Trenord: modifiche alla circolazione linee regionali

trenord
trenord

Prosegue anche nei prossimi giorni il piano messo a punto da RFI e Trenord per fluidificare la circolazione ferroviaria in ingresso e in uscita da Milano Centrale e nel lodigiano, a causa dell’indisponibilità dei binari dell’Alta Velocità tra Milano e Piacenza.

Per quanto riguarda il servizio regionale di Trenord potrà subire modifiche la circolazione delle linee Milano-Brescia-Verona, Milano-Lodi-Piacenza, Milano-Lodi-Cremona-Mantova e la S1 Milano Bovisa-Lodi.

Pioltello/ Trenord: prosegue piano straordinario per circolazione e assistenza

trenord
trenord

A causa dell’indisponibilità di parte dei binari tra Treviglio e Milano in seguito all’incidente avvenuto lo scorso 25 gennaio, anche giovedì 1 e venerdì 2 febbraio l’offerta ferroviaria sulle direttrici interessate sarà riorganizzata con variazioni di percorso, fermate straordinarie, bus aggiuntivi. La circolazione ferroviaria sulle linee afferenti Pioltello potrà subire rallentamenti fino a 30 minuti.

Proseguirà la mobilitazione straordinaria di Trenord con personale nelle stazioni per l’assistenza ai passeggeri, bus a supporto della circolazione ferroviaria, possibilità di viaggiare su metropolitana e mezzi di superficie ATM con titoli di viaggio Trenord.

Tutti gli aggiornamenti sono disponibili sul sito di Trenord, sull’App di Trenord o chiamando il Contact Center al numero 02-72.49.49.49, con orario ampliato e attivo tutti i giorni da lunedì a domenica dalle 5.00 del mattino all’1.00 di notte, che fornisce informazioni sulle principali variazioni del servizio ferroviario già in apertura di telefonata.

Di seguito i dettagli sul piano straordinario per la circolazione e l’assistenza ai viaggiatori.

Circolazione ferroviaria
Bergamo
o I treni della linea Milano Centrale-Bergamo via Treviglio circoleranno regolarmente ed effettueranno la fermata straordinaria di Treviglio Ovest. Non sarà effettuata la corsa 2606 (Bergamo 07:35 – Milano Centrale 08:30)
o Non saranno effettuate le corse Milano Porta Garibaldi-Bergamo via Treviglio.
Cremona
o I treni della linea Milano Porta Garibaldi-Treviglio-Cremona circoleranno regolarmente.
Brescia
o I treni della linea Milano Centrale-Brescia-Verona circoleranno regolarmente a eccezione delle seguenti corse: 2092 (Verona PN 6.55-Brescia 7.40-Milano C.le 8.45), 2094 (Brescia 7.55-Milano C.le 8.55), 2073 (Milano C.le 15.25-Verona PN 17.15), 2091 (Milano C.le 17.50-Brescia 18.58), 2093 (Milano C.le 18.53-Brescia 19.57). Il treno 2074 (Verona PN 15.45-Brescia 16.26-Milano C.le 17.35) terminerà il viaggio a Brescia.
o I treni della linea Milano Greco Pirelli-Brescia effettueranno fermate straordinarie a Cassano d’Adda, Trecella, Pozzuolo Martesana, Melzo, Vignate, Segrate, a eccezione delle fasce orarie 10-12 e 14-16. Non verranno effettuate le seguenti corse: 10906 (Brescia 06:40-Milano G. Pirelli 07:58), 10915 (Sesto S. Giovanni 16:46-Brescia 18:12), 10921 (Milano G. Pirelli 18:15-Brescia 19:26), 10926 (Brescia 18:44-Milano G. Pirelli 20:08). Il treno 10900 (Brescia 04:39-Sesto S. Giovanni 06:14) terminerà il viaggio a Treviglio; la corsa 10903 (Sesto S. Giovanni 06:46-Brescia 08:12) partirà da Treviglio alle 7.25 anziché da Sesto S. Giovanni.
Linea S5 Varese-Milano-Treviglio
o Un treno ogni ora in ogni direzione collegherà Varese e Treviglio (partenza da Varese al minuto .43 e arrivo a Treviglio al minuto .50; partenza da Treviglio al minuto .10). Le altre corse effettueranno solo il collegamento Varese-Milano Porta Garibaldi superficie, con fermata straordinaria a Milano Villapizzone e soppressione della fermata di Milano Lancetti.
Linea S6 Novara-Milano-Treviglio
o I treni circoleranno solo fra Novara e Milano Porta Garibaldi superficie, con fermata straordinaria a Milano Villapizzone e soppressione della fermata di Milano Lancetti.
Informazioni e assistenza ai clienti
Personale Trenord e “Berretti verdi” sono a disposizione dei passeggeri per informazioni e assistenza nelle stazioni ferroviarie di Milano Centrale, Milano Lambrate, Milano Porta Garibaldi, Treviglio, Bergamo, Brescia, Cremona e presso il capolinea dei bus sostitutivi.

