Teatro alla Scala – Recital di Anna Caterina Antonacci

ANTONACCI - cr Jason Daniel Shaw 2017 13
ANTONACCI – cr Jason Daniel Shaw 2017 13

Anna Caterina Antonacci in La voix humaine alla Scala

Il drammatico monologo di Poulenc su testo di Cocteau è al centro dell’atteso appuntamento per i Recital di canto che include anche pagine di Respighi, Fauré e Hahn.
Al pianoforte Donald Sulzen.

Grande attesa per il ritorno alla Scala di Anna Caterina Antonacci, in recital domenica 17 giugno alle ore 20. Artista molto stimata per le qualità vocali quanto per le doti espressive, interprete sensibile e intensa, ha un repertorio vasto e poliedrico che spazia dal Barocco al Novecento, da ruoli di mezzosoprano a ruoli sopranili.

In questo recital, accompagnata al pianoforte dall’americano Donald Sulzen con cui collabora regolarmente da alcuni anni, proporrà l’emozionante “La voix humaine”, tragédie lyrique in un atto composta da Francis Poulenc nel 1958 su testo di Jean Cocteau, toccante monologo di una donna devastata dalle sofferenze d’amore che, al telefono, si sta congedando dall’amante in modo definitivo.

Nella prima parte del programma Anna Caterina Antonacci canterà i cinque pezzi del ciclo Deità silvane (1917) di Ottorino Respighi su testi di Antonio Rubino che descrivono scene arcadiche sensuali e mediterranee, e ancora di Respighi la lirica “Sopra un’aria antica” (1920) su una poesia di Gabriele D’Annunzio, che descrive con delicatezza la fine di un amore e lo sbiadire della gioventù.

Seguono le quattro liriche del ciclo L’horizon chimérique, composto da Gabriel Fauré nel 1921 su testi tratti da una raccolta di Jean de La ville de Mirmont, un giovane poeta di Bordeaux morto al fronte nel 1914.

Si tratta di versi dal carattere semplice e diretto che evocano il mare, invitano a fantastici viaggi marini, e Fauré, a sua volta creatore di tante visioni marine, ne trae pagine musicali sinuose e suggestive.

L’esortazione al viaggio torna nel ciclo di liriche di Reynaldo Hahn, Venezia, sei pezzi composti su versi in veneziano, cartoline musicali che raccolgono con fine gusto le caratteristiche più pittoresche della musica popolare italiana.

“Sotto il vestito Vernia” al Teatro Manzoni

Giovanni Vernia
Giovanni Vernia

Uomo dei record sul web – i suoi video collezionano milioni di visualizzazioni – comico, attore, speaker radiofonico, dj producer il camaleontico Giovanni Vernia non abbandona mail il teatro e sabato 16 aprile sarà al Manzoni di Milano con il suo recital “Sotto il vestito Vernia”, vero e proprio one man show accompagnato dalla musica dal vivo del pianoforte del Maestro Marco Sabiu.

Un onemanshow in cui l’Artista ci racconta in modo autoironico i disagi di un “famoso per caso” e ci svela chi c’è veramente sotto tutte le maschere cult a cui ci ha abituato, da Jonny Groove a Marco Mengoni, da Fedez a Jovanotti, da Pif a Gianluca Vacchi: una persona normale con le manie, i tic e i vizi che tutti abbiamo, ma con la voglia di riderci sopra.

Protagonista dello show anche la musica, grande passione dell’Artista.
Grazie alla presenza live sul palco del Maestro Marco Sabiu, sono tanti i momenti in cui la musica diventa l’arma privilegiata per ironizzare su molti fenomeni dei nostri tempi e creare momenti di show esilaranti.

Due ore di spettacolo mai uguale a se stesso che si modifica ad ogni tappa, si adatta a luoghi e persone: materia sempre plasmabile dalla fantasia mai distratta dell’Artista.

Per info biglietteria: www.teatromanzoni.it tel 02.76.36.901

Teatro alla Scala – Diana Damrau

DIANA DAMRAU
DIANA DAMRAU – SInger. photographed in New York City.

Lunedì 12 marzo 2018 – ore 20
Teatro alla Scala

Recital del soprano DIANA DAMRAU
Pianoforte Helmut Deutsch
Musiche di Hugo Wolf e Richard Strauss

Diana Damrau nativa di Günzburg an der Donau (Germania), è uno dei più importanti soprani sulle scene internazionali, ospite regolare da vent’anni dei più rinomati teatri d’opera e delle sale da concerto più prestigiose.

