Altoadigelooksforward, la vacanza in Alto Adige

Altoadigelooksforward
Altoadigelooksforward

Altoadigelooksforward, la campagna social che permette di non smettere di sognare la vacanza in Alto Adige.

L’Alto Adige conclude in anticipo la stagione invernale, ma guarda avanti e verso l’estate attraverso lo sviluppo di idee vacanza che promuoverà su Instagram con l’hashtag #altoadigelooksforward. “L’Alto Adige guarda avanti”, si chiama così l’iniziativa dell’agenzia di pubbliche relazioni smstudio srl sostenuta da alcuni hotel, strutture turistiche, cantine vitivinicole e organizzazioni operanti nel turismo in Alto Adige che, rispettando e condividendo la decisione ufficiale di chiudere da domani impianti di risalita e alberghi, hanno scelto di non fermarsi con le idee.

Alto Adige – L’Alto Adige affronta l’emergenza Coronavirus con responsabilità. Da domani impianti di risalita e hotels saranno chiusi fino al 3 aprile; una decisione sofferta ma corretta e condivisa da tutti gli operatori turistici della Regione. Al contrario, le idee e la voglia di guardare avanti non devono fermarsi; è da questi stimoli che nasce l’iniziativa #altoadigelooksforward.

«E’ senso di responsabilità verso noi stessi, i nostri cari e l’intera popolazione fermarsi e impedire il più possibile il contagio del COVID-19 senza mai smettere, guardando al futuro, di creare e di comunicare per restare connessi anche in questa situazione difficilissima» sottolinea Stefania Mafalda, titolare di smstudio. «Con #altoadigelooksforward vogliamo stimolare i nostri clienti, ma anche chiunque nel settore turistico in Alto Adige voglia aderire al progetto, a raccogliere testimonianze e idee per il futuro prossimo. Elaborare proposte vacanza imperdibili per la stagione estiva in arrivo da promuovere e condividere con tutti gli italiani che, in questo “stop” momentaneo, possano consultare guardando avanti». #altoadigelooksforward è una ricerca ad iniziative, proposte e idee che potrebbe risultare molto interessante per Stephan Gander, direttore marketing di smstudio. «La salute degli ospiti, della popolazione e di tutti i collaboratori delle strutture turistiche dell’Alto Adige è priorità assoluta in questo momento. Si tratta di un’iniziativa di motivazione per non smettere di pensare in modo positivo al futuro e non smettere mai di sognare. L’Alto Adige looks forward, guarda avanti! Da questa situazione dobbiamo trarre il vantaggio del tempo di pensare e studiare nuove proposte all’insegna della qualità che da sempre contraddistingue Il turismo in Alto Adige» conclude Gander.

Ad oggi all’iniziativa hanno aderito i Quellenhof Luxury Resorts in Val Passiria – Merano, i Post Dolomiti Resorts a San Candido in Alta Pusteria, il Dolomiti Wellness Hotel Fanes a San Cassiano in Alta Badia, il museo della fotografia di montagna LUMEN a Plan de Corones, Gourmet’s International società che gestisce il marchio di eccellenza The WineHunter e organizza il Merano WineFestival, la Cantina San Michele-Appiano, leader del panorama vitivinicolo dell’Alto Adige e italiano, e molti altri. Le prime proposte sono disponibili sulla pagina Instagram “Alto Adige guarda avanti” con hashtag #altoadigelooksforward.

 

Idee per una mini vacanza in Portogallo

lisbona-e-porto
lisbona-e-porto

Idee per una mini vacanza: Lisbona o Porto?
Un tour alla scoperta del Portogallo, partendo dalle due città più importanti del paese, tra castelli, librerie, tram e molto altro

A poche ore di volo dai principali aeroporti europei, il Portogallo è la destinazione perfetta per un long weekend. Lisbona con le sue terrazze panoramiche, Porto che si adagia sul fiume Douro, le spiagge dorate dell’Algarve o le distese pianure dell’Alentejo: questo paese cela meravigliose bellezze naturali che catturano ogni turista. Perché quindi non organizzare un long weekend in vista dei prossimi ponti primaverili alla scoperta dei luoghi più iconici e suggestivi del Portogallo?

