“AspettandoNapoliModaDesign”

Sparaco
Sparaco

“AspettandoNapoliModaDesign” chiuderà lunedì 3 dicembre la tre giorni di luxuryideas alla Reggia di Caserta con una cena di galanella Sala della Gloria con il ricavato destinato in beneficenza alla onlus Azione Sorriso.

La protagonista sarà lei, Rosanna Marziale, chef stellatae patron del ristorante Le Colonne di Caserta. “Sarà una cena legata al territorio”, racconta Lady Mozzarella. “Mi piace far assaggiare le cose di casa nostra e le nostre eccellenze.

NapoliModaDesign ci ha coinvolto in questa cena di solidarietà, un tema che ci sta a cuore e per il quale siamo spesso presenti. Quando ci è stato chiesto, siamo stati subito pronti a rispondere. Il territorio è attento alla solidarietà, ma è attento anche a valorizzarsi.E tutte le persone che lavorano qui cercano di evidenziare ciò che di bello abbiamo”.
Ma Rosanna Marziale non sarà l’unica eccellenza gastronomica del territorio. Spazio per un giovane talento,il pasticciere Guido Sparacodi Castel Morrone. Sarà lui a preparare le dolci degustazioni per l’opening di domani sera. Guido è un giovane artigiano che vive la pasticceria da sempre.

Con il master della prestigiosa scuola di formazione professionale casertana Dolce&Salato ha avuto l’opportunità di conoscere diversi maestri di fama internazionale.

Sarà poi il più noto dei bartender casertani Giacomo Serao a proporre i suoi cocktail per un aperitivo straordinario la mattina di sabato primo dicembre per il vernissage.
Stupiranno le gustose proposte in chiave sushi e fusion che domenica 2 dicembre, a conclusione delle sfilate, proporrà il Ristorante Nippon di Caserta grazie allo chef sushiman Umberto Bove eallo chef della cucina Stefano Del Vecchio.

L’obiettivo di Nippon è mescolare la ormai avanzatissima e conosciuta cucina nipponica ai tradizionali gusti italiani, senza tralasciare chi vuole la classica cena a base di solo sushi e sashimi.Nipponè un posto dove due eccellenze mondiali come l’Italia e il Giappone si fondono nel gusto.

Il Ristorante Tre Farine di Caserta ha collaborato ad “AspettandoNapoliModaDesign” ospitando i casting e trattenendo a tavola gli organizzatori con i suoi raffinati piatti. La novità in campo enologico è stata la “Reale carta dei vini della Vigna del Ventaglio”, una carta nuova, un vero fiore all’occhiello per il ristorante, l’unico a convogliare in un’unica lista i vini legati alla storia della città di Caserta e all’intero comparto vitivinicolo delle Terre del Volturno.

I vini che entreranno alla Reggia saranno quelli della casa vinicola Michele Setaro, con un taurasi barricato e una falanghina. Sarà proposto anche l’elisir Seta Rossa, amaro di vino cotto servito in cialde di cioccolato. Quindi, i cocktail molecolari di Roberto Onorati sempre alla ricerca delle nuove tendenze nel mondo dl bere.E poi la “tortatropicana” montata al momentodal maestro pasticciere Mario Di Costanzo dell’azienda Di Costanzo Pasticceria di Napoli, alla terza generazione.

Marco Lodola – Giovanna Fra Tempus – Time

Giovanna Fra_Overexposed_2018_foto digitale elaborata e smalto su tela_cm 130x130
Giovanna Fra_Overexposed_2018_foto digitale elaborata e smalto su tela_cm 130×130

L’esposizione, organizzata da Mary Farina, anche ideatrice del progetto, e da Augusto Ozzella, con la collaborazione della galleria Deodato Arte, gode del patrocinio del Comune di Caserta, del Madre – fondazione donnaregina per le arti contemporanee e di Confindustria Caserta.

Il titolo della mostra è un voluto riferimento al trait d’union che Marco Lodola e Giovanna Fra, grazie alle loro opere, creano fra il Tempus, la dimensione temporale legata all’antichità, al classico, alla storica sede espositiva e il Time, sintesi del mondo contemporaneo.

Sottolinea Mauro Felicori, direttore della Reggia di Caserta: “La mostra si inserisce nell’importante storia del rapporto della Reggia con l’arte contemporanea e con la variegata polifonia dei suoi linguaggi, un dialogo lungo e intenso che si è rinnovato costantemente nel corso degli anni nel confronto continuo e forte, sentito tra epoche e stili, che rende sempre attiva e feconda la vita di uno spazio museale così significativo”.

La mostra è accompagnata da un catalogo edito da Skira, con un vasto repertorio di immagini, il testo del curatore Luca Beatrice e numerosi interventi fra cui quelli di Renzo Arbore, Aldo Busi, Lorenzo “Jovanotti” Cherubini, Piero Chiambretti, Roberto D’Agostino, Salvatore Esposito, Ciro Ferrara, Antonio Stash Fiordispino, Enzo Iacchetti, Max Pezzali, Andrea Pezzi, Red Ronnie e di critici illustri quali Achille Bonito Oliva, Philippe Daverio, Gillo Dorfles, Martina Corgnati, Vittorio Sgarbi.

“Event”

michele del prete
La Reggia di Caserta si trasforma per una sera in location d’eccezione per la sfilata dello stilista casertano Michele Del Prete. Domenica 8 novembre alle ore 20,30 lo scalone reale del monumento vanvitelliano ospiterà “EVENT”. Non solo moda, ma anche musica!

Uno spettacolo nello spettacolo. Infatti, ad aprire la serata in un’atmosfera magica sarà la musica di James Senese. E ancora, Raiz e Fausto Mesolella, M’Barka Ben Taleb e il cantante e paroliere Gennaro Cosmo Parlato. E proprio l’ultimo brano di quest’ultimo dal titolo “Magnificat” sarà la sigla finale per l’abito di punta da sposa.

Sulla eccezionale passerella la nuova collezione alta moda e sposa 2016 di Michele Del Prete che si caratterizza per la sartorialità, per i tessuti preziosi e per “un tocco al lusso portabile”, che sono il vero punto di forza di questo stilista del nostro territorio che da più di 20 anni fa sognare le donne, non solo campane, con i suoi meravigliosi abiti da favola.
“La collezione – anticipa lo stilista – si basa su tre temi: il glamour con abiti molto scenografici ma rapportati alle persone comuni, quindi l’alta sartoria con abiti fatti a intarsi, con un gioco di assemblaggio di colori che sarà di grande impatto visivo, ma che ha richiesto un grande impegno sartoriale. Infine, ed è questa l’altra grande novità, l’attenzione rivolta alla mamma della sposa per la quale ho pensato abiti sobri ma molto glam con tessuti importanti. Dunque, sarà una passerella che passa con grande semplicità dall’immagine da star alla donna comune. Il tutto con gusto sofisticato e materiali preziosi. Questi i veri must del 2016”.

“EVENT” sarà anche solidarietà. Infatti, la sfilata rientra tra le iniziative per la raccolta fondi di Telethon. Nel corso della serata, tra tutti coloro che avranno aderito alla raccolta fondi, verrà estratto a sorte un abito della linea “Michele Del Prete Haute Couture”.