“Depeche Mode: SPiRiTS in the Forest”

Depeche Mode Photo_3_Color_-_Photo_Credit_Anton_Corbijn
Depeche Mode Photo_3_Color_-_Photo_Credit_Anton_Corbijn

Dopo il successo riscosso dalla critica, l’entusiasmo dei fan e i grandi risultati ottenuti al box office, i DEPECHE MODE e Columbia/Sony Music Entertainment hanno deciso di pubblicare in DVD e Blu-Ray il rivoluzionario film-concerto “Depeche Mode: SPiRiTS in the Forest”, che è disponibile da oggi, venerdì 26 giugno.

È già online un assaggio di questo documentario che renderà l’esperienza di “Depeche Mode: SPiRiTS in the Forest” immersiva e il più completa possibile, il video del brano “Cover Me” tratto da LiVE SPiRiTS: https://youtu.be/iZ3edwxUs-c.

Il cofanetto speciale conterrà 4 CD divisi in 2 DVD e 2 CD audio. Oltre ad essere contenuto nel cofanetto, il doppio CD audio “LiVE SPiRiTS SOUNDTRACK” con le registrazioni dal vivo di tutti i brani, sarà disponibile per l’acquisto anche singolarmente.

Saranno disponibili sia la versione DVD sia la versione Blu-Ray. I 2 DVD contengono il documentario “SPiRiTS in the Forest” e “LiVE SPiRiTS SOUNDTRACK”, che al suo interno ha la registrazione dell’intero concerto della band alla Waldbühne di Berlino durante le ultime date del Global Spirit Tour. Si tratta di un filmato inedito, in quanto mai mostrato al pubblico nella sua interezza.

Il cofanetto “Depeche Mode: SPiRiTS in the Forest” sarà imperdibile per i collezionisti e i fan di lunga data!
Questa la tracklist dei 2 CD audio “LiVE SPiRiTS SOUNDTRACK”:

DISC 1
1. Intro
2. Going Backwards
3. It’s No Good
4. A Pain That I’m Used To
5. Useless
6. Precious
7. World in My Eyes
8. Cover Me
9. The Things You Said
10. Insight
11. Poison Heart

DISC 2
1. Where’s the Revolution
2. Everything Counts
3. Stripped
4. Enjoy the Silence
5. Never Let Me Down Again
6. I Want You Now
7. Heroes
8. Walking In My Shoes
9. Personal Jesus
10. Just Can’t Get Enough

Secondo Forbes, “Depeche Mode: ‘SPiRiTS in the Forest” ha elevato gli standard dei film-concerto a un nuovo livello. Anton Corbijn, regista del film e collaboratore di lunga data della band, ha reinventato il concetto di documentario musicale spostando il focus sulle esperienze di 6 “super fan” dei Depeche Mode, provenienti da diverse parti del mondo.

Il film ruota attorno a queste 6 vite – tutte molto diverse tra di loro, ma con lo stesso comune denominatore: l’amore per i Depeche Mode e l’influenza che la loro musica ha avuto nella loro esistenza. La storia principale è intervallata da scene tratte dal concerto della band all’iconica Waldbühne di Berlino, nell’ultima tappa del Global Spirit Tour 2018 che è durato 2 anni e ha portato i Depeche Mode a totalizzare numeri da record, suonando davanti a oltre 3 milioni di fan nel corso di 115 performance in tutto il mondo.

Le canzoni, tra le quali alcune delle hit più famose dei Depeche Mode, creano un legame indissolubile con le storie narrate nel documentario, mettendo in luce la grande forza della musica dei Depeche Mode, che riesce a superare qualsiasi confine.

Fili D’Erba, il ritorno della Rock Band

Fili-copertina-LP
Fili-copertina-LP

Fili D’Erba

Il ritorno della Rock Band “2020 Still Rollin, Still Rockin”

Il nuovo Cd e la ristampa del vinile originale

Dal 12 giugno disponibile in tutti i digital store e in vendita sul sito www.onsale-music.com

Da venerdì 12 giugno disponibile in tutti i digital store “2020 Still Rollin’, Still Rockin” (Etichetta Cut Records di Elettroformati – Edizioni Musicali), il nuovo CD della rock band Fili D’Erba.

