Aeros in Tour

foto AEROS teatro
AEROS, in tour italiano dal 1 marzo, arriva a Milano al Teatro degli Arcimboldi dall’11 al 13 marzo 2016.

Humor e sensualità, sperimentazione e potenza fisica: un mix scenico incontenibile, nato dalla creatività di tre grandi star della danza internazionale – i coreografi Daniel Ezralow (fondatore di D.E. Dance Company), David Parsons (fondatore della Parsons Dance) e Moses Pendleton (fondatore di Momix) – unito alla fenomenale fisicità atletica dei campioni della Federazione Rumena di Ginnastica Artistica, Ritmica e Aerobica, una delle più medagliate del panorama sportivo mondiale.

Aeros, spettacolo unico nel suo genere, nasce da un’idea di Antonio Gnecchi Ruscone che ha voluto unire per la prima volta il talento di Ezralow, Parsons e Pendleton con la geniale intuizione di utilizzare un cast composto di un gruppo di atleti invece che di danzatori. Le straordinarie capacità atletiche del gruppo di ginnasti vengono esaltate sapientemente dai tre coreografi per creare uno spettacolo dove i corpi sono gli assoluti protagonisti della scena, esaltati dal gioco di luci e ombre e dalla musica che scandisce i loro movimenti. Allo spettacolo collaborano anche i creatori degli Stomp: Luke Cresswell e Steve McNicholas.

Con gli eleganti e avvolgenti costumi di Missoni gli atleti della Federazione Rumena volteggiano e si inseguono nell’aria, in spazi che riproducono gli elementi naturali dell’acqua, del cielo e del fuoco.

Lo spettacolo, il cui titolo gioca sul doppio senso del “in aria” e “eros”, è un susseguirsi di quadri che tracciano un percorso emozionale e sensoriale che coinvolge e rapisce l’attenzione dello spettatore.

Tutto questo è Aeros!

TOUR 2016

•1 MARZO 2016                            AOSTA – TEATRO SPLENDOR
•2 MARZO 2016                            CHIASSO – TEATRO COMUNALE
•4 MARZO 2016                            ASSISI – TEATRO LYRICK
•5 MARZO 2016                            BOLOGNA – TEATRO DELLE CELEBRAZIONI
•8 MARZO 2016                            BARI – TEATRO TEAM
•10 MARZO 2016                          ALESSANDRIA – TEATRO ALESSANDRINO
•DALL’11 AL 13 MARZO 2016      MILANO – TEATRO DEGLI ARCIMBOLDI
•14 MARZO 2016                          FIRENZE – TEATRO VERDI
•15 MARZO 2016                          GENOVA – POLITEAMA GENOVESE
•16 MARZO 2016                          TORINO – TEATRO COLOSSEO
•18 MARZO 2016                          TRIESTE – POLITEAMA ROSSETTI
•19 – 20 MARZO 2016                  SAN DONA’ DI PIAVE – TEATRO METROPOLITANO ASTRA
•21 MARZO 2016                          AZZANO DECIMO – TEATRO MASCHERINI
•22 MARZO 2016                          LUCCA – TEATRO DEL GIGLIO

 

Ad aprile il “Folk CooperaTour” di Davide Van De Sfroos

Locandina_DAVIDE VAN DE SFROOS b musica
Conclusa con successo l’anteprima invernale, riparte ad aprile il “Folk CooperaTour” di DAVIDE VAN DE SFROOS, con cui il cantautore torna alle origini del folk insieme alla band Shiver, dopo il doppio sold out dei concerti con orchestra sinfonica al Teatro degli Arcimboldi di Milano.

 «Dopo le svariate sperimentazioni dei lavori degli ultimi anni, si fa sentire forte la voglia di un ritorno alle radici e al folk degli inizi – racconta Davide Van De Sfroos –  Io ovviamente non posso tornare indietro o ringiovanire. Mi ha stimolato molto quindi, la possibilità di suonare con gli Shiver, questi ragazzi che venivano ai miei concerti quando erano bambini. Arriva un momento nella vita in cui bisogna avere il coraggio di confrontarsi con qualcuno che forse ha percorso meno strade ma che possiede l’energia e la freschezza per rispiegarti chi sei stato e chi potrai ancora essere. Con mio grande piacere gli Shiver hanno accettato di accompagnarmi in questo “Cooperatour”, sarà come una gita all’insegna del folk».

