Kate Bush: album rimasterizzati

KateBush_cover
KateBush_cover

Warner Music Italy rilancia tutti gli album di Kate Bush rimasterizzati su Vinile e CD. Questo è il primo (e definitivo) programma di rimasterizzazione intrapreso dall’artista e da James Guthrie e include per la prima volta la pubblicazione di molte rarità e cover.

Si tratta di 4 cofanetti in formato vinile e 2 cofanetti in formato CD che usciranno in due date diverse: dal 16 novembre saranno disponibili i primi 2 box Vinile e 1 box CD, mentre dal 30 novembre i restanti due box Vinile e il secondo box CD.

Inoltre, il 6 dicembre Faber and Faber pubblicherà “How to be invisible”, un libro con tutti i testi di Kate Bush selezionati da lei stessa.

I cofanetti Vinile includono:
COFANETTO VINILE 1: “The Kick Inside”, “Lionheart”, “Never For Ever”, “The Dreaming”
COFANETTO VINILE 2: “Hounds Of Love”, “The Sensual World”, “The Red Shoes”
COFANETTO VINILE 3: “Aerial”, “Director’s Cut”, “50 Words For Snow”
COFANETTO VINILE 4: “12” Mixes “, “The Other Side 1”, “The Other Side 2”, “In Others’ Words”

I cofanetti CD includono:
COFANETTO CD 1: “The Kick Inside”, “Lionheart”, “Never For Ever”, ”The Dreaming”, “Hounds Of Love”, “The Sensual World”, “The Red Shoes”
COFANETTO CD 2: “Aerial” “Director’s Cut”, “50 Words For Snow”, “Before The Dawn (Original Mastering)”, “12” Mixes”, “The Other Side 1”, “The Other Side 2”, “In Others’ Words”
Qui la track-listing del 4° cofanetto Vinile e degli ultimi 4CD del 2°cofanetto CD:
12” MIXES: “Running up that hill (a deal with god)”, “The big sky (metereological mix)”, “Cloudbusting (the orgonon mix)”, “Hounds of love (alternative mix)”, “Experiment iv (extended mix)”

THE OTHER SIDE 1: “Walk Straight Down The Middle”, “You want alchemy”, “Be kind to my mistakes”, “Lyra”, “Under the ivy”, “Experiment IV”, “Ne t’enfuis Pas”, “Un basier d’enfant”, “Burning bridge”, “Running up that hill 8a deal with god) 2012 remix”,

THE OTHER SIDE 2: “Home for Christmas”, “One last look around the house before we go”, “I’m still waiting”, “Warm and soothing”, “Show a little devotion”, “Passing through air”, “Humming”, “Ran tan waltz”, “December will be magic again”, “Wuthering heights 8remix/new vocal from ‘the whole story”

IN OTHERS’ WORDS: “Rocket man”, “Sexual healing”, “Mina na hEireann”, “My Lagan Love”, “The man I Love”, “Brazil (sam Lowry’s first dream)”, “Lord of the reedy river”, “Candle in the wind”.

Laura Pausini tra i protagonisti dei Latin Grammy Awards

COVER_FATTI SENTIRE ANCORA THE MAGAZINE IT
COVER_FATTI SENTIRE ANCORA THE MAGAZINE IT

Dopo essere stata la prima donna ad esibirsi al Circo Massimo di Roma lo scorso luglio, per ben due date, entrambe sold out, quest’anno l’artista mette a segno un altro record come prima cantante donna italiana a ricevere ben due nomination nella categoria “Best Traditional Pop Vocal Album” e “Producer of the Year” per il brano “Il coraggio di andare” in versione spagnola ai Latin Grammy Awards 2018!

Un anno di successi arricchito anche dall’uscita, il 7 dicembre, di “FATTI SENTIRE ANCORA” (Atlantic / Warner Music), la special edition dell’ultimo disco che ha debuttato nelle top ten delle classifiche internazionali, che conterrà anche il duetto inedito con BIAGIO ANTONACCI “Il coraggio di andare” e che sarà disponibile in più versioni in tutto il mondo.

Giovedì 15 novembre Laura Pausini volerà, infatti, a Las Vegas per i Latin Grammy Awards rappresentando l’Italia con una doppia nomination: “Best Traditional Pop Vocal Album” per la versione spagnola dell’ultimo album “Fatti sentire / Hazte Sentir” (Atlantic / Warner Music) e “Producer of the Year” per il lavoro svolto dal produttore Julio Reyes Copello nella versione spagnola del brano “Il coraggio di andare”.

Questo è l’ottavo anno in cui Laura Pausini viene candidata per i più importanti riconoscimenti dell’industria della musica latina: ha vinto per ben tre volte nella categoria “Best Female Pop Vocal Album”, l’ultima nel 2009 con l’album “Primavera in anticipo”, segnando un record a livello mondiale condiviso solo con la cantante colombiana Shakira.

