Livigno: torna La Sgambeda

Sgambeda
Sgambeda

Dal 30 novembre al 2 dicembre raddoppia il tradizionale appuntamento sugli sci stretti nel Piccolo Tibet. In concomitanza con le prime gare classiche del calendario Visma Ski Calssics riservate agli élite, quest’anno gli amatori potranno sfidarsi in tecnica libera in una giornata a loro interamente dedicata.

La 29° edizione Sgambeda è l’attesissimo appuntamento che ogni anno richiama nello Stadio del Fondo centinaia di fondisti attirati dalle prime nevicate e da un calendario di eventi che soddisfa tanto i professionisti quanto gli amatori.

Lo spettacolo avrà inizio venerdì 30 novembre con il prologo a squadre, la competizione su 15 km che inaugurerà ufficialmente il calendario 2018-2019 di Visma Ski Classics, il circuito che comprende le più importanti gare classiche al mondo.

Domenica 2 dicembre si svolgerà invece il prologo individuale su una distanza di 30km: saranno circa 150 gli atleti professionisti che si daranno battaglia nel fine settimana per conquistare il primo titolo della stagione.

Sabato 1 dicembre La Sgambeda entrerà nel vivo e sarà la volta degli amatori e degli atleti non professionisti, ai quali per il primo anno verrà dedicata una intera giornata di gare in tecnica libera.

Al via la stagione dello sci in Valmalenco

Alpe Palù Valmalenco 20 novembre 2018 (foto R D'Amico)
Alpe Palù Valmalenco 20 novembre 2018 (foto R D’Amico)

Cime e piste finalmente imbiancate: parte sabato 1° dicembre la stagione dello sci in Valmalenco. Grande, come sempre, l’attesa degli sciatori per lanciarsi in discesa nei sessanta km di piste sull’Alpe Palù e salire sulla “Snow Eagle”, la più grande funivia del mondo che porta, in un sol balzo, a quota 2080 metri, su un terrazzo da cui si dominano le Alpi.

Approfittando magari del pacchetto promozionale dal 9 al 23 dicembre (B&B più ski pass).
Alcuni eventi in arrivo tra Sondrio e Valmalenco.
A Chiuro domenica 25 novembre e domenica 2 dicembre dalla mattina al tardo pomeriggio torna l’antica e rinomata fiera, già citata nel 1688 nella “Magnifica Comunità di Chiuro”.

Sempre domenica a Postalesio lo “SLAlom alle Piramidi”, quarta edizione nata dall’idea di coniugare sport, solidarietà e promozione del territorio. Pensata nelle versioni camminata di 4 km e corsa di 8 km permette a tutti di partecipare. Entrambi i percorsi si sviluppano tra Postalesio e Castione Andevenno, principalmente su sentieri recuperati, che attraversano antichi nuclei ormai disabitati e quasi dimenticati, ma che conservano i segni di una vita passata non molto lontana.

Il percorso lungo costeggia la Riserva naturale delle Piramidi di Postalesio, fenomeno erosivo raro. L’incasso sarà devoluto ad AISLA. Info: slalomallepiramidi@gmail.com
Da non perdere Winter opening, sabato 8 dicembre in via Roma a Chiesa in Valmalenco, le associazioni e i centri sportivi della Valmalenco presentano il programma invernale e le loro attività.

Infine si avvicina Natale e non potevano mancare i mercatini. A Sondrio dal primo al 24 dicembre, a Caspoggio l’8 e il 9 dicembre (dalle 15 alle 22) Christmas Village – la casa di Babbo Natale e il 15 e 16 dicembre lungo le vie del centro di Albosaggia (dalle 12 alle 20).

In Sardegna con la famiglia: i consigli utili per risparmiare

Sardegna
Sardegna

La Sardegna è per tutti una meta paradisiaca con spiagge incontaminate, mare turchese e cristallino, paesaggio da mozzare il fiato. L’isola propone un po’ di tutto: dalla possibilità di fare attività nel verde, sport acquatici, tour enogastronomici, visite storico culturali. Annoiarsi, insomma, è davvero impossibile. Chi da anni rimanda di fare una vacanza qui è di solito perché crede che quest’isola sia una destinazione per pochi, ma in realtà ormai non è più così. Vi dimostreremo che si può risparmiare su tutti i fronti, basta volerlo ed avere un pochino di pazienza.

