Leggere è un pò come viaggiare

libri
libri

La giornata mondiale del libro che si è celebrata ieri 23 aprile, può essere l’occasione giusta per rispolverare alcuni libri lasciati da tempo sul comodino. O per entrare in una libreria e farci trasportare dai colori delle copertine, dal profumo delle pagine intrise di inchiostro, dalla narrativa e dal fantasy.

Ma perchè proprio il 23 aprile? L’Unesco nel 1996 ha scelto questo giorno perché nel 1616 morirono, a poche ora di distanza l’uno dall’altro, Miguel de Cervantes, William Shakespeare e Garciloso de la Vega, tre dei più grandi scrittori e poeti di sempre.

A scuola ne abbiamo studiati tanti, ma nel frattempo i libri non hanno mai smesso di riempire gli scaffali delle librerie e, speriamo, le mensole di casa, i comodini, le poltrone vicino alla nostra coperta preferita. I libri sanno di casa, di alcova, ma allo stesso tempo ci permettono di viaggiare nel tempo, nello spazio e nelle culture. I libri ci danno la possibilità di vivere diverse vite, di vestire i panni di chiunque vogliamo.

E’ per questo che i libri non smetteranno mai di avere un fascino senza tempo. Al giorno d’oggi stanno lottando a denti stretti contro l’avvento del digitale, ma non sono ancora stati sconfitti del tutto. Oggi, l’e-book occupa solo il 5% del mercato librario italiano (dati AIE), quindi forse possiamo affermare che noi lettori preferiamo ancora il libro fisico rispetto al supporto digitale.
Per un dato positivo, purtroppo, c’è un dato negativo: secondo il World Culture Score Index, l’Italia è in fondo alla classifica dei Paesi per tempo di lettura: al 24esimo posto con sole 5:36 ore a settimana.

Peccato. Ci sono libri che possono cambiare la giornata, migliorare l’umore, fare da sfondo ad un momento importante della nostra vita: alcuni libri insomma lasciano il segno. Un esempio: il Piccolo Principe di Antoine De Saint-Exupéry ri ricorda qualcosa? :-)

E per molti di noi un buon libro è un ottimo compagno di viaggio, una delle prima cose da infilare nello zaino prima di partire.

“Il Racconto d’Inverno” al cinema

ROH Racconto d'Inverno poster
ROH Racconto d’Inverno poster

Continua su oltre 1500 schermi cinematografici di tutto il mondo la stagione 2017-2018 del cartellone della Royal Opera House di Londra al cinema, che include gli incantevoli capolavori prodotti da The Royal Ballet.

Il settimo appuntamento, previsto per mercoledì 28 febbraio in diretta via satellite alle ore 20.15 sugli schermi di tutto il mondo (elenco delle sale italiane su www.nexodigital.it), è con Il Racconto d’Inverno, interpretato dal Royal Ballet in un superlativo adattamento del regista Christopher Wheeldon. La direzione musicale è a cura di Joby Talbot.

Dopo il successo delle Avventure di Alice nel paese delle meraviglie, con Il Racconto d’Inverno Wheeldon ha messo d’accordo critici e spettatori, che hanno accolto con entusiasmo questa storia originale e intensa, raccontata con raffinati passi di danza in quello che è ormai largamente considerato un classico del balletto moderno, una grande storia d’amore di William Shakespeare.

La trama narra la distruzione di un matrimonio a causa di una divorante gelosia, l’abbandono di una figlia e un amore apparentemente senza speranza. Eppure, con il rimorso e il rimpianto, dopo un ritorno alla vita che sembra miracoloso, alla fine il perdono e la riconciliazione potranno forse trionfare…

La produzione di Christopher Wheeldon, che include scene e costumi di grande impatto creati da Bob Crowley e la suggestiva musica di Joby Talbot, fa de Il Racconto d’Inverno un magistrale balletto narrativo moderno.

Al Cinema , dal palcoscenico del Garrick Theatre di londra: “Romeo e Giulietta”

RomeoGiulietta_POSTER
RomeoGiulietta_POSTER

ARRIVA PER LA PRIMA VOLTA AL CINEMA
SOLO IL 29 E 30 NOVEMBRE
DAL PALCOSCENICO DEL GARRICK THEATRE DI LONDRA
ROMEO E GIULIETTA DIRETTO DA KENNETH BRANAGH

Sono gli ultimi giorni del novembre del 1582 quando vengono esposte le pubblicazioni di matrimonio di William Shakespeare con la futura moglie Anne Hathaway. La cerimonia ha luogo solo pochi giorni dopo, quasi certamente il 30 novembre, a Temple Grafton, poco lontano da Strafton.

È così che si corona la storia d’amore del “Bardo dell’Avon”, che farà del rapporto tra uomo e donna uno dei temi portanti della sua opera. In particolare attraverso la celebre tragedia di Romeo e Giulietta che oggi, proprio nei giorni di quel matrimonio ma a distanza di più di 400 anni, arriva al cinema dal Garrick Theatre di Londra.