 Queste le nuove date del “Folk CooperaTour” (prodotto e organizzato da Batevents): il 1 aprile al Latteria Molloy di Brescia, l’8 aprile al Phenomenon di Fontaneto d’Agogna (NO), il 15 aprile al Teatro Giuditta Pasta di Saronno (VA), il 21 aprile all’Alcatraz di Milano, il 21 maggio al Pala Levico di Levico Terme (TN) e il 27 maggio a Lo Spirito del Pianeta di Chiuduno (BG). Le prevendite per i concerti apriranno nei prossimi giorni.

Gli Shiver, che accompagnano sul palco Davide Van De Sfroos per tutto il “Folk CooperaTour”, sono una giovane band di Lecco composta da Lorenzo Bonfanti (chitarra, percussioni, voce), Stefano Bigoni (piano, lap-steel, tromba, voce), Andrea Verga (banjo, chitarre, mandolino, voce), Stefano Fumagalli (contrabbasso) e Luca Redaelli (violino).

Qui la presentazione video del “Folk CooperaTour”: https://www.youtube.com/watch?v=5RIQksnA-2M

 L’ultimo album di Davide Van De Sfroos “Syfuniia” (Batoc67/Universal Music) è disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e sulle principali piattaforme streaming. Contiene 14 brani storici del cantautore comasco, riarrangiati dal M° Vito Lo Re per la Bulgarian National Radio Simphony Orchestra. In questo album Davide Van De Sfroos, in occasione dei suoi 50 anni, ha vestito i suoi grandi successi di nuovi abiti, unendo folk, rock e musica classica.

www.davidevandesfroos.com – twitter.com/davidevds

www.facebook.com/Davide-Van-De-Sfroos-Official-31173730932

Davide Van De Sfroos : il 4 dicembre esce l’album “Synfuniia”

DVDS_Cover_Synfuniia b
Il 4 dicembre esce “Synfuniia” (Batoc67/Universal Music), il nuovo album di DAVIDE VAN DE SFROOS contenente 14 brani storici del cantautore comasco riarrangiati dal M° Vito Lo Re per la Bulgarian National Radio Simphony Orchestra. Il giorno di uscita del disco, il 4 dicembre, l’artista sarà al Mondadori Megastore di via Marghera, 28 a Milano (ore 21.00) per incontrare i fan e presentare l’album.

Da venerdì 27 novembre, è in rotazione radiofonica “Ninna nanna del contrabbandiere”, il primo singolo che anticipa “Synfuniia”. La storica ballata di Davide Van De Sfroos indossa nuovi colori grazie all’arrangiamento per orchestra sinfonica ed è accompagnata da un videoclip, diretto da Dario Tognocchi, visibile da oggi, giovedì 26 novembre, sul nuovo canale Vevo dell’artista http://vevo.ly/WJhKaU.

In occasione dei suoi 50 anni, Davide Van De Sfroos ha vestito i suoi grandi successi di nuovi abiti, unendo folk, rock e musica classica sotto la guida del M° Vito Lo Re (che ha già lavorato, tra gli altri, con Edoardo Bennato, Elton John Band e Massimo Ranieri) e registrando il nuovo album “Synfuniia” tra Roma, Sofia (Bulgaria) e Cantù (Como).

Questa la tracklist dell’album: “Il duello”, “El calderon de la stria”, “Grand Hotel”, “Akuaduulza”, “Mad Max”, “La figlia del tenente”, “Goga e Magoga”, “Il reduce”, “Yanez”, “Brèva e Tivàn”, “La balera”, “Il dono del vento”, “De sfroos” e “Ninna nanna del contrabbandiere”.