Chi ancora non ha visitato questo paese può sicuramente partire da Lisbona, città cosmopolita inondata da una luce particolare che rende la città ancora più magica. Quando si pensa alla capitale, il pensiero va subito ai tipici tram gialli – diventati ormai un simbolo del luogo – che percorrono la città e attraversano i numerosi vicoli stretti. Ma per scoprire al meglio la città e la sua storia, il punto di partenza perfetto è l’Alfama, il più antico quartiere. Qui la modernità non è ancora riuscita a prendere il sopravvento: non si troveranno ristoranti alla moda o nobili palazzi, ma solo piccole botteghe e le tipiche casas do fado, locali dove si suona la tradizionale e malinconica musica portoghese, nonché vera espressione dell’anima lisboeta.

Altro punto di interesse storico che cattura l’attenzione dei turisti è il Castello di São Jorge, che domina l’intera città. In qualsiasi zona ci si trovi, sarà sufficiente alzare gli occhi al cielo per ammirare l’imponenza del Castello, una fortezza che venne fatta costruire per volere dei Mori nel XI secolo. La visita al Castello regala intense emozioni: una volta raggiunto, infatti, i turisti potranno godere di una vista panoramica a 360° su Lisbona e il fiume Tago in tutta la loro bellezza.

Spingendosi poi verso il Tago, si incontra Praça do Comércio, una delle piazze più belle d’Europa. Al centro della piazza c’è la statua di D. José I mentre sotto i maestosi portici c’è Martinho da Arcada, caffè-ristorante e punto di riferimento della città. Proseguendo si incontra un altro luogo iconico di Lisbona, ovvero la Torre di Belém che, insieme al Mosteiro dos Jerónimos, rappresenta la ricchezza e lo splendore cinquecentesco del Portogallo; i due monumenti sono stati classificati come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Seconda solamente a Lisbona, Porto è la capitale del Nord del Portogallo e per molti è la capitale nascosta del paese. Anche qui, come del resto in tutto il Portogallo, le bellezze non mancano e i turisti possono iniziare il loro tour andando a scoprire il centro storico, che è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità nel 1996. Gli azulejos, il tipico ornamento dell’architettura portoghese simile a delle piastrelle colorate sui toni dell’azzurro, sono un emblema della città. Vale la pena visitare la Estação São Bento per ammirare le intere facciate ricoperte con azulejos.

Sempre nel centro storico di Porto si trova uno dei posti più magici di tutto il Nord, la Livraria Lello. Si tratta di una delle librerie più belle al mondo e non appena si entra si percepisce fin da subito la magia che avvolge questo posto: un lungo salone con scaffali di libri e una scalinata con gradini rossi che accompagna i turisti al piano superiore. Ma non è tutto: pare che la scrittrice J.K. Rowling, che era solita frequentare la libreria quando viveva a Porto, si sia ispirata proprio a questo luogo per descrivere sia le scale della famosa scuola di magia di Hogwarts sia la libreria di Diagon Alley.

Anche Porto, così come Lisbona, è una città che coniuga perfettamente antico e moderno. Qui, infatti, i maestosi monumenti e chiese, come per esempio Sé, la cattedrale, o la Igreja de São Francisco, si alternano in perfetta armonia con gli edifici moderni, come la Casa da Música. Si tratta della principale sala da concerti situata nel quartiere di Boavista ed è stata progettata per l’evento Porto Capitale Europea della Cultura 2001 (sebbene poi sia stata completata solo nel 2005). Casa da Música è diventata il punto di raccordo tra la zona vecchia e la zona nuova della città e, grazie alla sua forma caratteristica, un poliedro irregolare di colore bianco, è diventato uno dei simboli moderni di Porto e del Nord.

