Natale 2017: Regifting – italiani pronti a rivendere i regali indesiderati

Screen sito _New Year New You_
Screen sito _New Year New You_

Anche quest’anno il Natale è passato e quello che resta, oltre ai bei momenti insieme a parenti e amici, sono i regali ricevuti. Che siano fatti da chi ci conosce poco, last minute o poco pensati, non è raro ritrovarsi tra le mani regali che non ci soddisfano appieno. Secondo una ricerca di eBay commissionata a TNS*, lo scorso Natale circa 19 milioni di italiani hanno ricevuto oltre 31 milioni di regali indesiderati e l’8% degli intervistati si dichiara pronto a rivendere i doni sgraditi (per un totale di circa 3 milioni di Italiani).

Negli ultimi 7 giorni dell’anno, eBay.it registra un boom di inserzioni in cui viene indicato “Regalo doppio” o “Regalo indesiderato” come motivo della messa in vendita dell’articolo. Al fine di incentivare e supportare questa propensione alla riscoperta del nuovo sé, eBay ha lanciato la campagna “New Year, New You”: a partire dal 27 dicembre e fino al 10 gennaio il sito permette di beneficiare di 5 inserzioni completamente gratuite – senza tariffe iniziali e senza commissioni sul valore finale – per disfarsi di oggetti inutilizzati e di regali indesiderati.

“Il regifting post natalizio è entrato nelle abitudini degli italiani e rappresenta un’opportunità per vendere regali superflui o semplicemente fare spazio al nuovo liberandosi di ciò che non ci rappresenta più”, commenta Margot Olifson, Responsabile del Business C2C di eBay in Italia. “Che si tratti dell’immancabile doppione o del vecchio iPhone6 finalmente sostituito con il nuovo iPhoneX ricevuto per Natale, per tutto c’è una seconda vita su eBay e i nostri acquirenti possono trovare in questa occasione migliaia di articoli proposti a prezzi molto inferiori rispetto al costo originario”.

A poche ore dall’inizio della promozione “New Year, New You”, migliaia di regali sono già stati messi in vendita. Tra questi, non mancano i classici articoli di abbigliamento ed accessori (come il giubbotto Canadiens venduto perché ‘regalo doppio’ o la borsa Marlboro e gli occhiali Ray-Ban ‘non graditi’), oggettistica per la casa e piccoli elettrodomestici (come l’affettatrice elettrica e la bilancia da cucina Thun, entrambi ‘regali doppi’), articoli per prima infanzia (ad esempio lo scalda biberon Mister Baby) ed immancabili regali del mondo tech (dai vari smartphone, ai videogames al particolarissimo orologio Garmin per il golf).

Natale, 6 italiani su 10 soffrono di ansia da regalo

dott_ Michele Cucchi ansia regali

Sono sempre più costosi, difficili da scegliere e richiedono intere giornate in giro per negozi. I regali di Natale per il 61% degli italiani rischiano di diventare un vero e proprio incubo, che porta con sé il rischio di soffrire della tipica “ansia da regalo”. Lo psichiatra Michele Cucchi, Direttore Sanitario del Centro Medico Santagostino di Milano, spiega i motivi di questa problematica e rivela come superarla.

La gioia e la spensieratezza che contraddistinguono le festività natalizie sono messe a rischio dall’elemento che più di ogni altro caratterizza il giorno in cui tutti sono più buoni: il regalo di Natale. La ricerca dei doni infatti è fonte di un senso di sfinimento e rassegnazione, un’autentica ansia da regalo che pervade il 61% degli italiani, che nasce al solo pensiero di dover affrontare code interminabili alle casse (87%), le corse dell’ultimo secondo (67%) e le infinite ricerche del regalo perfetto (54%). Ma non è tutto: a peggiorare la situazione intervengono le difficoltà economiche, la fine di una relazione o i litigi in famiglia.

Il Natale quindi rischia di passare da giorno più bello dell’anno, a incubo dal quale risvegliarsi il più presto possibile. Gli italiani infatti ammettono di sentirsi stanchi (67%), ansiosi (64%) e depressi (21%) dopo le lunghe giornate alla ricerca del presente ideale.

I più sensibili al problema? Gli uomini (71%) a sorpresa battono le donne (51%).
È quanto emerge da un’indagine promossa da Found!, condotta su circa 1800 italiani, uomini e donne di età compresa tra i 18 e i 60 anni, realizzato con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) attraverso un monitoraggio online sui principali social network, blog, forum e community dedicate, per scoprire quale rapporto hanno gli italiani con la ricerca e l’acquisto dei regali di Natale.

