TEATRO DEL SILENZIO : 11 LUGLIO PROVE APERTE

Torna  il 12 Luglio, a distanza di una anno, il concerto del Maestro Bocelli per il Teatro del Silenzio del quale è presidente onorario, che quest’anno si intitola: Donna: mistero senza fine bello! ed è subito sold out. Per gli appassionati resta ancora la possibilità di acquistare i biglietti per le prove generali dell’11 Luglio alle 21.00.

La serata, come sempre unica e irripetibile, assume quest’anno per la sua settima edizione una veste inedita e classica come mai in precedenza. Sul magico palco del Teatro del Silenzio nella cornice naturale offerta dal paesaggio di LAJATICO (Pisa), al fianco di Andrea Bocelli si alterneranno le soprano Monica Yunus, Marina Rebeka, Sabina Cvilak, Elena Popovskaja, Annalisa Stroppa; il baritono Gianfranco Montresor. La prestigiosa bacchetta del Maestro Marcello Rota dirigerà il coro e l’orchestra del Teatro “Carlo Felice” di Genova e il duo di chitarristi Carisma.

Lo spettacolo, suddiviso in due tempi, prevede l’esecuzione delle più celebri arie tratte da: Manon Lescaut, Boheme e Madama Butterfly di Puccini;  Wherter di Jules Massenet, Carmen di Georges Bize, Romeo e Juliette di Charles Gounod; Andera Chenier di Umberto Giordano.

I biglietti per la serata delle prove generali possono essere acquistati al costo di 57,50€ presso la biglietteria del teatro e online su VivaTicket e TicketOne.

L’Associazione Teatro del Silenzio in qualità di organizzatore dell’evento, con la stessa convinzione degli anni passati,  ha collaborato con Four One alla quale è stata delegata la completa organizzazione. Il Comune di Lajatico, La Banca Popolare di Lajatico, la Regione Toscana sono i maggior sostenitori di questo evento: un atteso appuntamento annuale che ha dato negli anni splendidi risultati di partecipazione e gradimento.

Il Teatro del Silenzio offre in questa edizione una fruizione artistica a tutto tondo con l’esposizione inedita dell’opera Germinazione del Maestro Giuseppe Carta, appositamente creata per questo evento; come già aveva fatto nelle  precedenti edizioni quando magnifiche opere di altri grandi artisti fra cui Igor Mitoraj, Arnaldo Pomodoro avevano abitato gli stessi spazi.

TOSCA

Dopo il grande successo della scorsa stagione, il Teatro dell’Opera di Milano si rinnova con la scelta evidente di portare l’Opera Lirica in un teatro popolare come il Teatro Smeraldo dopo tre stagioni di successo al teatro CiakWebank.it . Una scelta che ci porta verso orizzonti ancora più ampi.

Le opere, che quest’anno toccheranno 13 piazze per più di 40 date, vengono organizzate in modo del tutto indipendente: le produzioni non hanno infatti sovvenzioni istituzionali, dalle scenografie ai costumi all’attrezzeria, viene tutto realizzato nel laboratorio del Teatro dell’Opera da Arti di Scena.

Ciò che contraddistingue Teatro dell’Opera di Milano è l’immediatezza comunicativa.

Il nostro pubblico è alla continua ricerca di contaminazioni culturali, di opere dal sapore tradizionale, ma che lascino spazio ad una rilettura che si sviluppa su diversi livelli, dai contenuti alla scenografia. Allo stesso tempo però vogliamo rivolgerci anche a chi ha sempre apprezzato l’opera lirica. La gente è tornata a cercare contenuti nel divertimento e le produzioni di teatro dell’Opera garantiscono una ricerca fedele alla musica, alla drammaturgia che riesce a parlare una lingua nuova coerente al melodramma, una delle forme d’arte più complesse.

