Dancing Dream – Sui passi di Pina Bausch

Dirty Corner di Anish Kapoor - photo Andrea Melzi

Sabato 10 dicembre, la mostra di Anish Kapoor alla Fabbrica del Vapore di Milano ospita la proiezione di Dancing Dreams – Sui passi di Pina Bausch,  un omaggio alla grande  coreografa tedesca che ha rivoluzionato la danza contemporanea.

L’evento è  organizzato dalla società di produzione artistica MADEINART e da P.F.A. Films in occasione della giornata conclusiva del NAO Performing festival 2011

Dancing Dreams – Sui passi di Pina Bausch è il documentario diretto da Anne Linsel e Rainer Hoffmann che rende omaggio all’arte della straordinaria coreografa tedesca, una delle fondatrici del genere della teatro-danza. La pellicola è incentrata sull’allestimento di uno spettacolo di Pina Busch del 2008, pochi mesi prima della sua scomparsa, con i suoi ballerini, tutti di età giovanissima. Proiettato come evento speciale alla 60a edizione del Festival Internazionale del Cinema di Berlino con grande successo di critica e di pubblico: il documentario trasmette infatti – oltre a trasmettere il fascino di un’arte che ha conquistato migliaia di spettatori in tutto il mondo – propone un ritratto intimo e inedito di una delle maggiori personalità del mondo della danza.

«Il film è incentrato su un gruppo di giovani ballerini impegnati nelle prove per una performance di uno dei capolavori di Pina Bausch, Kontakthof, una presentazione stilizzata dell’intreccio dei sessi. Molti dei ragazzi non sono ballerini professionisti ma sono stati ingaggiati per un esclusivo progetto educativo. Nel corso del film ci vengono raccontate alcune delle storie personali dei ragazzi, ma il fulcro dell’attenzione è sulle scene di danza. E qui il film affronta un aspetto controverso che è tipico del lavoro della Bausch. Molte delle sue famose coreografie includono contorsioni erotiche e spesso provocatoriamente sessuali, e osservare teenager impegnati in questi atteggiamenti simulati ma tuttavia feroci non mancherà di scuotere gli spettatori. La verità è che per i teenager, alle prese con l’emergere della propria sessualità, l’opportunità di esprimere questi sentimenti repressi attraverso la danza può essere un’esperienza liberatoria, piuttosto che traumatica. In ogni caso, il film non è solo un accademico film sulla danza, ma una stimolante analisi dei molti modi in cui l’arte può dare una scossa elettrica alla nostra vita di tutti i giorni.»

(Stephen Farber, The Hollywood Reporter)

La proiezione è in programma nella Cattedrale della Fabbrica del Vapore, dove è esposta la monumentale opera di Anish Kapoor, Dirty Corner, prodotta dal Comune di Milano e da MADEINART (fino all’8 gennaio 2012, a cura di Gianni Mercurio e Demetrio Paparoni): sarà possibile visitare l’installazione percorribile di Anish Kapoor ed assistere alla proiezione al costo complessivo di 6 €. 

La visione del film sarà preceduta, alle ore 19.00, da un’introduzione dedicata all’opera di Pina Bausch e proiezione del documentario Sotto una luna piena –  omaggio a Pina Bausch a cura di Davide Ferrazza, realizzato in occasione dello spettacolo  Vollmond di Pina Bausch interpretato dal Tanztheater Wuppertal  nel febbraio 2011 Piccolo Teatro di Milano 

 

Quando

 Sabato 10 dicembre

ore 19.00: introduzione e proiezione Sotto una luna piena – omaggio a Pina Bausch (2011- Ita- 15’)

ore 20.00: proiezione del film  Dancing Dreams – Sui passi di Pina Bausch (2009-dram- ger. 92’)

Party dalle ore 22.30 alle ore 3.00

Dove    

Fabbrica del Vapore di Milano (via Procaccini, 4)

Info

Proiezione + visita serale alla mostra di Anish Kapoor  : biglietto unico 6 €

www.madeinart.it  

info@madeinart.it 

348 8886105