Sergio Bonelli Editore: “La mano nera”

cover
cover

Arriva in libreria e in fumetteria dal 26 novembre LA MANO NERA, il racconto a fumetti di una biografia esemplare, quella del poliziotto italo-americano Joe Petrosino, sullo sfondo di una New York selvaggia e spietata.

Scritta e disegnata da Onofrio Catacchio, con copertina di Aldo Di Gennaro, LA MANO NERA ci porta all’alba del Ventesimo secolo, quando New York è una città in fermento. Un brulicante formicaio di ambizioni, speranze, miserie che giungono dal Vecchio Mondo, a bordo delle navi che solcano l’Atlantico.

Il sovraffollato quartiere di Little Italy, in particolare, è la culla di una spietata confraternita criminale che la polizia della Grande Mela è costretta a fronteggiare. Joe Petrosino è l’uomo giusto al posto giusto: insieme alla sua squadra – l’“Italian Branch” – sa come muoversi nei vicoli della metropoli per rispondere colpo su colpo alle trame omicide della… Mano Nera.

Frankie hi-nrg mc: “Estate 2020”

Frankie hi-nrg mc_FOTO @Damiano Andreotti
Frankie hi-nrg mc_FOTO @Damiano Andreotti

E’ online il lyric video di “Estate 2020”, il nuovo brano di Frankie hi-nrg mc su etichetta Materie Prime Circolari, distribuito da Believe.
Il singolo, pubblicato mercoledì 08 luglio, anticipa l’uscita del prossimo progetto discografico dell’artista, precursore della musica hip hop italiana, che torna sulle scene a distanza di 6 anni dall’ultima pubblicazione.

Uno sfondo nero e minimal fa da netto contrasto ai colori accesi e cangianti delle parole che scorrono veloci sullo schermo, scandendo il ritmo energico della canzone ed enfatizzando il testo del brano, in puro stile Frankie hi-nrg mc, caratterizzato da una lirica tagliente e intrisa di significati che si mostrano su più livelli, prestandosi a infinite interpretazioni.

“Tra pericoli contingenti e disposizioni confuse e contraddittorie, l’unico posto in cui poter trascorrere tranquillamente questa estate 2020 sembra essere la nostra testa, anche se sono certo che riusciremo ad essere disturbati anche lì dentro.” – dichiara l’artista – “Durante il lock-down ho avuto modo di raccogliere idee, emozioni e argomenti per un nuovo disco, di cui ‘Estate 2020’ è solo il primo assaggio”.

“Estate 2020” è il racconto di un’estate italiana “surreale” tra luoghi comuni, che da un lato rincuorano e dall’altro stancano; la ricerca di un rifugio sicuro inseguendo la libertà e la serenità che forse possiamo trovare solo nella nostra mente.

Il brano, prodotto da Fresco ed Ackeejuice Rockers, arriva dopo la pubblicazione della sua biografia “Faccio la mia cosa”, il suo primo libro uscito il 30 aprile 2019.

Bobby Solo, “Cronache di Una Lacrima sul Viso”

bobby-solo-e-dario-salvatori
bobby-solo-e-dario-salvatori

Bobby Solo

“Cronache di Una Lacrima sul Viso”

a cura di Dario Salvatori

Questo libro è dedicato a tutti i suoi fan

Disponibile in tutte le librerie e sul sito di Azzurra Music (al seguente link https://bit.ly/37sKTHS) “Cronache di Una lacrima sul viso” la biografia di Bobby Solo. Il libro è stato curato dal critico musicale, giornalista e scrittore Dario Salvatori.

Bobby Solo è probabilmente l’artista italiano con il maggior numero di “rovesci”. La sua popolarità è sempre stata modulare, legata al repertorio e in generale alle scelte artistiche, mai ad argomenti periferici alla musica. In sei decadi non sono mancati i momenti di silenzio o di riflessione ma ogni suo ritorno è sempre stato accolto con entusiasmo dal grande pubblico. L’amore per gli Stati Uniti e la cultura americana, il rock and roll, il country, le ballad hanno caratterizzato il suo repertorio, al centro del quale ha sempre primeggiato una sola grande influenza: Elvis Presley. In questo libro racconta come è nato tutto questo nella mente e nelle gambe di un ragazzo nato ai Parioli, poi vissuto a Milano, poi in varie città italiane e soprattutto in centinaia di viaggi e tour in tutto il mondo. I racconti personali affiancano la vicenda artistica e sono sempre di prima mano, concreti, talora inediti, non reticenti, al punto da costituire una sorta di educazione sentimentale. Ancora oggi, in piena maturità, dopo milioni di dischi venduti, c’è sempre il gusto dell’emancipazione, dello stupore, con un entusiasmo di salire sul palco mai sopito. Ma tutto questo non sarebbe potuto succedere se Bobby non avesse messo al centro della sua vita una famiglia reale, una moglie fantastica e un figlio adorabile.