 Il 30 gennaio 2016 Davide Van De Sfroos presenterà “Synfuniia” al Teatro degli Arcimboldi di Milano, accompagnato dall’Orchestra Sinfolario diretta dal M° Vito Lo Re. Per la prima volta senza la sua chitarra, il cantautore si esibirà con un’orchestra di 40 elementi dando vita ad una grande colonna sonora, che esplora il sound di Ennio Morricone e Michael Nyman, senza però perdere l’ironia tipica delle sue canzoni. I biglietti per la data sono disponibili su www.ticketone.it.

www.davidevandesfroos.com

www.facebook.com/Davide-Van-De-Sfroos-Official-31173730932

twitter.com/davidevds

Davide Van De Sfroos all’Arcimboldi di Milano

DVDS_Locandina b
Il 30 gennaio 2016 Davide Van De Sfroos sarà in concerto al Teatro degli Arcimboldi di Milano, dove proporrà per la prima volta live i brani del nuovo album, in uscita tra un mese, accompagnato dall’Orchestra Sinfolario, diretta dal M° Vito Lo Re.

Da oggi, alle ore 14.00, saranno aperte le prevendite per il concerto su www.ticketone.it.

Davide Van De Sfroos, per la prima volta sul palco senza la sua chitarra, si esibirà con un’orchestra di 40 elementi, per un appuntamento unico che fonderà folk, rock e musica classica in una grande colonna sonora diretta dal M° Vito Lo Re (che ha già lavorato, tra gli altri, con Edoardo Bennato, Elton John Band e Massimo Ranieri).

Il concerto al Teatro degli Arcimboldi è organizzato da Shining Production, Batevents e Groove Company Srl.

Si è da poco concluso con un concerto all’Expo Milano 2015 il tour di “Terra&Acqua”, il progetto curato da Van De Sfroos, testimonial ufficiale di Regione Lombardia per la cultura e l’arte dei territori, che ha unito musica, poesia, arte, tradizione, gastronomia e natura in un viaggio folk a km zero alla scoperta della Lombardia.

www.davidevandesfroos.com

www.facebook.com/Davide-Van-De-Sfroos-Official-31173730932

twitter.com/davidevds

Anna Karenina

Anna Karenina

Balletto in due atti basato sull’omonimo romanzo di Lev Tolstoj

Coreografia: Boris Eifman

Musica: Pëtr Il’ič Čajkovskij

Serenata per orchestra d’archi, Suite n.1, ballata sinfonica Il Voivoda, Scherzo op.42, Sinfonia n.6 “patetica”,

poema sinfonico Manfred, fantasia sinfonica Francesca da Rimini, Adagio Cantabile, Sinfonia n.2, Amleto ouverture fantasia, Suite n.3,

Souvenir d’un lieu cher, fantasia sinfonica La tempesta,

Romeo e Giulietta ouverture fantasia

Scene: Zinovij Margolin

Costumi: Vjačeslav Okunev

Luci: Gleb Fil’štinskij

Effetti speciali: Leonid Eremin

Teatro degli Arcimboldi di Milano

V.le dell’Innovazione 20 – Milano

Mercoledì 9 e giovedì 10 maggio 2012

ore 21:00

“La danza è un’arte che permette di realizzare i drammi psicologici. Offre la possibilità di sondare l’inconscio. Ogni nuovo spettacolo è una ricerca dell’ignoto. Il romanzo di Anna Karenina mi ha sempre affascinato. Quando si legge Tolstoj, si percepisce lo sguardo acuto che indaga il mondo psicologico dei suoi personaggi. In  Anna Karenina troviamo non soltanto lo studio profondo del mondo psicologico della sua eroina, ma una vera rivelazione psico-erotica della sua personalità.

Tutto questo è diventato il senso delle mie riflessioni coreografiche. Il ritmo tranquillo della famiglia Karenin (funzionario di stato, rispetto rigoroso, convenzioni sociali) lascia trasparire un’illusione di armonia e di pace. La passione di Anna per Vronskij sconvolge la loro vita abituale. Anna è completamente invasa dalla sua nuova passione, trascura perfino i suoi doveri di madre.

Troppo per la società ipocrita e convenzionale che la circonda e che la  condannata a una vita da esclusa. Anna dipende dal suo amante e questa dipendenza si trasforma in sofferenza, malattia. Per me Anna è un camaleonte, perché ha in sé due esseri.  È emblema del desiderio inappagato di essere compresi, sia nella vita che nella morte”.

Boris Eifman