Trenord per il cicloturismo

viaggi-bici-treno
viaggi-bici-treno

Trenord potenzia l’offerta per il cicloturismo nel tempo libero in Lombardia con l’attivazione di un servizio prenotazione per il weekend dedicato ai gruppi di ciclisti di almeno tre persone, che con il supporto dell’Ufficio Gruppi dell’azienda ferroviaria potranno organizzare il proprio itinerario in treno, con la tranquillità di trasportare le proprie bici a bordo in sicurezza. In più, per la stagione estiva sarà consentito il trasporto di bici su alcune corse sulla linea Brescia-Iseo-Edolo, che portano agli itinerari ciclistici in Valcamonica.

La prenotazione per i gruppi nel weekend
Per prenotare il proprio “posto bici” nel weekend, i gruppi dovranno scrivere all’indirizzo comitive@trenord.it almeno 5 giorni prima della data prevista per il viaggio, comunicando le proprie preferenze di percorso. L’Ufficio Gruppi provvederà a individuare la migliore soluzione di viaggio e a prenotare i posti bici richiesti, inviando conferma via mail. La presenza del gruppo di cicloamatori sarà comunicata al personale di bordo, che supporterà i ciclisti nelle operazioni di salita e discesa e li guiderà nel collocare le biciclette in aree adeguate delle carrozze.

La prenotazione non corrisponderà all’acquisto del titolo di viaggio, che i ciclisti dovranno autonomamente acquistare – per se e per la bicicletta – presso le stazioni tramite biglietterie, rivenditori autorizzati Trenord e distributori automatici oppure online tramite App Trenord ed e-Store sul sito trenord.it.

Chi viaggia singolarmente o in coppia potrà continuare a fare riferimento all’elenco di 700 treni su cui è consentito il trasporto bici già pubblicato sul sito internet dell’azienda.

Sul treno con la bici in Valcamonica
Per favorire il cicloturismo in Valcamonica durante la stagione estiva sarà autorizzato il trasporto bici su alcune corse della linea Brescia-Iseo-Edolo. In particolare, il trasporto sarà consentito fino al 13 settembre e fino a un massimo di 5 bici per treno, sul 90% delle corse feriali e sul 100% di quelle festive.

Cicloturismo in Valtellina

cicloturismo
cicloturismo

“Un impegno concreto da parte di Regione Lombardia per valorizzare e potenziare ulteriormente il cicloturismo nella provincia di Sondrio e in tutta la Lombardia”. Questo il messaggio lanciato dall’assessore regionale al Turismo, marketing territoriale e moda, intervenuta alla conferenza stampa “Due ruote e la Valtellina: un legame da campioni”.

 “La Valtellina e’ scrigno di bellezze naturalistiche e paesaggistiche uniche, realta’ che puo’ vantare un rapporto perfetto tra turismo e il mondo delle due ruote – ha detto l’assessore regionale -. Sostenere il cicloturismo vuol dire esaltare le attrattivita’ dei territori, volano importante per l’economia locale e l’occupazione”.

La Lombardia e’ la regione ideale da percorrere in bicicletta, con i suoi 4 mila chilometri di percorsi ciclabili, dei quali oltre 240 in Valtellina. Un impegno concreto che si traduce in interventi massicci da un punto di vista economico: nell’ambito del Fondo di Sviluppo Regionale 2014-2020, Regione Lombardia sta finanziando interventi infrastrutturali sulle piste ciclopedonali per 19,2 milioni di euro.

E sempre con fondi propri attraverso un bando del 2017 per 9 milioni di euro e piu’ recentemente con il bando 2018 per il cicloturismo che ha visto lo stanziamento di ulteriori 2 milioni e 200 mila euro.

In particolare in Valtellina, con il bando del 2017, e’ stato finanziato il progetto “Tra acqua, terra, cielo.Il cicloturismo come leva di sviluppo locale della Valtellina”, con un contributo di 416 mila euro.

“Scoprire la Lombardia su due ruote e’ un’avventura entusiasmante – aggiunge l’assessore – e che puo’ avere risvolti economici importanti, un valore aggiunto per le strutture ricettive, la ristorazione, l’occupazione e in generale tutto il ‘Sistema Turismo’ lombardo”.

Regione Lombardia ha programmato anche investimenti per lo sviluppo di altri percorsi cicloturistici sondriesi, come il progetto della Comunita’ Montana Valtellina di Tirano (contributo di 50 mila euro); il progetto del Comune di Castione Andevenno (contributo di 40 mila euro), e a quello di Sondrio, finanziato con 40.500 euro.

Infine, con il bando del 2018, sono al vaglio i finanziamenti richiesti dalla Comunita’ Montana della Valtellina di Sondrio e della Comunita’ Valtellina di Tirano per la realizzazione di nuove ciclabili, per un investimento complessivo di 100 mila euro.

Comano e Brenta, un paradiso a Pedali

Su strada o lungo i sentieri, all’ombra dei boschi o attraverso pascoli soleggiati, in un dolce saliscendi, lungo ripide salite o a capicollo giù per discese adrenaliniche… alle spalle del Garda e ai piedi delle Dolomiti di Brenta c’è un angolo segreto di Trentino da esplorare in sella alla bicicletta. In cerca di sfide uniche o semplicemente di silenzio e panorami che rubano il cuore. Serviti, riveriti, attrezzati, assistiti e informati grazie al nuovo progetto FROM GARDA TO DOLOMITI BIKE HOLIDAYS.    

