“Luca Bonasera”

luca bonasera
luca bonasera

Esce oggi, venerdì 11 dicembre, “Luca Bonasera” album d’esordio dell’omonimo cantautore romano che contiene anche il terzo singolo “L’amore non basta” già disponibile dal 4 dicembre comprensivo del video visibile a questo link: https://youtu.be/uZqR8LPPN9A

Così Luca Bonasera racconta questo terzo brano scritto dallo stesso cantautore: “Capita a volte, che il solo amore non sia sufficiente a tenere insieme due persone, nonostante la complicità. L’amore non basta descrive proprio questo momento, in cui si raggiunge la consapevolezza che nonostante tutto sia stato un bel viaggio”.

Il videoclip, regia di Alfonso Alfieri, è disponibile dal 4 dicembre sul canale Music Ahead.
L’album contiene i singoli già pubblicati “Milka & Sashimi” e “Cattive abitudini”. Questo album parla di storie – racconta il cantautore romano – le mie, perché io scrivo canzoni per non dimenticare l’amore. Scrivo canzoni perché mi piace il suono dei miei pensieri. Scrivo canzoni perché sento il bisogno di condividere affinché le mie emozioni possano essere le emozioni di tutti. Questo album è uno specchio, mi ha messo di fronte a me stesso e riuscire a giudicare se stessi è complesso e pericoloso”.

Link dove è possibile ascoltare o acquistare l’album: https://LucaBonasera.lnk.to/LucaBonasera

L’album, interamente prodotto e arrangiato da Giuliano Boursier, è composto da 10 brani in tutto e il cantautore li presenta così: si inizia con Giorno perfetto: quel giorno in cui la persona che desideri, torna al tuo fianco. Hei buongiorno: svegliarsi con il suo sorriso nella tua casa è sempre un buongiorno. Cattive abitudini e Sono così: anche quando stai per mollare, non smettere di crederci mai. Brilla Venere: a volte ci si allontana lentamente senza accorgersene vittime dell’abitudine e della monotonia. Smeraldi dal fango: una storia fragile, come tante, basta insistere solo un altro po’ per raccogliere smeraldi dal fango. 4 Otto: nasci con un fardello, quello di non essere stato voluto, allora ti fai spazio come puoi, in cerca della tua strada e della tua felicità. Milka & Sashimi: gli opposti si attraggono e si respingono. Ancora di salvataggio: un simbolo per descrivere l’immagine di colui che rimane il salvataggio di una storia importante anche in momenti in cui i dubbi possono minare il loro percorso. L’amore non basta: il solo amore non è sufficiente a tenere insieme due persone, nonostante la complicità.

Incontri Possibili

Grazie De Michele
Grazie De Michele

Il Covid -19 è arrivato all’improvviso, come un terremoto.
Ha fermato ogni attività, ci ha allontanato dai nostri posti di lavoro, ha cambiato le nostre abitudini, il nostro modo di rapportarci agli altri, di formarci, di studiare, di dialogare. A farne le spese sono state soprattutto le fasce della società più deboli, l’ambito relazionale, il mondo culturale e quello della formazione.

Ad oggi i teatri sono ancora chiusi o contingentati, le persone non fanno corsi in presenza nelle aule e le università si preparano ancora per lunghi mesi, a fare lezione solo online.
Una risposta a tutto questo prova a darla INCONTRI POSSIBILI, una serie di appuntamenti completamente gratuiti, organizzati dall’Associazione Teatri Possibili.
Quante volte abbiamo pensato di poter incontrare il nostro scrittore preferito o un artista, un cantante, un regista, un fotografo, un famoso blogger o youtuber che seguiamo.

Ci riusciremo con INCONTRI POSSIBILI, approfondimenti culturali di 1 ora a cadenza mensile, con importanti ospiti del mondo del teatro, del cinema, della poesia, dell’architettura, passando per la filosofia, i libri, la comunicazione, le arti visive, il pensiero, la storia e la letteratura, pensati per avvicinare e incuriosire, far riflettere, essere di ispirazione e come sempre regalarci emozioni. Incontri cui si potrà partecipare sia dal vivo in importanti location milanesi, sia online.

Ogni artista racconterà di come è arrivato al successo e di cosa significhi essere artisti oggi, dialogando col pubblico dal vivo o a casa.
Primo appuntamento online venerdì 16 ottobre alle ore 19, con Grazia Di Michele, grande cantautrice, scrittrice, conduttrice radiofonica, coach di talent televisivi, in dialogo con lo stesso Corrado d’Elia e Gianni de Berardinis, inconfondibile voce di Radio Montecarlo, Radio24, R101, etc.
L’incontro sarà completamente gratuito, visibile sui canali Facebook, Youtube e Instagram di Teatri Possibili.

“Musica migrante”

musicamigrante cover
musicamigrante cover

Prendendo spunto dalle drammatiche testimonianze dei migranti arrivati in Italia all’inizio del terzo millennio, l’autore di questo libro decide di partire alla scoperta delle musiche di un intero continente: l’Africa.

È un viaggio narrativo intrapreso con curiosità, entusiasmo e persino un pizzico di incoscienza che, tuttavia, riesce a mettere in evidenza alcuni aspetti umani, storici, culturali e finanche statistici di un universo musicale estremamente vasto e multiforme.

