Aggredita l’inviata di Striscia la Notizia

Rajae_Roma
Rajae_Roma

STASERA A STRISCIA LA NOTIZIA
+++ RAJAE BEZZAZ AGGREDITA A ROMA +++
L’INVIATA ERA NELLA CAPITALE PER CONTINUARE
L’INCHIESTA SU BLOCCO DEGLI SFRATTI E MOROSITÀ
Ennesimo episodio di violenza nei confronti di un inviato di Striscia la notizia: si tratta di
Rajae Bezzaz, aggredita in via Tiburtina a Roma con la sua troupe mentre filmava un
nuovo capitolo dell’inchiesta su blocco degli sfratti e morosità.
«In Italia è stato prolungato a causa del Covid il blocco degli sfratti – racconta Rajae –
che però non tutela i proprietari e permette invece ad alcuni affittuari di
“approfittarsene”». È il caso di un cittadino che, nonostante gestisca diverse pizzerie, non
paga da più di un anno l’affitto. Esasperato da questa situazione, il proprietario
dell’appartamento in zona San Basilio si è rivolto a Striscia, ma l’accoglienza riservata a
Rajae dall’inquilino moroso è stata tutt’altro che conciliante: «Inizialmente è scappato –
continua l’inviata di Striscia –, noi gli siamo stati dietro e poco dopo sono sbucati fuori
due suoi amici: ci hanno sorpreso, hanno distrutto telecamera e microfono e tirato
un pugno in faccia a un operatore». Verrà sporta denuncia per i danni subìti.
Il servizio andrà in onda stasera su Canale 5 (ore 20.35).
TWITTER @Striscia – INSTAGRAM @striscialanotizia – FACEBOOK @Striscia
SITO UFFICIALE DEL PROGRAMMA
www.striscialanotizia.mediaset.it

Tapiro d’oro a Sofia Goggi

GOGGIA_TAPIRO
GOGGIA_TAPIRO

QUESTA SERA A STRISCIA LA NOTIZIA
Il TAPIRO ALLA CAMPIONESSA DI SCI SOFIA GOGGIA
DOPO L’INFORTUNIO CHE LE È COSTATO IL MONDIALE
«Sarà l’unico oro che vincerò quest’anno»
Questa sera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35) Valerio Staffelli consegna il
Tapiro d’oro alla campionessa Sofia Goggia, che dopo una caduta che le è
costata la frattura della tibia ha dovuto rinunciare ai Mondiali di sci alpino 2021
di Cortina d’Ampezzo.
Intercettata all’uscita dalla palestra, a Curno (Bergamo), la sciatrice ha ritirato il
Tapiro: «Sarà l’unico premio d’oro che vincerò quest’anno. Spero di ottenere il
prossimo per meriti sportivi». Sui tempi del suo ritorno in pista, Goggia è fiduciosa:
«Due mesetti. Quando guarirò farò di tutto per rimettermi in forma il prima possibile».
STRISCIA LA NOTIZIA – CANALE 5 – ORE 20.35
TWITTER @Striscia – INSTAGRAM @striscialanotizia – FACEBOOK @Striscia
SITO UFFICIALE DEL PROGRAMMA
www.striscialanotizia.mediaset.it

Elisa Isoardi a Striscia la Notizia

Elisa Isoardi
Elisa Isoardi

Elisa Isoardi a Striscia la notizia? Secondo fonti vicine al Gabibbo, la presentatrice tv è stata avvistata mentre si muoveva tra il museo del tg satirico di Antonio Ricci e i camerini delle Veline e dei conduttori.

Ancora sconosciuti i motivi che avrebbero spinto la Isoardi ad avventurarsi nei misteriosi corridoi di Striscia. Qualcuno mormora che siano scelte d’amore. Forse la sua nota passione per Enzino Iacchetti?

Per scoprirlo, questa sera a Striscia la notizia, ore 20.35, Canale 5.

 

TWITTER @Striscia – INSTAGRAM @striscialanotizia – FACEBOOK @Striscia

Marco Camisani Calzolari, il verbo del digitale

Marco Camisani Calzolari
Marco Camisani Calzolari

«Non chiamatelo mondo virtuale… non è un videogame! Questo è il mondo reale».

MARCO CAMISANI CALZOLARI

Divulgatore, docente, scrittore, consulente…

La sua MISSION da oltre 25 ANNI è quella di

ALFABETIZZARE e DIFFONDERE

IL VERBO DEL DIGITALE!

Divulgatore, docente, scrittore e consulente, MARCO CAMISANI CALZOLARI lavora nel mondo digitale da 25 anni. Insegna Comunicazione Digitale all’Università ed è autore di diversi saggi sul marketing e la comunicazione digitale. È consulente per grandi aziende ed è un pioniere del settore dal 1994. Dagli anni 90 divulga cultura digitale attraverso i mass media.

