Che tempo che fa: Ospiti del 28 aprile

Fabio-Fazio
Fabio-Fazio

Nel nuovo appuntamento con Che Tempo che fa che andrà in onda domenica 28 aprile dalle 20.35 su Rai1, Fabio Fazio intervisterà il Presidente del Parlamento Europeo e Vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani.
Nelle prossime settimane, in vista delle elezioni europee, sono stati invitati in trasmissione gli esponenti di Lega, PD e M5S.

Ospiti del programma: Massimiliano Allegri uno dei tecnici di maggior successo del calcio italiano, allenatore della Juventus che sabato scorso ha vinto il suo quinto scudetto consecutivo con 5 giornate di anticipo.

In studio anche Riccardo Cocciante, tra le voci italiane più conosciute nel mondo per il suo stile unico, autore della celeberrima opera musicale “Notre-Dame de Paris”, successo mondiale rappresentato dal 1998 ad oggi in ventitré paesi, in nove lingue.

Ospite della puntata anche Coez che presenta in anteprima il singolo “Domenica” a pochi giorni dall’uscita, estratto dal nuovo album “E’ sempre bello” che si conferma tra i più venduti in Italia.

Con Fabio Fazio ci saranno l’imprescindibile Luciana Littizzetto e l’elegante presenza di Filippa Lagerback.

A seguire Che Tempo Che Fa – Il Tavolo con Gigi Marzullo, Orietta Berti, Enrico Bertolino e il Direttore e contemporaneamente Vicedirettore di Novella Bella, Nino Frassica.

Al Tavolo saranno ospiti Teo Teocoli, Lucia Mascino nelle sale con il film “Ma cosa ci dice il cervello” con Paola Cortellesi, Sergio Muñiz a teatro con la commedia “Cuori scatenati”, Frankie hi-nrg mc in tutte le librerie dal 30 aprile con “Faccio la mia cosa”, un mix tra autobiografia e documentario, Eleonora Daniele in onda tutte le mattine su Rai1 con “Storie Italiane”. E ancora Paolo Brosio, Vincenzo Salemme e l’ex ciclista Claudio Chiappucci.

Premio Arlecchino d’oro a Natalino Balasso

Balasso_ARLECCHINO_ph Bepi Caroli_
Balasso_ARLECCHINO_ph Bepi Caroli_

La sera del 19 novembre alle ore 21 il Teatro Sociale ospiterà il secondo appuntamento della stagione di Prosa al teatro Sociale. Natalino Balasso sarà in scena con Arlecchino servitore di due padroni, capolavoro di Carlo Goldoni, e trasporterà lo spettatore in una dimensione giocosa e leggera, a tratti malinconica e ricca di suspense invitandolo e ad una festa che celebra la potenza stessa del teatro e il talento di chi ogni sera calca le tavole del palcoscenico.

La regia di Valerio Binasco crea un perfetto meccanismo comico, una girandola di maschere e personaggi della Commedia dell’Arte, specchio di una borghesia dinamica e virtuosa, celebrazione dell’intraprendenza femminile e dell’amore romantico, ma soprattutto commedia che dal 1745 non smette di affascinare il pubblico.

L’attore veneto sarà doppiamente Arlecchino perché al termine della serata riceverà il premio Arlecchino d’oro, un riconoscimento alla carriera che, a partire dal 1999, viene attribuito una volta l’anno, a Mantova, ad un artista di rilievo internazionale nel cui percorso abbia saputo valorizzare la mescolanza tra le varie arti.

Sono stati insigniti del premio:
1999 Dario Fo – 2000 Marcel Marceau – 2001 Ferruccio Soleri – 2003 Paolo Poli – 2004 Giorgio Albertazzi e Patrice Chéreau – 2005 Umberto Artioli– 2006 La Fura dels Baus – 2007 Enrico Bonavera – 2008 Meredith Monk– 2009Carolyn Carlson – 2010 Sandro Lombardi – 2011 Leo Gullotta – 2012 Donato Sartori – 2013 Umberto Orsini – 2014 Gabriele Lavia – 2015 Luca Barbareschi – 2016 Brian Eno – 2017 – Massimo Ranieri.

Per Mantova è un grande onore premiare un artista come Natalino Balasso che, con ingegno multiforme e grazie alle tecniche creative tipiche della Commedia dell’Arte, ha saputo elaborare personaggi innovativi e di assoluto rilievo.

Attore, comico e autore di teatro, cinema, libri e televisione, Balasso ha debuttato nel 1990 in teatro, nel 1998 in televisione, nel 2007 al cinema e negli ultimi anni è approdato anche su youtube con il canale di satira Telebalasso, show monologante ruvido e terrigno, stonato e fuori tempo, ridicolo e straziante.

Proprio nel 2018 ha ricevuto il 53° premio basilica palladiana e ha recitato per Alice Rohrwacher in Lazzaro Felice, premiato per la miglior sceneggiatura a Cannes.

Mantova lo aveva già ospitato come autore in occasione del Festivaletteratura e lo accoglie nuovamente con un premio che cade a pennello, considerata la sua interpretazione di un Arlecchino originale e fuori dagli schemi, che ha saputo infondere nuova vita alla maschera che tutti conosciamo.

Edoardo Ferrario Show

Edoardo Ferrario2
Edoardo Ferrario2

Domenica 25 febbraio, alle ore 21.00 alla Santeria Social Club, locale cult di Milano che ospita eventi culturali, concerti e performance teatrali di assoluto prestigio, andrà in scena EDOARDO FERRARIO SHOW, un’ora e mezza di monologhi, personaggi, imitazioni e sketch sulla confusa e paradossale realtà italiana e sulle più diffuse ossessioni moderne: la ricerca del posto fisso e i colloqui di lavoro, la tecnologia, il cibo biologico, l’offerta televisiva.

