F38F

Different Border

A un mese di distanza dal debutto, lo studio fotografico F38F – Famigliatrentottofotografi presenta il secondo capitolo di Lost in Transition, un ciclo di appuntamenti dalla cadenza mensile che animeranno i fine settimana milanesi fino al Salone del Mobile, trasformando il noto studio fotografico in piattaforma di arte contemporanea, performance live, cinema, video, letteratura, fotografia e design.

Al via giovedì 13 dicembre dalle 19.00, il nuovo appuntamento di Lost in Transition apre le porte di via Balbo con la presentazione del videoclip Gernika eta Bermeo, che presenta il primo album solista di Xabier Iriondo, musicista italo-basco, manipolatore di suoni e chitarrista degli Afterhours, nato dalla collaborazione con la visual artist e performer siciliana Valentina Chiappini.

A seguire, Giuliana Laportella e Gabriele Perretta  presentano con una performance il libro Riverberi, un’opera a quattro mani e una riflessione sulla fragilità dell’arte, che miscela con sapienza fotografia e parola, edita dalla casa editrice Onyx,.

E ancora, video e fotografia d’autore con la proiezione del documentario Different Border di Francesco Di Loreto (F38F), con le musiche di Michael Rother e Neu, realizzato con più 10.000 scatti fotografici e incentrato sulla ricerca delle tracce del muro fuori da Berlino nel percorso della vecchia frontiera tra le due Germanie.

Si prosegue con la presentazione a cura degli autori de Il Dizionario del Pop-Rock di Enzo Gentile ed Alberto Tonti, appena edito da Zanichelli: la versione rinnovata, ampliata e rivisitata del mitico dizionario, che ripercorre in 1800 pagine sessant’anni di musica e 2130 musicisti. L’occasione è preziosa per sentir raccontare da Gentile e Tonti aneddoti e storie sconosciute dei grandi personaggi della musica pop degli ultimi decenni.

 A conclusione della serata la performance Der Cavalhina di Xabier Iriondo e Valentina Chiappini, un mix di suoni e immagini, pittura e rumore. Durante la performance Valentina Chiappini fa uso di lame metalliche che graffiano il colore e le tele producendo suoni e utilizza numerose tecniche tra cui la serigrafia; mentre Xabier Iriondo suona con strumenti  a corda atipici, alcuni dei quali autocostruiti e utilizza tra gli altri un antico grammofono degli anni ’20 e dei vinili a 78 giri.

E ancora, spazio all’arte contemporanea con la collettiva one shot Group Show LIT 01, dove saranno esposti lavori in linea con i contenuti di Lost in Transition # 2.

Durante la serata infine verrà presentata la seconda edizione dei Carnet di F38F.

F38F

Lo studio F38F ha sede a Milano dal 1994 ed è composto da Francesco Di Loreto, Paolo Mazzo, Mimo Visconti.

F38F si occupa principalmente di fotografia professionale per la pubblicità, l’editoria, l’architettura, oltre alla realizzazione di immagini per eventi culturali.

Parallelamente all’attività fotografica in senso stretto, i tre componenti dello studio hanno sviluppato percorsi diversificati nei vari ambiti della comunicazione e dell’espressione artistica, spaziando dalla realizzazione di mostre con tematiche sociali e culturali, alla realizzazione di eventi di tipo artistico fino alla realizzazione di documentari,videoclip musicali e cortometraggi.

mEARtè 012

mEARtè 012 è un gruppo di operatori interdisciplinari, composto da ricercatori intermediali, redattori in Italia e all’estero di collane editoriali, riviste, magazine, rassegne d’arte e di musica sperimentale e  multimediale.