Marco ha sempre avuto a cuore il suo Paese ed è per questo che attraverso il suo lavoro di continua ricerca e divulgazione si è posto come missione quella di rendere persone e aziende in Italia sempre più consapevoli delle opportunità che offre il digitale.

Negli ultimi anni, la sua opera si è concretizzata sempre di più grazie alla visibilità ottenuta attraverso importanti mass media italiani che gli hanno dato spazio consentendogli di far arrivare il suo messaggio al grande pubblico.

Dal 2017 è inviato di Striscia la Notizia con una rubrica dedicata proprio al digitale in cui tratta diversi temi in modo semplice e diretto: dalle truffe online alle app utili, dalle fake news alle ultime novità legate al mondo digitale.

www.camisanicalzolari.co.uk/it/

 

 

 

 

Dichiarazione di Roberto Bolle sulla vicenda di Striscia la Notizia

striscia
striscia

“Sono molto dispiaciuto per l’incidente di Valerio Staffelli e amareggiato per tutta la vicenda” dichiara Roberto Bolle riguardo al servizio di Striscia la Notizia che lo ha visto protagonista nella giornata di giovedì 10 dicembre e continua: “La prima cosa che mi preme puntualizzare è che, chiaramente, nell’affannato episodio non mi si sono minimamente accorto che Staffelli si fosse fatto male. Fintanto che ero era sulla scena – come si vede anche dalle immagini della trasmissione – Valerio Staffelli era perfettamente in piedi e non ero preoccupato dal fatto che fosse da solo perché, dagli studi Rai in corso Sempione fino alla mia abitazione, il taxi su cui ero salito è stato inseguito da due macchine della redazione di Striscia la Notizia che spericolatamente ci hanno “tallonato” per chilometri. Non c’era quindi pericolo che non fosse assistito perché i collaboratori con lui erano almeno in 3 calcolando guidatori e cameraman. Nonostante queste doverose puntualizzazioni – prosegue Bolle – sono molto dispiaciuto per l’accaduto, ma i violenti attacchi su una mia presunta omissione di soccorso sono del tutto infondati. Mi dispiace anche di non aver accettato subito il tapiro, il che avrebbe evitato tutto questo, ma come può capitare a tutti mi hanno” beccato” in un momento sbagliato, in cui ero immerso in tutt’altro genere di problemi ”

Sul secondo tema – a questo punto quasi secondario – ovvero il motivo della consegna del tapiro d’oro che, secondo Striscia, sta nell’aver proposto per la Prima della Scala la replica di un brano già trasmesso, l’Etoile specifica: “Chiariamo innanzitutto che tutti i brani andati in onda in 7 dicembre sono stati registrati nei giorni precedenti la Prima. Il brano Waves avrebbe dovuto essere registrato il 5 dicembre, insieme agli altri pezzi della serata. A pochi giorni dalle previste registrazioni – come da un’agenzia rilasciata dal Teatro alla Scala stesso – si è scoperto che con le nuove norme covid non si sarebbe potuto usare il fumo scenico, assolutamente essenziale per un pezzo in cui duetto con un raggio laser, come in Waves.”
A questo punto il Teatro alla Scala e la Rai hanno preso in considerazione di usare le bellissime immagini realizzate poco più di un mese prima e trasmesse all’Assemblea delle Nazioni Unite a NYC il 22 ottobre 2020, in occasione del settantacinquesimo anniversario dell’ONU. Tali immagini erano state registrate sempre in Teatro, con la medesima configurazione scenica della Prima ed erano state trasmesse soltanto una volta in streaming per l’evento, e mai in televisione. Mai è stato comunicato che il pezzo fosse in diretta o che fosse stato eseguito ‘in esclusiva’ per la serata del 7 dicembre, e comunque le responsabilità della scelta non sono imputabili a Roberto Bolle che tiene a precisare come: “In un momento di grave difficoltà per l’arte come questo, non ci si può non chiedere come mai ci si attacchi a questi particolari ininfluenti per scalfire un evento che non solo ha incantato milioni di persone, celebrando l’arte e la cultura italiana ai massimi livelli, ma anche è stato motivo di orgoglio internazionale”.

Concludendo quindi Roberto Bolle è dispiaciuto per quanto occorso a Staffelli ma non è responsabile né del suo incidente né del motivo dell’assegnazione del tapiro. Ciò nonostante il danzatore rimane disponibile ad un nuovo incontro con l’inviato di Striscia La Notizia: “Attendo a questo punto che Staffelli si rimetta per, se lui vorrà, ricevere questo tapiro d’oro, raccomandandomi però con lui di evitare pericolosi inseguimenti e incidenti, in questo periodo dove forze dell’ordine e della sanità sono impegnate in un’altra più dura e importantissima battaglia per il bene di tutti”