Inaugurato quattro anni fa, il Dolomiti di Brenta Bike (DBB, www.dolomitibrentabike.it), favoloso percorso ad anello di 171 chilometri (per un dislivello complessivo di 7.700 metri) attraverso ben sei ambiti turistici, è il fiore all’occhiello delle Terme di Comano e delle Valli Giudicarie, splendido cuneo verde trentino “nascosto” alle spalle del Garda e ai piedi delle Dolomiti di Brenta. Ma l’intero territorio, con il suo alternarsi di prati e boschi, di alte vette dolomitiche e pianori, altipiani soleggiati e valli ombrose, è un vero paradiso per gli amanti del pedale, perfetto per mountain bike, trekking bike, corsa, cicloturismo e downhill. Ce n’è davvero per tutti i gusti e le gambe… In sella alle due ruote non c’è che l’imbarazzo della scelta tra itinerari più o meno impegnativi, che conducono tutti alla scoperta di scorci ancora selvaggi, tesori naturalistici, luoghi inviolati e borghi caratteristici.

Ecco perché oggi è nato il progetto FROM GARDA TO DOLOMITI BIKE HOLIDAYS: un invito irresistibile per gli appassionati di bicicletta a scegliere le Terme di Comano come campo base per esplorazioni dal Lago di Garda alle Dolomiti di Brenta.

Un’offerta vacanza completa di ogni servizio utile al ciclista, professionista o amatoriale che sia: bike info point, itinerari ad hoc, tour organizzati e guidati, bike shuttle, ospitalità su misura, Comano Bike Card, noleggio e service bike e molto altro ancora.

Una Bike Arena, cento vacanze

Il comprensorio ammicca dunque al ciclista con numerosi bike tour segnalati e il già citato Dolomiti di Brenta Bike, itinerari GPS, roadbook e altimetrie dei tour mountain bike, ben 13 Bike Hotel con servizi dedicati, un fitto programma di sempre nuove escursioni guidate in mountain bike, assistenza tecnica e bike shop convenzionato, proposte benessere per biker con trattamenti wellness e relax e soggiorni enogastronomici alla scoperta dei prodotti tipici trentini.

Pedalando con Marvin

Si chiama Marvin (marvin@gardadolomitibike.com) e di pedalate se ne intende: è la mascotte di FROM GARDA TO DOLOMITI BIKE. Con lui si parte tutti in compagnia per splendidi tour ed escursioni in bicicletta. Per esempio tranquillamente, in famiglia, lungo le sponde del lago di Molveno. Oppure col vento tra i capelli, in bici da corsa, fino a Riva del Garda. O ancora su e giù per le colline di Comano, tra boschi, filari di vigne, distese di meli e ciliegi, borghi rurali e oasi naturali, continuando a lavorare sul cambio della MTB.

Per calendario dei tour, programmi dettagliati, costi e iscrizioni consultare il sito www.GardaDolomitiBike.com o chiamare il cellulare 333.4356075.

I Bike Hotels, ospitalità su misura

I Bike Hotels from Garda Lake to Dolomiti di Brenta -alberghi a 3 e 4 stelle e agriturismi distribuiti nel territorio attorno alle Terme di Comano- offrono:

       -un deposito chiuso a chiave e coperto per le mountain bike

       -lo spazio per il lavaggio delle mountain bike

       -un’officina per piccoli interventi meccanici

       -la possibilità di lavare e asciugare gli indumenti tecnici

       -la verifica della disponibilità online

        -bike corner con info sugli itinerari per la mountain bike

        -la convenzione con un’officina specializzata in riparazione bici

        -tour guidati settimanali in mountain bike.

La Comano Bike Card

Una carta fedeltà studiata su misura per i biker. La tessera, rilasciata soltanto a chi soggiorna in un albergo del circuito Bike Hotels prevede, tra le tante agevolazioni offre anche:

–        La partecipazione gratuita ai bike tour della settimana (almeno due)

–        Uno sconto del 10% sul noleggio bici

–        Uno sconto del 5% sull’acquisto di bici, accessori, abbigliamento o ricambi

–        La partecipazione convenzionata alle attività outdoor, trekking e canyoning Vacanza Viva con le Guide Alpine (Val Rendena, Terme di Comano e Val di Ledro).

I consigli di Marvin

Vuoi pedalare in quota, lasciando però che siano i panorami e non la fatica a mozzarti il fiato? Carica la tua fedele compagna a due ruote sugli impianti di risalita e raggiungi la vetta senza sudare. Con la Comano Bike Card hai il 20% di sconto sulle tariffe delle funivie di Madonna di Campiglio, Pinzolo Doss del Sabion e Andalo Paganella.  E la bici viaggia gratis!

Per informazioni: APT Terme di Comano-Dolomiti di Brenta, tel. 0465.702626, fax 0465.702281 e info@visitAcomano.it.

Al sito www.visitAcomano.it, approfondimenti, dettagli, link, programmi e soprattutto l’elenco dei percorsi bike del territorio, suddivisi per grado di difficoltà e corredati da scheda tecnica.