“La ricerca spasmodica dei regali può essere un fattore di stress – spiega lo psichiatra Michele Cucchi, Direttore Sanitario del Centro Medico Santagostino di Milano – Anche qui subentrano il tema delle aspettative e di una sorta di psicosi collettiva: il regalo sembra diventare un mantra, il fulcro della festività, pesante come una scadenza importante di un progetto lavorativo. Siamo troppo condizionati dal dover fare qualcosa che dovrebbe rappresentare un piacere anche per chi lo fa, il piacere di pensare all’altro, empatizzare con lui per cercare di capire cosa gli piacerebbe, sentirci vicini a lui”.

Ma chi viene colpito maggiorente dall’ansia da regalo in questo periodo dell’anno? Sorprendentemente dallo studio è emerso che gli uomini sono più soggetti (71%) rispetto alle donne (51%), principalmente perché non sanno quale dono scegliere (80%). A livello anagrafico, le più ansiose sono le persone tra i 30 e i 40 anni (75%) mentre gli adulti nella fascia d’età che va dai 50 ai 60 anni sono meno soggetti a questa problematica (33%). A livello geografico invece i più stressati dai doni sono gli abitanti del Nord (63%), che precedono quelli del Centro (60%) e i cittadini del Sud e delle isole (57%).

INFINE I 5 CONSIGLI DELLO PSICHIATRA PER VINCERE L’ANSIA DA REGALO:
1. LA PERFEZIONE NON ESISTE
E’ fondamentale approcciarsi alla ricerca dei regali senza pretendere la perfezione e pensare di essere per forza in totale sintonia con il partner o con un parente che magari non si vede da mesi.

2. ABBASSO LO STRESS
Quando il regalo diventa un pensiero troppo pesante significa che si è troppo condizionati dal dover fare qualcosa che dovrebbe essere un piacere anche per chi lo fa: in realtà è sufficiente empatizzare con l’altro per cercare di capire cosa gli piacerebbe e sentirci vicini a lui.

3. VA DOVE TI PORTA IL CUORE
Non pensare troppo è importante. Bisogna imparare a lasciarsi guidare dal cuore e dalle emozioni, facendosi condurre dalla propria intelligenza emotiva, in grado di cogliere elementi che l’occhio umano non nota.

4. SIATE ORIGINALI!
Fondamentale è non cedere agli stereotipi: prendere regali ogni anno simili o poco originali a lungo andare può provocare malessere anche nei rapporti famigliari come in quelli di coppia.

5. VIVETE LA MAGIA DEL NATALE TORNANDO BAMBINI
Un aspetto da non sottovalutare è lo stupore provato dai bambini che scartano i propri regali. Osservando questa magia che si ripete ogni anno si potrà capire come affrontare la ricerca e la consegna dei doni: con la tipica gioia del Natale!

 

A Radio Italia è già Natale

image001
A Radio Italia è già Natale: dal 16 al 25 Novembre, tutti i giorni, tanti regali per gli ascoltatori! Giocare è semplice: al suono di un campanellino natalizio, che annuncerà in diretta i momenti gioco, gli ascoltatori saranno invitati ad inviare un sms o un messaggio WhatsApp al numero 342.4113551 con scritto “Natale a Radio Italia + nome cognome e città”.

Tra tutti gli sms e messaggi ricevuti, verrà scelto un fortunato ascoltatore che giocherà in diretta con gli speaker e dovrà indovinare la parola nascosta dall’inconfondibile risata di Babbo Natale in uno spezzone di una canzone italiana.

La risposta esatta darà l’opportunità di mettere sotto l’albero di Natale uno dei seguenti regali: macchine del caffè Lavazza, estrattore a freddo Philips, Kitchen Machine Kenwood, macchina fotografica reflex Nikon, Go pro, videocamere Canon, videocamera Sony, micro HiFi Pioneer, lettori dvd portatile Philips, tablet Samsung, computer portatile HP, iPhone6 Apple, smartphone Samsung, navigatori TomTom, iPad mini (tablet) Apple, iPad air 2 Apple, smartwatch Garmin, cuffie Marley, speaker Marley, viaggio in Malesia, settimana bianca Blu Hotels, weekend Blu Hotels.

Alessandro Volanti, responsabile marketing Radio Italia: <<Nonostante i tempi difficili che stiamo attraversando, anche quest’anno abbiamo deciso di regalare ai nostri ascoltatori un Natale speciale e di riproporre, per il settimo anno consecutivo, questa bella iniziativa mirata a premiare la loro fedeltà>>.