15.3 C
Milano
domenica, Settembre 25, 2022

Il mercato degli immobili a Firenze: la domanda è vivace

Il periodo che sta attraversando il mercato immobiliare a Firenze è sicuramente positivo, come dimostra l’incremento delle vendite nel settore degli immobili nel corso del 2021, che, secondo le informazioni che sono state diffuse dagli operatori del settore, corrisponde al 28,9%. Ma anche nella prima metà dell’anno in corso è andata avanti la corsa dei prezzi, che ha fatto registrare un aumento del 10,2%. Senza dubbio la domanda deve essere considerata assolutamente in crescita, anche nei mesi che caratterizzano la prima parte del 2022.

I prezzi a Firenze risalgono

Se si vuole avere un’idea sui prezzi degli immobili a Firenze, si possono guardare le case in vendita a Firenze su Immobiliovunque. Quest’ultimo che abbiamo citato è un sito davvero importante, che ci dà l’idea anche dei prezzi, e costituisce un punto di riferimento significativo per chi vuole acquistare casa anche nel capoluogo della Toscana.

In questa città le quotazioni sono aumentate soprattutto nel secondo semestre del 2021. La media delle quotazioni corrisponde al 3,2%. L’andamento delle compravendite è piuttosto rilevante, perché nel 2021 (ultimi dati disponibili da questo punto di vista) rispetto al 2020 si è avuto un incremento del 28,9%.

Ma naturalmente ci riferiamo ad un periodo che è seguito alla situazione di stallo dopo l’esplosione della pandemia. Tutto poi è migliorato ulteriormente anche nel primo trimestre del 2022, quando i prezzi sono aumentati del 10,2%. Ma quali sono le aree di Firenze che più contribuiscono a far risultare questa domanda vivace e danno la spinta per l’aumento delle quotazioni? Cerchiamo di capirne di più anche a questo proposito.

La domanda vivace nell’area di Poggio Imperiale – Bandino

Una delle zone più performanti per quanto riguarda l’aumento delle quotazioni a Firenze è quella di Poggio Imperiale – Bandino. Nello specifico il quartiere Gravina ha svolto un ruolo di traino. In questa zona la domanda è molto dinamica, anche se a questo non corrisponde l’offerta giusta, che si dimostra essere in calo.

Soprattutto in questa zona di Firenze a cercare casa sono le coppie e le famiglie che sono interessate ad acquistare la prima casa o vogliono una soluzione abitativa migliore. Infatti le tipologie più richieste corrispondono a quegli immobili che sono dotati di due camere da letto.

Nel quartiere Poggio Imperiale – Bandino per acquistare un appartamento in buone condizioni si devono spendere circa 3.100-3.200 euro al metro quadro. A volte però il prezzo può salire e per certe soluzioni abitative si arriva anche a 3.500-3.600 euro al metro quadro.

Chi vuole comprare case signorili, come quelle che ci sono in piazza Ferrucci e Lungarno, deve spendere circa 3.800-4.000 euro al metro quadro.

Le prospettive per il futuro sono diverse, considerando soprattutto che in questa zona a cui facciamo riferimento e che ha svolto un ruolo di traino per la domanda vivace di immobili a Firenze ci sono i lavori di costruzione della tramvia. Questo comporta la riduzione delle aree destinate al parcheggio, infatti proprio per questo motivo aumentano le richieste di box, con prezzi in aumento.

Gli investitori sono più interessati a delle aree specifiche, come per esempio quella di Novoli – Carreggi, che si trova nella zona Nord Est di Firenze.

Qui, infatti, è possibile trovare l’Università e i servizi del Palazzo di Giustizia. Vengono cercato soprattutto bilocali e trilocali, spendendo circa 2.600 euro al metro quadro per le case in buono stato e circa 2.000 euro al metro quadro per gli immobili da ristrutturare.

Prezzi in crescita anche in altre aree del capoluogo toscano. Per esempio anche in Campo di Marte si evidenzia un aumento delle quotazioni che corrisponde al +3,4%. Resta come zona residenziale prettamente signorile la zona di Mazzini – Oberdan

Altri articoli di attualità su Dietro la Notizia

Articoli

Antonella Ferrari nel cast del film “Dante”, di Pupi Avati

L'attrice Antonella Ferrari è tornata a lavorare con il maestro Pupi Avati a distanza di nove anni dalla serie tv “Un matrimonio”. È infatti...

“Scherzi a parte”: nuovo appuntamento in prima serata su Canale 5

Questa sera, su Canale 5, nuovo appuntamento di "Scherzi a parte". Nel corso della seconda puntata,  gli “scherzati” saranno: Lory Del Santo, Enzo Miccio, Jo...

Rigenerazione urbana: Bovisa Goccia, un protocollo per disegnarne il futuro

Prende forma una delle più importanti nuove centralità della Milano 2030, quella della Grande Funzione Urbana Bovisa Goccia Villapizzone, la cui riqualificazione porterà alla...
- Advertisement -

Ultimi Articoli

Antonella Ferrari nel cast del film “Dante”, di Pupi Avati

L'attrice Antonella Ferrari è tornata a lavorare con il maestro Pupi Avati a distanza di nove anni dalla serie tv “Un matrimonio”. È infatti...

“Scherzi a parte”: nuovo appuntamento in prima serata su Canale 5

Questa sera, su Canale 5, nuovo appuntamento di "Scherzi a parte". Nel corso della seconda puntata,  gli “scherzati” saranno: Lory Del Santo, Enzo Miccio, Jo...

Rigenerazione urbana: Bovisa Goccia, un protocollo per disegnarne il futuro

Prende forma una delle più importanti nuove centralità della Milano 2030, quella della Grande Funzione Urbana Bovisa Goccia Villapizzone, la cui riqualificazione porterà alla...

Iann Dior: uscito il nuovo singolo “Saddest Soundtrack

Iann Dior pubblica il suo nuovo singolo "Saddest Soundtrack" in uscita via Virgin Music LAS Italia / Universal Music Italia. Prodotto dal leggendario Travis...

Vertigo Film Fest, il primo festival milanese dedicato ai cortometraggi: i vincitori della 3a Edizione

Vertigo Film Fest, primo festival milanese interamente dedicato ai cortometraggi si è concluso con grande successo tra proiezioni, dibattiti e ospiti speciali, ieri venerdì 23...