I cantanti sono stati scelti tramite audizioni, e sono in maggioranza giovani che compongono un cast internazionale

Ad accompagnare le opere sarà l’Orchestra Accademia UECO, diretta dal Claudio Morbo per Carmen; l’Orchestra Filarmonica di Milano diretta da Daniela Candiotto accompagnerà La Boheme e sotto la direzione di Damiano Cerutti accompagnerà  Tosca.

Il Coro di Teatro dell’Opera di Milano canterà in Carmen e Tosca, mentre la Corale Lirica Ambrosiana accompagnerà La Boheme.

  • Allestimenti in 13 piazze italiane con più di 40 date.

 

  • Cast internazionale.

 

  • Le opere di repertorio sono rilette secondo un archetipo dal quale si sviluppa uno studio sia musicale che contenutistico – drammaturgico.

 

  • Regie innovative che guardano alla ricerca contenutistica e all’innovazione, senza trascurare però l’aspetto tradizionale.

 

  • Le scenografie sono ideate e interamente realizzate nel laboratorio di Arti di Scena.

 

  • Abbiamo voluto fare una scelta completamente diversa, siamo diventati la prima compagnia lirica ecosostenibile, adeguando ogni fase del processo produttivo ad un basso impatto ambientale.

 

 

 

Tosca

Un mondo dove dio è assente

 

di Giacomo Puccini

 

 

La visione di un luogo religioso dove un Dio distratto ha voltato lo sguardo altrove viene rappresentato dallo struggimento emotivo dei personaggi. Il loro dibattersi in preda alle emozioni è evidenziato da uno spazio che, senza pietà, li rende umani e soli di fronte la magnificenza del divino altrove.

La scenografia si serve essenzialmente di tre elementi: da una parte un crocefisso e un altare che, muovendosi sulla scena, rimangono sempre presenti ma custodiscono di volta in volta significati diversi; dall’altra mani e corpi contorti che escono dalla scenografia e ci danno una rappresentazione diretta dell’universo emotivo dei personaggi. Tutto sembra fare da contorno ad un tragico  rapporto tra umano e un divino che si nasconde o non c’è. Opera di straordinario impatto emotivo.

L’ambiente parla una lingua differente grazie alle coloriture e a questi sbalzi di corpi e di mani che entrano all’interno della scena: la grazia, la pietà, la rassegnazione e la violenza sono elementi linguistici all’interno della scenografia stessa, che sbalzano all’interno dell’ambiente.

Il tavolo e il Crocifisso sono presenze costanti: il potere temporale e quello divino si alternano in scena con presenze differenti ma con la medesima metafora, l’oggetto diventa espressione dell’umana condizione: i valori, i sentimenti, le pulsioni appartengono ai per­sonaggi della vicenda che mostrano.

Uscire da una visione del melodramma come messa in scena totale è stato per me un ricondurmi alla note di Puccini e unire ancora di più le sue indicazioni, le melodie dei personaggi alla conduzione del dramma umano di Tosca.

Le Scene

La proposta di riprodurre gli interni di Sant’Andrea della valle e di Palazzo Farnese e per finire le prigioni di Castel Sant’Angelo con elementi frammentati di colori diversi, vuole definire i tre ambienti secondo le indicazioni del regista dove la spiritualità vuo­le e deve entrare in scena. I pannelli costruiti in fibra di vetro e resina con coloriture e fiammature di pigmento sono costruiti seguendo una logica emotiva, che naturalmente cambia negli atti. La struttura manifesta un carattere di stanza con attigui altri mondi e il cambio scena mette in evidenza differenti variabili di colore e posture di mani , di corpi e di volti , in un crescendo emotivo.

La novità della stagione 2011-2012 è l’impegno di Teatro dell’Opera che si presenta come la prima realtà teatrale ecosostenibile.

 

Si impegna infatti a creare un progetto ecosostenibilità e riconsidera tutti i suoi momenti produttivi seguendo i principi di questo valore già intrinseco nella natura stessa della nostra associazione.

