“Sempre in tuta” – Gianni Bismark

Gianni Bismark foto di Beatrice_Chima
Gianni Bismark foto di Beatrice_Chima

È disponibile in tutti gli store digitali “Sempre in tuta”, il nuovo singolo di GIANNI BISMARK featuring DANI FAIV e prodotto da SICK LUKE (lnk.to/sempreintuta).

Il brano è il primo inedito dopo la pubblicazione, lo scorso marzo, del disco “NATI DIVERSI” che aveva debuttato nella Top5 dei dischi più venduti e ascoltati in digitale in Italia totalizzando in una sola settimana oltre 5 milioni di stream e ottenendo ottimi consensi sia dalla critica che dal pubblico.

Del disco inoltre ben 9 tracce su 12 si erano piazzate sia nella Top50 di Spotify Italia che nella Top50 di Apple Music grazie anche ad una squadra degna della nazionale del rap italiano: 2ND ROOF, CHRIS NOLAN, DRONE126, ENEMIES, FRANCO126, GEOLIER, G FERRARI, TEDUA, SICK LUKE, QUENTIN40.

Michelangelo: “In due a lottare”

michelangelo
michelangelo

Dal 13 marzo è disponibile in rotazione radiofonica e sulle piattaforme digitali “IN DUE A LOTTARE”, nuovo singolo di Michelangelo Vizzini, in arte MICHELANGELO, talentuoso concorrente di Amici di Maria de Filippi ’19.

A fronte di tutto ciò che cambia, l’amore vero rimane, non arrendendosi al tempo, alle difficoltà e alla logica delle scelte umane: “In due a lottare” parla di questo, ponendosi come un vero e proprio manifesto dei sentimenti autentici, quelli che legano gli individui e permettono loro di lottare contro tutto e tutti.

Il videoclip di “In due a lottare”, diretto da Federico Falcioni (Falcioni Productions), racconta non una storia d’amore, ma una storia sull’amore. La sequenza di immagini è incentrata sul filo invisibile e sui ricordi che, come nodi, legano i due giovani protagonisti, Michelangelo ed Emily.

Campus Party

AreaCamping
AreaCamping

Dal 18 luglio al 22 luglio Milano (Rho Fiera) diventa la città a più alta concentrazione di giovani digitali. Arriva infatti in Italia la seconda edizione della Manifestazione il cui invito è davvero sfidante: “Riscriviamo insieme il codice sorgente dell’Italia”.

Una vera e propria immersione nella più pura tecnologia. Per 5 giorni gli “sviluppatori” del futuro creano insieme, con la partecipazione di aziende, istituzioni, community e università che condividono le proprie esperienze confrontandosi per cambiare il Paese.

Attività 24h su 24h ma anche un Village con tende fornite dell’evento dove sognare nuove dimensioni.

“Campus Party è innovazione e creatività allo stato puro – ha spiegato durante l’incontro Carlo Cozza, Presidente di Campus Party Global – perché attraverso la condivisione di passioni e interessi è l’occasione per far nascere quelle idee che cambieranno il futuro del mondo. Campus Party Italia vuole diventare l’appuntamento di riferimento dell’innovazione nel nostro Paese”.

A sottolineare la sinergia tra la Manifestazione e la Regione Lombardia anche la presenza di Attilio Fontana, Presidente di Regione Lombardia, e di Fabrizio Sala, Vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione.

Suede al Fabrique di Milano

suede
suede

Suede, una delle band cult degli ultimi 20 anni, tornano finalmente in Italia per uno show imperdibile, il 4 ottobre 2018 al Fabrique di Milano.
Il gruppo pioniere dell’epopea brit pop insieme a Oasis, Blur e Supergrass presenterà a Milano i successi che hanno fatto la storia assieme ai brani del nuovo album The Blue Hour, in uscita il 21 settembre e già disponibile in pre-order.

The Blue Hour è un lavoro immenso ed ambizioso che, come il precedente Night Thoughts, è stato scritto come un’opera unica, poi divisa in quattordici tracce distinte ma tematicamente collegate.

Parlando del contesto del nuovo album, la band ha dichiarato:
“L’Ora Blu è quel momento del giorno in cui la luce si affievolisce e la notte si avvicina. Le canzoni introducono un racconto complesso senza mai rivelarlo o spiegarlo del tutto. Come per ogni album degli Suede, tutto ruoto attorno al songwriting. La band, la passione e la musica: questa è la nostra “Blue Hour’”.

Tutti i tratti distintivi degli Suede sono presenti in The Blue Hour ma ora ogni cosa sembra aprirsi verso una genuina progressione. La voce di Brett Anderson è assolutamente riconoscibile e i testi sono più decisi che mai. La band suona al massimo delle proprie potenzialità, viscerali e dinamici come solo gli Suede sanno essere, per un tour che si preannuncia memorabile.

Biglietti in prevendita esclusiva per gli iscritti My Live Nation dalle ore 10 di giovedì 10 maggio.

Biglietti in vendita su Ticketmaster.it, Ticketone.it e in tutti i punti vendita autorizzati dalle ore 10 di venerdì 11 Maggio.

L’organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria autorizzati non presenti nei nostri comunicati ufficiali.

Rudy Zerbi, ospite domani a Verissimo

zerbi toffanin
zerbi toffanin

“Ho imparato che i figli sono di chi li cresce. Per questo mio papà è Giorgio”.
Rudy Zerbi, ospite domani a Verissimo, racconta di come abbia scoperto a 30 anni che il suo vero padre fosse Davide Mengacci.

Durante l’intervista racconta: “E’ stato un colpo pazzesco scoprire vedendo la tv, una Vigilia di Natale con mia madre che Davide Mengacci era mio padre. Mia mamma- prosegue – aveva appena scoperto di avere un brutto male e non voleva lasciarmi senza che io sapessi un pezzetto della mia vita e del perché io avessi questa passione per l’arte”.

A Silvia Toffanin, che gli chiede se abbia perdonato Davide per la sua assenza, risponde: “Ho imparato nella vita che è sempre sbagliato giudicare, prima è più importante capire. Ho cercato di razionalizzare questo perdono, ma ho passato momenti di grande rabbia. Avrei voluto tanto crescere e condividere delle cose con lui. Comunque ora abbiamo recuperato il tempo perduto”.

Quella di Rudy è stata fino ad ora un’esistenza fatta di grandi successi, ma anche di momenti difficili e complicati. Tra questi, racconta: “Io devo ringraziare Maria De Filippi, lei mi ha veramente salvato la vita. Ero in un momento di grande difficoltà perché avevo chiuso il mio contratto con una casa discografica e avevo già tre figli. Con la sua proposta mi ha dato la possibilità di poter continuare a vivere grazie alla mia passione per la musica e a mantenere la mia famiglia”.