Il CD in italiano conterrà, oltre alle canzoni del disco “Fatti sentire”, il duetto “Il coraggio di andare” con Biagio Antonacci (nella versione per il mercato del Brasile, ci sarà, inoltre, il duetto con Simone y Simaria e la solo version di Laura Pausini del brano “Novo”). Il CD in spagnolo conterrà le canzoni del disco “Hazte sentir”, più il duetto in spagnolo con Biagio Antonacci, un duetto con Carlos Rivera e un duetto con Gente de Zona.

Ci sarà anche uno speciale CD digitale deluxe con tutta la tracklist della versione italiana e della versione spagnola.
Il cofanetto CD + DVD fisico in italiano conterrà il CD “Fatti Sentire Ancora” e il DVD con il concerto del Circo Massimo con immagini di backstage esclusive (disponibile anche la versione spagnola).

Il cofanetto CD + DVD + Libro, infine, aggiungerà uno speciale libro-magazine di 100 pagine scritto da Laura Pausini per condividere con i fan le gioie e le difficoltà vissute durante la composizione di quest’ultimo progetto, con aneddoti e foto di backstage (disponibile anche la versione spagnola).

Sono già disponibili in pre order il cofanetto CD + DVD + Libro su Amazon Italia e, da oggi, 13 novembre, anche le versioni digitali “Fatti sentire ancora”, “Fatti sentire ancora deluxe” (con i brani del cd italiano e spagnolo insieme), “Fatti sentire ancora (Brasile)” e “Hazte sentir mas”. Da venerdì 16 novembre sarà disponibile worldwide il pre order di “Hazte sentir mas deluxe” e dal 23 novembre del cofanetto CD + DVD + Libro su Amazon Spagna.

Roberto Vecchioni: “L’Infinito”

Roberto Vecchioni
Roberto Vecchioni

A distanza di cinque anni dall’ultimo lavoro discografico (“Io non appartengo più” del 2013), il 9 novembre esce “L’INFINITO”, il nuovo album di ROBERTO VECCHIONI, prodotto da Danilo Mancuso per DME e distribuito da Artist First, già in preorder in versione autografata su www.musicfirst.it.

Il lavoro, che racchiude 12 brani inediti, con musica e parole del Cantautore, sarà disponibile in formato CD, in edizione Deluxe arricchita dal saggio “Le parole del canto. Riflessioni senza troppe pretese” e in Vinile Limited Edition

L’album contiene l’eccezionale ritorno sulla scena musicale di FRANCESCO GUCCINI che, per la prima volta, duetta con Roberto Vecchioni nel brano “Ti Insegnerò a volare”, primo singolo estratto dall’album (in radio da martedì 6 novembre), ispirato al grande Alex Zanardi.

Due padri della canzone d’autore si rivolgono alle nuove generazioni, in un periodo in cui tutto si dissolve nella liquidità e nella precarietà culturale, invitandole a sfidare l’impossibile. La storia del campione è la metafora della “passione per la vita che è più forte del destino”.

“Questo brano – racconta Vecchioni – si specchia direttamente in quella che è stata chiamata la “canzone d’autore” e che non c’è, non esiste più dagli anni ’70. In realtà l’intero disco è immerso in quell’atmosfera perché là è nato e successo tutto. Là tutto è stato come doveva essere, cioè immaginato, scritto e cantato alla luce della cultura, semplice ed elementare oppure sottile e sofisticata, ma comunque cultura. Forse per questo Francesco Guccini (che ho fortemente voluto nel mio disco per quello che rappresenta, e lo ringrazio ancora di esserci stato), ha scelto di cantare con me”.

Un passaggio di testimone per una nuova “resistenza” che sceglie mezzi analogici: solo cd e vinile senza piattaforme streaming e download, una scelta coerente al progetto discografico che indica la volontà di non trattare la musica come prodotto di consumo veloce, scaricabile con un click, di non decontestualizzare l’ascolto del singolo brano, parte integrante della narrazione che tiene insieme ritratti diversi, da Alex Zanardi a Giulio Regeni, dalla guerrigliera curda Ayse a Leopardi, che l’autore accomuna nell’amore per la vita.

TRACK LIST
1. Una notte, un viaggiatore – 5’31”
2. Formidabili quegli anni – 4’01”
3. Ti insegnerò a volare (Alex) – 4’34”
4. Giulio – 4’30”
5. L’infinito – 5’36”
6. Vai, ragazzo – 4’03”
7. Ogni canzone d’amore – 4’33”
8. Com’è lunga la notte – 3’07”
9. Ma tu – 4’18”
10. Cappuccio rosso – 4’56”
11. Canzone del perdono – 3’05” (non presente nel Vinile)
12. Parola – 4’11”

“Patty Pravo Live”

Patty Pravo Teatro Romano Verona - Classico
Patty Pravo Teatro Romano Verona – Classico

Un’Artista dal carisma unico, una vera icona della musica italiana che con la sua voce inconfondibile ha fatto sognare intere generazioni. Patty Pravo, al secolo Nicoletta Strambelli, torna ancora una volta ad incantare il pubblico con un disco live registrato durante due concerti unici, tra cui il tanto atteso live al Teatro La Fenice di Venezia, sua città natale dove quest’anno è tornata a suonare dopo alcuni anni di assenza.

