“La classe non è qua” – Apertura prevendite

 Pio e Amedeo
Pio e Amedeo

Con grandissimo successo di pubblico e critica e dopo le due date evento all’Arena di Verona e al Teatro Antico di Taormina, con La classe non è qua, il duo comico Pio e Amedeo andrà in scena al Teatro EuropAuditorium il 16 dicembre.

Dissacranti, ironici e iconici, Pio e Amedeo portano in scena delle nuove gag e delle esilaranti battute capaci di far ridere, ma anche riflettere. Non mancheranno i due personaggi che li hanno resi celebri in televisione con “Emigratis”, ospiti e sorprese speciali.

Continua anche la loro partecipazione al talent show di Canale 5, “Amici” di Maria de Filippi nella sua versione Celebrities, in onda dal 21 settembre 2019 in prima serata.

PREZZI: I platea 50,00 € – I platea laterale 40,00 € – II platea 35,00 € – balconata 20,00 €
PREVENDITE acquistabili presso la biglietteria del TEATRO EUROPAUDITORIUM (Piazza Costituzione 4, Bologna), presso la biglietteria del TEATRO CELEBRAZIONI (via Saragozza 234, Bologna), entrambe aperte dal lunedì al sabato, dalle ore 15.00 alle ore 19.00, attraverso il circuito TICKETONE (online e nei punti vendita) e attraverso il sito www.teatroeuropa.it.
Per informazioni: 051.372540 – 051.6375199 – info@teatroeuropa.it

A “Domenica Live”, esclusiva Internazionale

Samantha Markle
Samantha Markle

Oggi, domenica 23 settembre, su Canale 5, “Domenica Live” ha proposto – in esclusiva internazionale – un’intervista di Barbara d’Urso a Samantha Markle, sorellastra di Meghan, da quattro mesi moglie del principe Harry di Inghilterra.

Nel corso delle ultime settimane, in più occasioni Samantha ha scritto sui propri profili social delle frasi che hanno creato scandalo nel Regno Unito e non solo, oltre a un forte imbarazzo nella Famiglia reale britannica. In particolare, la donna accusa la neo-duchessa di Sussex di essere “snob” e “arrogante”, e il secondogenito del Principe Carlo e di Lady Diana di essere “codardo” e di non avere rapporti con suo padre Thomas Markle (il quale, insieme alla stessa Samantha, non è stato inviato al matrimonio reale dello scorso 19 maggio).

In un altro messaggio postato sui social network a inizio estate, Samantha aveva scritto: “Se nostro padre muore, ti considererò responsabile, Meghan”.
In quest’ultimo tweet la donna faceva riferimento alle condizioni di salute del padre, che soffre di problemi di cuore.

A tal proposito Samantha, malata di sclerosi multipla, a “Domenica Live” dichiara: «Veramente ha avuto diversi infarti, aveva avuto già dei sintomi in passato ma li aveva ignorati perché non voleva che la notizia si diffondesse, per cui si è tenuto questo segreto per sé. Alla fine poi ha avuto veramente un infarto serio e i dottori hanno detto che forse sarebbe stato meglio se lui non fosse andato al matrimonio… lui era così contento di andare ma i dottori gliel’hanno proibito, doveva prendersi cura della sua salute».

Samantha, che specifica come l’invito “informale” al matrimonio fosse giunto solo al padre e non a lei, ha poi commentato un’uscita del Principe Harry secondo cui Meghan “non ha mai avuto una famiglia”: «Io ho sempre detto che ha una famiglia, ha degli zii, dei cugini, dei fratelli, ma quando ti sposi allarghi la tua famiglia, la famiglia cresce e si allarga, ma poi i giornali hanno detto “no, Samantha ha insultato Harry”, ma questo non è vero, non è un insulto».

La donna quindi racconta a Barbara d’Urso i rapporti nella famiglia Markle prima che Meghan si fidanzasse con il secondogenito di Carlo e Diana: «Siamo sempre stati lì, siamo sempre stati una famiglia normale, abbiamo sempre fatto tutto quello che potevamo fare… io stessa soffro di disabilità e nonostante questo mi sono laureata, ho sempre avuto una vita molto impegnata, lei invece viveva dall’altra parte del Paese, viaggiava in tutto il mondo quindi non ci potevamo vedere frequentemente, ma naturalmente avevamo il sostegno reciproco e quando si poteva si parlava».

