L’Estate Sforzesca conclude con “CLIMate X Life”

estate sfrozesca
estate sfrozesca 2019

Si chiude domani 25 Agosto con una grande festa a ingresso libero che ruota intorno al tema del climate change, la 7° edizione di Estate Sforzesca. Con oltre 80 spettacoli di musica, danza, teatro e arti performative dal 7 giugno al 25 agosto, il programma promosso e curato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano si conferma la rassegna di spettacolo dal vivo più lunga d’Italia e registra in chiusura oltre 45mila spettatori e più di 20 sold out tra gli appuntamenti a prezzo ridotto.

A partire dalle 19, l’energia del rock lancerà un messaggio chiaro per una risposta ai cambiamenti climatici e alla protezione dell’ambiente.

In apertura Icmesa e Error 404, headliner Earth For Sale e Rezophonic. Parteciperanno realtà associative che si occupano del tema come Legambiente, la rete Milano per il Clima, Fridays For Future, Economia e Sostenibilità, Area Ridef, Social Innovation Team, Cascinet e tante altre.

La serata si svolgerà con il supporto di Rock ‘n’ Roll Radio e Radio Lombardia e con il contributo speciale di Alex Bellini, che in questi giorni è in viaggio verso l’Isola di Plastica nel Pacifico e saluterà il pubblico con un video messaggio.

Estate Sforzesca 2019 è il primo evento organizzato dal Comune di Milano completamente plastic-free ed eco-friendly, grazie alla collaborazione dell’assessorato Politiche del Lavoro, Attività Produttive, Commercio e Risorse Umane, di Legambiente, al contributo di Edison e Novamont e alla collaborazione di AMAT.

L’edizione 2019 si è distinta per lo sforzo e gestionale e produttivo del Comune di Milano nell’organizzazione di una rassegna tanto varia quanto ricercata nell’esclusiva location del Cortile delle Armi del Castello Sforzesco, patrimonio storico-artistico e culturale della città.

Un palcoscenico privilegiato nel cuore del centro cittadino reso particolarmente accessibile grazie ai 20 appuntamenti a ingresso gratuito e ai prezzi calmierati degli altri spettacoli in cartellone.

La rassegna ha coinvolto musicisti del calibro di Mecna, Gio Evan, Nada, Giovanni Truppi, Giovanni Falzone, Fabrizio Bosso, Incognito, Chucho Valdés e la Festa della Musica il 21 giugno; il teatro di Tournée da bar, Buster con Walter Leonardi, Teatro del Buratto; la danza del Balletto di Milano, Dancehouse e Milano Contemporany Ballet; e, naturalmente, il grande concerto gratuito di Ferragosto con l’Orchestra Verdi.

Teatro Carcano : “La nave fantasma”

LA NAVE FANTASMA
LA NAVE FANTASMA

La nave fantasma è una sintesi drammatica della vasta tematica, diventata sempre più urgente, connessa al tema dell’immigrazione: la disperazione dei migranti, il silenzio delle autorità e dei mass media, la ferocia dei trafficanti di esseri umani, la terribile indifferenza e l’invincibile paura della nostra società, le reazioni di carattere xenofobo e razzista.

Benché basato su una rigorosa cronaca degli eventi – tradotta sulla scena attraverso i racconti dei protagonisti, con l’ausilio di materiale video e le proiezioni di disegni realizzati appositamente da Emanuele Luzzati – l’intento registico è quello di fare ricorso a tutti gli elementi tipici del teatro comico e del cabaret, quali l’improvvisazione e il rapporto continuo e diretto con il pubblico.

In una sorta di cabaret tragico, estremo e scioccante, Bebo Storti e Renato Sarti coinvolgeranno gli spettatori nella rievocazione di quella dolorosa vicenda e nella riflessione su uno degli argomenti più scottanti dei giorni nostri.
Nel 2005 La nave fantasma ha ottenuto il PREMIO GASSMAN/Città di Lanciano per il miglior testo italiano.

Teatro Carcano di Milano
lunedì 7 maggio 2018 ore 20,30
Bebo Storti Renato Sarti
LA NAVE FANTASMA
di Giovanni Maria Bellu, Renato Sarti e Bebo Storti
Disegni Emanuele Luzzati
Musiche Carlo Boccadoro
Regia Renato Sarti
Produzione Teatro della Cooperativa

“Il Salotto a Teatro”

locandina-salotto-fantasmi
locandina-salotto-fantasmi

Carolina Rosi, Gianfelice Imparato e l’intera Compagnia del Teatro di Luca De Filippo saranno ospiti del prossimo appuntamento del format giornalistico “Il Salotto a Teatro”, ideato e condotto da Maria Beatrice Crisci.

L’incontro è per sabato 17 marzo alle ore 18,30 nel Comunale di Caserta. Gli attori saranno in scena da venerdì 16 a domenica 18 marzo con lo spettacolo “Questi fantasmi!” di Eduardo De Filippo per la regia di Marco Tullio Giordana.

Chi parteciperà all’evento potrà documentare e diffondere sui social media i post, le fotografie e i selfie usando l’hashtag #salottoateatro e l’evento potrà essere seguito anche sul web.

L’incontro è aperto al pubblico con ingresso libero, come tutti gli altri eventi del ciclo. E di veri e propri eventi si tratta, visto che, di volta in volta, si potrà interloquire con gli attori, a volte anche con altre figure coinvolte nella realizzazione delle proposte sceniche, fare domande e scoprire le possibili chiavi di lettura di ogni singolo spettacolo della stagione.

“Il Salotto a Teatro”, incontri tra i protagonisti della scena e il pubblico, nasce con lo scopo di contribuire a superare la barriera tra palcoscenico e platea, mettendo in diretto rapporto registi, attori, autori con gli spettatori e con tutti quanti amino il mondo teatrale.

