CPM Music Institute: Open Day Junior

CPM_Open Day Junior sabato 19 settembre
CPM_Open Day Junior sabato 19 settembre

Sabato 19 settembre al CPM Music Institute (Via Elio Reguzzoni, 15 – Milano), dalle ore 11.00 alle ore 13.00, si terrà l’Open Day dedicato ai corsi Junior (dai 5 ai 12 anni): una giornata di orientamento per conoscere e visitare la scuola di Franco Mussida e ricevere tutte le informazioni sui corsi dedicati ai più piccoli e ai giovanissimi.

L’Open Day Junior è un giorno di fondamentale importanza poiché permette a tutti coloro che sono interessati di entrare in contatto con il mondo del CPM, visitare la scuola e partecipare a delle lezioni aperte che aiuteranno i futuri allievi a scoprire lo strumento a loro più adatto.

Le lezioni aperte saranno tenute dai docenti Michele Fantoni (Basso), Emiliano Cava e Matteo Sarubbi (Batteria), Paola Candeo, Sarah Cappelletti e Sara Dell’Orto (Canto), Matteo Canali, Fabio Dozzini, Luca Gambino e Giulio Milanesi (Chitarra), Maximilian Agostini, Luca Gambino e Valeria Martini (Pianoforte&Tastiere). Nello specifico, la giornata prevede 3 sessioni di lezioni della durata di 30 minuti ciascuna per dare la possibilità a coloro che parteciperanno di provare anche più di uno strumento: 1° sessione dalle ore 11.00 alle ore 11.30, 2° sessione dalle ore 11.30 alle ore 12.00, 3° sessione dalle ore 12.00 alle ore 12.30.

Per partecipare è necessario prenotarsi inviando un’e-mail al seguente indirizzo corsi@cpm.it o telefonando allo 02.6411461

I corsi Junior del CPM, attivi dall’a.a. 2015/2016, sono realizzati appositamente con l’intento di avvicinare i più piccoli e i più giovani alla Musica con un approccio didattico ben strutturato. I corsi prevedono, infatti, lezioni di strumento, Musica d’Insieme e di teoria musicale. Inoltre, ogni anno al termine del percorso di studi viene organizzata una giornata nel Teatro del CPM per la preparazione dello spettacolo finale.

Nel periodo di emergenza sanitaria, il CPM Music Institute ha proseguito i programmi didattici con lezioni online interattive, teoriche e strumentali, potenziando così il proprio sistema scolastico. Oltre 465 allievi provenienti da tutta Italia sono seguiti con programmi personalizzati, tenendo conto delle singole necessità, caratteristica che da sempre contraddistingue il metodo di formazione del CPM.

Bollate: Corso gratuito per donne over 40 disoccupate.

lucia-rocca
lucia-rocca

Sei una donna over 40 disoccupata da almeno 4 mesi? L’Assessorato alle Pari opportunità e lavoro, in collaborazione con la società Evosolution S.r.l. (organizzatrice del corso), promuove un percorso professionale gratuito in regime di Dote lavoro di «Operatore della logistica nella grande distribuzione organizzata» di 60 ore, rivolto esclusivamente a donne over 40, disoccupate da almeno 4 mesi e fortemente motivate a riqualificarsi.

« La disoccupazione femminile, soprattutto quella dopo i 40 anni di età, è purtroppo, una realtà sempre più diffusa. Con questa collaborazione, vogliamo aiutare le donne del nostro territorio a restare aggiornate e acquisire nuove competenze per poter accedere nuovamente al mercato del lavoro – dice l’Assessore alle Pari opportunità e lavoro, Lucia Rocca. Ci auguriamo che anche altre realtà possano promuovere percorsi di formazione e riqualificazione simili. Da parte nostra siamo ben intenzionati a sostenere percorsi finalizzati a promuovere la riqualificazione professionale e lavorativa dei propri cittadini, ».

