Trenord: Malpensa Express da record

Malpensa Express
Malpensa Express

+46% i viaggiatori sul collegamento aeroportuale durante la chiusura di Linate dal 27 luglio al 26 ottobre.
Oltre 1,2 milioni di passeggeri hanno utilizzato il treno Malpensa Express, da e verso l’aeroporto, dal 27 luglio al 26 ottobre. Durante il “Bridge”, il collegamento aeroportuale di Trenord, che quest’anno ha compiuto 20 anni, ha registrato un aumento di passeggeri del 46% rispetto allo stesso periodo del 2018 e ha mantenuto performance positive, con una puntualità superiore al 90%.
Durante il periodo di trasferimento dei voli da Linate, Trenord ha effettuato 13.500 treni e potenziato le composizioni delle corse Malpensa Express in modo da offrire complessivamente 18.500 posti in più sui convogli del collegamento aeroportuale, che conta ogni giorno 146 corse fra l’aeroporto e la città di Milano, cioè una ogni 15 minuti da e per lo scalo. Grazie al potenziamento, l’offerta è cresciuta del 47% passando da poco più di 39mila posti al giorno a quasi 58mila.
In occasione del “Bridge” Trenord ha inoltre rafforzato i servizi di assistenza e informazione ai viaggiatori e i canali di vendita ai due Terminal di Malpensa e nella stazione di Milano Centrale, dove – grazie alla collaborazione con Sea – è stata inaugurata un’area di accoglienza e sosta presso le banchine dedicate a Malpensa Express. Online anche il nuovo sito malpensaexpress.it, che agevola la fruizione e l’acquisto da dispositivi mobile.
“Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti durante il Bridge: i dati record dei passeggeri Malpensa Express premiano lo sforzo che abbiamo compiuto per offrire un servizio potenziato, che si è dimostrato proporzionato alla variazione della domanda – ha tenuto a sottolineare l’AD di Trenord Marco Piuri. Un successo reso possibile dalle decine di colleghi che, a bordo e a terra, hanno espresso il loro massimo impegno”.

Trenord: sciopero generale

trenord - treni
trenord – treni

Dalle ore 21 di giovedì 24 alle ore 21 di venerdì 25 ottobre è previsto uno sciopero generale di tutte le categorie pubbliche e private che potrebbe coinvolgere anche il trasporto ferroviario.

I treni regionali, suburbani e a lunga percorrenza di Trenord e il servizio Malpensa Express potrebbero subire limitazioni e cancellazioni.

Giovedì 24 prima dell’inizio dello sciopero viaggeranno i treni in partenza entro le ore 21, che arrivano a destinazione finale entro le ore 22.

Venerdì 25 dalle ore 6 alle ore 9 e dalle ore 18 alle ore 21 saranno effettuate le corse indicate sul sito Trenord al link:
http://www.trenord.it/media/2474177/treni_garantiti_sciop_24h_ottobre2019.pdf

Circoleranno autobus sostitutivi senza fermate intermedie per le eventuali corse non effettuate tra Milano Cadorna (in partenza da via Paleocapa, 1) e Malpensa Aeroporto e tra Malpensa Aeroporto e Stabio.

Trenord: incontro in Regione Lombardia

Marco Piuri- Amm.Delegato Trenord
Marco Piuri- Amm.Delegato Trenord

Si è tenuto ieri sera l’incontro in Regione Lombardia con i rappresentati dei viaggiatori e delle associazioni dei consumatori.

Accogliendo i loro suggerimenti, verranno semplificate le procedure per la richiesta del rimborso per i clienti storici solo ferroviari. La compilazione sarà semplice e tutta on line sul sito Trenord. Inoltre, per predisporre la documentazione, sono attivi i punti di assistenza al cliente situati presso le stazioni di Milano Cadorna e Milano Porta Garibaldi (My Link Point).

In virtù della semplificazione della procedura, definita durante l’incontro, chi chiederà il rimborso dovrà caricare sul sito trenord.it, non più certificati come previsto inizialmente, bensì autodichiarazioni che esplicitino la residenza, il luogo abituale di svolgimento della propria attività (lavoro, studio o altro) e la formale richiesta di accesso al contributo con l’impegno a non utilizzare l’abbonamento Stibm su sistemi di trasporto diversi da quello di Trenord. Il cliente aggiungerà inoltre il proprio Iban per l’accredito dell’eventuale rimborso e l’immagine di carta d’identità e tessera sanitaria/codice fiscale.