A quasi 50 anni dalla pubblicazione del loro LP con Warner Chappell, in occasione della ristampa,in vinile 180 grammi,per “Amatori” e collezionisti del Long Playing originale,in vendita sul sito www.onsale-music.com, i Fili d’erba hanno avuto la curiosità di riascoltare le tracce originali, registrate all’epoca con le piste analogiche. Dall’ascolto di quei brani è nata la voglia di dare nuova vita a quelle canzoni, con un lavoro di masterizzazione e postproduzione, con i mezzi tecnici attuali, ma senza modificare assolutamente il sound e lo spirito del tempo.

Il filo conduttore di “2020 Still Rollin’, Still Rockin” è dato dalle sonorità strumentali tipiche degli anni ’70, in primo piano l’organo Hammond, dalla voce di Frank, graffiante nel rock duro ed espressiva nelle ballate e dai suoi testi, scritti nativi in inglese (ad eccezione di qualcuno adattata in Italiano da A. Gentile, per volere della Warner Chappell) che descrivono esperienze di vita vissuta negli anni ’60 in Canada, prima del ritorno in Italia.

«Abbiamo avuto il privilegio di essere giovani nei 15 anni che hanno cambiato musicalmente il mondo. Quello che è successo nella musica rock dal 1965 al 1979 non ha eguali in altre epoche», commenta Frank Del Giudice e Paolo Moderato, fondatori dei fili d’erba.

Questa la tracklist di 2020 Still Rollin’, Still Rockin: “V.I.P.” (F. Del Giudice), “Sono un po’ ubriaco questa sera” (R. Pareti), “I Want You Back” (F. Del Giudice), “Confusion” (F. Del Giudice – A. Gentile), “City Street’s” – Original Version Uomo Vero (F. Del Giudice), “Sweet Mary” (F. Del Giudice), “Uomo, tu non sei libero” (F. Del Giudice – A. Gentile), “Wait Until Tomorrow” ( F. Del Giudice ), “Il cieco” (Jo’s Lament) – (R.Vecchioni – R. Pareti – R. Stewart), “Santo Joe” (R.Pareti – J. Wiseman), “That’s my life” (F. Del Giudice – J. Lovett).

La rock band dei Fili D’erba nasce nel 1971 dall’ incontro di 4 musicisti che sentivano l’esigenza di un salto di qualità rispetto ai loro gruppi precedenti.

Frank Del Giudice, suona il basso e canta, si forma in Canada, nel Greenwich Village di Toronto, dove si fanno le ossa tanti musicisti famosi come Neil Young, Gli Steppenwolf, The Band, suona per un breve periodo con David Claynton Thomas, il mitico cantante di “Spinning Wheel” dei Blood Sweet and Tears – formando poi un suo gruppo chiamato “The Fiends”.

Incide il suo primo 45 dal titolo: I’ll Be Here and By My Side .Il quartetto era formato da John Lovett (chitarra) ,Silvio De Simone (batteria), Jimmy Morgan Lead (chitarra). Poi nell’estate del 1969 rientra in Italia per nuove esperienze musicali .

Luigi “ Ino” Liguori, suona la chitarra, cresce in una famiglia di musicisti: il padre batterista, zio di Gegè di Giacomo, batterista e cantante di Carosone, il fratello Gaetano creativo e pianista Jazz.

Paolo Moderato, suona l’organo e il piano, studia musica classica, soprattutto Bach, ma quando arriva il beat l’attrazione del “Complesso” diventa troppo forte. Si fa anticipare (di due anni) dalla famiglia il regalo di maturità e acquista il primo “Organo Elettronico”.

Dopo poco l’esperienza del complesso studentesco la cantina diventa troppo stretta, anche l’esperienza di accompagnare un cantante di colore, pur avvicinandolo al mondo della musica professionistica, non è sufficiente.

Jean Pierre Olivas, suona la batteria con l’ Orchestra di Perez Prado, da cui impara il “mestiere” e il gusto delle percussioni della musica “caraibica”. E’ prematuramente scomparso nel 2004 in un incidente stradale.

Dopo anni di esperienze musicali – suonando in varie regioni d’Italia in tantissimi locali a volte aprendo gli spettacoli dei Pooh, Dick Dick, Nomadi, Delirium e altri ancora.

All’inizio del 1972 la direttrice Dott.ssa Dina Piattoli li convoca nel suo ufficio per proporre al gruppo di fare un paio di provini per un 45 Giri, in pochi giorni divenuto un LP pubblicato da Davide Matalon della DUCALE Dischi con Edizioni Warner Chappell.