Samantha, che ha portato in trasmissione delle foto della sua famiglia, quando lei e Meghan erano molto più giovani, chiude l’intervista con un appello nei confronti di Meghan e Harry: «In un certo senso, forse non è giusto che una famiglia si esprima attraverso la televisione. La tua famiglia è sempre stata qui per te, soprattutto il papà… ti ha sempre seguito, ti sostiene sempre. Non c’è alcuna ragione per cui tu debba ignorarlo e non possa fare qualcosa per farlo sentire meglio. Tu sei caritatevole, lavori al diplomazia, allora fai la cosa giusta, fai una cosa corretta, una cosa caritatevole. Come possiamo migliorare questa situazione? Per favore, non ti allontanare, non ci ignorare. Per favore, comportati da adulta, accetta l’amore che noi come famiglia ti offriamo e dimostra al mondo intero che sei partecipe, che puoi portare a un lieto fine e fai la cosa giusta: non c’è alcuna ragione per non fare la cosa giusta e penso che tu possa farlo».

La montagna che non c’è

Anna_Torretta
Anna_Torretta

La celebre alpinista e guida alpina, Anna Torretta, pluri-campionessa italiana e vice campionessa del Mondo di arrampicata su ghiaccio, volto noto della televisione, presenterà il suo “fresco di stampa” edito da Piemme.

Si tratta, infatti, di un’opera avvincente, ricca di aneddoti, di storia dell’alpinismo, di profili di personaggi con le loro virtù e debolezze, dove l’autrice (alpinista, guida alpina, pluri-campionessa di arrampicata su ghiaccio, architetto, mamma) racconta con un linguaggio asciutto e coinvolgente il suo ideale di montagna e le “lotte” delle donne per conquistare anche alle alte quote lo stesso riconoscimento degli uomini.

Il suo è un libro che prende dalla prima all’ultima pagina, perché ogni riga esprime l’immensa passione che anima la sua quotidianità, dove montagna e vita si fondono insieme, in un inseparabile abbraccio con la roccia, il ghiaccio, il cielo.

“Apro un poco la porta del rifugio – scrive l’autrice – uno spiraglio, giusto per osservare il cielo nero e i milioni di stelle che lo puntellano. Non un suono, solo il vento che scivola sul ghiaccio. Ed è in questo momento che capisco di averla trovata, di avere azzeccato la giusta prospettiva, la ragione che spinge chi come me ama la montagna a fare quello che fa, il senso che tiene insieme tutte le esperienze. È la pace dopo la fatica, la bellezza dei luoghi, il superamento delle paure. È l’amore.”

La montagna di Anna Torretta diventa così un mondo che si rinnova continuamente: “da posto fisico diventa la meta che si sposta ogni volta che pensi di averla raggiunta. Diventa continua ricerca, l’istinto stesso che ti spinge a cercare e a cercarti. La montagna ti pone sempre un’altra sfida, come la vita”.

Nata a Torino nel 1971, Anna Torretta, architetto, dopo un periodo trascorso in Austria, a Innsbruck, dal 2004 risiede a Courmayeur, dove svolge l’attività di Guida alpina, per la “Società Guide di Courmayeur”, prima e unica donna. Pluri-campionessa italiana di arrampicata su ghiaccio, vice campionessa del Mondo 2006 di questa specialità, vincitrice a Cogne 2007 della finale di Coppa Italia, è letteralmente “folgorata” da questo sport che pratica dal 2001 al 2008, classificandosi sempre tra i primi 5 atleti.

Settimanale F: intervista ad Caterina Balivo

F n 19
F n 19

La conduttrice napoletana, Caterina Balivo, madre di Guido Alberto, 5 anni, e di Cora, 8 mesi, avuti dal finanziere e scrittore Guido Maria Brera, in occasione della festa della mamma del 13 maggio, è la protagonista della cover di F – il settimanale femminile di Cairo Editore diretto da Marisa Deimichei – in edicola domani.

Il successo, l’uomo della sua vita e la doppia maternità: traguardi importati, che vengono ripercorsi nell’intervista a partire dal terzo posto a Miss Italia dove neanche ventenne partecipò arrivando terza: «Lo vedevo alla televisione e volevo essere lì, volevo la corona. (…)

Sul palco di Salsomaggiore dissi a Fabrizio Frizzi che volevo diventare una conduttrice televisiva». Caterina, che proprio con Frizzi aveva poi debuttato e lavorato in varie occasioni, lo ricorda come: «Un uomo speciale e molto serio con le donne: non l’ho mai visto fare il cretino con nessuna…».