Dario Salvatori

Massimo esperto di bobbologia, ha sempre cercato il pelo nell’uovo all’interno di un repertorio vastissimo. Conoscitore, capo per capo, del suo intero guardaroba americano di tutte le epoche, convivendo con un’invidia inarrestabile, spudorata, inaccettabile. Per copiare lo stile di vita del suo cantante preferito ha indossato inutilmente stivali country, casacche Nashville, polo di ogni forma e dimensione, raggiungendo finalmente la soddisfazione di essere il primo a divulgare storie bobbesche che sicuramente incuriosiranno tanti appassionati.

http://www.bobbysolo.com/

https://www.facebook.com/official.bobbysolo/

https://www.instagram.com/bobbysolofficial/

 

“Emozioni Private” – biografia di Lucio Battisti

COVER emozioni private per Honda
COVER emozioni private per Honda

“Emozioni private. Lucio Battisti, una biografia psicologica”: è questo il titolo della nuova biografia su Lucio Battistiin uscita giovedì 28 marzo, scritta dalla giornalista e critico musicale Amalia Mancini ed edita da Arcana. A 20 anni dalla morte del celebre autore, avvenuta il 9 settembre 1998, questo nuovo volumesi discosta dalle precedenti biografieindagando nei meandri più nascosti della vita e della psicologia del “primo” Battisti, rivelando l’intima essenzadi un uomomolto diverso dal personaggio pubblico che tutti conoscono, ma così bene trasmessa dalla sua musica.

Reatina come Battisti, Amalia Mancini ha affrontato una lunga fase di ricerca nei luoghi e nel passato dell’artista, culminata conun’intervista esclusiva a Giulio Rapetti, in arte Mogol:l’autore dei testiche hanno contribuito a rendere immortalii brani di Battisti. Il loro è stato il sodalizio più celebre e controverso della canzone italiana:legati da una profonda amicizia, all’inizio degli anni ’80 i due artistihanno deciso bruscamente di interrompere il loro rapporto, proseguendo su strade diverse.

Nella lunga conversazione con Amalia Mancini, Mogol svela molti segreti dell’amicizia e della fertile collaborazione con Lucio, un artista tanto discreto nella vita pubblica quanto espressivo e sincero in quella musicale.
Nel libro, i temi ricorrenti nelle canzoni di Battisti: l’amore, la malinconia, la libertà, la natura, l’ecologia, la paura, l’alienazione, la solitudine, il timore di una catastrofe naturale e umana.
“Ascoltare significa qualcosa” diceva Lucio, e riascoltare la sua musica, con il punto di vista di questa nuova biografia, può essere un’operazione stimolante e coinvolgente.

Sabato 30 marzo a Roma un evento speciale per festeggiare l’uscita del libro in collaborazione con Honda Moto Roma: dalle 12, presso la filiale Honda di via Tiburtina 1166/1168, il libro autografato dall’autrice andrà in omaggio a tutti coloro che effettueranno un Test Ride dei nuovi modelli Honda in presentazione. Dalle 12, la musica di Lucio Battisti sarà reinterpretata dalla cantante Jen V Blossom.

“Cazzi miei” biografia di Gianna Nannini

Libro di gianna nannini- copertina
Libro di gianna nannini- copertina

“La cosa brutta del buio è che è gelido. Perché mi viene un freddo mai sentito. Mi abbraccio con la felpa, scendo e suono alla prima porta che trovo. È primavera, pare, c’è un ciliegio che sembra bianco… è un ciliegio? Non so cosa sia un ciliegio ma sicuramente fa le ciliegie quando i fiori se ne vanno. Forse anch’io sono un ciliegio. Mi arrampico dentro di me per salire su, per vedere il cielo più vicino.”

Gianna Nannini si racconta come non ha mai fatto prima, condividendo risvolti inediti della sua vita privata ed episodi drammatici della sua carriera, come quello da cui ha inizio questo libro.

Era il 1983, l’anno in cui scrisse Fotoromanza, quando si ritrovò all’improvviso in un baratro, alla ricerca disperata di sé e dei frammenti della sua personalità, dispersi sulla strada del successo discografico: un «viaggio all’inferno», come lei stessa lo definisce, di cui ancora oggi non riesce a darsi una spiegazione.

“Forse non sono nata, sono solo morta e non lo so.”

Questo libro è la storia di come Gianna Nannini ha saputo, da lì, ritrovare la grinta per ricominciare a vivere e lottare e per mantenere la sua indipendenza artistica, difendendola dalle pretese dell’industria discografica.

È il racconto delle sue tante vite – fra canzoni, trasgressioni e viaggi dentro e fuori di sé –, ripercorse con una prosa graffiante proprio come la sua voce.

Gianna Nannini è una delle cantanti italiane più famose in Italia e all’estero. Nel 1976 firma il suo primo contratto discografico e da allora non si è più fermata. Con oltre venti dischi e dieci milioni di copie vendute in tutta Europa, è l’emblema del rock italiano.

 Cazzi miei, Mondadori, pagine 216, 18 euro