Young Signorino: nuovo singolo “Burrocacao rosa”

Young Signorino
Young Signorino

Esce venerdì 4 ottobre, “Burrocacao rosa”, il nuovo attesissimo singolo di Young Signorino, disponibile per le radio e su tutte le piattaforme di ascolto streaming. Annunciata anche la data di uscita del nuovo EP di Young Signorino, atteso per il prossimo 25 ottobre.
Al brano si accompagna un videoclip carico di riferimenti simbolici, rilasciato in precedenza, che, in pochi giorni dalla sua pubblicazione, ha superato le 200.000 visualizzazioni su YouTube.

Link al videoclip di “Burrocacao Rosa” su YouTube:

https://www.youtube.com/watch?v=06YRfM8X2ow

Dopo il successo e lo scalpore suscitato dai suoi brani più noti rilasciati a partire dal 2018 (tra cui “Dolce Droga”, “Mh ha ha ha” e “La danza dell’ambulanza”) i cui videoclip hanno raggiunto milioni di visualizzazioni in pochissimo tempo, “Burrocacao Rosa” è il primo passo di avvicinamento al nuovo progetto discografico del giovane artista di Cesena.

GUIDA AL SINGOLO E ALLA VISIONE DEL VIDEOCLIP:
DAY 01. Un cammino. Sofferenza. Dolore. Allucinazione. La passione di Cristo diviene metafora. Mostra come l’uomo contemporaneo, ieri come oggi, rifiuti il diverso. Incapace di comprendere. Un viaggio distorto dalle emozioni, dalle urla, dagli applausi, dall’amore, dall’odio. Un breve racconto di un uomo solo in un mondo di uomini.

Etichetta: Goodfellas
Management e Booking: High Grade Entertainment – beppe@highgrade.it
Ufficio Stampa e Promozione: Big Time – pressoff@bigtimeweb.it
Follow #youngsignorino
Instagram – https://instagram.com/young_signorino?igshid=a6xgongrikrj
Follow #Pizdaproduction
Instagram – https://instagram.com/pizdaproduction?igshid=135qgij5oueq4

BIO YOUNG SIGNORINO
Young Signorino nasce a Cesena – Emilia Romagna, il 17 Aprile 1998.
All’età di 15 anni, con un diverso pseudonimo, inizia a pubblicare su Youtube i suoi primi brani rap autoprodotti.
Nel 2016 diventa ufficialmente Young Signorino. Lo stile particolare e i testi poco fraintendibili hanno fatto di lui un nome che inizia a circolare presto nel panorama musicale italiano.
Il 21 febbraio 2018, esce “Dolce Droga”, con la prima importante produzione: Low Kidd. La canzone è un successo e il videoclip sfonda in pochissimo il milione di visualizzazioni. In breve tempo, Young Signorino è un nome sulla bocca di molti. Passano due mesi e su YouTube esce il brano che lo fa definitivamente esplodere: “Mmh Ha Ha Ha”. La reazione generata dal brano è immediata e spacca l’Italia in due. All’estero ottiene apprezzamenti da illustri personalità musicali, tra cui Darryl McDaniels dei Run DMC, che è così colpito che si dice interessato a farne un remix e Dua Lipa, che condivide il video sui suoi canali social con la descrizione “I’m obsessed with this”. Il pubblico di Young Signorino diventa internazionale.
Il brano successivo, “La danza dell’ambulanza” è stato prodotto da Big Fish, storico produttore di rapper come Fabri Fibra ed Emis Killa,.
“Dolce Droga”, “Mh ha ha ha” e “La danza dell’ambulanza”, con i testi espliciti ma allo stesso tempo ermetici, fanno di Young Signorino l’artista più controverso del 2018 e il pubblico si divide tra chi lo definisce geniale e chi ne rimane scandalizzato.
Con “Coma Lover” inizia un nuovo percorso da indipendente di Young Signorino, un brano introspettivo, dove emerge un netto distacco rispetto ai brani precedenti. A novembre 2018 esce il primo EP di 5 tracce dal titolo “Total Black”; è il suo primo progetto “strutturato”.
A dicembre 2018 lo scultore Fabio Viale inaugura nella sua galleria d’arte a Torino una riproduzione del volto a grandezza naturale del David di Michelangelo con i tatuaggi di Young Signorino, una metafora e una provocazione alla gigante Italia sconfitta dal giovane.
Il 26 febbraio 2019 Young Signorino collabora di nuovo con Big Fish, stavolta per un remake di un vecchio pezzo “Bevanda al gusto di tè”, trasformato poi in “Bevanda”. Seguono i singoli “Holaciaohi” e “Drogalero”.
In questo ultimo anno Young Signorino ha ottenuto consensi da illustri personalità musicali come Manuel Agnelli, Vinicio Capossela, Alex Britti, Max Collini e molti altri.