Il 26 ottobre esce “PATTY PRAVO LIVE” e l’artista  incontrerà i fan e firmerà le copie del disco in due speciali appuntamenti a Milano e Roma: venerdì 26 ottobre alle ore 17.00 presso l’Hosteria della Musica alla Ferrovia di Milano (Via Giovanni Battista Pirelli, 1) e il 5 novembre alle ore 17.00 presso la galleria d’arte Musia (living & arts) di Roma (Via dei Chiavari 7/9). Gli incontri saranno introdotti e moderati da PINO STRABIOLI.

Il CD 1 racchiuderà i brani in versione classica accompagnati dalla Grand Orchestra diretta dal Maestro Mauro Ottolini mentre il CD 2 conterrà i brani più rock del suo repertorio.
Questa la tracklist di “PATTY PRAVO LIVE”:
CD 1 – “Concerto per Patty” (G. Meccia – B. Zambrini), “Tutt’al più” (P. Pintucci – F. Migliacci), “Piccino” (Petite) (L. Ferrè), “La canzone dei vecchi amanti” (Chanson des vieux amants) (J. Brel – G. Jouannest – S. Bardotti – D. Delprete), “Non andare via” (Ne Me Quitte Pas) (J.Brel – G. Paoli), “A modo mio” (My way) (C. Francois – J. Revaux – G. Thibaut), “Col tempo” (L. Ferrè – E. Medail – G. Simontacchi), “Motherless child”, “Dove andranno i nostri fiori” (D. Pace).
C2 – “La bambola” (F. Migliacci – B. Zambrini – R. Cini), “Se perdo te” (P. Korda – S. Bardotti), “Orient Express” (D. Gionfriddo – C. Clementi – E. Massimi – N. Strambelli), “E dimmi che non vuoi morire” (G. Curreri – R. Ferri – V. Rossi), “La viaggiatrice Bisanzio” (T. Carnevale – P. Dossena – N. Strambelli), “Cieli immensi” (F. Zampaglione), “Nuvole” (Giangi Skip), “Piramidi di vetro” (I. Spathas – A. Tourkogiorgis – G. Trantalidis – L. Albertelli), “Pensiero stupendo” (O. Prudente – I. Fossati), “Pazza idea” (G. Ullu – P. Dossena – C. Gigli – M. Monti).

Alan Sorrenti – The Prog Years

Sorrenti Prog Box_CD 3D
Sorrenti Prog Box_CD 3D

Saranno disponibili dal 1 giugno in CD ed LP i primi quattro dischi del cantautore italo-gallese, stampati originariamente su etichetta Harvest. Cresciuto tra il Vomero e il Galles, Alan Sorrenti entra in contatto con il progressive rock a Londra, folgorato ad un concerto dei King Crimson.

Il suo esordio discografico “Aria” (1972), registrato proprio a Londra e considerato un caposaldo del prog rock italiano famoso in tutto il mondo, assieme ai successivi “Come un vecchio incensiere all’alba di un villaggio deserto” (1973), “Alan Sorrenti” (1974) e “Sienteme, It’s Time To Land” (1976) escono ora in una nuova edizione rimasterizzata e con le grafiche originali.

Nel cofanetto in 5 CD “The Prog Years”, anche tanti contenuti bonus come le versioni inglesi di “Vorrei Incontrarti”, “Serenesse”, “Angelo”, “Oratore” e “Alba” mai pubblicate prima, un alternative mix di “Sulla cima del mondo” e una traccia inedita “Sai Amore”, piano e voce, struggente nella sua semplicità.

Gli LP riproducono fedelmente le grafiche originali, compresa la finestra anteriore apribile con libretto di “Come un vecchio incensiere…”

“Aria”: l’album di debutto del 1972, viene registrato a Londra e si avvale della preziosa collaborazione di Jean Luc Ponty (già all’opera con Frank Zappa), il cui violino impreziosisce i quasi venti minuti del primo brano.
“Come un vecchio incensiere all’alba di un villaggio deserto” viene a sua volta registrato a Londra nel ’73 e vede Tony Esposito alla sezione ritmica e David Jackson dei Van Der Graaf Generator al flauto.

“Alan Sorrenti”, del 1974, contiene “Dicitencello Vuje”, un classico napoletano interpretato e realizzato in chiave psichedelica, che entra in classifica in Italia.

“Sienteme, It’s Time To Land” (1976), concepito in Africa ma registrato a San Francisco, è lo spartiacque che porterà poi alla disco di “Figli Delle Stelle” (1977)

“A quelli appartenenti alla generazione del prog che ascolteranno il contenuto del box auguro di rivivere quel percorso unico per ognuno e ricondurlo ad oggi. Ai giovani contemporanei che lo ascolteranno per la prima volta auguro invece un’apertura a 360° che spesso solo la giovinezza può dare.” Alan Sorrenti