Edoardo Ferrario Show è uno spettacolo di stand up comedy, scritto e interpretato da Edoardo Ferrario.

Il comico arriva dalla web serie di successo Esami, da lui ideata e interpretata e che ha raccolto oltre 7 milioni di views su YouTube. Ospite tutte le domeniche a Quelli che il Calcio (lo ricorderete, tra gli altri, per Alessandro Cattelan, Marco Giallini, Alessandro Borghese, Paul Baccaglini e Pips, uno dei suoi tanti personaggi di fantasia) Ferrario è anche l’inviato Flavio Maria Guerra di CCN, il programma di Comedy Central che sta per ripartire con la quarta stagione.

L’esperienza di Esami, nel frattempo, si è evoluta nella nuova serie Colloqui, che ha avuto il suo debutto nel programma di Rai3 Il Posto Giusto.
Nel corso degli anni hanno trovato posto, nelle voci da lui create, vari stereotipi della vita di tutti i giorni, ma anche personaggi famosi del presente e del passato.

Entrambi sono stati rielaborati utilizzando con destrezza psicologia, ironia e umorismo, per finire rappresentati in un affresco dallo sguardo tagliente che racconta i trentenni di oggi, dai quali Ferrario non si esclude. Lo stile resta essenziale: solo sul palco con il microfono, senza scenografia, nello stile della stand up comedy americana.

Lillo & Greg – “Il Mistero dell’assassino misterioso”

Lillo-e-Greg-
Lillo-e-Greg-

Dal 10 al 12 febbraio, al Teatro Il Celebrazioni di Bologna arrivano, con Il Mistero dell’assassino misterioso, il duo comico Lillo & Greg.

Un castello nella campagna londinese, un misterioso maggiordomo, l’omicidio di un’anziana contessa, un investigatore e stravaganti sospettati: ecco gli ingredienti per un perfetto giallo, dai toni brillanti, di chiara matrice anglosassone.

Il detective Mallory ha riunito nel salone principale del castello i sospetti assassini della Contessa Worthington, ma un inatteso accadimento cambierà le dinamiche dell’indagine minando esponenzialmente la trama del giallo e scatenando gli egoismi e le meschinità degli altri attori disposti a tutto pur di farsi notare da un produttore televisivo presente in platea.

I ritmi serrati, le battute oblique, l’onnipresente umorismo e non ultima la cornice del giallo, rendono la commedia esilarante ed elettrizzante.

Nata da un’idea di Greg e scritta a quattro mani con Lillo, Il Mistero dell’assassino misterioso è la prima commedia in cui si fa centrale la narrazione metateatrale – tanto cara alla coppia- che svela, scardinandolo con un pizzico di perfidia, il delicato equilibrio in cui vivono alcune compagnie di teatro, ma su cui si fondano anche la maggior parte dei rapporti umani: gelosie, meschinità, invidie, rancori e falsità.

PREZZI (comprensivi di prevendita): intero € 29,00 – ridotto € 26,00 – abbonato € 24,00 – smart € 22,00
PREVENDITE acquistabili presso la biglietteria del TEATRO IL CELEBRAZIONI (Via Saragozza, 234, Bologna), aperta dal lunedì al sabato, dalle 15.00 alle 19.00, presso la biglietteria del TEATRO EUROPAUDITORIUM (Piazza Costituzione, 4, Bologna) aperta dal lunedì al sabato, dalle 15.00 alle 19.00, attraverso il Circuito VIVATICKET-CHARTA, i punti d’ascolto delle IperCoop e il Circuito TICKETONE, oltre alle prevendite abituali di Bologna e provincia e attraverso il sito www.teatrocelebrazioni.it.

“Mi piace da morire”

MI PIACE DA MORIRE ph Pierluigi Giorgi
MI PIACE DA MORIRE ph Pierluigi Giorgi

MI PIACE DA MORIRE, spettacolo comico con musica dal vivo di e con Debora Mancini
e con la musica di Daniele Longo

Dal 6 al 12 Febbraio 2017
TEATRO LIBERO
Via Savona, 10 – Milano

Lo spettacolo tratta in forma comica i grandi temi dell’amore-vita-morte-sesso, partendo dalle riflessioni di una piccola donna marchigiana.

Debora Mancini racconta la genesi di Mi piace da morire:
Quando ho deciso di scrivere questo nuovo spettacolo non sapevo da dove cominciare, presa, come al solito, dalle più svariate paure e dubbi sulla mia vita professionale, matrimoniale, sessuale, spirituale.
Dalle mie amiche, al telefono, ho scoperto di condividere le stesse preoccupazioni:
e così dall’autocommiserazione alle grandi risate, il passo è stato breve.

Il testo era nelle mie mani: amore, vita, sesso, morte.
Io pensavo di raccontare i “fatti miei” e invece erano i “fatti nostri”.
Ho chiamato mio marito e gli ho detto: tu mi piaci da morire, grazie!
E mi sono messa a scrivere, ridere, scrivere.

Dove poter raccontare e vivere tutto questo?
Nella mia città, nel suo cuore pulsante: la mia stanza…”una stanza tutta per sé” (grazie cara Virginia…), dove vivo le mie contraddizioni, paure, gioie.
E qui, scrivere, ridere e scherzare “mi piace da morire”!