Il tour della città non può che terminare con gusto di fronte a un ottimo calice di Porto, il vino liquoroso noto in tutto il mondo. Il Porto nasce nella valle del Douro, una zona che potrebbe anche essere definita come valle incantata tanta è la sua bellezza e che, non a caso, è stata classificata come Patrimonio Mondiale dall’UNESCO. Sempre da questa zona provengono anche i vini da tavola del Douro, diventati famosi anche oltre oceano grazie alla loro qualità eccellente.

Gli italiani in vacanza non tollerano “coppie sdolcinate”

Coppie sdolcinate
Coppie sdolcinate

Si avvicinano i ponti di novembre e dicembre e molti italiani stanno pianificando una breve fuga di qualche giorno, chi con il proprio partner, chi in famiglia con i propri figli, chi con gli amici o anche da soli.

Una volta chiarita la meta e la compagnia, a meno che non si sia scelta una destinazione “sperduta”, capiterà per forza di imbattersi in altri vacanzieri, o in albergo o durante qualche gita o tour di gruppo, e non potendo scegliere chi incontrare a molti capiterà anche di avere esperienze poco piacevoli con qualcuno con cui non vorrebbero mai aver a che fare nella vita. Ma cosa disturba di più i turisti italiani?

Secondo il potente motore di ricerca di voli e hotel www.jetcost.it più della metà (54%) non sopporta le coppie troppo “sdolcinate”.  Altre tipologie di vacanzieri poco graditi che si vorrebbero evitare sono le persone che non smettono mai di parlare e le famiglie con bambini indisciplinati.

Il team di Jetcost ha condotto un sondaggio nell’ambito di uno studio sulle esperienze di vacanza degli europei realizzato su 3.500 persone di età superiore ai 18 anni, andate in vacanza almeno due volte negli ultimi tre anni.

Inizialmente a tutti gli intervistati è stato chiesto con chi preferivano andare in vacanza e la maggior parte (37%) ha risposto di preferire le partenze in famiglia (coppia e figli); il 23% ha ammesso di amare i viaggi in coppia senza figli, il 19% con un gruppo di amici, il 15% con il maggior numero di parenti possibile e infine il 9% ha detto di voler andare in vacanza da solo.

A tutti è stato poi domandato se gli faceva piacere incontrare altre persone quando erano in vacanza o preferivano restare soli con i compagni di viaggio, e la stragrande maggioranza, il 68%, ha dichiarato di voler incontrare altre persone, siano essi connazionali o stranieri, solo il 19% ha risposto di non voler incontrare nessuno; non solo, il 12% ha ammesso che questo dipendeva dal tipo di persone che avrebbero potuto incontrare.

Andando ad approfondire, la domanda successiva è stata quali fossero le tipologie di persone o i gruppi che avrebbero preferito non incontrare durante le vacanze, e queste sono state le risposte più comuni:

1. Coppie sdolcinate – 54%.
3. Fumatori – 42%.
4. Persone “pesanti” che non smettono mai di parlare – 34%.
5. Donnaioli -32%.
6. Bambini indisciplinati – 27%.
7. Gruppi di addii al celibato – 20%.
8. Gruppi di anziani – 13%.

La maggioranza degli intervistati (54%) che ha dichiarato di considerare le “coppie sdolcinate” come la tipologia peggiore da incontrare, ha giustificato la risposta dicendo di “essere in vacanza per rilassarsi e stare in pace e di non voler avere intorno una coppia stucchevole”, mentre un altro 28% ha dichiarato di trovare molto fastidiose le effusioni pubbliche troppo sfacciate. Infine, più di un terzo, il 33%, ha ammesso di aver inventato scuse per non trascorrere del tempo con quella coppia.

