Nasce Musiclife.live

mmusiclife live
mmusiclife live

In questo periodo difficile per la musica dal vivo nasce MUSICLIFE.LIVE, la nuova piattaforma digitale creata per la formazione professionale nello spettacolo e nella musica, oltre ad essere un “luogo di incontro” per musicisti, cantanti, compositori, professionisti, produttori e tutti gli appassionali di musica.

Da un’idea di Astralmusic, il portale Musiclife.live (ideato durante il lockdown) permette di poter ascoltare un concerto live online, imparare uno strumento musicale, partecipare a seminari di approfondimento, acquistare beat per fare musica, essere informato sui festival e sui vari casting, rimanendo sempre connessi insieme ad altre persone che condividono gli stessi interessi degli utenti.

Musiclife.live diventa quindi un modo per accorciare le distanze, mettere in contatto professionisti del settore in modo semplice e diretto, che sia attraverso la piattaforma digitale che de visu, grazie a colloqui e incontri con i più importanti esperti e appassionati di musica.

In collaborazione con l’Accademia Online GLOBAL ARTS, su Musiclife.live sarà possibile imparare un vero e proprio mestiere. Grazie alla direzione artistica degli artisti internazionali Christine Grimandi (interprete internazionale) e il Maestro Simon Lee (che ha collaborato fra altri artisti internazionali con Björk, Primal Scream, Carreras, Sarah Chang, collaboratore e supervisore musicale da oltre vent’anni di Andrew Lloyd Webber), gli utenti potranno specializzarsi in varie discipline come musica, regia, recitazione, canto, composizione e tanto altro ancora.

Tra gli insegnanti: il regista David Freeman, il produttore e collaboratore di Cameron Mackintosh Stephen Brooker, i direttori musicali Rob Rayner, Michael Bradley, Toby Higgins e John G Smith, il violinista concertmaster Jonathan Hill, il batterista Andy McGlasson, il percussionista Julian Poole, il “Pearl Flutes International Artist” Andy Findon, il cornista David Lee, il trombettista Andrew Crowley direttore artistico della London Brass, il bassista Rory Dempsey, la vocal coach Manuela Ochakovski, il soprano drammatico Marie Angel ed ancora Janet Mooney, Luca Biagini, Monica Bonomi, Victor Carlo Vitale, Emmanuel Suarez, Sarah Falanga, Barbara Lo Gaglio, Andrea Matthias Pagani, Ilene Winkler e tanti altri.

Inoltre, al progetto collabora anche la National Music Schools, che offrirà lezioni di musica di alto livello per tutti gli strumenti (per i quali verrà rilasciato l’attestato Certificato Europeo LPEB – London Performer Education Board), corsi tematici, corsi di tecnologia e produzione musicale. Oltre al Direttore Artistico Diego Peres, verranno coinvolti Franco Rossi (per la sezione Batteria), Karin Mensah (per la sezione Canto) e Roberto Cetoli (per la sezione Pianoforte). Non mancheranno personaggi di caratura nazionale ed internazionali quali David Garibaldi, batterista dei Tower of Power e Skip Hadden, insegnante della Berklee College of Music di Boston.

Sulla piattaforma ci saranno anche altri insegnanti indipendenti dalle accademie che presenteranno i loro programmi, tra i quali Roberta Faccani (ex Matia Bazar), Renato Caruso, Max Dedo (Max Gazzè, Carmen Consoli) e tanti altri.

Oltre a tutte le news artistiche, ci sarà una sezione dedicata ai professionisti dello spettacolo di materia burocratica e fiscale con il supporto dell’ufficio legale Vittorio Costa e Associati.

L’idea di MUSICLIFE.LIVE nasce da astralmusic, agenzia di rappresentanza artistica per tutti gli operatori dello spettacolo che dal 1998 opera principalmente nei settori di consulenza artistica e fiscale, produzione discografica, accademia musicale, promozione e organizzazione eventi con sede legale a Castelplanio nelle Marche e altre sedi a Roma, Milano, Londra e Doha in Qatar. Lo staff di giovani professionisti specializzati nei vari settori è coordinato dai due soci fondatori e titolari, i fratelli Giordano e Graziano Tittarelli.

Tavolo metropolitano: i temi affrontati

Arianna Censi
Arianna Censi

Oggi si è tenuta in videoconferenza la riunione del Tavolo Metropolitano. La Città metropolitana di Milano e i rappresentanti delle principali categorie di portatori d’interesse presenti sul territorio (da Assolombarda ai Sindacati, da Confcommercio a Coldiretti, alle Cooperative, alle Università, al mondo dell’artigianato e il terzo settore) si sono confrontati sulla fase due dell’emergenza covid-19 con una particolare attenzione ai temi della mobilità, del lavoro e dell’economia.