Il viaggio low cost

Nell’ottica di risparmiare, ma avendo anche il massimo comfort, il consiglio è quello di arrivare sull’isola con i traghetti. Ogni giorno ce ne sono tanti per questo è sufficiente scegliere la propria destinazione, il porto di partenza e l’orario per soluzioni variegate, fra cui diverse low cost. A poco prezzo si porta con sé anche la propria auto: un grande vantaggio per portare tutto il necessario. Prenotando online, con il sufficiente anticipo, il risparmio è assicurato! Provate a inserire qui i dati per fare una simulazione e vedere le offerte strabilianti del momento: https://www.traghetti-sardegna.it/offerte/offerte-traghetti-sardegna.

In alternativa al traghetto c’è anche l’aereo, ma lo sconsigliamo se si intende fare una vacanza in questo paradiso risparmiando. I costi, infatti, sono decisamente superiori e senza mezzo proprio poi i costi per vivere l’isola e visitare cose sono davvero alti! Anche volendo noleggiare un veicolo in loco, i prezzi lievitano di molto. A conti fatti, insomma, il traghetto è la soluzione ideale per chi cerca comfort e risparmio.

Alloggiare senza pensieri

Di alloggi ce ne sono di tutte le tipologie e fasce di prezzo, per questo per risparmiare è sufficiente scegliere per esempio un appartamento. Scegliendo una zona un po’ in periferia rispetto ai grandi centri, il risparmio è assicurato. In pochi minuti così si può essere nel centro della movida, ma nel contempo si è abbastanza fuori dal caos per partire al mattino, risparmiando non poco. Con una casa vacanze dotata di cucina si possono preparare i pasti da portare al sacco il giorno dopo o fare gustose colazioni e cene proprio lì, come a casa propria. Rispetto all’hotel, un appartamento può costare anche il 30% meno e dà modo di essere totalmente indipendenti.

Altri comfort a costo zero

Soprattutto quando si viaggia in famiglia è importante risparmiare su tutti i fronti, perché le spese quando si è in tanti sembrano lievitare senza nemmeno accorgersene. Arrivando in Sardegna in auto è possibile portare con sé tutto l’occorrente per la spiaggia: ombrellone, sdrai, tende parasole, teli mare non costituiranno un grosso ingombro.

In questo modo si potranno trascorrere le giornate al mare, godendo di tutti i comfort senza dover pagare quotidianamente i servizi delle spiagge attrezzate. Preparando il pranzo al sacco, inoltre, ecco che il risparmio raddoppia. L’unica spesa sarà quella del gelato della merenda, ma per il resto il costo è pari a zero. Portando con sé l’occorrente per fare i propri sport preferiti non sarà necessario noleggiare nulla.

Notte nera di Livigno

Notte Nera Livigno
Notte Nera Livigno

Venerdì 10 agosto appuntamento con le tradizioni e il folklore locale nel piccolo Tibet illuminato solo dal fuoco di fiaccole e lanterne.
Come ogni estate, la sera del 10 agosto Livigno spegne le luci e lascia che sia il fuoco ad illuminare l’intero paese: la Notte Nera è un appuntamento imperdibile per chi ama le atmosfere di festa incantevoli e magiche. Illuminate solo dal bagliore di candele e lanterne, le strade del centro di Livigno si animano fin dal calare del sole tra suggestive esibizioni di artisti di strada, musica dal vivo, danze di gruppo, e altre espressioni tipiche del folklore montano. Passeggiando per le vie è possibile anche gustare il meglio dell’enogastronomia livignasca, con i suoi prodotti tipici dai sapori inconfondibili. Per una notte, il Piccolo Tibet fa un tuffo nel passato e si trasforma in paese d’altri tempi, spegnendo le luci del paese per celebrare i costumi e le tradizioni del passato proprio come una volta, con il fuoco di candele, fiaccole e lanterne che brillando illuminano le vie insieme al bagliore delle stelle e della luna.

A partire dalle 21.00 anche il traffico delle auto si ferma per lasciare spazio alla kermesse di spettacoli musicali e alle animazioni che proseguono fino a notte inoltrata. Anche il MUS! –museo di Livigno e Trepalle – partecipa alle celebrazioni offrendo, a partire dalle 20.45, l’opportunità di rivivere appieno l’emozionate atmosfera di un tempo con una visita al buio, senza luce artificiale. Lanterne e torce sono messe in vendita presso diversi punti allestiti lungo le vie del paese, per permettere a tutti i partecipanti di orientarsi tra le diverse attrazioni, diventando parte integrante delle celebrazioni.