Un rappresentante di Jetcost ha dichiarato: “Abbiamo tutti aspettative diverse per le vacanze e le brevi fughe. Alcuni di noi amano rilassarsi e riposare, altri, invece, vogliono visitare e scoprire il più possibile dei posti in cui si trovano. Ci sono quelli che partono da soli, quelli che partono con amici o in famiglia, quelli che vanno da soli, ma quando ci si trova in vacanza ognuno si comporta in modo diverso: qualcuno ama stare in compagnia e stringere amicizia, qualcuno spera di non dover incontrare un tipo di persone che non ama frequentare in assoluto e vorrebbe interagire il meno possibile con altri, ma la cosa più interessante emersa dal sondaggio è stata sapere che per gli italiani le coppie eccessivamente affettuose sono considerate molto peggio di fumatori, persone logorroiche o rumorosi gruppi di ragazzi in viaggio per addii al celibato e perfino di bambini indisciplinati”.

Ha preso il via “ParkinCammino”

parkinson
parkinson

È partito da tre giorni “ParkinCammino” un’esperienza sul Cammino di Santiago per pazienti affetti da malattia di Parkinson. Un’iniziativa terapeutica e di vita che permette, attraverso il “cammino in condivisione”, di offrire a chi soffre di Parkinson i benefici che provengono dallo svolgimento di un’attività fisica corretta e dalla possibilità, non meno importante di camminare insieme, comunicare con altri pazienti, familiari e sanitari e condividere un’esperienza di viaggio unica nel suo genere.

Dal 6 al 14 ottobre 28 viaggiatori: pazienti con Parkinson accompagnati da mariti, mogli, amici, assistiti dal Prof. Alessandro Padovani (Professore Ordinario di Neurologia dell’Università degli Studi di Brescia), dalla Dr.ssa Elisabetta Cottini e dal Dr. Andrea Pilotto (Specialisti Neurologi presso ASST Spedali Civili di Brescia), da infermieri e Fisioterapisti dell’Università di Brescia, con Federica Cottini, quale responsabile preparazione atletica, potranno vivere, in 9 giorni di spedizione, un progetto di viaggio, vacanza, terapia e ricerca.

News Italo e Snav

snavitalo
snavitalo

Italo e SNAV, compagnia di navigazione leader nel Mediterraneo, questa estate offrono a tutti i viaggiatori la possibilità di raggiungere splendide località turistiche a prezzo scontato!

Grazie alla nuova partnership infatti i clienti Italo che acquistano un biglietto del treno avranno il 20% di sconto sull’acquisto del biglietto della nave, potendo usufruire di questa vantaggiosa offerta per raggiungere da Napoli le località di Stromboli, Panarea, Vulcano, Salina, Lipari, Ventotene, Ponza, Ischia e Procida.

Non finisce qui: chi vorrà approfittarne per regalarsi un viaggio all’estero avrà la possibilità di usufruire dello sconto per raggiungere la Croazia, attraccando a Spalato (partendo da Ancona).

Un’opportunità per concedersi una vacanza all’insegna del mare e della natura, immergendosi nel relax dei bagni termali di Ischia o potendo visitare bellezze artistiche quali l’Acropoli di Lipari, la Chiesa di San Pietro a Stromboli, il Porto Romano di Ventotene e le grotte di Pilato a Ponza.

Italo e Snav hanno pensato anche ai viaggiatori che programmano un’estate fuori dall’Italia, garantendo sempre il 20% di sconto ai turisti diretti in Croazia! Attraccando a Spalato si ha la possibilità di rilassarsi lungo la costa dalmata e di visitare i monumenti cittadini quali la Porta Aurea ed il Palazzo di Diocleziano.

Prenotare è davvero semplice per tutti i passeggeri Italo: una volta che si è in possesso del biglietto del treno basta prenotare il viaggio con SNAV ed inserire il codice ricevuto in fase di prenotazione.

Ancora una volta Italo garantisce un servizio di ancillary ai suoi viaggiatori per facilitare la programmazione dei propri spostamenti, garantendo un’esperienza di viaggio a 360°!