In merito al nuovo sistema tariffario, rispondendo alle domande delle rappresentanze dei clienti e dei consumatori, l’amministratore delegato di Trenord Marco Piuri ha ribadito che “procrastinare Stibm avrebbe solo spostato il problema di qualche anno, non evitando aumenti progressivi che la Regione avrebbe dovuto applicare per colmare il gap tra ferro e gomma che già costa – a parità di chilometri – il 30 per cento in più. Mantenere un doppio sistema sarebbe stato contro il principio stesso dell’integrazione cui l’ente regolatore ha deciso di aderire e avrebbe significato applicare periodicamente un rincaro di tutte le tariffe su tutto il territorio regionale e non solo sul territorio sul quale si sta realizzando la prima parte dell’integrazione. Trenord è l’unico soggetto di trasporto presente in tutte i bacini della Lombardia. La mobilità di oggi e del futuro è e sarà fondata sulla connessione e sull’integrazione. Non aderendo a STIBM il sistema ferroviario avrebbe creato un danno enorme a decine di migliaia di persone che già oggi godono dei benefici dell’integrazione. Trenord, consapevole delle criticità generate verso chi utilizzava solo il treno, è intervenuta con azioni di mitigazione”.

La richiesta di rimborso potrà essere compilata on line a partire dal 16 ottobre.
Durante l’incontro presso la Regione Lombardia è stato inoltre fatto il punto sulla performance del sistema ferroviario regionale. “I dati – ha proseguito l’AD – mostrano un netto miglioramento: come si evince dal confronto tra il 2018 e il 2019 la puntualità è migliorata dal 75% all’81,8%. Le soppressioni giornaliere sono diminuite passando dal 5,8% al 2,9%. Non basta ancora, il nostro lavoro prosegue e si concentrerà sulle direttrici che ancora presentano margini di miglioramento”.

L’AD ha infine confermato che da gennaio entreranno in servizio i primi dei 185 nuovi treni che rinnoveranno la flotta da inizio 2020 al 2023.

Trenord: nuovo sistema tariffario e relativi aumenti decisi dall’Agenzia del TPL

Aumento delle tariffe Trenord
Aumento delle tariffe Trenord

In riferimento a quanto affermato dall’agenzia del Trasporto Pubblico Locale del bacino Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia, Trenord specifica che l’organizzazione del nuovo sistema tariffario, entrato in vigore a luglio per Atm e oggi per Trenord, è stato definito dalla stessa Agenzia, che ha stabilito le modalità di calcolo delle tariffe e il loro conseguente aumento. 

L’integrazione è da tempo un obiettivo che, dove realizzata, ha prodotto in tutti i territori effetti positivi sulla mobilità. Trenord è un attore fondamentale del sistema integrato, l’unico che connette tutti i territori della Lombardia: serve in totale 96 stazioni in area STIBM con 1milione di passaggi; 24 stazioni nella città di Milano di cui 6 nel passante ferroviario, con un flusso di oltre 650mila persone al giorno. Per questo Trenord non può essere fuori dal sistema integrato. 

L’Agenzia del TPL, con l’attivazione di STIBM, ha anticipato di un anno il sistema integrato di bigliettazione elettronica (SBE) non colmando alcuni gap tecnologici che i clienti di Trenord si trovano ad affrontare. Ad esempio, i nuovi titoli di viaggio acquistati online per le zone fuori da Milano (MI4-MI9) non aprono i tornelli della metropolitana. 

Trenord: in Treno al GP di Monza

trenord-autodromo di monza
trenord-autodromo di monza

Trenord porta gli appassionati di Formula 1 in pole position al GP di Monza 2019: per l’evento sportivo che dal 6 all’8 settembre animerà il Monza Eni Circuit, fra prove e gara, l’azienda ferroviaria propone biglietti speciali a prezzi convenienti per raggiungere il circuito in treno e corse straordinarie nel giorno della gara. In più, chi acquista online i biglietti speciali di Trenord per il Gran Premio potrà godere di sconti per assistere alle prove e alla corsa.