Gli oltre cinquanta soggetti coinvolti hanno condiviso esperienze e informazioni per costruire un percorso condiviso che consenta all’area metropolitana milanese una ripartenza quanto più possibile graduale, ordinata e in sicurezza per tutti i cittadini.

Così ha commentato la Vicesindaca Arianna Censi: “Stiamo vivendo una situazione straordinaria a cui si può dare una risposta efficace solo attraverso l’attivazione di meccanismi di collaborazione innovativi, è questo quanto emerso nelle riflessioni e nelle proposte fatte alla riunione odierna. I temi di area vasta del trasporto, della salute e del lavoro saranno centrali nella ripartenza e dovranno necessariamente vedere il protagonismo della Città metropolitana, un Ente nato per governare la complessità. Anche nella cosiddetta fase due lo smart working rimarrà utilizzato in larga misura dalle grandi imprese e dagli Enti Pubblici con rientri graduali. La sfida che ci troveremo ad affrontare sarà implementare il livello di integrazione dei diversi mezzi di trasporto per garantire un sistema efficiente e spostamenti in sicurezza agli utenti, alle lavoratrici e ai lavoratori. Per fare ciò serviranno risorse aggiuntive per il trasporto pubblico locale, si dovranno individuare nuove aree di sosta, e sarà necessario progettare e realizzare nuove piste ciclopedonali anche di raccordo tra Comuni di prima e seconda fascia. Un ringraziamento particolare deve essere fatto a Siria Trezzi, consigliera delegata alla mobilità della Città metropolitana, e a Luca Tosi, Direttore dell’Agenzia di bacino del TPL, per il prezioso lavoro che stanno svolgendo in queste settimane difficili.”

Gara Energia

Water alliance acque di lombardia
Water alliance acque di lombardia

22 aziende pubbliche, un fabbisogno di quasi 1 milione di MWh per servire oltre 11 milioni di utenti. 10 delle 13 aziende di Water Alliance – Acque di Lombardia, e 11delle 14 aziende di Utility Alliance del Piemonte, le due reti di aziende pubbliche che gestiscono il servizio idrico integrato di Lombardia e Piemonte, più il gestore del servizio idrico del Comune di Mortara, Asmia Srl, lanciano una gara congiunta per un valore di quasi 139 milioni di euro da destinare alla fornitura di energia elettrica da sole fonti rinnovabili, per ridurre l’impatto ambientale e i costi di gestione.

Una rete di aziende pubbliche sempre più grande e importante pronte a fare sistema per fornire servizi sempre più efficienti ai cittadini e garantendo una migliore tutela dell’ambiente.

L’energia oggetto del bando servirà ad alimentare i depuratori, le stazioni di sollevamento acque reflue, gli impianti di sollevamento e trattamento acque potabili, gli impianti di protezione catodica e le sedi e gli uffici delle 22 aziende: BrianzAcque, Gruppo CAP, Lario Reti Holding, Padania Acque, SAL (Società Acqua Lodigiana), Uniacque, MM, ALFA, COMO ACQUA e Secam per la Lombardia;SMAT – Società Metropolitana Acque Torino, Acquedotto della Piana, Acquedotto Valtiglione, ALEGAS (AMAG Ambiente, AMAG Reti Gas, AMAG Reti Idriche, AMAG), ACDA -Azienda Cuneese dell’Acqua, AMC – Azienda Multiservizi Casalese, AMV – Azienda Multiservizi Valenzana, CCAM – Consorzio dei Comuni per l’Acquedotto del Monferrato, SII -Servizio Idrico Integrato Biellese e Vercellese, SISI – Società Intercomunale Servizi Idrici edACEA Pinerolese Industrialeper il Piemonte.Quest’anno si unisce inoltre come partner di gara,Asmia Srl,il gestore del servizio idrico integrato del Comune di Mortara.

Salute: sordità

 

sordità
sordità

Disponibili anche in Italia gli impianti di ultima generazione di MED-EL SYNCHRONY 2, SONNET 2 e BONEBRIDGE BCI 602

MED-EL, leader mondiale nel campo degli impianti per l’udito, lancia in Italia i pluripremiati sistemi di ultima generazione per la terapia uditiva:

o L’impianto cocleare SYNCHRONY 2

Il processore audio SONNET 2 e i suoi accessori per la connettività wireless
L’impianto a conduzione ossea BONEBRIDGE BCI 602

Queste novità tecnologiche, presentate il 16 ottobre a Bucarest in occasione dell’ultimo congresso europeo ESPCI (European Symposium on Pediatric Cochlear Implantation), sono il risultato della proficua sinergia tra specialisti, feedbacks degli utenti e scienza. I nuovi prodotti non solo migliorano la qualità dell’ascolto e l’usabilitá per gli utenti ma rendono anche la chirurgia più semplice e meno invasiva.