Il corso, di 60 ore, si svolgerà a partire dalla fine di gennaio 2020, nella sede della società Evosolution S.r.l. (zona Bovisa). Al corso fine del corso verrà rilasciato l’attestato HACCP ma sarà possibile frequentare ulteriori 20 ore aul «Self empowement e orientamento al lavoro» e 10 ore individuali di ricerca attiva del lavoro. Il tutto sempre gratuitamente.

La presentazione del corso e i primi colloqui si terranno il giorno 9 gennaio 2020, alle ore 10.30, presso lo Spazio Europa Giovani.

Per esigenze organizzative, è necessario inviare la propria adesione con nome, cognome, età, data di nascita e residenza, all’email: europa@comune.bollate.mi.it entro il 31.12.2019.

Area Sanremo 2019

area-sanremo-2019
area-sanremo-2019

Si svolgerà in due fasi Area Sanremo. La città dei fiori ospiterà nei giorni 18/20 e 25/27 ottobre la prima fase di corsi, audizioni eliminatorie; nella fase successiva invece dall’8 al 10 novembre, si terrà la finale che decreterà gli 8 vincitori. Da questi ultimi, la commissione Rai sceglierà i 2 partecipanti alle Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2020.

L’intera manifestazione anche quest’anno sarà gratuita in tutte le sue fasi grazie all’intervento di un importante sponsor.

Confermata la proficua collaborazione con il CPM Music Institute come Educational Partner che organizzerà tutti i corsi di Area Sanremo.

Primo importante e necessario criterio per iscriversi al concorso è avere un brano inedito, per i dettagli consultare l’intero regolamento.

Il sindaco di Sanremo Albero Biancheri attesta: «L’edizione 2019 di Area Sanremo sarà all’insegna del rinnovamento. Congiuntamente, Comune e Orchestra Sinfonica, hanno deciso di rimodulare l’evento al fine di consolidarlo e poter ripartire con maggiori ambizioni. La garanzia dei due posti al Festival e la copertura dei costi di iscrizione da parte di uno sponsor, di cui presto comunicheremo il nome, sono i punti fermi per un nuovo inizio».

Il neo presidente dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo, Livio Emanueli, dichiara: «Si parte con grande entusiasmo per un’Area Sanremo di qualità. Presto verrà comunicata la composizione della Commissione di Valutazione dei ragazzi che sarà composta da cinque musicisti di fama. Nonostante l’assenza di selezioni sul territorio nazionale, siamo fiduciosi che gli iscritti al concorso saranno numerosi anche quest’anno e che a Sanremo si comincerà presto a respirare aria di Festival».

Il direttore artistico di Area Sanremo sarà ancora Massimo Cotto, giornalista, scrittore e speaker di Virgin Radio, che afferma: «Si ricomincia, finalmente. Con grande entusiasmo, con la voglia di scoprire nuovi talenti, di condividere esperienze, suoni e visioni, anche grazie ai corsi affidati nuovamente a Franco Mussida. Ai ragazzi dico una cosa soltanto, perché alle parole preferisco i fatti: ci sono due posti liberi al Festival di Sanremo. Uno può essere vostro. Dovete solo iscrivervi e dimostrarci che lo meritate».

P

Lega del Filo d’Oro: corsi di formazione

filodoro
filodoro

Come ogni anno la Lega del Filo d’Oro dedica i mesi di febbraio e marzo ai corsi di formazione dei nuovi volontari, una risorsa fondamentale per permettere a bambini e adulti sordociechi di vivere relazioni spontane e contribuendo ad arricchire il “loro mondo”.

In Lombardia, presso il Centro Socio Sanitario Residenziale di Lesmo (MB), dal 23 marzo al 6aprile, sarà possibile partecipare acorsi gratuiti articolati in una serie di lezioni teoriche, tenute da professionisti dell’Associazione, e in attività pratiche con gli utenti della “Lega”, in cui si affiancheranno volontari già esperti e operatori.

I volontari hanno un ruolo importantissimo alla Lega del Filo d’Oro: affermano i valori della solidarietà, della gratuità e della partecipazione e, con la loro preziosa disponibilità, favoriscono il coinvolgimento attivo delle persone sordocieche in qualunque contesto, svolgendo il ruolo di guida, di intermediario con il mondo esterno e di punto di accesso alle informazioni.