Conoscendo la trama dello spettacolo, la sua genesi culturale, le caratteristiche della regia, l’interiore approccio interpretativo degli attori, il pubblico potrà ancora meglio apprezzare la rappresentazione e scorgere cosa ci sia sotto la maschera di scena.

Si tratta sicuramente di una bella opportunità artistica e culturale che permette al pubblico di conoscere da vicino gli artisti in scena al Teatro Comunale “Costantino Parravano”.

Teatro della Luna – La Casa delle Storie

LaCasadelleStorie_LaBellaAddormentata
LaCasadelleStorie_LaBellaAddormentata

La Casa delle Storie è un progetto dedicato a tutta la famiglia che il Teatro della Luna torna a ospitare con grande entusiasmo la domenica mattina nel Foyer, per offrire un’esperienza teatrale di qualità al suo pubblico. Si gioca, si ride e ci si diverte e con la leggerezza del sorriso si comunica e ci si relaziona. Il principio del fare, del partecipare, dell’interagire, dello scoprire divertendosi sono gli ingredienti base dei loro spettacoli.

La partecipazione è organizzata a gruppi, misti o suddivisi tra bambini e adulti, dove l’incontro tra le persone mantiene viva la circolarità e la continuità della vita, aiutando a manifestare spirito di tolleranza e solidarietà reciproca. La Drammaturgia Musicale intreccia la Drammaturgia Teatrale, diventando il canale dove il bambino può veicolare emozioni che, a volte, sono solo racchiuse nel suo cuore.

La Casa delle Storie propone Fiabe Classiche che, per loro natura, non hanno confini di età, rispettate nei contenuti originali e nel loro valore pedagogico, adattate per la partecipazione del pubblico: Fiabe da SPETTATTORI, per l’insita duplice valenza del ruolo di spettatore e attore.

LA BELLA ADDORMENTATA (11 marzo)
La Bella Addormentata affascina per la sua poesia, vive nel regno del “tempo sospeso”. Fate, Giullari, Nobiluomini e Paggi sono avvolti da una magia che incanta e trasporta tutti nel sogno, un sonno molto simile ai momenti in cui, ciascuno di noi, si racchiude in sé lasciando fluttuare libero il proprio mondo interiore e in cui scopre ricchezza di fermenti, idee e rinnovamenti.

Non ci può essere una Principessa senza un Principe, come a dire, il femminile e il maschile sono necessari l’uno all’altro, uno attiva l’altro.
Questa fiaba ci ricorda che non sempre si deve agire freneticamente, anzi, a volte, è necessario rallentare o anche fermarsi.

Instilla in ogni bambino, sia femmina che maschio, l’idea che anche un evento “atteso come una maledizione” ha in realtà le conseguenze più felici e che non bisogna averne paura. La scelta del tempo, importante in ogni fase della vita, lo è anche per il Principe che dovrà arrivare… l’attesa rende armonico il loro incontro: lei si ridesta e il mondo rinasce… grazie a un bacio!

IL GATTO CON GLI STIVALI (15 aprile)
Colore, calore e ritmo sono le caratteristiche di questa fiaba che trasportano lo spettatore in un mondo magico fatto di gatti, orchi terrificanti e belle principesse. I più piccoli verranno chiamati a sfidarsi in una gara di miagolii mentre gli adulti si divertiranno a vestire i panni dei cortigiani del re.

Ciò che affascina della fiaba non è la carriera del Marchese di Carabas, ma il rapporto tra il giovane e il gatto, tra l’orfanello e l’animale. Sul piano emotivo, è l’immagine più durevole, più efficace: il bambino acquisisce il valore dell’amicizia e dell’aiuto reciproco, impara che nella vita bisogna anche essere intraprendenti e a volte saper rischiare.

Nella vita quel che conta non è l’amicizia dei Re ma l’amicizia dei gatti, cioè delle piccole creature sottovalutate e deboli, che sanno imporsi ai potenti.

CAPPUCCETTO ROSSO (22 aprile)
Entra il pubblico… e subito tutti in scena! Chi vestito da Cappuccetto Rosso, chi da albero, chi da cacciatore… tutti pronti ad entrare nel mondo magico della fiaba. Nel suo tragitto dalla casa della mamma alla casa della nonna, Cappuccetto Rosso incontra molti personaggi e viene accompagnata da gruppi di amici che ne condividono le esperienze.

Si ride e si scherza, ma il Lupo è lì che aspetta in agguato… ma come si narra, la vittoria sul Lupo è alla fine assicurata. È così che la fiaba di Cappuccetto Rosso ci ricorda come, nonostante le disavventure del vivere, sia possibile continuare ad amare la vita ed apprezzarne la bellezza.

SITO UFFICIALE www.lacasadellestorie.it
PROGRAMMAZIONE
Domenica 11 MARZO ore 11 – LA BELLA ADDORMENTATA
Domenica 15 APRILE ore 11 – IL GATTO CON GLI STIVALI
Domenica 22 APRILE ore 11 – CAPPUCCETTO ROSSO

BIGLIETTI
Bambini 3-12 anni € 12 / Bambini under 3 anni € 6 / Adulti € 16,50

Il grande successo di “Verissimo”

silvia-toffanin-conduce-verissimo
silvia-toffanin-conduce-verissimo

Prosegue il successo di Verissimo, che con 2.351.000 telespettatori e una share del 17.52%, (16.97% sul pubblico attivo), anche questa settimana ha battuto ogni concorrenza confermandosi al vertice della sua fascia d’ascolto e toccando picchi di quasi 2.900.000 di spettatori.