Ed eccoci ai giorni nostri. Frank e Paolo hanno mantenuto viva la loro voglia profonda di amicizia e condivisione di esperienze, continuando a suonare insieme fino all’idea di proporre la loro musica in una nuova veste del loro album in un cd. Il 12 giugno pubblicano “2020 Still Rollin’, Still Rockin” (Etichetta Cut Records di Elettroformati – Edizioni Musicali), il nuovo CD e la ristampa del vinile originale, entrambi in vendita sul sito www.onsale-music.com

http://www.filiderba.info/

 

Al Bano e Romina Power “Raccogli l’attimo”

Cover
Cover

Al Bano e Romina Power

“Raccogli l’attimo”

Disponibile anche in versione CD dal 21 febbraio 2020

Dal 21 febbraio, l’album “Raccogli l’attimo” di Al Bano e Romina Power sarà disponibile anche in versione CD in tutti i negozi e store online (distribuito in tutto il mondo da Sony Music).

L’album esce dopo 25 anni dall’ultima registrazione insieme e dopo la strepitosa apparizione di martedì 4 febbraio al teatro Ariston di Sanremo sul palco per il 70° Festival della Canzone Italiana, dove hanno presentato il loro nuovo singolo insieme “Raccogli l’attimo” che dà il titolo anche all’album, anticipato su tutte le piattaforme digitali dal 7 febbraio.

Finalmente Al Bano e Romina Power tornano a duettare insieme e propongono due nuovi brani:

Raccogli l’attimo (con il testo scritto da C.Malgioglio-R.Power e musica composta da A.Carrisi -A. Summa)

Cambierà con testo di Popi Minellono e musica di A.Paoletti – A. Carrisi )

L’album inoltre contiene altre 8 canzoni: 4 cantate da Romina Power e 4 cantate da Al Bano.

Romina interpretata due canzoni messicane riadattate in italiano da lei stessa:

La luce che hai (Benedita tu luz)

Una canzone complice (Cara Luna).

Poi propone un suo cavallo di battaglia “A Message” e una nuova divertente versione de “Il ballo del Qua Qua” con un nuovo arrangiamento moderno in stile Reggaeton.

Al Bano per questo nuovo album interpreterà:

Madre Mia, una commovente canzone dedicata alla madre Jolanda, recentemente scomparsa Per troppo amore (F. Fasano con testo di F. Berlincioni)

Fuori pericolo (N. Agliardi – A.Paoletti – A. Carrisi)

Il pianto degli Ulivi (con testo di P. Limiti e musica di Al Bano)

Un album che eccelle per la scelta degli autori dei testi:

Popi Minellono, Cristiano Malgioglio, Fabrizio Berlincioni, Nicolò Agliardi, Paolo Limiti.

Gli arrangiamenti sono stati curati dal Maestro Altersio Paoletti che accompagna da tempo Al Bano con scelte armoniche ed esecuzioni di pregio avvalse dall’apporto di grandi musicisti.

L’arrangiamento di “Raccogli l’attimo” è stato scritto a 4 mani da Diego Calvetti e Alterisio Paoletti.

Gazzelle: video di “Una canzone che non so”

Gazzelle_Foto di Nicola Cordì
Gazzelle Foto di Nicola Cordì

Per ringraziare i suoi fan, GAZZELLE ha deciso di regalare a sorpresa un nuovo video!
Il videoclip di “UNA CANZONE CHE NON SO”, brano estratto dal nuovo progetto discografico “POST PUNK” (Maciste Dischi/Artist First), è disponibile al link https://youtu.be/xpskB4RqjUw ed è stato diretto da Lorenzo Silvestri e Andrea Losa x bendo, con la direzione artistica di Andrea Santaterra x bendo.

Il video, che vede come protagonista Eduardo Valdarnini, ruota attorno ad una situazione che tutti noi abbiamo vissuto almeno una volta nella vita: prepararsi ad una conversazione importante. Immagina un incontro, in cui dovrai affrontare una conversazione che toccherà temi caldi, delicati, intimi.

Disponibile al link https://gazzelle.lnk.to/PostPunk, il nuovo lavoro in studio del cantautore romano è in vendita nelle seguenti versioni: cd; “Culto Edition” limitata, numerata e autografata dall’artista con doppio 45 giri colorato; bundle unico con cd e doppio vinile. La “Culto Edition” contiene i soli 4 nuovi inediti e, insieme al bundle, è acquistabile solo su https://musicfirst.it/715-gazzelle-post-punk.

