Roma 5 – Carpi 1

Morgan De Sanctis
Morgan De Sanctis

IL PORTIERE GIALLOROSSO MORGAN DE SANCTIS

“Le persone, i tifosi, chi ci ruota attorno deve capire che, attraverso la fiducia, attraverso un equilibrio più costante,

noi sicuramente possiamo dare ancora di più”

Nel post partita di Roma-Carpi, il portiere giallorosso Morgan De Sanctis ha parlato ai microfoni di Sky Sport.

Ci avete messo qualcosa in più stasera per dimostrare che la prima sconfitta stagionale a Genova non era meritata?

Che la sconfitta non fosse meritata l’ha dimostrato il campo. È evidente che noi abbiamo fatto un’ottima prestazione, contro una Sampdoria che si è difesa bene, che però è stata bravissima ad approfittare di pochissime situazioni.

Oggi dovevamo vincere, lo volevamo fare a tutti i costi, ci siamo riusciti con una bella prestazione, soprattutto nel primo tempo. Un’unica ingenuità sullo 0-0 poteva, magari, mettere la partita in condizioni psicologiche non favorevoli e, quindi, metterci in difficoltà, invece loro non hanno segnato, noi ne abbiamo fatti tre, poi a parte la gestione in occasione del primo gol del Carpi, tutto il resto ha funzionato perfettamente.

Hai chiamato l’applauso del pubblico.

Sì, è evidente che nessuno è insensibile al fatto di essere in questo ambiente, di voler far bene, di voler vincere le partite. Le persone, i tifosi, chi ci ruota attorno deve capire che, attraverso la fiducia, attraverso un equilibrio più costante, noi sicuramente possiamo dare ancora di più. Io devo fare delle considerazioni perché sono un giocatore esperto che, più di altri, riesce a somatizzare delle critiche, ma se tutta questa pressione poi va a finire sulle gambe, sulla testa di giocatori che sono più giovani e che non sono abituati a fare questo, allora tu perdi il potenziale della squadra, e noi non ce lo possiamo permettere, perché abbiamo l’obiettivo di vincere le partite, ma soprattutto abbiamo un traguardo finale, dove vogliamo festeggiare tutti insieme.