La serata culminerà alle 23.00 con l’accensione in grande stile del gran falò al parcheggio in zona Mottolino, che con le sue fiamme danzanti illuminerà la notte e tutto lo splendido paesaggio alpino circostante. I festeggiamenti proseguiranno fino alla una; per tutta la serata il trasporto pubblico urbano sarà garantito e potenziato per agevolare la partecipazione. Ulteriori informazioni e il programma più dettagliato della serata saranno  disponibili a breve su www.livigno.eu/nottenera

Teglio Teatro Festival Valtellina

Giulia_Calligaro_esercizi_felicità
Giulia_Calligaro_esercizi_felicità

Torna Teglio Teatro Festival Valtellina, giunto alla sua decima edizione: da giovedì 26 luglio a sabato 11 agosto la poliedrica rassegna animerà il territorio con due settimane di appuntamenti teatrali e musicali nelle valli e nei rifugi, sentieri d’arte e di storia e percorsi di gusto, coinvolgendo numerosi comuni della Valtellina, da Teglio a Tirano.

Tantissimi gli eventi per quest’edizione, dal titolo Piccole Grandi Donne: spettacoli teatrali, presentazioni di libri, concerti al tramonto, visite guidate ai borghi più suggestivi e storici della Valtellina, degustazioni di prodotti tipici e merende al tramonto per nutrire il corpo e l’anima con la bellezza e la poesia.

La kermesse, ideata e organizzata dall’associazione Incontri di civiltà, guidata da Maria Agnese Bresesti, si apre con una speciale anteprima giovedì 26 luglio alle ore 17.30 nei giardini del Palazzo Piatti Reghenzani affidata alla giornalista e scrittice Giulia Calligaro e al suo fortunatissimo Esercizi di Felicità, pratiche quotidiane per il corpo e per il cuore scritte con Javadev Jarschky per scoprire insieme quella naturale vocazione alla vita e alla felicità che ha ogni anima.

Il festival si apre venerdì 27 luglio a Teglio (ore 21, Palazzo Piatti Reghenzani) con una serata swing, omaggio alla memoria di Tito Di Blasi con Gigliola Amonini, Mauro Mirandola e la voce di Nadia Braito, il basso di Marco Xeres e la fisarmonica di Flaviano Braga.

Tra gli eventi più attesi si segnala la mostra fotografica “Wondy sono io” organizzata dal giornalista di Radio 24 Alessandro Milan per la diffusione della cultura della resilienza (sabato 28 luglio a Teglio), un omaggio a Leonard Cohen, il poeta che cantava le donna con Marco Belcastro e Christian Poggioni (2 agosto al Palazzo Homodei di Sernio), il Marcovaldo di Giacomo Occhi e Bruna Di Virgilio (2 agosto a Tirano), il concerto Donne in Opera con Diego Bragonzi Bignami e il pianofo Maria Silvetrini (29 luglio nella chiesa di Sant’Eufemia), il concerto al tramonto con le arpe di Vincenzo Zitello (3 agosto al borgo di Caprinale) il debutto di Un fuorilegge di nome Dio con Maurizio Donadoni (6 agosto a Teglio).

Anche quest’anno non mancheranno le visite con storici dell’arte tra fontane e baldresche alla scoperta dei colori e dei sapori del tempo passati, dagli intagliatori del legno agli artigiani del cuoio, dai lavoratori di formaggio a quelli dei pizzoccheri.

Da non perdere è la festa nel suggestivo borgo medievale di Nigola con i sapori di una volta, l’arte del ricamo, la visita all’antico forno e ai terrazzamenti di vigne (il 28 luglio con un concerto di sampogn, cornamuse, piatti, sonagliere e pietre con Pierangelo Pandiscia e Mariolina Ratti) la visita al Parco incisioni rupestri di Grosio (29 luglio dalle 17 con la presentazione del libro di Gianluca Bonazzi), il gruppo Gamelan con musica e floclore dall’Asia (nel centro storico di Tirano, 30 luglio), il laboratorio teatrale a cura di Astra Lanz (1 agosto, Teglio), lo spettacolo Xenos di Gigliola Amonini (Sondrio, 4 agosto), il concerto di lirica con Chiara Ciulia e Carlo Malinverno (Mazzo in valtellina, 5 agosto).

Il Festival, organizzato e diretto dall’associazione Incontri di civiltà, guidata da Maria Agnese Bresesti, continua con letture nei cortili e mostre d’arte nei palazzi più belli della Valtellina e ancora passeggiate e merende con i prodotti tipici della tradizione valtellinese.