Moto GP, Stoner è il mostro di Laguna Seca

Stoner, il mostro della Laguna

Laguna Seca (U.S.A.) 29 luglio 2012 di Fiorenzo Di Costanzo. In California, su uno dei circuito più famosi al mondo, va in scena il GP degli Stati Uniti vinto dalla Honda di Casey Stoner che accorcia le distanze dal leader mondiale Jorge Lorenzo (Yamaha).
Al via Jorge Lorenzo è il più lesto a partire dai blocchi di partenza e si prende subito la prima posizione, superando le Honda di Stoner e Pedrosa. L’australiano della Honda sceglie la mescola morbida e la sua scelta sembra dare frutti maturi dopo pochi giri, quando il campione del Mondo porta l’attacco a Pedrosa per poi portarsi all’inseguimento di Lorenzo.
Intanto alle spalle del terzetto di testa si forma un trenino con le due Yamaha 3, quella di Dovizioso e di Crutchlow e la Yamaha ufficiale di Spies. Sui tre, nella parte centrale della gara, si riportano Bradl (Honda) e Hayden (Ducati).
I tre di testa fanno un po’ di tira e molla, con Pedrosa che soffre più di Stoner per mantenere il ritmo di Lorenzo, tant’è che ben presto la lotta per la prima posizione si restringe all’australiano e allo spagnolo della Yamaha. Stoner però ne ha di più e 11 giri dalla fine sorpassa con enorme facilità Lorenzo sul rettilineo finale.
La lotta per il quarto posto intanto perde un protagonista: Spies al “Cavatappi”perde il controllo della sua Yamaha e finisce nella ghiaia; stessa sorte tocca a Rossi, che termina così l’ennesimo weekend di sofferenza.
Gli ultimi giri non offrono particolari emozioni e così Stoner ottiene la quarta vittoria stagionale, precedendo Lorenzo e Pedrosa. Chiudono la top 5 i “soliti” Dovizioso e Crutchlow.

Classifica Mondiale: Lorenzo 205 pt; Pedrosa 162 pt; Stoner 173 pt; Dovizioso 121 pt, Crutchlow 106 pt.