Bus aggiuntivi a supporto della circolazione ferroviaria
A seguito della riorganizzazione ferroviaria, Trenord ha organizzato un servizio di bus aggiuntivi che circoleranno con una frequenza di circa 20 minuti:
• Servizio sostitutivo Trenord dalle 5 alle 21: tratta Treviglio–Cassina De’ Pecchi MM2, con fermate intermedie a Cassano D’Adda, Trecella, Pozzuolo Martesana, Melzo, Vignate. Da venerdì 2 febbraio è prevista una variazione di percorso: i bus collegheranno Treviglio con Villa Fiorita MM2; resteranno invariate le fermate intermedie.
• Servizio straordinario, organizzato con ATM, dalle 5 alle 21: tratta Vignate-Milano Lambrate MM2, con fermate intermedie a Pioltello Limito e Segrate.
• Autostradale Bergamo-Milano: potenziata

Orari e informazioni in tempo reale sul percorso dei bus aggiuntivi sono disponibili sull’App di Moovit.

Trenord, Piano straordinario di investimenti

Trenord

Un piano di investimenti straordinario di 170 milioni di euro finanziato da Regione Lombardia e Gruppo FNM per l’acquisto di 18 nuovi treni destinati al servizio ferroviario lombardo nel 2017.

L’annuncio è stato dato  al termine di un sorprendente flash mob che ha incantato i viaggiatori presenti nella stazione di Milano Porta Garibaldi. “Vecchi treni addio. Sui binari c’è il futuro”, questo il titolo dell’evento che ha dato simbolicamente l’addio alle ultime carrozze “Piano Ribassato Serie 38000”, le più vecchie della flotta di Trenord, da oggi definitivamente dismesse.

Al breve e coinvolgente spettacolo hanno assistito il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, il presidente del Gruppo FNM Andrea Gibelli e l’amministratore delegato di Trenord Cinzia Farisè.

Il nuovo piano si aggiunge all’investimento di oltre 520 milioni di euro da parte di Regione Lombardia, Trenitalia, Gruppo FNM e Trenord, dando continuità al percorso di rinnovamento della flotta che dal 2014 ha portato in servizio 43 convogli di ultima generazione, per un totale di 214 carrozze. La commessa si completerà entro il primo semestre del 2016 con altri 14 nuovi treni.

Complessivamente sfiorano i 700 milioni di euro gli investimenti stanziati in un quadriennio per il rinnovo del materiale rotabile di Trenord, a beneficio della mobilità degli oltre 700mila clienti che ogni giorno utilizzano i 2.300 treni sulle 39 direttrici del servizio ferroviario regionale.

Il flash mob in Garibaldi è stato anche l’occasione per presentare il nuovo treno Coradia a 6 carrozze anzichè a 5: una nuova configurazione per offrire più posti ai pendolari lombardi, specialmente quelli delle linee regionali più frequentate.

CADORNA, LAVORI SU SCAMBI E BINARI NEI TEMPI

Con la posa del deviatoio più importante, avvenuta la scorsa notte, entrano nel vivo i lavori di ristrutturazione dei binari della stazione di Milano Cadorna.

Spettatori d’eccezione, l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo, il presidente Gruppo Ferrovienord Milano Norberto Achille, il presidente e l’amministratore delegato di Ferrovienord Carlo Malugani e Marco Barra Caracciolo.

“Stiamo sostituendo tutti i binari e i deviatoi di accesso a Cadorna – ha spiegato Cattaneo – una stazione che gestisce oltre 540 treni al giorno. Questi interventi non potevano essere rimandati, perché l’infrastruttura va resa più funzionale e sicura in vista della prossima stagione invernale. In questo modo aumenteremo la qualità della rete ferroviaria, migliorando le performance del servizio. La particolarità di questo intervento è che avviene in uno dei nodi più delicati e più importanti del servizio ferroviario regionale e nel punto più trafficato per quantità di treni rispetto al dimensione del numero dei binari. Per questo è fondamentale che la qualità dell’armamento e della rete sia la migliore possibile. Qualche disagio al servizio è giustificabile con la complessità e la strategicità dei lavori che stiamo portando avanti”.

L’INTERVENTO – Dopo quasi 30 anni di intenso utilizzo, tenuto anche conto che il traffico ferroviario è più che raddoppiato e che sono aumentate di un terzo la velocità e il carico dei treni, i grandi lavori di rinnovo in corso erano necessari e improrogabili. Sotto i binari saranno stesi due tappeti di gomma (uno sotto la massicciata e l’altro tra la traversa e il binario), che dovranno ridurre sensibilmente le vibrazioni al passaggio dei treni. Il che significa più confort per i passeggeri e meno rumore.

I NUMERI – Saranno installate 150 nuove rotaie della lunghezza di 36 metri l’una, per un totale di 5.4 km. Ciascuna rotaia pesa

2,1 tonnellate. Saranno posati 6.800 nuove traversine e traversoni in cemento armato dal peso di 245 Kg ciascuna in sostituzione di altrettante in legno. Il pietrisco della massicciata sarà sostituito con 15.600 metri cubi di nuovo pietrisco di prima categoria.

IL CRONOPROGRAMMA – I lavori proseguiranno dunque fino a dicembre nelle sole ore notturne, senza interferire con l’esercizio ferroviario.

L’importo, di oltre 40 milioni di euro, è finanziato dal contratto di servizio tra Regione Lombardia e Ferrovienord. (Ln)