“L’Audiolibro di Morgan”

Morgan_ ph Paolo Gepri
Morgan_ ph Paolo Gepri

Autore, compositore, regista, attore, scrittore, showman, cantante e polistrumentista: Morgan è tutto questo e molto di più.
Il controverso e geniale artista, a 13 anni dal suo ultimo album di inediti “Da A ad A”, torna con un progetto nuovo, unico e anche questa volta lo fa sorprendendo tutti.

Dal 19 novembre sarà disponibile “L’AUDIOLIBRO DI MORGAN” (Emons Libri & Audiolibri) che, partendo dalla sua autobiografia, avrà al suo interno anche dei nuovi brani inediti.

Uscirà in libreria e in digitale su Emonsaudiolibri.it, Storytel.com, Itunes e Google libri. La durata dell’audiolibro è di 5 ore e 22 minuti, il prezzo del supporto fisico è di 15,90 €, mentre quello digitale è di 9,54 €.

Un’opera che non è solo un audiolibro, ma un viaggio nella musica e nella creatività di Morgan, che guida l’ascoltatore per 20 capitoli: 01 Il Grande inadattabile, 02 Stavo dormendo, 03 Le scritte sui muri, 04 Macchine, 05 Ciao ragazzi, 06 M.S., 07 Le fate, 08 La collettività, 09 Biancaneve, 10 Insetti, 11 Black Celebration, 12 Il cuore e il cluster, 13 Il talento, 14 Bach, 15 Solitudine, 16 Il Gerunzio, 17 E l’hai visto quello, 18 Preoccupazioni varie, 19 Easy listening, 20 Le parole non dette.

Nell’opera scritta, letta e musicata da Morgan si alternano parti musicali a parti narrate dallo stesso cantante, oltre a composizioni e brani inediti contiene cover, riarrangiamenti e riscritture di brani italiani e stranieri e pezzi editi tra i quali “Sovrappensiero” (originariamente dei Bluvertigo), la cover del “Cantico dei drogati” di Fabrizio De André e una versione innovativa di “O mia bela madunina”.

All’interno sono presenti due partecipazioni speciali: l’intro di Ivano Fossati e il duetto con Roberto Vecchioni sul brano “Luci a San Siro”.

L’audiolibro, a cura di Flavia Gentili, è prodotto e realizzato da Morgan, che ha firmato anche le grafiche della cover e del booklet.

La Calabria ricorda Mia Martini

Con Mimì non finisce mica il cielo
Con Mimì non finisce mica il cielo

Da Bagnara il ricordo di Mia Martini con l’evento “Con Mimì… non finisce mica il cielo”

Il 12 Maggio ricorre il venticinquesimo dalla scomparsa di Mia Martini e, pur in un momento particolare a causa dell’emergenza sanitaria, la città di Bagnara non dimentica la sua figlia illustre e per l’occasione l’Associazione Cultura e Spettacolo presieduta dal regista Nino Romeo, organizzatrice del Premio Mia Martini, organizza una serata di festa in diretta social “Con Mimì… non finisce mica il cielo”, con la partecipazione di grandi artisti del panorama italiano dello spettacolo, della discografia e della cultura che hanno conosciuto l’indimenticabile Mimì, meravigliosa artista, che con la sua voce ha conquistato il mondo partendo dal sud. Mia Martini diceva infatti spesso: «Sono nata a Bagnara, pur se la mia vita è stata girovaga, non ho mai pensato di appartenere ad altre regioni. Sono una Calabrese puro sangue».

Nel corso della serata, presentata e coordinata da Nino Romeo e Carmen Novaldi, interverranno in diretta streaming: Nino Spirlì, vice presidente della Regione Calabria, con deleghe alla Cultura, ai beni e attività culturali; Mario Romeo, vice sindaco di Bagnara Calabra con delega allo Spettacolo e Turismo, Olivia Bertè, Gianna Bigazzi, Franco Fasano, direttore artistico del Premio Mia Martini; Mimmo Cavallo; Franco Simone; Mario Rosini; Giorgio Verdelli, regista del docufilm rai “Mia Martini, fammi sentire bella”; Cristiano Minellono, autore e Veronica Maya.

Sarà un’occasione per celebrare l’arte unica e indimenticabile di Mimì attraverso momenti musicali, racconti, testimonianze, aneddoti e ricordi che ciascuno porta nel cuore, tutto in diretta dalle ore 17.00 sugli account social ufficiali Facebook e YouTube del Premio Mia Martini e Radio Medua.

L’evento è patrocinato dal Comune di Bagnara Calabra, Assessorato al turismo e spettacolo.

“The Repetition, Histoire(s) du théâtre

the repetition, histoire..
the repetition, histoire..

Un’inchiesta in forma di spettacolo sul passato, presente e futuro della più antica forma d’arte dell’umanità, il teatro: con The Repetition, Histoire(s) du théâtre (I),al Piccolo Teatro Strehler dall’8 al 10 maggio, il drammaturgo e regista Milo Rau prosegue nel lavoro di ricerca su uno dei temi fondamentali del suo percorso artistico: la questione della rappresentatività in scena della violenza.

