Intervista alla cantante Azzurra

azzurra
azzurra

Dal 20 novembre è disponibile in rotazione radiofonica “SEGRETERIA”, nuovo brano di Azzurra Sorgentone, in arte AZZURRA, disponibile su tutte le piattaforme dal 3 novembre.

Leggi la presentazione del singolo “Segreteria”

– La domenica: giorno per riposare o giorno per creare?  Perché alcuni la amano e altri la odiano?

“Non ci sono regole o abitudini fisse per me. Ci sono domeniche in cui ho voglia di staccare tutto e riposarmi, altre in cui ho voglia di creare. Secondo me la domenica si può paragonare al ferragosto o al primo gennaio: il sapore di festa si mescola all’amarezza della fine del relax. Ecco forse perché alle volte si odia!”

– Tanti premi e riconoscimenti ricevuti. Prossimo desiderio?

“Ho tanti desideri ancora da realizzare, ma quello più realistico è riuscire a portare le mie canzoni in giro per l’Italia. È un grande desiderio ma mi basterebbe partire a piccoli passi facendo crescere un piccolo pubblico pronto ad ascoltarmi sotto il palco”

– Qualche anticipazione sul disco in uscita nella prossima primavera?

“Mi piace sperimentare, cambiare veste e andare oltre la mia zona di confort. Per questo vorrei che fosse pieno di tracce diverse che rappresentino le tante versioni di me”

Intervista a cura di Davide Falco

Bollate: Segnalazioni sulla Viabilità? Arriva il numero WhatsApp della Polizia locale

Polizia locale Bollate
Polizia locale Bollate

Novità in arrivo per il Comando della Polizia locale di Bollate, ma soprattutto per i cittadini: un numero WhatsApp e una mail dedicata solo per le segnalazioni e i reclami che i bollatesi vogliono indirizzare alla Polizia locale.

Finora la Polizia locale si poteva contattare solo attraverso il numero della centrale operativa (02 – 35005500). Da oggi invece, accanto al numero della centrale che rimane sempre attivo per richiedere interventi urgenti di pronto intervento o per parlare con gli uffici, è stato creato il numero WhatsApp 334.1047762 e la casella email segnalazioni.pl@comune.bollate.mi.it.

Qui i cittadini potranno scrivere per segnalazioni e suggerimenti riguardanti problemi relativi a lavori stradali o criticità viabilistiche. A rispondere sarà l’ufficio viabilità della Polizia locale.

Ecco un elenco tipo delle segnalazioni che si potranno inviare:

  • Arredo stradale danneggiato o mancante
  • Segnaletica stradale danneggiata o mancante
  • Auto abitualmente in divieto di sosta
  • Veicoli abbandonati in sede stradale
  • Suggerimenti di modifica viabilità
  • Elementi in sede stradale danneggiati (ex lampioni spenti)
  • Tutto ciò che riguarda la sede stradale e la viabilità di Bollate

ATTENZIONE: Rimane attiva e funzionante l’APP MUNICIPIUM da scaricare su smartphone, che si integrerà con il numero WhatsApp e la mail per gestire al meglio tutte le segnalazioni e smistarle ai vari settori per essere risolte.

L’importante è indirizzare al nuovo numero WhatsApp SOLO segnalazioni di competenza dell’ufficio viabilità della Polizia locale, scritte e non vocali.

Si ricorda che il numero è esclusivamente di messaggistica (no telefonate) e che per le urgenze rimane attivo il Pronto intervento al numero fisso 02.35005500.

Pedagogia o pedagogie?

Questa domanda non nasce da un errore, bensì da una riflessione che ha portato, all’inizio del ‘900, ad un ampliamento del panorama pedagogico europeo e soprattutto italiano di cui l’Attivismo pedagogico rappresenta il culmine.

L’attivismo è una corrente pedagogica che si sviluppa tra la fine dell’Ottocento e gli anni Trenta del Novecento; connessa alla psicologia, si concretizza nell’esperienza delle scuole nuove (diffuse particolarmente negli Stati Uniti e nell’Europa occidentale). 

I principi fondamentali sui quali basa e struttura il proprio intervento li posso sintetizzare così come segue, al fine di rendere chiaro al lettore l’origine di tali cambiamenti:

– il bambino e le sue inclinazioni sono posti al centro dell’attività educativa;

– il fanciullo è riconosciuto come un soggetto attivo;

– l’attività manuale è la pratica educativa fondamentale;

– l’educazione deve essere globale e consentire uno sviluppo armonico di tutte le facoltà del bambino;

– gli interessi individuali e le motivazioni di ciascuno sono alla base della costruzione del progetto educativo;

– l’apprendimento deve muovere dalla realtà che circonda il bambino e incentivare la socializzazione;

– l’antiautoritarismo.

