43 Grani di Sabbia

Opera d’esordio dell’Autore Leonardo Pavanati, discendente da una famiglia emiliana di nobili tradizioni, laureato in Italia e negli Stati Uniti, ha trascorso molti anni all’estero come manager aziendale. L’imprenditore che ha inventato il noto marchio di orologi Temptation, l’anti Rolex con il cinturino in plexiglass, creando una nuova moda tra i vip.

Questo romanzo di fantasia illustra uno scenario ambientato nell’Africa del nord, in un periodo temporale immediatamente successivo ad un conflitto globale, sfociato dal totale contrasto religioso avvenuto tra cristiani e mussulmani.

Le immagini della disastrosa guerra mondiale che non ha risparmiato nessun continente, stanno lentamente sbiadendo ed in un clima post-apocalittico si narrano le vicissitudini di un battaglione di soldati europei che tentano faticosamente di rientrare verso ciò che rimane delle loro Nazioni.

Il protagonista principale è il Capitano Fulvio Parisi, degli incursori della Marina Militare Italiana e comandante di 42 uomini superstiti. Coprotagonista è il Tenente Jasmine Fellah, guardia di confine araba, che il Capitano incontra durante il suo rientro.

Nel romanzo si dedica particolare attenzione ai dati tecnici militari, si esalta il senso dell’amicizia e dell’onore, si cerca di mantenere una posizione equilibrata tra le fazioni avverse, cercando di non scaricare le responsabilità oggettive, pertanto troviamo personaggi buoni e cattivi sia tra i cristiani sia tra i mussulmani.

Inevitabile il sorgere di una appassionante storia romantica tra i protagonisti che cercano reciproco conforto in un clima di totale distruzione e precarietà.

Dolore e sofferenza imperversano, tradimenti ed inganni rendono appassionante il racconto, ma è soprattutto il senso di speranza che accomuna tutti i personaggi fino all’epilogo del romanzo, ovvero che la razza umana sopravviverà.