David Rätz, Head of Product Management di MED-EL, ha commentato: “MED-EL ha inventato il primo impianto cocleare multicanale microelettronico (CI) al mondo, impiantato per la prima volta nel 1977. Da allora, abbiamo raggiunto numerosi primati mondiali sul mercato. Con il nuovissimo sistema SYNCHRONY 2, MED-EL ha compiuto un ulteriore grande passo nella direzione dell’individualizzazione, avvicinandosi quindi ancor più all’udito naturale. Grazie a un elettrodo centrale, il nuovo sistema MED-EL semplifica la pianificazione chirurgica, ottimizza l’inserimento dell’array di elettrodi e consente un posizionamento sicuro per qualsiasi anatomia, anche in bambini molto piccoli”, ha concluso Rätz

Lanciato per la prima volta nel 2014, l’impianto cocleare SYNCHRONY di MED-EL ha rivoluzionato il settore degli impianti cocleari grazie alle sue prestazioni uditive avanzate e alla sua tecnologia d’avanguardia, consentendo agli utenti di potersi sottoporre a Risonanza Magnetica a 3.0 Tesla senza dover ricorrere alla rimozione del magnete. e alla tecnologia all’avanguardia, inclusa la possibilità di effettuare scansioni MRI 3.0 Tesla.

Il nuovo sistema SYNCHRONY, che comprende l’impianto cocleare SYNCHRONY 2, il processore audio SONNET 2 con i suoi dispositivi di connettività e il software di sistema MAESTRO 8.0, è stato insignito del prestigioso IF DESIGN AWARD 2019, uno dei più importanti premi mondiali per il design.

Gli specialisti hanno lavorato a stretto contatto con MED-EL per una maggior maneggevolezza chirurgica. SYNCHRONY 2 si basa sulle comprovate prestazioni, sulla sicurezza durante la risonanza magnetica e sull’affidabilità di SYNCHRONY. In aggiunta, avendo un array porta elettrodi più corto e flessibile, offre una pianificazione chirurgica semplificata e un posizionamento sicuro dell’impianto.

Tutto nella migliore soluzione per un approccio chirurgico mininvasivo semplificato per le singole anatomie, indipendentemente dal lato impiantato.

I ricercatori e gli scienziati di MED-EL sono alla continua ricerca di nuovi modi per offrire agli utenti una migliore qualità del suono e maggiore usabilità dei dispositivi. SONNET 2 risponde a queste esigenze con le sue funzionalità di connettività wireless, tra cui AudioLink e AudioKey. SONNET 2 con il nuovo processore audio che sfrutta il Bluetooth Low Energy e la tecnologia ASM 3.0, è in grado di adattarsi automaticamente alle diverse situazioni sonore e filtrare il rumore di fondo come mai prima d’ora.

Nel 2012, MED-EL ha lanciato il primo e unico impianto a conduzione ossea transcutanea attivo al mondo, BONEBRIDGE.

Il nuovo impianto BONEBRIDGE BCI 602 prevede una riduzione di quasi il 50% della profondità di perforazione e offre ai professionisti una procedura chirurgica più semplice e veloce. È inoltre compatibile con i processori audio SAMBA attuali e futuri.

Nel 2019 MED-EL ha ricevuto il prestigioso Red Dot Award per la progettazione dell’impianto BONEBRIDGE BCI 620. La giuria ha voluto premiare il design ergonomico dell’impianto riconoscendo il modo in cui ciò potrebbe giovare ai futuri pazienti. Tutti i nuovi impianti sono compatibili con i vecchi processori audio per garantire la retrocompatibilità.

MED-EL Medical Electronics, leader nelle soluzioni uditive impiantabili, è guidato dalla missione di superare la perdita dell’udito come barriera alla comunicazione. La compagnia austriaca, di proprietà privata, è stata co-fondata dai pionieri del settore Ingeborg ed Erwin Hochmair, la cui ricerca rivoluzionaria ha portato allo sviluppo del primo impianto cocleare multicanale microelettronico (CI) al mondo, che è stato impiantato con successo nel 1977 e ha posto le basi per quello che oggi è conosciuto come il moderno IC. Ciò ha gettato le basi per la crescita di successo dell’azienda che, dopo l’assunzione dei primi dipendenti nel 1990, ad oggi conta oltre 2.200 dipendenti e 30 sedi in tutto il mondo.

MED-EL offre la più ampia gamma di soluzioni impiantabili e non impiantabili per il trattamento di tutti i tipi di perdita dell’udito, consentendo a persone in 124 paesi di poter sentire e beneficiare del dono dell’udito, grazie all’aiuto di un dispositivo MED-EL. Le soluzioni uditive di MED-EL comprendono sistemi di impianti cocleari e per orecchio medio un sistema uditivo impiantabile a stimolazione elettroacustica (EAS), un sistema combinato di impianti di stimolazione acustica, impianti uditivi del tronco encefalico cerebrale e dispositivi a conduzione ossea chirurgici e non chirurgici. www.medel.com