In una notte di aprile del 2012, un uomo di nome IhsaneJarfi parla per qualche tempo con un gruppo di ragazzi in una Polo grigia, all’angolo di una via di Liegi, davanti a un bar gay. Due settimane più tardi, il suo cadavere è rinvenuto al limitare di un bosco. È stato torturato per ore e assassinato con inaudita violenza.

Milo Rau ha tratto spunto da quella vicenda per ricostruirla in teatro con attori professionisti e non.«Punto di partenza del mio lavoro è come la realtà può essere influenzata dal teatro e, al contrario, come possa essere rappresentata sulla scena» dichiara il regista e drammaturgo.

Straordinario successo per la prima de “Il Ritorno”

Il Ritorno
Il Ritorno

Un grandissimo successo ed il sold out per la prima, de “Il Ritorno” al Teatro Arciliuto di Roma davanti ad una platea strapiena al debutto dello spettacolo scritto e diretto dal registra Felice Maria Corticchia, che ha portato in scena dopo circa vent’anni dalla loro scomparsa, virtualmente, i due grandissimi comici siciliani Franco Franchi e Ciccio Ingrassia che, tornati sulla terra, hanno dovuto confrontarsi con questa attuale realtà Italiana decisamente diversa dalla loro epoca.

Tantissimi i consensi riscossi dalla gremita platea ed applausi a più riprese e a scena aperte per Corticchia ed il suo pregevole cast ovvero i sosia ufficiali di Franco Franchi e Ciccio Ingrassia gli attori Tony Biffi e Marco Flammini e la bravissima Monica Carpanese protagonista femminile, il tutto accompagnato dalle musiche di Germano Taddia che ha allietato gli ospiti con aluni suoi bellissimi brani.

Ad applaudire in prima fila, tra gli ospiti d’onore la grande attrice Gabriella Giorgelli che con Franco Franchi e Ciccio Ingrassia ha girato ben tre film come attrice protagonista, al suo fianco l’attore Mario Donatone, accompagnato dalla moglie, che rappresenta un pezzo di storia del cinema italiano.

Moltissimi i volti noti della movida romana che hanno voluto essere presenti alla prima e manifestare così apprezzamento verso il regista Felice Maria Corticchia ed il suo cast che ha così ben saputo rappresentare il suo spettacolo teatrale, apprezzatissimo dal pubblico.

Due ore di spettacolo volate, tra risate e divertenti gags che hanno fatto respirare nuovamente lo spirito leggero dell’originale spettacolo comico dei grandi Franco e Ciccio.

Corticchia emozionato e soddisfatto al termine dello spettacolo ha voluto ringraziare oltre ai suoi artisti anche molti dei presenti e tutti coloro che hanno collaborato al progetto.

Rammentiamo che questo straordinario regista Palermitano, versatile artista, si è formato presso la Scuola europea di cinema e, successivamente, al laboratorio di teatro comico di Milano/Navigli, spaziando con ampia disinvoltura tra il comico ed il drammatico testimoniato anche da questo spettacolo “Il Ritorno” da lui scritto e diretto.
Garantisce lo stesso registra Felice Maria Corticchia, che il suo “Il Ritorno” è uno spettacolo divertente, per tutte le generazioni dai bimbi ai nostri amati nonni.

Le repliche de “Il Ritorno” si protrarranno fino al 30 giugno prossimo sempre presso il Teatro Arciliuto di Roma, molti ancora gli ospiti Vip che nel corso delle prossime giornate di spettacolo interverranno tra cui è atteso anche Roberto Alessi.
Si consiglia la prenotazione poichè anche le serate seguenti preannunciano già il sold out.

Teatro Arciliuto di Roma: “Il Ritorno”

ritorno-regista-corticchia
ritorno-regista-corticchia

Al Teatro Arciliuto di Roma il 20 giugno ci sarà il debutto Nazionale dello spettacolo “Il Ritorno” scritto e diretto dal registra Felice Maria Corticchia, con le musiche originali di Germano Taddia.

Dopo circa un ventennio dalla loro scomparsa, Franco e Ciccio, virtualmente, tornano sulla terra e dovranno confrontarsi con un’Italia radicalmente cambiata.

In situazioni differenti faranno i conti con la burocrazia, la pubblica amministrazione, la sanità, il mondo digitale e le sue tecnologie, la politica che è cambiata.

Un tributo ed omaggio che Felice Maria Corticchia regista, scrittore e sceneggiatore siciliano ha voluto realizzare verso due grandissimi ed indimenticabili attori comici siciliani Franco Franco e Ciccio Ingrassia.

Un cast d’eccezione che reincarna i due comici attraverso i loro sosia ufficiali, gli attori Tony Biffi e Marco Flammini e con la partecipazione della bravissima Monica Carpanese nelle vesti della protagonista femminile.

Due ore di spettacolo allegro e divertente che farà rivivere allo spettatore le gags dei due comici in quell’indelebile spirito leggero e mai volgare ancora oggi attualissimo, nella rivisitazione e sceneggiatura voluta dallo stesso Corticchia, che ne preannuncia già il successo e che farà rivivere quelle atmosfere proprie dello spettacolo comico, emozionante ed esperienziale.

Le repliche de “Il Ritorno” si protrarranno fino al 30 giugno prossimo sempre presso il Teatro Arciliuto di Roma.