“CENTO LUCI”

Da quando è partita la loro avventura, i Bidiel hanno girovagato per l’Italia per definire il loro progetto: a Sanremo per un intero inverno di musica e pioggia, poi per il Festival, quindi a Roma per registrare finalmente il loro primo album.

Ed ora eccolo qui, “Cento Luci”, il disco d’esordio dei Bidiel, un album in cui si esprime tutta la cifra stilistica del gruppo: sonorità solari, ritornelli cantabili, una musica aperta, ricca di echi anni Sessanta e Settanta ma che guarda con curiosità e attenzione anche alla nuovissima scena d’oltreoceano fa da contraltare a testi intensi, che raccontano di disagio e senso di inadeguatezza nel confronti di una realtà inafferrabile, sempre più digitale e sempre meno fisica, temi spesso generazionali quando non epocali. 

Per presentare il disco i Bidiel tornano a casa, dedicando un’intera giornata alla loro città: Catania.

* Si inizia di buon’ora, ospiti delle maggiori radio e televisioni locali, dove i Bidiel faranno dei brevi set live oltre a chiacchierare con gli speaker e il pubblico. 

* Quindi alle ore 16:00 presenteranno il disco presso il Bistrot de “la Feltrinelli Libri e Musica” in via Etnea 285 .

* Infine la band sarà in concerto alla Lomax a partire dalle 22:00. 

“LEGGERMENTE”, una nuova canzone per PIERO SIDOTI

 

Esce il 13 di maggio solo su Itunes, “LEGGERMENTE” (produzioni Fuorivia e distribuzione Egea Music) il nuovo singolo di PIERO SIDOTI, che vede la straordinaria partecipazione di GIUSEPPE BATTISTON, attore pluripremiato che è qui nell’insolita veste di cantante.

Prodotta da Paola Farinetti per Produzioni Fuorivia, LEGGERMENTE -questo il titolo della nuova canzone-  era stata pensata per il Festival di Sanremo di quest’anno, ma è stata esclusa preferendo non tanto altre canzoni, quanto artisti più noti e di maggiore visibilità.

LEGGERMENTE è una canzone attualissima, una canzone piacevole, orecchiabile e “leggera” che invita a fare “leggermente”, “quasi sulle punte”, una nuova “rivoluzione, armati fino ai denti di tanta educazione e senza la televisione”: una rivoluzione fatta di “grazie e prego”, di “scontrini fiscali” dati e richiesti, di rispetto per l’ambiente, le cose, le persone.

Gli arrangiamenti sono di Claudio Dadone, alla chitarra, oltre a Piero Sidoti e allo stesso Dadone, si riconosce anche la mano di Gianmaria Testa. Al basso elettrico, Nicola Negrini.

Questo singolo rappresenta il primo passo verso la messa a punto di un nuovo cd di Piero Sidoti che con il suo primo lavoro, Genteinattesa, si è aggiudicato il Premio Tenco 2010 per l’”Opera prima”.
www.produzionifuorivia.it; www.pierosidoti.it 

“L’amore è un’altra cosa”

Dopo il successo di “La notte” , il brano con cui Arisa ha raggiunto il secondo posto al Festival di Sanremo e che per molto tempo è stata la canzone italiana più trasmessa dalle radio, oltre che ai vertici della classifica dei brani più venduti,  da venerdì 4 maggio sarà in radio “L’amore è un’altra cosa”, il nuovo singolo contenuto in “Amami”, l’album di inediti pubblicato il 15 febbraio scorso.

“L’amore è un’altra cosa” racconta la presa di coscienza che la propria storia d’amore sta inesorabilmente finendo” – così descrive Arisa il brano – “La gioia di stare insieme lascia sempre più frequentemente posto a qualsiasi scusa per litigare. L’amore, anche carnale, si tramuta in rispetto, a volte perfino in costrizione. Si continua a vivere nella stessa casa per abitudine e non per un legame sentimentale autentico”.

Arrangiato e prodotto artisticamente da Mauro Pagani, “Amami” con 11 brani inediti di cui due scritti dalla stessa Arisa, (Amami” e “Missiva d’amor”), è il disco della maturità, acclamato anche dal vivo attraverso concerti sold out (Blue Note, Teatro Smeraldo, etc…), presentazioni e ospitate (GBLT Festival Torino) costantemente stracolme di un pubblico sempre più fedele, incantato dal talento e dall’acuta ironia di Arisa.

Iniziato il 29 marzo scorso, il tour di  Arisa continuerà nelle principali città italiane, queste le date ad oggi  confermate:

8 maggio  RIVA DEL GARDA (TN) – Centro Congressi; 9 maggio – MESTRE (VE) – Teatro Toniolo, 10 maggio  BRESCIA – Teatro Brescia / Palabrescia; 11 maggio  BOLOGNA – Teatro delle Celebrazioni; 15 maggio  NAPOLI – Teatro Bellini; 16 maggio FERMO – Teatro Dell’Aquila; 19 maggio  ROMA – Parco Della Musica / Sala Sinopoli; 23 maggio  PIGNOLA (PZ) – Campo sportivo; 1 giugno  CREMONA – Festival Letterario Le Corde Dell’Anima; 23 giugno PONTEDERA (PI) – Notte Bianca / Piazza Martiri Della Libertà; 6 luglio  MISANO ADRIATICO (RN) – Notte Rosa – Piazza Della Repubblica; 15 luglio PADOVA – Pride Village; 19 luglio  VALEGGIO SUL MINCIO (VR) – Verona Folk – Piazza Carlo Alberto; 26 luglio CHIUSDINO (SI) – Abbazia San Galgano; 2 agosto  CAMPIONE D’ITALIA (CO) – Piazza Maestri Campionesi; 5 agosto  ATELLA (PZ) – Piazza Annunziata; 31 agosto GOVONE (CN) – Convento di Cariano/La collina degli Elfi (Piano & Voce).

