo e
dall’altro coinvolga vari stakeholder – come agricoltori, imprese,associazioni dell’assistenza alimentare e dell’economia solidale,
consumatori, enti locali – in un sistema di welfare comunitario e di
economia solidale in grado di rispondere alle esigenze delle famiglie più
indigenti.

Nel territorio del Comune di Corsico, secondo l’ISTAT, la
percentuale di persone che vivono in povertà è più elevata rispetto alla
media dei comuni dell’intera area della Città Metropolitana di Milano.

Grazie alla collaborazione con le associazioni del territorio – come La
Speranza, che si occupa di assistenza alimentare o il GAS BuonMercato, che da 10 anni lavora sul territorio mettendo in connessione le produzioni di qualità del Parco Sud con i consumatori della zona – il progetto garantirà
ad almeno 30 famiglie che si rivolgono ai servizi d’assistenza un cibo
adeguato dal punto di vista nutrizionale, culturale e ambientale.

“I partecipanti saranno i veri protagonisti– dichiara il coordinatore del
progetto Roberto Sensi di ActionAid – Per costruire questo nuovo modello
d’intervento si partirà infatti dalle loro esigenze e aspettative. Saranno
coinvolti attivamente in incontri di educazione alimentare con cuochi e
nutrizionisti, parteciperanno all’orto collettivo di BuonMercato e alcuni di
loro potranno usufruire di una borsa lavoro per un’esperienza professionale all’interno di imprese agricole del Parco Sud. Inoltre, lavoreremo nelle scuole, con percorsi formativi per insegnanti e dirigenti, poiché il contrasto alla povertà alimentare parte anche dai bambini e dalle bambine, attraverso una corretta educazione al cibo”.

Al termine del progetto sarà organizzata un’assemblea in cui verranno
restituiti agli stakeholder i risultati ottenuti e si getteranno le basi per
l’avvio di un percorso partecipato verso la definizione di una politica
alimentare condivisa con le istituzioni del territorio, sull’esempio della
food policy del Comune di Milano.

Lombardia: il via all’operazione Smart

Bordonali
Bordonali

E’ stata Simona Bordonali, assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione della Regione Lombardia a dare il via all’operazione Smart, condotta la scorsa notte da 325 agenti della Polizia Locale in 78 comuni dell’area metropolitana di Milano: 2.647 veicoli controllati; 531 conducenti sottoposti a test alcolemico, di cui 10 positivi; 613 verbali elevati a causa di infrazioni al codice della strada; 25 patenti ritirate; 46 interventi su richiesta; 24 veicoli sottoposti a fermo o sequestro e 6 sinistri rilevati, di cui purtroppo uno mortale.

“Ringrazio gli agenti che hanno lavorato fino alle 4 del mattino. La Regione Lombardia ha destinato 100 mila euro allo svolgimento di questa operazione” ha dichiarato Bordonali, la quale, dopo aver dato il via allo Smart al castello di Legnano ha seguito sul campo le operazioni recandosi presso alcuni posti di blocco posizionati in punti strategici a Milano (piazzale Stuparich), Corsico, San Giuliano Milanese, Cologno Monzese e Truccazzano.

Per l’operazione son stati utilizzati 22 telelaser, 45 etilometri, 9 drug tester, 28 unita’ mobili, 156 automobili e 20 motociclette.

 “La presenza di oltre 300 agenti per tutta la notte e’ stata soprattutto un deterrente. La repressione va fatta, ma un amministratore ha l’obbligo di prevenire e garantire sicurezza a tutti gli utenti della strada” ha aggiunto l’assessore regionale alla sicurezza. “Nel 2014 la Lombardia ha pianto 448 vittime della strada. Dobbiamo intervenire sempre di piu’ come istituzioni, coinvolgendo Forze dell’ordine ed enti locali.Purtroppo sul territorio comunale di Casorate Primo e’ stato registrato l’investimento di tre pedoni che uscivano da una festa in una cascina e uno di loro ha perso la vita. Questo dimostra la necessita’ di procedere a controlli sempre piu’ capillari e a investimenti in ambito di prevenzione.”.

Lo Smart, giunto alla ventinovesima edizione, non ha portato solo controlli stradali.
Sono stati infatti garantiti presidi nelle zone a rischio per prevenire spaccio, prostituzione, e esercizio abusivo di attivita’ commerciali. Hanno lavorato tutta la notte, infatti, anche unita’ cinofile e quelle preposte allo ‘smascheramento’ dei documenti falsi.

A Cassina de’ Pecchi e’ stato segnalato un concerto abusivo. Sono stati immediatamente identificati 12 soggetti rumeni, segnalati come molesti e intenti al consumo di sostanze alcoliche (due autovetture in fuga, bloccate da 5 pattuglie in zona), mentre a Trezzo sull’Adda un veicolo si e’ dato alla fuga ed e’ subito stato fermato da 2 pattuglie.

“Siamo sempre in campo per la sicurezza urbana, pochi mesi fa abbiamo dato ai Comuni 8,6 milioni di euro per videosorveglianza e strumentazioni alle polizie locali. Proseguiremo in questa direzione” ha concluso Bordonali.

Corsico: giocobimbi

Giocabimbi

di Stefania Tozzini. Corsico, 4 ottobre – A Corsico la scuola dell’infanzia Dante ha riaperto per giocare con i bimbi. Da oggi, martedì 4 ottobre, riapre il “GiocaBimbi”, un luogo di incontro e di socializzazione, dove mamma e papà possono fermarsi a giocare con i loro cuccioli o affidare le loro piccole e amorevoli pesti alle cure delle educatrici.

Il progetto, posto in essere nel 2007 ha messo in evidenza il bisogno di confronto che hanno i genitori, la necessità di sentirsi meno soli nell’arduo compito dell’educare, l’esigenza  di raccontarsi i problemi quotidiani.  Al “Giocabimbi”, anche gli adulti si sentono più liberi di agire e di sperimentare… alla ricerca dei propri perché, alla scoperta del proprio complicatissimo ruolo.

Lo spazio ludico sarà aperto il martedì e il venerdì dalle 8.30 alle 11.30 ed anche il lunedì ed il giovedì nel caso vengano raggiunti i trenta iscritti. Costi contenuti, ma merenda e pannolini sono naturalmente a carico delle famiglie. Il “GiocaBimbi”, non vuole essere un semplice asilo, ma si presenta come spazio dedicato ai bambini, ai loro giochi, al massaggio infantile; il programma prevede inoltre incontri con esperti, laboratori creativi, momenti di psicomotricità ed ovviamente tantissime  attività ludiche.

Nadia Maria Landoni,  assessore alle Politiche educative e giovanili, ha sottolineato come il servizio “Giocabimbi” costituisca da alcuni anni una risposta tangibile alle richieste delle famiglie di Corsico. Un servizio direttamente gestito dalla cooperativa Eureka, fortemente sostenuto dalla Città di Corsico.

“Grazie alla gratuità degli spazi concessa dall’amministrazione comunale, la cooperativa potrà continuare ad assicurare costi contenuti, che in periodo di crisi, sono un concreto aiuto alle famiglie”. Ha spiegato l’assessore: “Lo spazio gioco è realizzato in collaborazione con il Comune di Corsico che ha messo a disposizione gli spazi all’interno della scuola materna di via Dante ed Ikea, che si è presa carico della ristrutturazione e arredamento degli ambienti.”

Aprendo le porte del “GiocaBimbi”, si entra in un mondo pastello che ti circonda. Verde e glicine, arancio e rosa per dare inizio ad una nuova avventura con e per i bimbi. Un mondo quasi incantato che vale la pena di scoprire.