Il suo ampio repertorio spazia dai ruoli di soprano lirico a quelli di coloratura, comprendendo, quali cavalli di battaglia, i ruoli eponimi in Lucia di Lammermoor (che ha cantato, oltre che alla Scala, alla Bayerische Staatsoper, al Metropolitan, al Covent Garden), Manon (Staatsoper di Vienna e Metropolitan) e La traviata (oltre che alla Scala, al Metropolitan, al Covent Garden, all’Opéra di Parigi e alla Bayerische Staatsoper), nonché la Regina della Notte nella Zauberflöte (Metropolitan, al Festival di Salisburgo, a Vienna, a Monaco e al Covent Garden).

Nella stagione 2017-18 ha in programma una tournée per promuovere il suo ultimo CD dedicato a Meyerbeer, una serie di recital con Jonas Kaufmann e una tournée in Asia con il marito, il basso-baritono Nicolas Testé. Riprenderà i suoi celebrati ruoli di Lucia e di Violetta e debutterà come Maria Stuarda nell’omonima opera di Donizetti e come Marguerite nel Faust di Gounod. Nel 2007 Diana Damrau è stata insignita del titolo di Bayerische Kammersängerin e nel 2014 ha ottenuto l’Opera International Award come “Cantante dell’anno”.

Hugo Wolf è la punta più avanzata di una scrittura liederistica che scava nei sottintesi del testo con un’acutezza psicologica quasi sensitiva; il Lied è d’altra parte il suo terreno d’elezione, su cui procede per ondate di entusiasmo, componendo prima una cinquantina di Lieder su testi di Mörike, poi circa altrettanti su testi di Goethe, e infine dedicandosi a due raccolte più sbarazzine, che il futuro premio Nobel Paul Heyse aveva tradotto in tedesco rispettivamente dallo spagnolo e dall’italiano, e che riproducevano col linguaggio schietto e colorito della lingua popolare bisticci di innamorati e schermaglie di ragazzi.

Al Teatro Nuovo di Milano : Recital di Ale & Franz

Ale e Franz Locandina capodanno
Ale e Franz Locandina capodanno

Sarà il duo comico Ale & Franz a dare il benvenuto al 2018 sul palco Teatro Nuovo di Milano. In scena, nella notte più attesa dell’anno, lo spettacolo Recital che, con ironia e divertimento, ripercorre i momenti più importanti della vita dei due artisti.

In Recital si rivivono situazioni, battute, sketch che fanno parte del repertorio più collaudato del duo; lo spettacolo, però, non vuole essere solo un revival. Ale & Franz vi racconteranno anche storie inedite che hanno caratterizzato il loro successo e la loro storia nel panorama dello spettacolo italiano.

Venticinque anni di carriera tra teatro, cinema e televisione ricchi di situazioni divertenti che vale la pena di ascoltare. Anche l’ultimo dell’anno Ale & Franz non tradiscono i loro fan garantendo grandissime risate e divertimento. L’obiettivo finale è rendere partecipe delle loro esperienze le stesse persone che hanno permesso negli anni questo successo. E proprio con questo pubblico che, a fine spettacolo, i due attori daranno il benvenuto al 2018 con brindisi e panettone.

Festa di primavera: Battiato e De Sica live nelle Grotte di Castellana

Franco Battiato
Franco Battiato

Il concerto di Franco Battiato e il recital di Christian de Sica, gli ultimi grandi eventi di “Natale nelle Grotte” alle Grotte di Castellana, previsti per il 7 e l’8 gennaio 2017 e annullati a causa delle avverse condizioni meteo, saranno recuperati il 7 e l’8 marzo.

Martedì 7 marzo FRANCO BATTIATO si esibirà con uno speciale concerto nel cuore della terra, accompagnato da CARLO GUAITOLI (pianoforte) e ANGELO PRIVITERA (tastiere e programmazione).

Mercoledì 8 marzo CHRISTIAN DE SICA porterà in scena “CHRISTIAN RACCONTA CHRISTIAN DE SICA”, un recital innovativo e coinvolgente in cui l’artista avrà modo di dialogare con i suoi spettatori. Sul palco con l’attore ci saranno Giampiero Ingrassia e il M° Riccardo Biseo. Non mancheranno le sorprese, a partire da un ospite d’onore.

I biglietti acquistati per i due eventi di gennaio restano validi per le nuove date.

I due spettacoli si terranno ne LA GRAVE, la prima delle caverne che si incontrano immergendosi nel complesso di cavità sotterranee, location ideale per esibizioni dal vivo con la sua acustica che permette di realizzare performance musicali particolarissime.