Giornata Mondiale dell’Acqua

CAP_INFORMA
CAP_INFORMA

Gruppo CAP non lascia soli cittadini e stakeholder: è questo il messaggio che il gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano vuole lanciare attraverso una serie di iniziative rivolte a utenti, fornitori e cittadini.

In primo luogo, tutte le bollette già emesse, qualunque scadenza riportino, potranno essere pagate senza nessun costo aggiuntivo entro il primo giugno. Si tratta di mantenere sul territorio, nei bilanci dei Comuni e dei cittadini, circa 20 milioni di euro di liquidità.

A tutti i fornitori invece verrà garantito un anticipo dei pagamenti delle prestazioni già effettuate, e sarà inoltre data loro possibilità di chiedere un anticipo del 20% del contratto per le prestazioni non ancora effettuate senza costi di polizza e fidejussione che saranno coperti da CAP.

#acasaconcap è invece l’iniziativa, rivolta agli adulti e ai bambini che in questo periodo difficile si trovano a dover trascorrere la quasi totalità del loro tempo tra le mura di casa. Una condizione che porta a cercare sempre cose nuove da poter svolgere in tutta sicurezza, e a cui Gruppo CAP risponde con un ricco programma di iniziative, rivolte a tutte le età, cui partecipare semplicemente collegandosi alla pagina Facebook.

Dai giochi per bambini a tema acqua, alla musica per adulti e ragazzi, ma anche attività pensate per le persone dell’azienda, come allenamenti e workout, corsi di formazione per coinvolgere tutti i colleghi e farli sentire più vicini, anche se solo virtualmente.

Parco Stelvio candidato alla Carta Europea del Turismo sostenibile

sertori_stelvio
sertori_stelvio

E’ stata presentata oggi, a Palazzo Lombardia, la candidatura del Parco nazionale dello Stelvio alla Carta Europea del Turismo sostenibile (Cets) e contestualmente è stata sottoscritta la Convenzione quadro sul monitoraggio, la conservazione e gestione delle risorse.

 “Dentro una cornice condivisa e unitaria – ha commentato l’assessore regionale alla Montagna, Enti locali e Piccoli Comuni Massimo Sertori – Regione Lombardia e le Province Autonome di Trento e Bolzano daranno energia e forza allo sviluppo del Parco nazionale dello Stelvio. La presentazione della candidatura del Parco e la sottoscrizione della Convenzione quadro di oggi evidenziano ancora una volta la volontà dei tre territori di collaborare in stretta sintonia per valorizzare le peculiarità e le unicità del patrimonio del Parco dello Stelvio”.

 “Nel corso del 2018 nel Parco dello Stelvio sono stati attivati tre percorsi paralleli per i tre settori del Parco nazionale dello Stelvio, altoatesino, lombardo e trentino, volti al coinvolgimento degli stakeholder locali nell’elaborazione di una strategia comune e nello sviluppo di un piano di azioni unitario – ha precisato l’assessore -. Gli incontri dei tavoli operativi territoriali hanno portato all’individuazione di una vision locale e al piano di azione complessivo per la candidatura composto da 60 azioni”.

All’iniziativa, che si colloca al centro delle politiche di valorizzazione del territorio e della conservazione del patrimonio naturale regionale, erano presenti, in rappresentanza dei tre Enti competenti territorialmente per il Parco, anche Maria Magdalena Hochgruber Kuenzer, assessore allo Sviluppo del Territorio, Paesaggio e Beni culturali della Provincia Autonoma di Bolzano, Mario Tonina, assessore all’Urbanistica, Ambiente e Cooperazione della Provincia Autonoma di Trento, Ugo Parolo, presidente del Comitato di Coordinamento e Indirizzo del Parco nazionale dello Stelvio, e Agostino Agostinelli di Federparchi.

Sia la Convenzione delle Alpi che lo studio di Eurac per la Fondazione Dolomiti Unesco riconoscono nella Cets lo strumento per eccellenza per sviluppare turismo sostenibile nelle aree protette.

 La Carta Europea del Turismo Sostenibile nelle aree protette (Cets) è stata elaborata nel 1991 dalla Federazione Europarc, che riunisce più di 400 aree protette in tutta Europa. La Cets è un metodo partecipato per strutturare le collaborazioni delle aree protette in ambito turistico e per favorire così un’offerta credibile di turismo sostenibile. A oggi sono 39 le aree protette italiane certificate sulle 164 certificate in totale in Europa.

Nel percorso partecipato in Lombardia si sono messe a fuoco le tematiche strategiche riguardanti in particolare lo sviluppo della mobilità collettiva e di una rete di mobilità sostenibile e la promozione di collegamenti ferroviari Milano-Bolzano. Inoltre sono emersi, tra i principali obiettivi, il contrasto ai problemi idrogeologici dovuti all’innalzamento delle temperature e quello all’abbandono delle valli e dell’agricoltura, oltre alla tutela del territorio rispetto alla cementificazione indiscriminata.