 

Teatro dell’Opera crede fermamente nella possibilità di proteggere e di utilizzare consapevolmente le risorse naturali e culturali del nostro pianeta. Questo significa avere uno sguardo sul futuro e sui nuovi modi di vivere la comunità.

 

Ed è proprio per questo che ha creato legami e collaborazioni in modo da divulgare e far conoscere questo nuovo stile di vita attraverso altri marchi ecosostenibili.

 

Utilizzare la cultura per far conoscere le possibilità di un vivere sostenibile. Questi sono i punti evidenziati con le aziende partner per il progetto: In occasione del debutto di Teatro dell’Opera al Teatro Smeraldo di Milano, verranno installate alcune piante davanti al teatro stesso: un simbolo verde che contribuisca a legare il marchio di Teatro dell’Opera ad un impegno concreto e duraturo nell’ambito dell’ecosostenibilità; 

 

Organizzazione in data 24 ottobre 2011 alle ore 20.30 di un concerto gratuito per la cittadinanza in serata

Omaggio per i giornalisti di bustine di semi durante la conferenza stampa. Apposizione di piantine depura aria durante gli spettacoli

 

L’installazione di pannelli solari nei luoghi di produzione di Teatro dell’Opera, capannoni Morimondo.

 

Promozione di veicoli elettrici attraverso la collaborazione con Mad Motors i veicoli utilizzati da Teatro dell’Opera di Milano

 

Ingresso gratuito nel corso degli spettacoli per disabili e padri single (il Teatro dell’Opera di Milano aiuta i genitori separati in difficoltà dando sostegno all’Associazione di Volontariato per la tutela dei diritti dei figli nella famiglia separata).

 

Collaborazione con la Fondazione Renata Quattropani impegnata nella ricerca sulla leucemia linfatica cronica.

Mario Riccardo Migliara

 

Biglietti

 

Poltronissima:                                         € 30,00 + € 3,00 prev.
Poltrona Platea:                                       € 25,00 + € 2,50 prev.

Poltrona Balconata:                                  € 20,00 + € 2,00 prev.
Poltroncina Platea:                                   € 20,00 + € 2,00 prev.

Poltroncina Balconata:                               € 18,00 + € 2,00 prev.
Laterale Platea e Balconata:                       € 15,00 + € 1,50 prev.
Visibilità ridotta:                                       € 12,00 + € 1,50 prev.

Riduzioni speciali per anziani over 65 – studenti under 25 –  bambini under 14

Teatro Smeraldo

P.zza XXV Aprile – 20121  Milano – Tel. 02.29.00.67.67 – Fax 02.29.01.72.70
www.teatrosmeraldo.it

 

Casse/biglietterie teatri:

 

Teatro Smeraldo

Piazza XXV Aprile 10 – Milano – Tel. 02.29.00.67.67

Orario: dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 18.15. Domenica dalle 10.00 alle 16.30

Per info, Prenotazione e Vendita:

 

  • 700 punti vendita  TicketOne in tutta Italia (per conoscere il più vicino puoi chiamare il numero 892.101 o consultare il sito www.ticketone.it nell’area punti vendita)

 

  • telefonicamente tramite:

 

  • Call Center TicketOne 892.101 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 20.00 e il sabato dalle 9.00 alle 17.30)

 

  • Pronto Pagine Gialle 89.24.24 (attivo 24 ore su 24)

 

  • 892.412 il Trovatutto di Telecom Italia (attivo 24 ore su 24)

 

  • Officine Smeraldo per gruppi organizzati:

Teatro Smeraldo – Bastioni di Porta Nuova 12, Milano

Sonia Rabellino: Tel. 02 392.26.412 – Fax. 02 700.57.932

e.mail  gruppi@officinesmeraldo.it

  • TicketOne per aziende e gruppi organizzati:

Servizi Business e Gruppi TicketOne

Viale Vittor Pisani 19, 20124 Milano

Fax: +39 02 70044485 – e.mail gruppi@ticketone.it