 L’evento al cinema, in lingua originale con sottotitoli in italiano, è previsto per il 29 e il 30 novembre  quando Branagh e il suo team creativo presenteranno una moderna e appassionata versione di Romeo e Giulietta e della faida di lunga data tra i Montecchi e i Capuleti, che porterà a conseguenze devastanti per i due giovani amanti.

Kenneth Branagh co-dirige con Rob Ashford, ricongiungendo le stelle di Cenerentola, Richard Madden e Lily James, nei panni di Romeo e Giulietta. Sir Derek Jacobi interpreterà Mercuzio e Meera Syal sarà invece la balia.

 La stagione della Kenneth Branagh Theatre Company è distribuita nei cinema italiani da Nexo Digital con i media partner Sky Arte HD, MYmovies.it e con il sostegno del British Council.

Teatro Carignano: ” Come vi piace” di Shakespeare

come vi piace
come vi piace

Il Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale presenta al Teatro Carignano, martedì 17 maggio 2016, alle ore 19.30, COME VI PIACE di William Shakespeare, nuova produzione realizzata in collaborazione con l’Estate Teatrale Veronese, tradotta, adattata e diretta da Leo Muscato, affermato regista di prosa e lirica.

Lo spettacolo  sarà replicato al Teatro Carignano, per la Stagione in abbonamento del Teatro Stabile di Torino, fino a domenica 5 giugno.

Come vi piace in scena al Festival shakespeariano di Verona

Lo spettacolo debutterà il 12 luglio 2016 al Festival shakespeariano di Verona nell’ambito dell’Estate Teatrale Veronese in una versione site specific appositamente ideata per il festival in occasione del 400° anniversario della morte di Shakespeare. Repliche al Teatro Romano il 13 e 14 luglio 2016.

TEATRO CARIGNANO
17 maggio – 5 giugno 2016

COME VI PIACE
di William Shakespeare
regia Leo Muscato

Nuova produzione del Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale
in collaborazione con l’Estate Teatrale Veronese

Teatro Lauro Rossi di Macerata: “Sogno di una notte di mezza estate – il Musical”

Sogno-di-una-notte-di-mezza-estate-il-Musical-locandina
Sogno-di-una-notte-di-mezza-estate-il-Musical-locandina

Dopo il successo dello scorso anno sul palcoscenico della Sala Umberto, teatro storico della capitale, Le Temps d’une Pause – Accademia Platafisica -Professione Spettacolo-Musica in Scena in collaborazione con Step Dance propongono uno spettacolo d’effetto il 27 Maggio alle 20,30 al Teatro Lauro Rossi di Macerata allorchè rivivrà, riveduto e corretto, il “Sogno di una notte di mezza estate, il Musical” ardita, divertente contaminazione dell’opera più immaginifica del grande William Shakespeare su un tappeto di note scintillanti e oniriche dei felici anni ’80, tutto affidato a un sapiente mix tra giovani e grintosi performer e ben collaudati animali da palcoscenico a partire da Roberto Rossetti nel ruolo di Oberon e Brunella Platania in quelli di Titania oltre a Francesco Properzi -reduce dal successo del suo Salvatore Giuliano – nei panni di Puck demone, a Francesco Facciollienigmatico Willy…

Ad impreziosire lo spettacolo la competente consulenza magica di Andrea Paris, Vicepresidente della Confraternita Umbra prestigiatori

A dare l’avvio alla storia i piccoli “accademici platafisici” curati dallo stesso Francesco Facciolli e dall’eccellenteScilla Sticchi.

Gli anni ’80 quelli del synthop e della new wave, Duran Duran e Spandau Ballet, Michael Jackson e Madonna, aspri, sensuali e morbidi, passato prossimo già storia di giovani che, incastrati tra la morte di John Lennon e la Caduta del Muro, giocano la carta magica del sogno, l’eterno che si bagna nel moderno per creare- in un turbillon di luci, costumi, effetti speciali, danza, recitazione e tanta musica – un Sogno davvero tutto da sognare.

Nel Musical la magia è nei personaggi, giocolieri dell’amore che si scambiano i ruoli in un intreccio drammatico e divertente, è nella notte del solstizio d’estate, è nella natura, nei commedianti, nel gioco della gelosia e del potere..

Il teatro ha il potere di far credere nella fantasia, e di confonderla con la realtà: sogno e verità si mescolano confusi dalla magia degli incantesimi di Puck demone dal fascino sensuale e animale di un Billy Idol e di un Puck folletto, una sorta di Pollon combinaguai.

Generi che si fondono in una magica armonia, storie che si intrecciano, linguaggi che restano felicemente distinti, fino alla ricomposizione finale, a quel tutti col naso in su, là dove le note di quegli indimenticabili anni si fondono con le parole di quel geniaccio di William e noi con lui potremo dire “ritaglierò dal tuo ricordo tante piccole stelline, allora il cielo sarà così bello che tutto il mondo si innamorerà della notte”. Un’occasione da non perdere.

 27 maggio 2016

ore 20,30

Teatro Lauro Rossi

Piazza della Libertà 21 – Macerata

 PREVENDITA ONLINE

www.vivaticket.it (nel sito tutti i botteghini in Italia da cui acquistare direttamente)

 Pagina facebook evento

https://www.facebook.com/events/100583067020436/