Colonna sonora di “Nomadland”

Nomadland OSR cover
Nomadland OSR cover

Decca Records pubblica la colonna sonora del film NOMADLAND firmato dalla regista Chloé Zhao, pellicola che ha già ricevuto 4 Nominations ai Golden Globe, con l’attrice e produttrice premio Oscar Frances McDormand. La colonna sonora contiene musiche di Ludovico Einaudi oltre a un brano inedito del compositore islandese Ólafur Arnalds. NOMADLAND OST include cinque composizioni eseguite dal vivo nel corso delle riprese del film che sono reperibili solo in questa registrazione. La colonna sonora comprende anche brani da Seven Days Walking di Ludovico Einaudi.

La regista Chloé Zhao è stata recentemente ospite del podcast Experience: The Ludovico Einaudi Story, parlando con il presentatore Joe Dempsie di come ha conosciuto la musica di Einaudi: “Ho navigato online per cercare musica classica ispirata dalla natura … e ho visto il video su YouTube di Elegy for the Arctic. Poi ho iniziato ad ascoltare Seven Days Walking e sono rimasta molto colpita dalla sensazione di Ludovico che stava camminando sulle Alpi. Mi sembrava che lui e [il personaggio di] Fern stessero camminando in parallelo; il loro comune amore per la natura li collega ed ero sicura che la sua musica si sarebbe adattata perfettamente al nostro film “. “Volevo che la musica [per NOMADLAND] fosse il dialogo interiore che Fern ha con se stessa. In questo momento di silenzio, mentre attraversa tutti questi diversi paesaggi, è come se ci stesse parlando, facendoci capire come sia cambiata. “

Presentato in anteprima al Festival del Cinema di Venezia nel settembre 2020, NOMADLAND dipinge un ampio commovente ritratto dello spirito nomade americano e della sua storia pionieristica. In seguito al collasso economico di una città nel Nevada rurale, Fern (Frances McDormand) prepara il furgone e si mette in viaggio esplorando una vita al di fuori della società convenzionale come nomade moderna.

Il terzo lungometraggio di Zhao, NOMADLAND, vede protagonisti i veri nomadi Linda May, Swankie e Bob Wells come mentori e compagni di Fern nella sua esplorazione attraverso il vasto panorama del America dell’ovest. Dopo aver ricevuto il “Leone d’oro” al Festival del cinema di Venezia e il “People’s Choice Award” del Toronto International Film Festival, NOMADLAND è destinato a un ulteriore successo nella stagione dei premi, con Zhao che diventa la prima regista di origini asiatiche a ricevere una nomination ai Golden Globe.

NOMADLAND diretto da Chloé Zhao (Songs My Brothers Taught Me, The Rider) e tratto dal libro based ‘NOMADLAND: Surviving America In The Twenty-First Century’ di Jessica Bruder con protagonist Frances McDormand (Fargo, Three Billboards Outside Ebbing, Missouri), David Strathairn (Good Night, and Good Luck, Lincoln), Linda May e Swankie. Prodotto da Mollye Asher (Songs My Brothers Taught Me, The Rider), Dan Janvey (Beats of the Southern Wild, Heart of a Dog) Frances McDormand (Olive Kitteridge) e Peter Spears (Call Me By Your Name). Direttore della fotografia: James Richards (Songs My Brothers Taught Me, The Rider). Il film è distribuito internazionalmente da Searchlight Pictures.

Tracklist
1. Oltremare (Divenire) – Ludovico Einaudi
2. Golden Butterflies (Seven Days Walking, Day One) – Ludovico Einaudi
3. On The Road Again (Burn The Van Again) – NOMADLAND Cast
4. Quartzsite Vendor Blues – Donnie Miller
5. Epilogue – Ólafur Arnalds
6. Answer Me, My Love – Nat King Cole
7. Next To The Track Blues – Paul Winer
8. Petricor (Elements) – Ludovico Einaudi
9. Low Mist (Seven Days Walking, Day Three) – Ludovico Einaudi
10. Dave’s Song – Tay Strathairn
11. Drifting Away I Go (NOMADLAND MIX) – Cat Clifford

#FACCIAMOTAMTAM: Arturo Brachetti

Brachetti_foto di Paolo Ranzani
Brachetti_foto di Paolo Ranzani

Gianmario Longoni, direttore artistico del Teatro degli Arcimboldi, Mercoledì 23 dicembre alle ore 18.00, in diretta Instagram, incontra ARTURO BRACHETTI, The Legend of quick-change, il grande Maestro del trasformismo internazionale, attore, regista e direttore artistico con il quale Gianmario Longoni condivide un duraturo rapporto professionale e personale. Con lui si parlerà di teatro, raccontando anche divertenti aneddoti e curiosità e della quinta stagione del suo one mano show SOLO che avrebbe dovuto debuttare proprio a fine dicembre al Teatro degli Arcimboldi e che, causa emergenza Covid, è stato posticipato alla prossima stagione.

Gli appuntamenti di #FACCIAMOTAMTAM, dopo la pausa del periodo natalizio, riprenderanno con un momento dedicato alla grande danza internazionale mercoledì 13 gennaio sempre alle ore 18.00, in diretta Instagram, con JACOPO TISSI, giovane ballerino italiano che ha coronato il proprio sogno diventando solista principale del Teatro Bolshoi di Mosca. Tissi è il primo italiano nella storia a entrare a far parte dell’organico del teatro moscovita. Un grande onore e un esempio per tutti i ragazzi italiani che amano la danza. Jacopo Tissi per la diretta Instagram sarà accolto da un esperto del settore come Antonio Gnecchi, figura chiave nel mondo della danza e consulente artistico sezione Danza per il Teatro degli Arcimboldi.