Dell’incontro con suo marito dice: «Con lui è andato tutto in modo strano. L’ho visto a un aperitivo, e mi ero fatta tutto un film diverso (…). Quando siamo usciti da soli la prima volta, mentre già pensavo “questo mi piace proprio”, a cena mi dice che ha due bambini.

Chiedo che età hanno, sperando che fossero già grandi, e lui mi risponde: “Quattro e otto”. A quel punto volevo nascondermi sotto al tavolo». Prima di lei, Brera era stato fidanzato con Serena Autieri. «Per me era vergine, di segno zodiacale e di fatto (…). Ha un’anima dark. Io poi mi incavolo e quindi diventa happy, ma ogni tanto mi fa ombra comunque.

Selettivo nelle frequentazioni, molto cattolico: vive perseguitato dai sensi di colpa. Se è sano, se è ricco, se ha amici: è come se dovesse scusarsi per le fortune che ha, non importa che se le sia conquistate con fatica».

La regina del pomeriggio di Raidue – che secondo indiscrezioni passerà sulla rete ammiraglia – annuncia anche delle novità professionali. «Ho sposato uno scrittore ma scrivo meglio di lui».

Dice sul serio? «Da otto anni ho un romanzo nel cassetto che a breve pubblicherò: è la storia di una donna che è l’opposto di Bridget Jones: fa progetti e li persegue con determinazione».

Mai pensato di lavorare con suo marito? «Abbiamo scritto un programma TV insieme ma se dico qualcosa mi ammazza».
Quando ha sentito il desiderio di diventare madre? «Vedendo Guido fare il padre. A quel punto, con i suoi figli, avevo fatto già una certa esperienza (…). Ora voglio il terzo figlio (…).

Quando ho messo via i vestitini di Cora, quelli taglia 1 mese, 3 mesi, mi è venuto un magone… Il tempo è volato così in fretta». Che mamma è Caterina Balivo? «Imperfetta. Perché sono quella che si arrabatta nella chat delle mamme chiedendo quando vanno fatti i compiti, arranco sempre e arrivo all’ultimo minuto.

Alle feste dei bambini non ci sono mai. Alla recita della scuola di mio figlio non sono potuta andare perché non spostano un intero piano di produzione per me; ho dovuto implorare mia madre di prendere un aereo e andare al mio posto. Se c’è da fare un cappello di cartapesta chiedo a lei perché non ho tempo né voglia di farlo. (…)».

Il settimanale F è disponibile anche in versione iPad e iPhone, nell’edicola di iTunes Store.

“Ieri Oggi Italiani”

scena
scena

La storia, il costume e la società del Paese – con rari documenti d’epoca e molti ospiti in studio – sono il cuore del nuovo programma di Retequattro ideato da Maurizio Costanzo – “Ieri Oggi Italiani” – al via dal 19 marzo, per otto appuntamenti, in onda ogni lunedì, in seconda serata.

La produzione, a cura di Alessandro Banfi per Videonews, segna il ritorno alla conduzione di un volto storico della rete diretta da Sebastiano Lombardi: quello di Rita Dalla Chiesa (primogenita del Generale Carlo Alberto), il cui debutto tv risale agli Anni 80, per una carriera che l’ha vista a lungo impegnata in Mediaset e in Rai.

La parte storica di “Ieri Oggi Italiani”, inoltre, è affidata al giornalista e scrittore Roberto Olla, più volte premiato per i suoi lavori televisivi e documentaristici, attuale collaboratore del Tg5 ed in passato in Rai (da Chi l’ha visto al Tg1, fino a La grande storia).

Nel corso delle puntate, ognuna dedicata ad un tema – la famiglia, lo sport, il cibo, la politica, la televisione, il cinema, l’amore, la musica – Rita Dalla Chiesa, con lo stile consueto, ripercorre il passato mettendo in luce i fatti più importanti che hanno segnato l’Italia del ‘900 e del nuovo Millennio.

La presenza di Maurizio Costanzo, infine, non si limita ad una supervisione deluxe di “Ieri Oggi Italiani”, ma lo vede intervenire in prima persona per raccontare un ricordo personale legato all’argomento al centro della serata.