www.facebook.com/ARISAOFFICIALPAGE
www.twitter.com/ARISA_OFFICIAL
www.youtube.com/arisaofficialchannel 

Mina direttore artistico di Sanremo?

MASSIMILIANO PANI A VANITY FAIR:
“MINA DIRETTORE ARTISTICO DI SANREMO?
SE LE DESSERO CARTA BIANCA ACCETTEREBBE”

 
«Sono e resterò sempre il figlio di Mina. E mi sta bene così, sono sereno: non arriverò mai al suo livello, non c’è confronto». Massimiliano Pani, figlio di Mina e dell’attore di teatro Corrado Pani è compositore, produttore discografico e presentatore tv. Affianca Antonella Clerici in “È stato solo un flirt”, varietà del sabato sera su Raiuno, e si racconta a Vanity Fair, sul numero in edicola il 25 aprile. Con sua madre non avete mai pensato di fare un duetto con cantanti usciti dai Talent come Amici e X Factor? Tipo Alessandra Amoroso, Emma, Valerio Scanu? «No. Sono bravi, ma in Italia di gente così ce n’è tanta. Il problema è avere qualcosa da dire, cantare bene non basta. Non a caso gli unici giovani di vero talento emersi negli ultimi anni, Tiziano Ferro e Negramaro, non vengono da un talent e hanno un loro mondo da raccontare. Gli altri puntano tutto sulla forza della performance». È vero che ricevete più di tremila canzoni l’anno da autori sconosciuti? Le ascoltate tutte? «Mia madre sì, ogni giorno. Ed è un lavoraccio, ma c’è tanto materiale interessante, ed è un peccato che sia tutto per una sola artista. Infatti sto cercando di fare una selezione di autori a cui trovare nuovi sbocchi». Gianmarco Mazzi non è più il direttore artistico del Festival di Sanremo, e la Rai non ha ancora nominato il sostituto: lei lo farebbe? «Io sono un musicista: se mi chiedessero di avere anche un ruolo più politico, non sarei la persona giusta. Se però devo soltanto selezionare le canzoni migliori, volentieri». Insieme a sua madre? «Meglio lei, allora, che è molto più autorevole di me. Se glielo chiedessero, e le dessero carta bianca, credo che accetterebbe». Il suo sogno? «Un album di Mina con una star internazionale come Madonna. Insieme potrebbero fare un disco di ballad morbide, sorprenderebbero chiunque, anche i giovanissimi». Quindi manderà un’email a Madonna? «Prima bisogna convincere mia mamma: la cosa più difficile è sempre quella». Nell’attesa, a che cosa sta lavorando? «Al nuovo disco di Mina, che stavolta sarà di cover». Milanese di nascita, mamma cremonese: ha mai avuto tentazioni leghiste? «Mai. Se dovessi votare oggi, non avrei dubbi: Movimento Cinque Stelle, Beppe Grillo».

“Never Trust a Woman”

Il brano di Anansi “Never Trust A Woman” è nella colonna sonora del film Poker Generation, la prima pellicola italiana sull’universo sociale ed economico del texas holdem (il cosiddetto poker texano) diventato un cult negli ultimi anni, nelle sale cinematografiche a partire dal 13 aprile, un film che solo in Italia rappresenta la passione di circa quattro milioni di persone.

L’anno scorso alcuni ricercatori olandesi hanno cercato di capire cosa mai portasse gli uomini a compiere atti poco assennati in presenza di una bella donna e hanno scoperto che per gli uomini bastano 7 minuti passati in compagnia di una donna attraente per subire una diminuzione delle proprie facoltà intellettive. In sostanza, in compagnia di una donna avvenente, il cervello di un uomo va in tilt. Anche se si tratta di un esperto giocatore di poker.

Così il brano di Anansi “Never Trust A Woman” è stato inserito  nel film “Poker Generation” a pochi giorni dalla chiusura del film, dopo che il regista Gianluca Mingotto ha avuto occasione di ascoltare alcuni provini che Stefano Bannò, in arte Anansi, stava realizzando per il suo nuovo album”

Anansi si è fatto notare nel festival di Sanremo 2011, la scorsa estate  ha aperto le date di Milano e Roma di Ben Harper e Robert Plant insieme agli amici The bastard sons of Dioniso, ha ottenuto successi di pubblica e critica con il suo “Tornasole Tour” in Italia e in Brasile. Al centro di questo tour  ci sono state  le canzoni del suo album “Tornasole” (pubblicato a febbraio 2011 da Atlantic/Warner Music), tra cui “il sole dentro” presentata al Festival di Sanremo 2011 e “la Realtà”,il  singolo scritto insieme a Frankie Hi –Nrg.