È il background di una nuova generazione costretta ad abbandonare la propria terra, giovani africani che hanno attraversato prima il deserto e poi il Mediterraneo nel rischioso tentativo di trovare un futuro migliore, portandosi dietro un bagaglio di suoni e memorie che viaggiano sempre di più sulla Rete.

Musica migrante è un libro sui generis che racconta e analizza con semplicità e leggerezza la “musica africana”, fra tradizione e nuove contaminazioni, alla luce di una società e di un mercato discografico sempre più globalizzati e digitali.

Le prefazioni:
«È veramente importante oggi raccontare la storia della nostra musica mentre si segue la migrazione dei popoli africani» Angélique Kidjo

«D’Ambrosio prova a occuparsi delle musiche di un bacino vasto come quello dell’Africa settentrionale e dell’Africa subsahariana. Parte, come giusto, dalle fondamenta per arrivare anche ai nuovi generi di musica popolare urbana. Si concede anche lo sfizio di approfondire alcuni temi apparentemente marginali come gli archivi digitali africani e i musicisti di seconda generazione in Italia» Valerio Corzani

L’autore:
Luca D’Ambrosio (Sora, 1970) è un blogger con la passione per la musica. Ideatore e responsabile di Musicletter.it e della Targa Mei Musicletter (Premio nazionale per il giornalismo musicale sul web), ha scritto per webzine (Sentireascoltare, Extra! Music Magazine) e riviste («Il Mucchio Selvaggio», «Gazzetta Italia», «La Rivista»).
È stato consulente musicale di due programmi radiofonici della Rappresentanza in Italia della Commissione europea. È membro della giuria delle Targhe Tenco. Nel 2018 ha pubblicato per Arcana La musica, per me.

Zoe Cristofoli: “Ho lasciato Fabrizio Corona”

zoe cristofoli
zoe cristofoli

Oggi, martedì 18 settembre, Zoe Cristofoli la blogger nuova fiamma di Fabrizio Corona è intervenuta telefonicamente a “Mattino Cinque” confermando la notizia lanciata nel corso dello spazio condotto da Federica Panicucci sulla fine della loro relazione. Alla base della rottura non ci sarebbe solo il messaggio di un’altra donna trovato sul telefono dell’ex re dei paparazzi come ha dichiarato la stessa influencer:

«È vero, ho lasciato Fabrizio. Ho trovato un messaggino di un’altra donna ma non è solo questo il motivo della mia decisione. Ci sono tante cose che non mi andavano bene, di cui non ero contenta e soddisfatta. Ho fatto i bagagli e me ne sono andata. Io sono così, quando voglio fare una cosa e prendo una decisione non torno più indietro. Sul messaggio non ho voluto indagare…Non ho visto di chi fosse, mi è bastato leggere poche righe per capire la mancanza di rispetto nei miei confronti.

Alla domanda di Federica Panicucci se lei fosse innamorata di Corona la ragazza ha risposto:
“Innamorarsi è una parola grande, per innamorarsi bisogna coltivare il sentimento ma lui non ha la capacità di fare questo… purtroppo. Dopo l’accaduto ha parlato con tutti tranne che con me, non mi ha più cercata. Probabilmente non ha le palle. Una seconda possibilità non gliela darei, non esiste la seconda possibilità per me”.

“Il rock non esiste più”

Cover Killnea
Cover Killnea

Da ieri 18 Giugno, è online il videoclip realizzato da Alessio Caglioni per IVICA, del brano “Il rock non esiste più”, primo singolo di Kill Nea, nuovo progetto del cantautore bolognese Nearco, prodotto artisticamente dal M° Umberto lervolino per AISHA

 ‘Il rock non esiste più’ racconta il suggestivo parallelismo tra i sogni e le illusioni adolescenziali di una ragazza, e il mondo musicale e culturale in cui è cresciuta – come spiega il cantautore bolognese -. Poi tutto è cambiato: l’incedere della “rivoluzione” tecnologica, del web e dei social ha modificato rapporti personali, modi di vivere e perfino i modi di sognare e di fare musica, creando nuove figure (youtuber, influencer, blogger, trapper, rapper, deejay ecc.), che ormai dettano mode e tendenze e stanno rubando la scena ai cantanti e alle band, fino a qualche tempo fa unici e incontrastati idoli delle folle. C’è chi dice che il rock è morto e chi invece sostiene che il rock non morirà mai. Di sicuro “quel” modo di vivere, di suonare e di fare rock del periodo ‘pre-social’, ormai non esiste più”.

Mi piace sottolineare – prosegue Kill Nea – lo ‘zampino’ in questo progetto anche di GO!ENTERTAINMENT!! che insieme a tutta la squadra firmano e accompagnano quello che potrebbe essere, mi auguro, il brano per l’estate 2018…e il video, girato a Lido delle Nazioni a Ferrara, sicuramente, ci dà una bella anteprima di estate”.

“Il rock non esiste più”, (distribuito da Artist First, rappresenta un nuovo viaggio artistico, musicale e personale che porta ad un taglio con le precedenti esperienze e a tutto il mondo dell’artista conosciuto prima come Nearco, affrontando un nuovo percorso e una nuova stagione, mantenendo però l’elemento che lo ha sempre contraddistinto: l’anima rock, cantautorale e provocatoria.