Quindi le prime scuole nuove, create sulla base dei principi sopra citati,  furono create da Cecil Reddie in Inghilterra a partire dal 1889. Si diffusero poi ampiamente in tutta Europa.   

I principali riferimenti teorici sono Ovide Decroly, Edouard Claparède, Adolphe Ferrière e Maria Montessori. In Europa, Roger Cousinet e Célestin Freinet rappresentano l’esito più maturo di questa corrente pedagogica.   

In Italia, tra le pratiche di educazione attiva più note vi sono quelle rappresentate dalla Casa dei bambini di Maria Montessori e l’asilo di Mompiano creato dalle sorelle Agazzi

Nei prossimi articoli affronteremo il pensiero di Maria Montessori, grande donna, grande medico e grande educatrice.

Alla prossima!

Ped. Laura Bonomo

Mail: laurabonomo.pedagogista@gmail.com

Senzanima. Redenzione

Senzanima. Redenzione
Senzanima. Redenzione

Arriva in libreria e fumetteria dal 3 settembre il quinto volume della serie che racconta le avventure del giovane Ian Aranill

Con SENZANIMA. REDENZIONE tornano sugli scaffali le avventure a colori del giovane Ian Aranill e della spietata compagnia di mercenari dei Senzanima ideata da Enoch e Vietti.

Dopo il successo dei primi quattro volumi, anche questo nuovo capitolo arriva in libreria con un grande formato cartonato, per narrare una nuova avventura del giovane Dragonero. Tra le mura in rovina di un vecchio monastero immerso fra le nevi eterne delle montagne a nord di Merovia, il mercenario Ian Aranill, una monaca guerriera e un brutale assassino si ritrovano infatti a combattere per qualcosa di più importante della vita… la propria redenzione!

Sarà una lotta senza esclusione di colpi per la salvezza di un gruppo di innocenti raccontata in modo magistrale da Stefano Vietti e Francesco Rizzato, con i colori di Paolo Francescutto. La copertina è di Mario Alberti.

In esclusiva negli store della catena Games Academy, sul sito SBE e al Bonelli Point di Milano, SENZANIMA sarà disponibile in un’edizione speciale con copertina variant.

SENZANIMA. REDENZIONE

 Soggetto: Stefano Vietti

Sceneggiatura: Stefano Vietti

Disegni: Francesco Rizzato

Copertina: Mario Alberti

Colori: Paolo Francescutto

Formato: 22 x 29,7 cm, colore

Pagine: 80

ISBN code: 978-88-6961-524-5

Prezzo: 17 euro

Online e sui social:

https://www.facebook.com/DragoneroSergioBonelliEditore/

https://shop.sergiobonelli.it/dragonero/2020/08/06/libro/senzanima-redenzione-1008567/

Sequestrati oltre 30mila euro di profumi contraffatti

Sequestro profumi
Sequestro profumi

Sono più di 950mila gli articoli recuperati dal Nucleo Antiabusivismo dall’inizio dell’anno

Centinaia di profumi con i marchi dei più noti brand della moda, per un valore totale di oltre 30mila euro, sono stati sequestrati dal Nucleo Antiabusivismo della Polizia locale di Milano il 13 agosto scorso, a seguito di diverse operazioni condotte nei mercati della città.

Grazie all’attività svolta, gli agenti sono arrivati alla perquisizione di un immobile nella zona di Bruzzano dove, oltre ai profumi contraffatti posizionati su ripiani di mobili adibiti a banchi di esposizione per i clienti che potevano accedere come in una qualsiasi attività commerciale, sono stati ritrovati anche capi d’abbigliamento e occhiali da sole tutti contraffatti, per un valore di mercato di 10mila euro. L’uomo che gestiva lo spazio, di nazionalità egiziana con regolare permesso di soggiorno, è stato denunciato.

Dall’inizio dell’anno sono oltre 950mila gli articoli sequestrati, amministrativamente o penalmente, dal Nucleo Antiabusivismo: tra questi, oltre agli 830mila sacchetti di plastica non a norma tolti dal mercato in due operazioni a febbraio e a luglio, ci sono adattatori (46mila pezzi), articoli di bigiotteria (31mila pezzi), accessori per cellulari (19mila pezzi), capi e accessori di abbigliamento (13mila pezzi).
Gli agenti del Nucleo sono inoltre stati impegnati durante il lockdown in una costante attività di vigilanza del territorio, finalizzata a garantire il rispetto delle ordinanze, da cui sono scaturite 76 denunce, 16 accompagnamenti per identificazione, 2 arresti, oltre all’emissione di 640 verbali di contestazione, alla verifica di 376 reclami, 15 ispezioni commerciali, 8 perquisizioni di locali.