Sempre nel solco tematico della sostenibilità, è stata sottoscritta oggi, dai tre assessori presenti, la Convenzione quadro sul ‘Monitoraggio, conservazione e gestione delle risorse naturali e della biodiversità’, che fa seguito all’approvazione delle ‘Linee Guida su monitoraggi e ricerca scientifica’ e prevede l’articolazione delle attività secondo 4 ambiti operativi: la raccolta dati che il team del Parco sarà in grado di produrre; le azioni di monitoraggio ambientale; le attività finalizzate a fornire soluzioni sostenibili per una corretta fruizione e conservazione del Parco; la costruzione di competenze fondamentali in sintonia con le caratteristiche del Parco.

 “La convenzione sottoscritta – ha sottolineato Sertori – definisce e disciplina la gestione e il coordinamento unitario delle attività di ricerca scientifica e di conservazione e monitoraggio delle risorse naturali e della biodiversità, attraverso una programmazione pluriennale delle azioni da realizzare”. “Gli ambiti operativi da privilegiare – ha concluso
– saranno quelli che si collocano tra ecologia, economia e vita sociale, per poter prefigurare modelli di sviluppo territoriale orientati alla sostenibilità e all’uso compatibile delle risorse naturali”.

Premio Top Utility

TopUtility 2018_Gruppo Cap-001
TopUtility 2018_Gruppo Cap-001

Con 5 nomination, la monoutility lombarda conquista il podio davanti a A2A, Acea, Acque Spa, Hera. Russo: “il modello delle aziende in house capace di coniugare efficienza e controllo pubblico”.

Gruppo CAP è la migliore azienda pubblica nella comunicazione. Il gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, dopo avere conseguito nel 2017 il premio Top Utility Assoluto, si è aggiudicato questa mattina il premio Top Utility Comunicazione, davanti ad aziende del calibro di Acea, A2A, Acque Spa ed Hera.

Il riconoscimento, conseguito anche nel 2015, è stato assegnato da Althesys, in occasione della VI edizione del rapporto Top Utility Analysis presentato oggi a Milano presso la Camera di Commercio, confermando il primato del “modello Milano” nella gestione pubblica dei servizi ai cittadini.

Il premio è stato ritirato da Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato Gruppo CAP, e Michele Falcone, direttore generale. “Questo premio è motivo di soddisfazione e orgoglio poiché riconosce il nostro impegno quotidiano nel raccontare tutto quello che facciamo, afferma Russo.

Una moderna gestione del servizio idrico integrato deve puntare infatti su trasparenza e informazione al cittadino, in un rapporto di ascolto e dialogo continuo. Con la nuova normativa europea Water Drinking Directive, dovremo comunicare di più e meglio non solo per promuovere il consumo dell’acqua del rubinetto, ma anche la formazione di una cultura orientata al risparmio e al valore di questa preziosissima risorsa.

I cambiamenti climatici ci devono spingere a ragionare in questo senso, per non incorrere più in casi come Città del Capo, che entro maggio rischia di non avere più acqua potabile”.

Il gestore del servizio idrico integrato nei comuni dell’hinterland milanese ha ricevuto il premio “per l’elevato livello di trasparenza amministrativa, per l’efficacia delle attività di comunicazione rivolta a tutti gli stakeholder e per la capacità di ascolto delle istanze delle numerose comunità locali in cui l’azienda opera”.

Oltre alla Comunicazione, in questa edizione 2018, sono state ben 5 le nomination per Gruppo CAP, finalista anche per le categorie Top Utility Assoluto, già conquistato l’anno scorso, Sostenibilità, Ricerca & Innovazione e Attenzione ai consumatori e al territorio.

Per il gestore che fornisce il servizio idrico integrato a 2,5 milioni di cittadini nei comuni della Città Metropolitana si tratta del quarto premio consecutivo. Oltre al primo premio per la Comunicazione conseguito anche nel 2015, Gruppo CAP è stata insignita dello scettro di miglior utility l’anno scorso, mentre nel 2016 si era aggiudicata il primo posto nella sezione Sostenibilità.

Un trionfo per il “modello Milano”, avvalorato da un altro podio conseguito sempre oggi da MM spa per l’attenzione ai consumatori e al territorio.

Un voto di merito alla gestione pubblica dei servizi ai cittadini. “Con la vittoria di 4 aziende pubbliche, conclude Russo, si conferma vincente il modello “in house”, per la capacità di coniugare efficienza e controllo pubblico”.