Storia della Pedagogia

Storia della pedagogia
Storia della pedagogia


Da questa settimana ho pensato di ampliare gli argomenti, lasciando spazio ad una mini rubrica, che vedrà prendere forma anche nei prossimi appuntamenti, offrendo alcuni riferimenti alla
storia della Pedagogia, dalla sua nascita ai giorni nostri.

Ecco che, all’interno di questa prospettiva, è assolutamente necessario prendere avvio da ciò che gli storici individuano come essere l’elemento caratterizzante l’inizio della storia stessa, ossia la nascita della scrittura.

La rivoluzione della scrittura si compie nella cornice storica della nascita della civiltà dei Sumeri che inizialmente impiegano pittogrammi (disegni stilizzati che rappresentano direttamente le cose) per poi passare agli ideogrammi (simboli grafici), cioè alla scrittura cuneiforme.

Nell’antico Egitto si usano i geroglifici, che gradualmente si trasformano in ideogrammi e, in certi casi, in fonogrammi (segni che rappresentano suoni). Il passaggio decisivo verso la scrittura alfabetica si deve ai Fenici, i quali inventano e diffondono il primo alfabeto fonetico, composto da 22 segni corrispondenti a suoni consonantici.

Perchè parliamo della scrittura? Che legame ha con la Pedagogia? 

La possibilità di scrivere libera la comunicazione dai limiti di spazio e tempo, consente di produrre testimonianze di eventi ed esperienze, di acquisire nuove conoscenze e di insegnarle con metodo e organizzazione.

Ecco allora che, da questo momento, la storia dell’umanità ha potuto pensare, in maniera concreta e formalizzata, all’educazione e alla trasmissione del sapere alle nuove generazioni!

Al prossimo racconto….

Laura Bonomo