“L’Audiolibro di Morgan”

Morgan_ ph Paolo Gepri
Morgan_ ph Paolo Gepri

Autore, compositore, regista, attore, scrittore, showman, cantante e polistrumentista: Morgan è tutto questo e molto di più.
Il controverso e geniale artista, a 13 anni dal suo ultimo album di inediti “Da A ad A”, torna con un progetto nuovo, unico e anche questa volta lo fa sorprendendo tutti.

Dal 19 novembre sarà disponibile “L’AUDIOLIBRO DI MORGAN” (Emons Libri & Audiolibri) che, partendo dalla sua autobiografia, avrà al suo interno anche dei nuovi brani inediti.

Uscirà in libreria e in digitale su Emonsaudiolibri.it, Storytel.com, Itunes e Google libri. La durata dell’audiolibro è di 5 ore e 22 minuti, il prezzo del supporto fisico è di 15,90 €, mentre quello digitale è di 9,54 €.

Un’opera che non è solo un audiolibro, ma un viaggio nella musica e nella creatività di Morgan, che guida l’ascoltatore per 20 capitoli: 01 Il Grande inadattabile, 02 Stavo dormendo, 03 Le scritte sui muri, 04 Macchine, 05 Ciao ragazzi, 06 M.S., 07 Le fate, 08 La collettività, 09 Biancaneve, 10 Insetti, 11 Black Celebration, 12 Il cuore e il cluster, 13 Il talento, 14 Bach, 15 Solitudine, 16 Il Gerunzio, 17 E l’hai visto quello, 18 Preoccupazioni varie, 19 Easy listening, 20 Le parole non dette.

Nell’opera scritta, letta e musicata da Morgan si alternano parti musicali a parti narrate dallo stesso cantante, oltre a composizioni e brani inediti contiene cover, riarrangiamenti e riscritture di brani italiani e stranieri e pezzi editi tra i quali “Sovrappensiero” (originariamente dei Bluvertigo), la cover del “Cantico dei drogati” di Fabrizio De André e una versione innovativa di “O mia bela madunina”.

All’interno sono presenti due partecipazioni speciali: l’intro di Ivano Fossati e il duetto con Roberto Vecchioni sul brano “Luci a San Siro”.

L’audiolibro, a cura di Flavia Gentili, è prodotto e realizzato da Morgan, che ha firmato anche le grafiche della cover e del booklet.

La Calabria ricorda Mia Martini

Con Mimì non finisce mica il cielo
Con Mimì non finisce mica il cielo

Da Bagnara il ricordo di Mia Martini con l’evento “Con Mimì… non finisce mica il cielo”

Il 12 Maggio ricorre il venticinquesimo dalla scomparsa di Mia Martini e, pur in un momento particolare a causa dell’emergenza sanitaria, la città di Bagnara non dimentica la sua figlia illustre e per l’occasione l’Associazione Cultura e Spettacolo presieduta dal regista Nino Romeo, organizzatrice del Premio Mia Martini, organizza una serata di festa in diretta social “Con Mimì… non finisce mica il cielo”, con la partecipazione di grandi artisti del panorama italiano dello spettacolo, della discografia e della cultura che hanno conosciuto l’indimenticabile Mimì, meravigliosa artista, che con la sua voce ha conquistato il mondo partendo dal sud. Mia Martini diceva infatti spesso: «Sono nata a Bagnara, pur se la mia vita è stata girovaga, non ho mai pensato di appartenere ad altre regioni. Sono una Calabrese puro sangue».

Nel corso della serata, presentata e coordinata da Nino Romeo e Carmen Novaldi, interverranno in diretta streaming: Nino Spirlì, vice presidente della Regione Calabria, con deleghe alla Cultura, ai beni e attività culturali; Mario Romeo, vice sindaco di Bagnara Calabra con delega allo Spettacolo e Turismo, Olivia Bertè, Gianna Bigazzi, Franco Fasano, direttore artistico del Premio Mia Martini; Mimmo Cavallo; Franco Simone; Mario Rosini; Giorgio Verdelli, regista del docufilm rai “Mia Martini, fammi sentire bella”; Cristiano Minellono, autore e Veronica Maya.

Sarà un’occasione per celebrare l’arte unica e indimenticabile di Mimì attraverso momenti musicali, racconti, testimonianze, aneddoti e ricordi che ciascuno porta nel cuore, tutto in diretta dalle ore 17.00 sugli account social ufficiali Facebook e YouTube del Premio Mia Martini e Radio Medua.

L’evento è patrocinato dal Comune di Bagnara Calabra, Assessorato al turismo e spettacolo.

“The Repetition, Histoire(s) du théâtre

the repetition, histoire..
the repetition, histoire..

Un’inchiesta in forma di spettacolo sul passato, presente e futuro della più antica forma d’arte dell’umanità, il teatro: con The Repetition, Histoire(s) du théâtre (I),al Piccolo Teatro Strehler dall’8 al 10 maggio, il drammaturgo e regista Milo Rau prosegue nel lavoro di ricerca su uno dei temi fondamentali del suo percorso artistico: la questione della rappresentatività in scena della violenza.

In una notte di aprile del 2012, un uomo di nome IhsaneJarfi parla per qualche tempo con un gruppo di ragazzi in una Polo grigia, all’angolo di una via di Liegi, davanti a un bar gay. Due settimane più tardi, il suo cadavere è rinvenuto al limitare di un bosco. È stato torturato per ore e assassinato con inaudita violenza.

Milo Rau ha tratto spunto da quella vicenda per ricostruirla in teatro con attori professionisti e non.«Punto di partenza del mio lavoro è come la realtà può essere influenzata dal teatro e, al contrario, come possa essere rappresentata sulla scena» dichiara il regista e drammaturgo.