Inoltre, il loro supporto permette di accrescere l’offerta di molteplici attività ricreative e di socializzazione, favorendo il miglioramento della qualità della vita delle persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali.

I soggiorni estivi, ad esempio, rappresentano una delle attività storiche della Lega del Filo d’Oro realizzate proprio grazie al contributo fondamentale dei volontari.

Oltre che ai volontari diretti, che prestano il loro servizio a stretto contatto con la persona sordocieca e pluriminorata psicosensoriale, alla Lega del Filo d’Oro si dà ampio spazio al volontariato indiretto, in cui è l’Associazione ad essere messa in relazione con la società attraverso eventi promozionali, di raccolta fondi, di sensibilizzazione e informazione.

In Lombardia i corsi di formazione si terranno presso il Centro Socio Sanitario Residenziale della Lega del Filo d’Oro di Lesmo (MB) – in Via alla Stazione, 2 – nei giorni di sabato 23marzo, sabato 30 e sabato 6 apriledalle ore 10.00 alle ore 18.00.

Ci si potrà iscrivere entro il 15 marzo 2019.

Per maggiori informazioni sui corsi e le modalità di iscrizione si può visitare il sito www.legadelfilodoro.it, chiamare il Centro Socio Sanitario Residenziale di Lesmo (MB), dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 17.00, ai numeri 039 6985800 e 335 5827689o inviare una mail a volontariato.lesmo@legadelfilodoro.it.

Sicurezza: Guardie Ecologiche Volontarie

Gev
Gev

Da oggi 21 Novembre fino al prossimo 10 gennaio, è aperto il bando per diventare Guardie Ecologiche Volontarie (Gev) e scegliere così di dedicare parte del tempo libero al bene della città. Per iscriversi basta andare sul sito del Comune di Milano a questo link.

Le Gev attualmente in servizio a Milano sono 196 e il loro contributo è consistente: 31mila ore di servizio nel 2017, di cui circa il 70% nella vigilanza diretta sul territorio. Nel corso dell’ultimo anno sono state fatte circa 790 relazioni di servizio e nell’attività di educazione ambientale sono stati coinvolti oltre 8.800 ragazzi delle scuole primarie con interventi sui temi dell’acqua, aria, verde, rifiuti, energia e risparmio energetico.

C’è tempo fino al prossimo 10 gennaio per iscriversi al corso di formazione per aspiranti Gev. L’impegno richiesto è serio, anche perché, dopo un corso teorico e pratico di circa sessanta ore e dopo aver superato un esame di fronte alla Commissione Regionale, si diventa pubblici ufficiali con funzioni di Polizia Amministrativa, potendo accertare e sanzionare gli abusi di propria competenza, che riguardano principalmente il regolamento del verde. Il corso di 26 lezioni in aula si svolgerà presso la Scuola del Corpo della Polizia Locale in via Boeri 7 a Milano.

Alle Guardie ecologiche volontarie è richiesto un minimo di 14 ore mensili di attività dedicata in maggior parte alla vigilanza e controllo del verde pubblico per prevenire, segnalare o accertare fatti e comportamenti errati nei parchi cittadini. Dotati di una sede in ogni Municipio, le Gev hanno a disposizione tutti gli strumenti tecnici di lavoro, tra cui auto, biciclette e smartphone da usare in servizio e avranno anche la possibilità di avere un abbonamento annuale ATM pagato al 70% dal Comune.

“Innanzitutto voglio ringraziare – ha detto la vicesindaco Anna Scavuzzo – tutte le guardie ecologiche volontarie del Comune di Milano che quotidianamente mettono a disposizione il loro tempo per il bene collettivo: difendere e tutelare il verde, farlo apprezzare e rispettare e spiegarne il valore ai più giovani. Un impegno serio e importante che serve alla città: per questo lavoriamo per aumentare il numero di Gev che operano nei nostri parchi e promuovere questo prezioso servizio che migliora il benessere e la vivibilità delle nostre aree verdi”.