I treni straordinari per la gara e il biglietto speciale a 5 euro
Domenica 8 settembre 21 corse straordinarie collegheranno Milano Porta Garibaldi e la stazione di Biassono-Lesmo Parco, la fermata più vicina all’Autodromo (ingresso D). Sarà possibile viaggiare a bordo dei treni speciali con un biglietto andata e ritorno al costo di soli 5 euro, acquistabile online sull’e-Store di Trenord, presso le biglietterie Trenord e i distributori automatici.

Nella mattina di domenica 8 sarà possibile acquistare il biglietto speciale direttamente nella stazione di Milano Porta Garibaldi dove sarà allestito un desk dedicato che consentirà l’acquisto anche con carta di credito contactless (circuiti Mastercard, Maestro, VISA, Amex), grazie al sistema “Pay&Go”.

Servizio da Milano Porta Garibaldi a Biassono-Lesmo Parco. Nel giorno della gara sarà possibile raggiungere Biassono-Lesmo Parco con una delle 12 corse in partenza da Milano Porta Garibaldi (senza fermate intermedie): 7.20; 7.52; 8.20; 8.50; 9.20; 9.50; 10.20; 10.50; 11.20; 11.52; 12.20; 12.42.

Servizio da Biassono-Lesmo Parco a Milano Porta Garibaldi. Per il ritorno a Milano Porta Garibaldi saranno 9 le corse in partenza da Biassono-Lesmo Parco ai seguenti orari: 16.40; 16.55; 17.10; 17.25; 17.45; 17.55; 18.25; 18.55; 19.28. Le corse di ritorno effettueranno anche la fermata intermedia di Monza.

Oltre ai treni straordinari, sportivi e curiosi potranno raggiungere il Gran Premio in treno con una delle 54 corse Trenord che – da orario regolare – raggiungono la stazione di Monza fra le ore 7 e le ore 14, sulle linee Milano-Monza-Lecco-Sondrio-Tirano, S8 Lecco-Carnate-Milano Porta Garibaldi, S9 Saronno-Seregno-Milano-Albairate, S11 Chiasso-Como-Milano-Rho e sul collegamento transfrontaliero TILO RE10 Bellinzona-Lugano-Milano.

Dalla stazione di Monza sarà attivo un servizio di bus navetta fino al circuito. Ulteriori informazioni sul percorso e sull’acquisto dei ticket del servizio di navetta sono disponibili sul sito del Monza Eni Circuit.

I biglietti speciali per gara e prove
Trenord propone inoltre il biglietto speciale “Trenord Day Pass”: il ticket, a valenza giornaliera per un adulto e più ragazzi (fino a 13 anni compiuti) legati da un rapporto di parentela, comprende a soli 13 euro il viaggio andata e ritorno da qualsiasi stazione della Lombardia a Monza o Biassono-Lesmo Parco.

Acquistabile online sull’e-Store Trenord, nelle biglietterie Trenord e alle emettitrici automatiche, “Trenord Day Pass” potrà essere utilizzato sia nei giorni delle prove – venerdì 6 e sabato 7 – che nel giorno della gara – domenica 8. La data di utilizzo dovrà essere indicata al momento dell’acquisto.

I viaggiatori in possesso di “Trenord Day Pass” domenica 8 potranno viaggiare anche a bordo dei treni straordinari Trenord da Milano a Biassono-Lesmo Parco.

Sconti fino al 25% sugli ingressi al Monza Eni Circuit
Per chi va in treno e acquista online il biglietto Trenord l’ingresso a prove e gare costa meno: la partnership tra Trenord e Monza Eni Circuit offre a chi compra il ticket di viaggio sull’e-Store di Trenord sconti fino al 25% sull’ingresso al circuito nei giorni del Gran Premio.

Usufruire dello sconto è semplice: durante la fase di acquisto online gli utenti riceveranno codice promozionale e password per accedere all’area riservata sul sito del Monza Eni Circuit (www.monzanet.it) e usufruire dello sconto, scegliendo tra ingressi singoli e abbonamenti per assistere al weekend di prove e gara.

Tutte le informazioni sulle iniziative di Trenord per il Gran Premio e gli orari dei treni sono disponibili su APP e sito trenord.it.