Questa la tracklist di “POST PUNK”, disco prodotto da Federico Nardelli:

1. Smpp
2. Punk
3. Sopra
4. Tutta la vita
5. Sbatti
6. Non c’è niente
7. OMG
8. Scintille
9. Coprimi le spalle
10. Settembre
11. Vita Paranoia
12. Polynesia
13. Una canzone che non so

Il disco è stato anticipato dal singolo in radio “SETTEMBRE”, il cui video è disponibile al link https://youtu.be/EAIn5Fw0d9c.
È stato un anno pieno di soddisfazioni quello del cantautore romano che, grazie al grande affetto dei suoi fan, è riuscito a portare il suo ultimo disco “PUNK” in tutta Italia con numerosi sold out e a collezionare numerose certificazioni.

L’inarrestabile Gazzelle è pronto a tornare live a gennaio 2020 con il “POST PUNK TOUR”, durante il quale si prepara a calcare i palchi dei principali palazzetti di tutta Italia.

La tournée, prodotta e distribuita da Vivo Concerti, vedrà l’artista protagonista a Firenze (15 gennaio 2020 al Nelson Mandela Forum), Milano (18 gennaio 2020 al Forum di Assago), Catania (24 gennaio 2020 al PalaCatania), per poi far ritorno nella sua città d’origine, Roma (28 gennaio 2020 al Palazzo dello Sport) e terminare il tour a Bari (5 febbraio 2020 al PalaFlorio) e Napoli (8 febbraio 2020 al Palapartenope).

Mario Castelnuovo: 38 anni di carriera

mario_castelnuovo_-foto_laura_salvinelli.
mario_castelnuovo_-foto_laura_salvinelli.

Oggi, 25 OTTOBRE 2019 è arrivato in radio “GUARDALALUNANINA” singolo estratto dall’omonimo COFANETTO. Già presente in tutti i negozi, digital store e sulle piattaforme streaming “GUARDALALUNANINA” uno speciale cofanetto che contiene 2 CD + un libro di Mario Castelnuovo.

Il cantautore romano commenta: “Non è semplice riassumere 38 anni di carriera di un artista , eppure…“GUARDALALUNANINA” ci riesce.” – continua – “Si tratta di 2 CD e di un libro, e fin qui sembrerebbe normale, ma all’interno dei solchi c’è il respiro del pubblico che mi segue da anni, o quello mio, solitario, mentre svelo la nudità delle mie canzoni appena nascono, e che poi diventano adulte con la complicità dei miei amici musicisti. E poi ci sono gli incontri, con Goran, con Rino, e ognuno lascia qualcosa che si porta con me nei concerti, nell’anima”.

Il libro non è un’autobiografia, ma piuttosto un diario di sentimenti, un brogliaccio confuso e affascinante attraverso dediche di maestre lontane, racconti dai quali è possibile individuare la fonte di alcune canzoni, acquarelli, ritratti, poesia e scarabocchi.

L’uscita del cofanetto è accompagnata in radio dal singolo “GUARDALALUNANINA”, un brano che racconta la cruda e struggente cronaca di un parto e di tutta la laboriosa eroicità delle donne nella nostra società. “Quest’anno ricorre il 35esimo anniversario di NINA, una canzone a cui devo molto” – commenta Mario Castelnuovo – “NINA è diventata grande, o piccola, fate voi. Oggi si chiama GUARDALALUNANINA”.

Tracklist “GUARDALALUNANINA”
CD1: “Mandami a dire”, “Lettera dall’Italia”, “Oceania”, “Sette fili di canapa”, “Il mago”, “Sul nido del cuculo”, “Buongiorno”, “Ma vie je t’aime”, “Annie Lamour”, “La guerra è finita”, “Santa Maria delle Caramelle”, ” Nina”.
CD2: “La scogliera”, “Via della luna”, “Dialogo d’amore”, “Il lupo”, “La nuvola”, “Inchiostro”, “Madonna di Venere”, “Stella del Nord”, “Aida”, “Papà vicino e lontano”, ” Viale dei persi”, “Rondini del pomeriggio”, “Gli innamorati coi capelli bianchi”, “Guardalalunanina”.